Verifica Green Pass in azienda: servizio online INPS

green pass, certificazione verde covid-19
Photo credit: MikeDotta / Shutterstock.com

L’Inps ha reso disponibile un nuovo servizio online per la verifica del green pass in azienda.

Si tratta di Greenpass50+, una applicazione che consente di verificare in maniera automatizzata il possesso delle certificazioni verdi Covid-19 per l’accesso ai luoghi di lavoro. E’ rivolta ai datori di lavoro privati e pubblici con più di 50 dipendenti.

L’Inps ha aggiunto una nuova funzionalità all’applicazione. Ecco tutti i dettagli sul servizio Inps di verifica del green pass per il lavoro, come funziona, le novità e la guida all’utilizzo da scaricare per la consultazione.

IL SERVIZIO GREENPASS50+

L’Inps, attraverso il messaggio n. 3589 del 21-10-2021, ha reso noto che è disponibile il nuovo servizio Greenpass50+ per la verifica online del green pass in azienda. Tramite questa applicazione il datore di lavoro può effettuare la verifica automatizzata della certificazione verde presentata dal lavoratore per entrare in azienda. A partire dal 15 ottobre 2021, infatti, il green pass è obbligatorio a lavoro, sia nel settore pubblico che in quello privato.

DESTINATARI

Possono usare l’applicazione Inps per la la verifica online del green pass sul luogo di lavoro i datori di lavoro con più di 50 dipendenti, sia privati che pubblici, che non aderiscono a NoiPA.

COME FUNZIONA

Il servizio Inps Greenpass50+ funge da intermediario interrogando la Piattaforma Nazionale DGC, ossia il Sistema informativo nazionale per l’emissione, il rilascio e la verifica delle certificazioni verdi Covid-19, per effettuare la verifica asincrona del certificato verde con riferimento all’elenco di codici fiscali dei dipendenti dell’azienda.

E’ possibile effettuare le verifiche solo nei confronti del personale effettivamente in servizio, per cui è previsto l’accesso al luogo di lavoro nel giorno in cui è effettuata la verifica. Sono esclusi i dipendenti assenti per specifiche causali (es. ferie, malattie, permessi) o che svolgono la prestazione lavorativa in smart working.

Nel caso in cui le verifica della certificazione verde con Greenpass50+ dia esito negativo, cioè se il green pass risulta non valido, il lavoratore può richiedere un secondo controllo mediante l’applicazione mobile predisposta dal Governo, VerificaC19. Se anche in questo caso il certificato Covid non risulta in corso di validità il lavoratore non può entrare in azienda.

COME UTILIZZARE IL SERVIZIO

Per verificare il green pass dei dipendenti con il servizio Greenpass50+ si procede in 3 fasi, così articolate:

  1. accreditamento – il datore di lavoro accredita l’azienda al servizio di verifica del green pass e indica i verificatori che devono provvedere al controllo delle certificazioni verdi dei lavoratori;

  2. elaborazione – l’Inps accede alla Piattaforma Nazionale DGC per recuperare l’informazione del possesso del green pass da parte dei dipendenti delle aziende che hanno aderito al servizio;

  3. verifica – gli addetti alle verifiche delle certificazioni verdi Covid-19 incaricati dall’azienda accedono al servizio controllano il green pass dei dipendenti accedendo al servizio Greenpass50+ e selezionando i nominativi dei lavoratori per i quali vogliono effettuare il controllo.

NUOVA FUNZIONALITÀ PER I VERIFICATORI

L’Inps ha reso disponibile, a partire dal 15  novembre, la nuova funzione che permette di assegnare a ciascun Verificatore un insieme ben definito di codici fiscali dei dipendenti dell’azienda, che dunque può effettuare la verifica del possesso del Green pass solo per questi. Con il messaggio n. 3768 del 3 novembre 2021 l’Istituto ha fornito alcuni chiarimenti sulla nuova funzionalità.

Tale funzionalità per il ruolo di ‘verificatore’, permette di selezionare massivamente i dipendenti per i quali effettuare il controllo e migliorare così l’usabilità della piattaforma. Con la nuova funzionalità – si legge nella nota stampa Inps del 15 novembre 2021– l’incaricato, caricando un file contenente i codici fiscali dei dipendenti, può verificare esclusivamente i soggetti presenti nel file stesso per i quali ha avuto visibilità in fase di accreditamento.

Eventuali soggetti non associati, presenti nel file di input, saranno scartati dalla verifica. In fase di verifica, in ogni caso, possono essere selezionati solo i dipendenti effettivamente in servizio, escludendo quelli assenti dal servizio e quelli in lavoro agile. Tutti i dettagli sono stati chiariti nel messaggio INPS n° 3948 del 15 novembre 2021.

LA GUIDA INPS DA SCARICARE

Mettiamo a vostra disposizione il MANUALE (Pdf 792Kb) pubblicato dall’Inps con tutte le indicazioni per usare il servizio online Greenpass50+.

ULTERIORI INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI

Per ulteriori approfondimenti, vi invitiamo a visitare la pagina dedicata al servizio sul portale web Inps (Prestazioni e Servizi > Prestazioni > Verifica del green pass per l’accesso ai luoghi di lavoro). Rendiamo anche scaricabile il testo integrale del MESSAGGIO INPS n. 3589 (Pdf 86Kb) del 21-10-2021 e del MESSAGGIO INPS n. 3768 (Pdf 64Kb) del 03-11-2021.

Inoltre, vi consigliamo di leggere il nostro approfondimento su tutte le regole del controllo green pass per i datori di lavoro e la nostra su su tutte le regole del Green Pass Italia.

COME RESTARE AGGIORNATI

Continuate a seguirci per restare aggiornati su tutte le novità e le disposizioni nazionali adottate in risposta all’emergenza da Covid-19, iscrivendovi alla nostra newsletter gratuita e al nostro canale Telegram.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments