ARPA Marche: concorsi per assunzioni di collaboratori

laboratorio chimica

Nuove opportunità di lavoro a tempo indeterminato nelle Marche.

L’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (ARPA) delle Marche ha indetto un concorso per l’assunzione a tempo pieno di 3 Collaboratori Tecnici Professionali – Chimici – Categoria D.

La data di scadenza del bando è fissata al 27 Febbraio 2020.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso ARPA Marche i candidati in possesso dei requisiti di seguito riassunti:
– cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di altre categorie previste dal bando;
– idoneità fisica all’impiego;
– godimento dei diritti civili e politici;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti dall’impiego, dichiarati decaduti, dispensati, interdetti dai pubblici uffici oppure licenziati disciplinarmente da una pubblica amministrazione;
– condanne penali: salvo i casi, stabiliti dalla legge, per alcune tipologie di reati che escludono l’ammissibilità all’impiego;
– possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione;
– conoscenza di almeno una lingua straniera, almeno a livello iniziale, a scelta del candidato tra: inglese e francese. 

E’ necessario, inoltre, il possesso di almeno uno tra i seguenti titoli di studio:
– diploma di Laurea in Chimica di cui all’ordinamento previgente al D.M. 509/99;
– laurea Specialistica o Laurea Magistrale in una delle seguenti classi: classe 62/S Scienze chimiche; classe LM54 Scienze chimiche;
– laurea Triennale (L) in una delle seguenti classi: Classe L-27 (ex 21) Scienze e Tecnologie chimiche; Classe L-29 (ex 24) Scienze e Tecnologie farmaceutiche.

Si segnala che 1 posto è riservato prioritariamente ai Volontari delle FF.AA.

SELEZIONE

L’ARPA per il perseguimento di obiettivi di celerità, economicità ed efficacia, qualora pervengano oltre centocinquanta domande, può subordinare l’ammissione alle prove concorsuali al superamento di una preselezione.

Le procedure selettive si espleteranno attraverso la valutazione dei titoli ed il superamento di tre prove d’esame – una scritta, una pratica e una orale – vertenti sui seguenti argomenti:
– tecniche per il campionamento e l’analisi delle diverse matrici ambientali;
– tecniche di analisi delle acque destinate al consumo umano e degli alimenti;
– sistemi di qualità ISO 9001 e ISO 17025;
– normativa comunitaria, statale e della Regione Marche in campo ambientale, con particolare riferimento all’inquinamento atmosferico, idrico, del suolo, ai rifiuti ed al controllo di alimenti ed acque destinate al consumo umano;
– organizzazione amministrativa dello Stato e degli Enti Locali, con particolare riferimento alle competenze in materia di ambiente;
– compiti istituzionali delle ARPA;
– conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua straniera, almeno a livello iniziale.  

ARPA MARCHE

Con Legge Regionale n.60 del 2 settembre 1997 è stata istituita l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche (ARPAM). Essa nasce come Ente di diritto pubblico, dotato di autonomia tecnico-giuridica, amministrativa e contabile, con sede ad Ancona, e svolge le attività tecnico-scientifiche connesse all’esercizio delle funzioni di interesse regionale ai fini della elaborazione di programmi di intervento per la prevenzione, controllo e vigilanza in materia di igiene e salvaguardia dell’ambiente e di verifica della salubrità degli ambienti di vita.

DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso ARPA Marche dovrà essere presentata, entro il 27 Febbraio 2020 esclusivamente mediante procedura online accessibile da questa pagina.


Alla domanda di partecipazione sarà necessario allegare la seguente documentazione:
– copia della domanda scansionata e firmata;
– documento di riconoscimento in corso di validità;
– eventuale permesso di soggiorno;
– ricevuta di pagamento del contributo di partecipazione al concorso pari a € 10,00;
– eventuale documentazione che attesti il riconoscimento del titolo di studio conseguito all’estero, necessario all’ammissione;
– eventuale certificazione medica rilasciata da Struttura Sanitaria abilitata, comprovante lo stato di disabilità, che indichi l’ausilio necessario in relazione alla propria disabilità e/o la necessità di tempi aggiuntivi per l’espletamento delle prove concorsuali;
– eventuale certificazione medica comprovante lo stato d’invalidità pari o superiore all’80% per la richiesta di esonero dalla preselezione;
– eventuale documentazione comprovante i requisiti previsti ai sensi dell’art. 1014 e dell’art. 678 D.Lgs. 66/2010 relativo alla riserva dei volontari delle forze armate congedati senza demerito dalle ferme contratte.

Ogni altro dettaglio sulle modalità di presentazione della domanda di ammissione è indicato nel bando che rendiamo disponibile di seguito.

BANDO

Tutti gli interessati al concorso per nuove assunzioni ARPA Marche sono invitati a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 591 Kb), pubblicato per estratto sulla GU n.8 del 28-01-2020.

Ulteriori comunicazioni sulle graduatorie finali e sulle prove d’esame sono disponibili sul sito internet www.arpa.marche.it alla sezione ‘Amministrazione trasparente > Bandi di concorso’.





© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Voglio le notifiche di nuovi commenti!
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti