Voucher Digitali 4.0 Crotone fino 2.500 euro: bando e domanda 2022

Tutti i dettagli sul Voucher Digitali per le micro, piccole e medie imprese del crotonese messi a disposizione dalla Camera di Commercio

lavoro, digitale

Sono aperte dal 29 luglio 2022 le domande per i “Voucher Digitali 4.0 Crotone” destinati alle micro, piccole e medie imprese del territorio.

Il bando consente di ottenere contributi che possono arrivare fino a 2.500 euro, erogati sotto forma di voucher digitali a fronte di un investimento minimo di 500 euro in nuove tecnologie.

In questa guida vi spieghiamo come funziona il bando per i Voucher Digitali 4.0 della città di Crotone, a chi spettano i buoni e come richiederli.

VOUCHER DIGITALI 4.0 CROTONE, COSA SONO

I Voucher Digitali 4.0 sono aiuti economici destinati alle micro, piccole e medie imprese (MPMI) attive sul territorio di competenza della Camera di Commercio di Crotone. Si tratta di contributi fino a 2.500 euro per coprire il 70% dei costi ammissibili relativi a servizi di consulenza o formazione, nonché per l’acquisto di beni strumentali all’utilizzo di nuove tecnologie. Promosso dalla Camera di Commercio di Crotone, il bando Voucher Digitali 4.0 conta risorse disponibili pari complessivamente a 25.000 euro. Ma vediamo a chi spettano i Voucher Digitali 4.0 e come funziona l’agevolazione.

A CHI SPETTANO

I Voucher Digitali 4.0 vengono riconosciuti alle imprese che, alla data di presentazione della domanda e fino alla concessione dell’aiuto, presentino i seguenti requisiti:


  • abbiano sede legale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Crotone;

  • risultino attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;

  • siano in regola con il pagamento del diritto annuale. Sarà considerata regolare, ai fini del diritto annuale, la posizione dell’impresa che ha pagato il diritto annuale annualità in corso ed anni precedenti, eventuali ruoli o atti di accertamento già emessi, a partire dal diritto annuale 2011, fermo restando eventuali sospensioni legate alla situazione emergenziale da Covid-19. Da considerarsi in regola, anche l’impresa che presenta uno stato di insolvenza inferiore al minimo di ruolo previsto dalla normativa in materia, nei confronti del quale non può essere emesso un atto di accertamento o cartella esattoriale;

  • non siano in stato di fallimento, liquidazione (anche volontaria), amministrazione controllata, concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;

  • abbiano assolto gli obblighi contributivi e siano in regola, in ogni fase del procedimento, con le norme in materia previdenziale e contributiva (DURC), tenendo conto delle eventuali disposizioni di moratoria previste dai Decreti emergenziali Covid-19. Sarà ammessa con riserva, l’impresa che presenti un “DURC in verifica”. Resta la possibilità di produrre una certificazione DURC regolare, entro il termine fissato dal Responsabile del Procedimento, decorso il quale si procederà al rigetto dell’istanza;

Le domande presentate dalle imprese a cui sono stati già erogati contributi a valere sui precedenti bandi “Voucher digitali I 4.0” edizioni dal 2017 al 2021 della Camera di Commercio saranno ammesse al contributo in subordine rispetto alle domande presentate da imprese per la prima volta nell’anno 2022.

COME FUNZIONANO I VOUCHER DIGITALI

I Voucher Digitali 4.0 sono concessi alla singola impresa che presenta domanda di contributo a seguito di una procedura a sportello valutativa. Al termine della fase di valutazione verranno formate le graduatorie finali in ordine cronologico di presentazione delle domande. Il contributo, per chi si trova in posizione utile, verrà concesso a seguito della presentazione della rendicontazione. Ogni impresa può presentare una sola domanda.

A QUANTO AMMONTANO

I voucher digitali 4.0 Crotone hanno un importo massimo di 2.500 euro a fronte di un investimento minimo pari a 500 euro. Il contributo economico ha un’entità pari al 70% dei costi ammissibili per spese di consulenza, formazione, acquisto di beni strumentali materiali e immateriali. Alle imprese in possesso del rating di legalità istituito dal Decreto Legge n.1 del 2012, in corso di validità al momento della domanda e fino alla erogazione del voucher, verrà riconosciuta una premialità di 250 euro, concedibile nel limite del 100% delle spese ammissibili e nel rispetto dei pertinenti massimali de minimis.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese non antecedenti al 1° settembre 2021 per:

  • servizi di consulenza o formazione;

  • acquisto di beni strumentali materiali e immateriali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’introduzione delle tecnologie abilitanti che leggete in questa pagina all’elenco n. 1 ed eventualmente di una o più tecnologie che trovate in questa pagina all’elenco n. 2, purché propedeutiche o complementari a quelle previste dall’elenco n.1.

SPESE ESCLUSE

Sono in ogni caso escluse dalle spese ammissibili quelle per:

  • trasporto, vitto e alloggio;

  • servizi di consulenza specialistica relativi alle ordinarie attività amministrative aziendali o commerciali, quali, a titolo esemplificativo, i servizi di consulenza in materia fiscale, contabile, legale, o di mera promozione commerciale o pubblicitaria;

  • servizi per l’acquisizione di certificazioni (ad esempio ISO, EMAS, ecc.) o anche servizi di supporto e assistenza per adeguamenti a norme di legge.

SCADENZA

È possibile presentare domanda per il bando “Voucher Digitali I 4.0 Crotonedalle ore 8.00 del 29 luglio 2022 alle ore 21.00 del 29 settembre 2022.

COME PRESENTARE DOMANDA

Le domande per ottenere il Voucher Digitali I 4.0 Crotone devono essere redatte su apposito modello compilabile scaricabile da questa pagina del sito istituzionale della Camera di Commercio di Crotone. Devono poi essere sottoscritte con firma digitale, ovvero con sottoscrizione autografa della domanda da parte del titolare o legale rappresentante dell’impresa. Una volta apposta la firma, la domanda va scansita e va allegato il documento di identità del dichiarante.

Successivamente, le domande dovranno essere inviate all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC): [email protected]. L’oggetto della PEC dovrà riportare la dicitura “Bando voucher digitali I 4.0 – Anno 2022”.

DOCUMENTI E PROCEDURE OBBLIGATORIE

Per partecipare al bando, innanzitutto è obbligatorio allegare questa documentazione alla domanda:

  • domanda di partecipazione;
  • procura intermediario abilitato, se non è il diretto interessato a presentare domanda;
  • modulo Misura B che spiega i servizi e le attività per cui si chiede il voucher;
  • modello F23 (fac simile) che dimostri l’avvenuto pagamento dell’imposta di bollo;
  • autodichiarazione sui fornitori che non devono essere incompatibili, rispetto ai requisiti specifici previsti dal bando;
  • dichiarazione possesso rating di legalità, per le imprese che ne sono in possesso;
  • preventivi di spesa che devono essere redatti in euro e in lingua italiana o accompagnati da una sintetica traduzione e intestati all’impresa richiedente e dagli stessi si devono evincere con chiarezza le singole voci di costo. I preventivi di spesa, inoltre, non potranno essere antecedenti al 1° settembre 2021 e dovranno essere predisposti su propria carta intestata da soggetti regolarmente abilitati. Non saranno ammessi auto preventivi;
  • è obbligatoria l’indicazione di un unico indirizzo PEC, presso il quale l’impresa elegge domicilio ai fini della procedura e tramite cui verranno pertanto gestite tutte le comunicazioni successive all’invio della domanda. In caso di procura va, pertanto, indicato sul modulo di domanda il medesimo indirizzo PEC eletto come domicilio ai fini della procedura.

Inoltre, è obbligatoria la compilazione del self assessment per verificare il proprio grado di maturità digitale e indirizzare al meglio la proprio richiesta tra le tecnologie indicate. È possibile compilare il test in questa sezione mediante la compilazione dell’assessment guidato (ZOOM) realizzato presso la sede dell’impresa da parte delle Digital Promoter camerali.

ASSISTENZA ALLA DOMANDA

Per informazioni sui contenuti del bando e per assistenza alla domanda, è possibile contattare lo sportello e-mail: [email protected].

COME FARE LA RENDICONTAZIONE

Per ottenere il contributo del bando “Voucher Digitali 4.0 Crotone” è necessario presentare un’opportuna rendicontazione, a cui dovrà essere allegata la seguente documentazione:

  • copia delle fatture e degli altri documenti di spesa, debitamente quietanzati;
  • modulo di rendicontazione sotto forma di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà disponibile in questa pagina, firmata digitalmente dal titolare o legale rappresentante dell’impresa, in cui siano indicate le fatture e gli altri documenti contabili aventi forza probatoria equivalente, riferiti alle attività o agli investimenti realizzati, con tutti i dati per la loro individuazione e con la quale si attesti la conformità all’originale delle copie dei medesimi documenti di spesa;
  • copia dei pagamenti effettuati esclusivamente mediante transazioni bancarie verificabili come Ri.ba., assegno, bonifico, ecc;
  • nel caso dell’attività formativa, dichiarazione di fine corso e copia dell’attestato di frequenza per almeno l’80% del monte ore complessivo. Il Responsabile dell’impresa si impegna inoltre ad informare i propri dipendenti dell’opportunità di effettuare il Digital Skill Voyager (DSV), in questa pagina, al termine dell’attività formativa;
  • il report di self-assessment di maturità digitale compilato “Selfi4.0”  e il report “Zoom 4.0” di assessment guidato realizzato dal Digital Promoter della CCIAA, per ciascuna impresa partecipante;
  • dichiarazione sostitutiva sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi della Legge 136 del 2010 e successivi, che trovate in questa sezione.

OBIETTIVI

Il bando “Voucher digitali I 4.0 – anno 2022” di Crotone nasce al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (MPMI), di tutti i settori economici. Nello specifico, l’iniziativa risponde ai seguenti obiettivi:

  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented;

  • promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Transizione 4.0;

  • favorire interventi di digitalizzazione ed automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.

IL BANDO “VOUCHER DIGITALI I 4.0 – CROTONE” 2022

Mettiamo a vostra disposizione il testo integrale del bando “Voucher Digitali 4.0 Crotone” (Docx 131 Kb).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo anche il nostro focus sui contributi a fondo perduto disponibili per le imprese nel 2022 e quello sui finanziamenti agevolati. Vi consigliamo anche il focus dedicato al Bonus export digitale 2022 e quello sugli incentivi Digital Transformation. Per conoscere tutte le agevolazioni a favore dei datori di lavoro è possibile visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle imprese. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti