Regione Puglia: concorso per 15 specialisti tecnici policy

concorso, lavoro, concorsi

La Regione Puglia ha indetto un concorso pubblico per specialisti tecnici di policy finalizzato alla copertura di 15 posti di lavoro.

Nello specifico, la Regione ha revocato il bando n. 7 di cui alla determinazione del 15 dicembre 2021 n. 1371, pubblicato per estratto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana IV Serie Speciale Concorsi ed Esami n. 103 del 28 dicembre 2021, e ha quindi pubblicato il bando in oggetto, per 15 unità di personale.

Le risorse selezionate – categoria D – posizione economica D1 saranno assunte con contratto di lavoro a tempo indeterminato e pieno presso la Regione Puglia.

Sarà possibile presentare la domanda di ammissione entro il 28 Aprile 2022. Ecco maggiori dettagli e il bando da scaricare.

CONCORSO SPECIALISTI TECNICI DI POLICY REGIONE PUGLIA

Il concorso indetto dalla Regione Puglia è dunque finalizzato ad assumere a tempo indeterminato e pieno 15 risorse area professionale competitività e sviluppo del sistema (policy regionali) in qualità di specialisti tecnici di policy, ambito di ruolo ambiente.

Per l’organizzazione e la realizzazione delle fasi concorsuali, la Regione Puglia si avvarrà di Formez PA – Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento delle PP. AA..

REQUISITI

I candidati al concorso per specialisti tecnici di policy presso la Regione Puglia devono possedere i requisiti di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione Europea o di altre categorie riportate nel bando;
  • età non inferiore a 18 anni e non superiore all’età prevista dalle norme vigenti in materia di collocamento a riposo;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • assenza provvedimenti di destituzione o dispensa dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, o di decadenza o licenziamento da un impiego statale;
  • idoneità fisica;
  • assenza di condanne penali, passate in giudicato, per reati che impediscano la costituzione del rapporto di impiego con le pubbliche amministrazioni;
  • per i candidati di sesso maschile, nati entro il 31 dicembre 1985, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva.

Inoltre, i concorrenti dovranno possedere uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea di primo livello secondo la classificazione di cui al decreto ministeriale n. 270/2004:
    – L-02 – Biotecnologie;
    – L-07 – Ingegneria Civile e Ambientale;
    – L-21 – Scienze della Pianificazione Territoriale, Urbanistica, Paesaggistica e Ambientale;
    – L-27 – Scienze e Tecnologie Chimiche;
    – L-32 – Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e la Natura;
    – L-13 – Scienze Biologiche;
  • laurea magistrale di cui al decreto ministeriale n. 270/2004:
    – LM-10 – Conservazione dei beni architettonici e ambientali;
    – LM-30 – Ingegneria energetica e nucleare;
    – LM-31 – Ingegneria Gestionale;
    – LM-33 – Ingegneria meccanica;
    – LM-35 – Ingegneria per l’ambiente e il territorio;
    – LM-48 – Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale;
    – LM-54 – Scienze Chimiche;
    – LM-60 – Scienze della Natura;
    – LM-74 – Scienze e Tecnologie Geologiche;
    – LM-73 – Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali;
    – LM-75 – Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e il Territorio;
    – LM-76 – Scienze economiche per l’ambiente e la cultura;
    – LM-79 – Scienze geofisiche;
    – LM-6 – Biologia;
    – LM-7- Biologie agrarie;
    – LM-8 Biotecnologie industriali;
    – LM- 9 Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche;
  • laurea di primo livello (L), diploma di laurea (DL) o laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM) in una delle classi di lauree di possibile equiparazione a quelle sopra indicate ai sensi dei decreti interministeriali 9 luglio 2009.

Si rende noto che è prevista la riserva dei posti per i volontari delle Forze Armate.

SELEZIONE

La procedura selettiva del concorso per specialisti tecnici di policy della Regione Puglia sarà espletata mediante il superamento di una prova d’esame scritta. Dopo il suo svolgimento e solo nei confronti dei candidati che l’avranno superato, si procederà anche alla valutazione dei titoli.

La prova, che durerà 60 minuti, prevede la somministrazione di 40 quesiti e si svolgerà mediante utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate ed eventualmente con più sessioni consecutive non contestuali.

Per conoscere le materie oggetto d’esame e ulteriori informazioni si invita a prendere visione del bando, allegato a fine articolo.

DOMANDA DI AMMISSIONE

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente per via telematica, entro il 28 Aprile 2022, compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, raggiungibile a questa pagina attraverso lo SPID, previa registrazione sul sistema.

Si segnala che sono fatte salve le domande di ammissione al concorso indetto con D.D. n. 1371 del 15 dicembre 2021 (Bando n. 7), già presentate dai candidati a seguito della precedente pubblicazione dell’estratto dell’avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, IV Serie Speciale Concorsi ed Esami n. 103 del 28 dicembre 2021.

Per partecipare al concorso i candidati devono possedere un indirizzo PEC, pertanto si invitano quanti non lo avessero a leggere questo articolo, in cui è descritta la procedura per attivarne uno in soli 30 minuti.

Inoltre, sarà necessario versare la quota di partecipazione di Euro 10,33.

Per maggiori dettagli si rimanda alla lettura del bando sotto allegato.

BANDO

Gli interessati al concorso della Regione Puglia per specialisti tecnici di policy sono invitati a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 2 MB), pubblicato per estratto sulla Gazzetta Ufficiale n. 25 del 29-03-2022.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Le successive comunicazioni sul diario della prova d’esame saranno pubblicate nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, nel sito istituzionale della Regione Puglia alla sezione “Concorsi / Aggiornamenti Bandi e Avvisi regionali” e nel sito del Formez, almeno 15 giorni prima della data di svolgimento.

Con determinazione del Dirigente della Sezione Personale pubblicata nel sito istituzionale della Regione Puglia alla sezione “Concorsi / Aggiornamenti Bandi e Avvisi regionali”, si procederà all’approvazione della graduatoria finale e alla nomina dei vincitori.

ALTRI CONCORSI E AGGIORNAMENTI

Scoprite anche gli altri concorsi pubblici per laureati attivi in Italia, visitando la nostra pagina. Infine, potete rimanere informati con le ultime novità e con tutti gli aggiornamenti iscrivendovi alla nostra newsletter gratuita e al canale Telegram.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti