Museo Nazionale di Matera: 5 incarichi di lavoro

Matera

Nuovi posti di lavoro in Basilicata grazie all’avviso pubblico del Museo Nazionale di Matera per il conferimento di incarichi in vari profili professionali.

Per le 5 risorse selezionate è previsto il contratto di prestazione d’opera professionale.

La domanda di partecipazione alla selezione pubblica deve essere presentata entro il 3 novembre 2022. Ecco l’avviso da scaricare e tutti i dettagli.

INCARICHI MUSEO NAZIONALE DI MATERA

Il Museo Nazionale di Matera, dunque, ha avviato una selezione volta al conferimento di 5 incarichi di lavoro. I profili professionali in oggetto sono i seguenti:

  • Bibliotecario;
  • Archeologo esperto;
  • Storico dell’arte Esperto in allestimento delle mostre;
  • Restauratore di beni culturali mobili;
  • Demoetnoantropologo.

REQUISITI GENERICI

Per ricoprire gli incarichi presso il Museo Nazionale di Matera, sono necessari i requisiti di seguito indicati:

  • godimento dei diritti civili e politici;
  • titolo di studio richiesto in base al profilo professionale per cui si concorre;
  • titoli di specializzazione e/o dottorato;
  • comprovata esperienza pluriennale, anche internazionale, nei profili professionali per i quali ci si candida, specificata nei bandi;
  • possesso di polizza a copertura dei rischi per la responsabilità professionale, specifica al profilo per il quale ci si candida;
  • possesso di partita Iva;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, nonché destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione o dichiarati decaduti da impiego statale;
  • cittadinanza italiana o di un altro Paese dell’UE o altra cittadinanza possibile dalla Legge e dal bando, purché in possesso degli ulteriori requisiti richiesti dal bando.

REQUISITI SPECIFICI

Inoltre, per ciascuna figura professionale, si richiedono i seguenti requisiti specifici:

BIBLIOTECARIO

  • Diploma di laurea in conservazione dei beni culturali ad indirizzo “Archivistico librario o diploma di Bibliotecario della Scuola speciale di Roma o diploma di laurea in Lettere con indirizzo “Biblioteconomico” o diploma universitario per Operatore dei beni culturali ad indirizzo “Beni librari”;
  • attestato di frequenza a corsi di perfezionamento universitari in biblioteconomia (es Master); corsi di formazione e aggiornamento conclusi con esame finale; pubblicazioni, relazioni, partecipazioni a convegni, docenze in ambito biblioteconomico; servizio prestato a qualsiasi titolo anche non continuativo come Bibliotecario o Assistente di biblioteca presso Enti Pubblici; corsi di aggiornamento professionale di varia durata; attività di ricerca e di studio attinenti all’area culturale e di biblioteca; attestati o certificati di frequenza a scuole regionali.

ARCHEOLOGO ESPERTO

  • Laurea o Diploma di laurea vecchio ordinamento laurea Magistrale in Lettere Classiche o in Conservazione dei Beni Culturali con indirizzo “Archeologico”;
  • titolo di Specializzazione e/o dottorato di ricerca o equivalente in Archeologia;
  • svolgimento di attività di ricerca, formalizzata da rapporti istituzionali, presso soggetti pubblici e privati;
  • esperienza nel ruolo di almeno 5 anni, con riferimento all’ esecuzione di indagini archeologiche, specifica e documentata esperienza nello studio di materiali e contesti magno greci, con particolare riferimento al periodo che va dall’età arcaica a quella ellenistica;
  • specifica esperienza documentata nell’assistenza a mostre, cataloghi, ecc…

STORICO DELL’ARTE ESPERTO IN ALLESTIMENTO DELLE MOSTRE

  • Laurea quadriennale in Lettere o Conservazione dei beni culturali, con indirizzo “Storico artistico” o Laurea Magistrale o Specialistica classe Storia dell’arte (LM 89);
  • dottorato di ricerca o diploma di specializzazione in Storia dell’arte;
  • comprovata e approfondita conoscenza della Storia dell’arte italiana ed europea in età moderna e contemporanea con particolare riferimento alle arti decorative, attestata da borse di studio, collaborazioni e pubblicazioni (volumi monografici, cataloghi di mostre, articoli in riviste specializzate) in ambiti attinenti al patrimonio storico-artistico.

RESTAURATORE DI BENI CULTURALI MOBILI

  • Qualifica di Restauratore di beni culturali;
  • esperto nei settori PFP2 Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile e PFP4 – materiali e manufatti ceramici, vitrei e organici, materiali e manufatti in metallo e leghe;
  • comprovata esperienza almeno triennale nei settori PFP2 e PFP4, nei settori della conservazione e del restauro con particolare riferimento ai dipinti su supporto ligneo e tessile e ai manufatti ceramici, con responsabilità diretta nella gestione tecnica dell’intervento;
  • esperienza maturata almeno triennale in contesti di Pubblica Amministrazione e/o di Operatori economici privati specializzati nella progettazione di interventi di restauro;
  • specifica e documentata esperienza nel restauro di manufatti metallici;
  • conoscenza approfondita della normativa di settore;
  • comprovata e documentata esperienza nello svolgimento di tutte le operazioni funzionali all’organizzazione e/o al prestito per mostre o allestimenti.

DEMOETNOANTROPOLOGO

  • Laurea Specialistica o Magistrale o diplomi di laurea in Antropologia culturale o titoli equipollenti; diploma di specializzazione, o dottorato di ricerca, o master universitario di II livello di durata biennale, in materie attinenti il patrimonio culturale; in alternativa: Laurea Specialistica o Magistrale o diplomi di laurea, in materie attinenti il patrimonio culturale; diploma di specializzazione o dottorato di ricerca o master universitario di II livello di durata biennale in materie attinenti le discipline demoetnoantropologiche;
  • comprovata e approfondita conoscenza nella organizzazione e esecuzione di perizie, expertise, valutazioni, autenticazioni di beni demoetnoantropologici e di elementi del patrimonio culturale immateriale; esperienza nella individuazione della natura, della cronologia, della provenienza, delle caratteristiche e della rilevanza dei beni demoetnoantropologici materiali e immateriali; esperienza nella valutazione dei beni demoetnoantropologici dal punto di vista antropologico-critico e delle esigenze conservative; esperienza nella predisposizione di progetti e interventi.

SELEZIONE

Gli incarichi nei profili suddetti presso il Museo Nazionale di Matera saranno affidati attraverso una selezione per titoli e colloquio. In particolare, si procederà attraverso i seguenti criteri:

FASE A

  • voto del titolo di studio, formazione universitaria e post-universitaria o titolo specifico richiesto in base al profilo ricercato;
  • esperienza lavorativa come docente, consulente, collaboratore o esperto nella materia oggetto di selezione;
  • eventuale ulteriore esperienza lavorativa, in qualità di esperto nella materia oggetto di selezione.

FASE B

  • Colloquio individuale, finalizzato alla verifica delle competenze e attitudini, nonché alle motivazioni del candidato.

DURATA INCARICHI E CONDIZIONI DI LAVORO

Le risorse selezionate per gli incarichi del Museo Nazionale di Matera saranno impiegate mediante contratto di prestazione d’opera professionale, della durata di 12 mesi. Eventualmente, il contratto potrebbe essere rinnovato per ulteriori 12 mesi.

Il compenso relativo alla prestazione è di 40.000 €, comprensivi di iva e altri oneri di legge, se dovuti, per i 12 mesi di incarico. Data la corrispondenza dell’importo mensile su partita iva, gli oneri previdenziali e fiscali, e ogni copertura assicurativa, sono a carico del lavoratore.

MUSEO NAZIONALE DI MATERA

Istituito attraverso la riforma del MiBACT, il Museo Nazionale di Matera comprende il Museo Ridola e il Palazzo Lanfranchi, due centri culturali importanti della Basilicata. Il Museo è tra i centri di interesse culturali attualmente celebri in Italia, anche sostenuto da eventi che hanno restituito alla Città dei Sassi un nuovo ruolo culturale: “Pasolini a Matera. Il Vangelo secondo Matteo 50 anni dopo” e “Rinascimento visto da sud. Matera, l’Italia meridionale e il Mediterraneo tra 400 e 500”.

DOMANDA

La domanda di ammissione alla selezione per gli incarichi del Museo Nazionale di Matera deve essere redatta utilizzando l’apposito MODELLO (Pdf 169 Kb), da inoltrare unicamente a mezzo PEC, attraverso l’indirizzo: [email protected] Qualora non siate in possesso di una casella di posta elettronica certificata personale, vi forniamo tutte le informazioni in questa pagina su come attivarne una in soli 30 minuti.

Le istanze di partecipazione andranno inviate entro le ore 12:00 del 3 novembre 2022 e dovranno contenere, inoltre, la seguente documentazione allegata:

  • curriculum formativo e professionale;
  • dichiarazioni sostitutive di certificazione e atto di notorietà attestanti i titoli utili per la valutazione di merito, da riportare nel seguente MODELLO (Pdf 167 Kb);
  • copia di un documento valido di identità;
  • dichiarazione di assenza di conflitto di interessi, riportata in questo MODELLO (Pdf 154 Kb).

Si precisa che, gli ulteriori dettagli sulle modalità di candidatura agli incarichi del Museo Nazionale di Matera, sono riportati nell’avviso che rendiamo scaricabile qui sotto.

AVVISO

Gli interessati a partecipare alla selezione per l’assegnazione degli incarichi professionali da parte del Museo Nazionale di Matera, sono quindi invitati a leggere con attenzione il relativo AVVISO (Pdf 396 Kb).

Per completezza informativa segnaliamo che l’avviso pubblico è stato pubblicato in questa pagina del sito del Ministero della Cultura.

ULTERIORI COMUNICAZIONI

Le ulteriori comunicazioni, sulle procedure selettive e sull’assegnazione degli incarichi, saranno pubblicate sul sito internet del Ministero della Cultura, sezione “Avvisi e circolari”.

ALTRI CONCORSI PUBBLICI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere tutti i concorsi pubblici attivi in questo momento in Basilicata, vi invitiamo a visitare la nostra pagina. Infine, per restare sempre aggiornati e conoscere tutte le notizie in anteprima, iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita e al nostro canale Telegram.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti