Concorso Ispettorato Nazionale del Lavoro per 1249 posti, Bando 2022

Ispettorato Nazionale Lavoro

È stato indetto il concorso pubblico 2022 finalizzato all’assunzione di 1249 ispettori del lavoro e funzionari da inserire presso l’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL).

In particolare la selezione, gestita da Formez PA, prevede il reclutamento di 1249 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato, da inquadrare nell’area III, posizione economica F1, e da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’Ispettorato del Lavoro presenti in Italia. Il concorso è rivolto a laureati in qualsiasi disciplina.

Sarà possibile presentare la domanda di ammissione fino al 14 marzo 2022. Vediamo il bando da scaricare e tutte le informazioni utili per candidarsi al nuovo concorso Ripam.

ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO CONCORSO 2022 PER 1249 ASSUNZIONI

Il concorso INL 2022, volto a rafforzare l’organico per incrementare la sicurezza dei lavoratori, prevede quindi la copertura a tempo indeterminato di 1249 posti di lavoro ripartiti nella seguente modalità:


n. 1.174 – profilo ispettore tecnico (Codice ISP) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro;


n. 25 – profilo funzionario area informatica (Codice INF) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro;


n. 50 – profilo funzionario socio statistico economico (Codice STAT) da destinare alle sedi di Roma e alle sedi territoriali dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro.


REQUISITI

Potranno candidarsi al concorso 2022 dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro i candidati in possesso dei requisiti di seguito riassunti:

  • per il profilo ispettore tecnico (Codice ISP): cittadinanza italiana. Per il profilo funzionario area informatica (Codice INF) e per il profilo funzionario socio statistico economico (Codice STAT): cittadinanza italiana o cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione europea. Sono ammessi i familiari di cittadini italiani o di un altro Stato membro dell’Unione europea, che non abbiano la cittadinanza di uno Stato membro, ma che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché i cittadini di Paesi terzi in possesso dei requisiti indicati sul bando;
  • età non inferiore ai diciotto anni;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce. Tale requisito sarà accertato prima dell’assunzione all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, né essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale;
  • assenza di condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile: posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana;
  • titolo di studio: laurea; diploma di laurea; laurea specialistica; laurea magistrale; o titoli equivalenti come indicato sul bando. Si precisa che la laurea può essere in qualsiasi disciplina.

Segnaliamo, inoltre, che sul concorso opera la riserva del 30% dei posti a favore dei volontari delle Forze Armate.

SELEZIONE

Per lo svolgimento della procedura concorsuale, la Commissione RIPAM si avvarrà anche di Formez PA – Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento della Pubblica Amministrazione.

La procedura selettiva si articolerà mediante la valutazione dei titoli e una prova d’esame scritta.

Per quanto riguarda la prova scritta, questa sarà distinta per codici di concorso e si svolgerà tramite l’utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate e con più sessioni consecutive non contestuali. Consisterà in un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di trenta punti. Le materie oggetto della prova sono indicate sul bando che rendiamo disponibile alla fine dell’articolo.

La valutazione dei titoli, invece, sarà effettuata successivamente alla prova scritta, con esclusivo riferimento ai candidati risultati idonei.

COME PREPARARSI E COSA STUDIARE

Per prepararsi ad affrontare la prova d’esame è utile utilizzare manuali creati appositamente per la preparazione ai concorso INL 2022. Case editrici specializzate hanno predisposto i manuali dedicati a questo concorso che contengono sia la parte teorica con approfondimenti su tutte le materie oggetto della prova d’esame sia la parte con i test per realizzare le esercitazioni e simulazioni. Ecco i manuali disponibili:

  • Manuale NLD per 1174 ispettori tecnici – testo per la preparazione alla prova scritta che copre tutte le materie d’esame.
  • Manuale Ed. Simone per 1174 ispettori tecnici – testo per la preparazione alla prova scritta che copre tutte le materie d’esame, comprende software online per la simulazione delle prove.
  • Manuale Edises per 1174 ispettori tecnici – testo di preparazione e quesiti per la prova scritta con software di simulazione.
  • Manuale Edises per 50 funzionari socio statistico economici – testo di preparazione e quesiti per la prova scritta con software di simulazione.
  • Manuale Edises per 25 funzionari area informatica – testo per la preparazione della prova scritta con quesiti e software di simulazione per esercitarsi.

ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) è un’agenzia del governo italiano, istituita in base al decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 149, che si occupa della tutela e della sicurezza sul lavoro. Ha sede principale a Roma e svolge le attività ispettive esercitate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dall’INPS e dall’INAIL. L’INL esercita e coordina sul territorio nazionale attività di vigilanza su lavoro, contribuzione, assicurazione obbligatoria e di legislazione sociale, e tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

Per partecipare al concorso dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro per 1249 posti gli interessati dovranno presentare la domanda di ammissione esclusivamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando il modulo elettronico sul sistema «Step-One 2019», raggiungibile da questa pagina, previa registrazione dei candidati sullo stesso sistema.

La registrazione, la compilazione e l’invio on-line della domanda devono essere completati entro le ore 14,00 del 14 marzo 2022.

Segnaliamo, inoltre, che per l’ammissione al concorso i candidati dovranno essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale. Coloro che ne sono sprovvisti possono attivare un indirizzo PEC in soli 30 minuti leggendo questo articolo.

Infine, è richiesto il versamento della quota di partecipazione di € 10. Qualora i candidati intendano presentare domanda di partecipazione per più codici concorso, il versamento della quota dovrà essere effettuato per ciascun codice.

Per conoscere altri dettagli relativi alla domanda di ammissione, rimandiamo al bando sotto disponibile.

BANDO CONCORSO ISPETTORATO DEL LAVORO 2022 PER 1249 ASSUNZIONI

Tutti gli interessati al nuovo concorso Ripam dell’Ispettorato del Lavoro (INL) sono invitati a scaricare il BANDO (Pdf 225 Kb) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4° serie speciale Concorsi ed esami n. 12 del giorno 11-02-2022.

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI

Ogni comunicazione relativa al concorso, compreso il calendario della prova scritta e il relativo esito, sarà effettuata attraverso il sistema «Step-One 2019». Data e luogo di svolgimento della prova scritta saranno disponibili sul medesimo sistema, con accesso da remoto attraverso l’identificazione del candidato, almeno dieci giorni prima della data stabilita per lo svolgimento della stessa.

Le graduatorie finali per ciascun codice concorso saranno validate dalla Commissione RIPAM e trasmesse all’amministrazione interessata nonché pubblicate sul sistema «Step-One 2019», sul sito della Commissione Interministeriale Ripam e sul sito dell’amministrazione interessata.

L’avviso relativo alla avvenuta validazione e alla pubblicazione delle graduatorie sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami».

ALTRI CONCORSI E AGGIORNAMENTI

Continuate a seguirci e, per scoprire anche gli altri concorsi pubblici per laureati in Italia, consultate la nostra pagina dedicata. Infine, vi invitiamo a iscrivervi alla newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al nostro canale Telegram per leggere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
5 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti
ayala

non riesco a candidarmi, dice credenziali non corrette.. le ho cambiate

Cesare

Dove si terranno le prove?

Gianluc

le prove d’esame dove verranno svolte?

ale

laurea si intende anche triennale?
grazie saluti

Redazione Ticonsiglio
Admin
Reply to  ale

Si