Poste Italiane Assunzioni nel 2012 – 2013

       


Questo articolo fa parte del nostro archivio, i contenuti potrebbero non essere aggiornati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

E’ già arrivato il momento di pensare ai futuri recruitig di risorse umane da parte di Poste Italiane. Dopo l’inserimento di più di 3mila persone per l’estate, è ora possibile candidarsi per partecipare alle selezioni di personale relative alle assunzioni del periodo autunno inverno 2012 – 2013.

Il Gruppo Poste Italiane si muove sempre per tempo e inizia a realizzare i colloqui e le prove d’esame la stagione precedente a quella di inserimento. Se i numeri rimarranno in linea con lo scorso anno, saranno realizzate ancora 1500 assunzioni entro la fine del 2012 e l’inizio del 2013.  L’azienda cerca di contenere i costi, con la chiusura di alcuni sportelli, che sta facendo tanto discutere i Sindacati, e continua sulla linea dei contratti di lavoro flessibili e a termine.

Poste Italiane ASSUNZIONI 2012 – 2013

Il prossimo contingente coprirà i mesi di novembre, dicembre 2012 e gennaio 2013, chiedendo la disponibilità a lavorare nel periodo di feste invernali di Natale e Capodanno. Poste Italiane propone sempre contratti di lavoro a tempo determinato CTD, di durata bimestrale o trimestrale e lo stipendio è di 1.190 Euro al mese, con buoni pasto, TFR, tredicesima e quattordicesima. In parte i posti vacanti vengono coperti anche tramite clausola elastica.

AZIENDA E SELEZIONI
Stiamo parlando della più grande azienda di servizi italiana, nata come società che gestiva in monopolio i servizi postali e telegrafici per conto dello Stato, circa 150 anni fa. Oggi Poste Italiane è una realtà privata, una società per azioni di proprietà statale, il cui capitale è gestito attraverso il Ministero dell’Economia e delle Finanze. Ecco perchè non vengono più realizzati concorsi pubblici per le assunzioni di personale. Sono i Responsabili delle Risorse Umane del gruppo che si occupano di verificare i cv pervenuti e di contattare per telefono i candidati ritenuti idonei e fissare poi un colloquio e il test di guida con il motorino.

Sul fronte occupazionale, ogni anno vengono introdotti circa 6000 lavoratori a tempo determinato, con contratti una tantum, per assicurare i servizi di recapito nei 14 mila uffici postali presenti nella penisola. Non mancano anche inserimenti a tempo indeterminato ma riguardano altri ruoli di staff.

FIGURE RICERCATE
Sono due le mansioni ricercate: quella di Postini / Portalettere che si occupano del recapito della corrispondenza e quello di Addetti allo smistamento postale, che operano nei CMP (centri meccanizzati postali).

REQUISITI
I candidati devono avere:
- diploma di maturità con voto non inferiore al 70/100 oppure 42/60;
- capacità di guidare il Liberty Piaggio 125 a pieno carico;
- disponibilità a lavorare dal lunedì al sabato, dalle 8.00 alle 14.00.
Gli orari sono di 6 o 7 ore al giorno, circa 36 ore settimanali. Inoltre è indispensabile non aver mai lavorato per Poste Italiane.

SEDI DI LAVORO
Le sedi di lavoro coprono le ALT (Aree Logistiche Territoriali) suddivise tra Nord Ovest, Lombardia, Nord Est; Centro 1 (Firenze, Toscana, Umbria), Centro (Roma e Lazio), Sud (Napoli e Campania); Sud1 (Bari, Puglia, Molise, Basilicata), Sud 2 (Palermo e Sicilia), Sardegna e Calabria.

COME CANDIDARSI
Gli interessati alle assunzioni Poste Italiane 2013, possono inviare il proprio curriculum vitae online dalla pagina Lavora con noi del Gruppo, dopo aver effettuato la registrazione. E’ possibile anche aggiornare i propri dati nel database. Chi si è candidato prima del 20 ottobre 2011 deve inserire nuovamente il proprio profilo. Ricordiamo che per assunzioni a tempo indeterminato il curriculum vitae deve essere spedito a: Poste Italiane, Human Resources and Organization, Viale Europa 175, 00144 Roma. Trovate le informazioni su come candidarsi per tutti le mansioni, in questa pagina.

Poste_italiane_assunzioni_2011

AGGIORNAMENTI: abbiamo pubblicato le novità sui posti di lavoro in poste italiane 2013 2014 e le nuove assunzioni poste 2014.



by Max Arteconi
© E' VIETATA QUALSIASI FORMA DI RIPRODUZIONE DEI CONTENUTI DEL SITO

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.
  • http://tonya.lauria87@gmail.com Antonia

    salve io dico solo una cosa sto senza lavoro ho fatto domanda come porta lettere 3volte ma sto ancora aspettando so portare il motorino mi piace lavorare ma nn ho capito quali sono i .metodi delle vostre chiamate vi prego io sono di Nola chiamatemi

  • max

    io ho 4 patenti ma mi sono diplomato con 41/60.che faccio?vado a mangiare a casa del direttore delle poste

  • rosa

    salve… io ho fatto la domanda 3 anni fa, nn sono mai stata chiamata tantomeno contattata, ora cosa succede che supero i 35 anni e quindi???? verro’ esclusa sicuramente?vi ringrazio cmq…

    • Cris

      ciao.. Per prima cosa, devi sapere che tutti i curriculum registrati prima dell’ottobre 2011 sono stati eliminati dal database, quindi ti devi collegare di nuovo alla sezione “lavora con noi” nel sito delle Poste e registrare di nuovo il curriculum. Anche la candidatura cartacea può essere utile (si può inviare il curriculum alla Direzione delle Risorse Umane competente per il territorio dove si desidera lavorare). Se hai superato i 35 anni è praticamente impossibile che ti chiamino; se non raggiungessero il numero di assunzioni previste allora chiamarebbero anche gli ultra 35 enni, ma dal momento che gli utenti registrati sono decine di migliaia non penso che capiterà mai.

  • Giuseppe Donzuso

    salve sono Giuseppe disoccupato da 4 anni io mi candido per fare il postino e voi fate un opera umanitaria per i miei 3 bambini,chissa mi arriva una telefonata celeste.ringrazio tutti e distinti saluti.

  • giuseppe

    bhè da quando sto inviando c.v ci arrivo a 35 anni ma non mai trovo un lavoro con chi bisogna parlare per essere assunti !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • giuliano

    io lavoro attualmente come novantista tra meno di un mese mi scade il contratto dopo che faccio????resto a casa dopo che ti fai il culo vieni trattato come una pezza x i piedi tanto vale che quei tre mesi te ne rimani a casa ti danni meno l’anima non ha senso ciò che proponete xkè poi non richiamate più prima di firmare il contratto te lo dicono ma tu pensi che hai bisogno di soldi x vivere e allora accetti sarebbe da far si che tutti quelli che accettano poi si mettono in malattia e vi fanno spendere il doppio dei soldi xkè ne dovete prendere un altro e quello che viene fa la stessa cosa e via così poi voglio vedere i vecchi che sono dentro se fanno l’abinamento tu che sei l’ultimo arrivato hai una zona piena che se voresti portare fuori tutto comprese le raccomandate non ti ci vuole un motorino ma un autotreno non ti ci vuole una giornata composta da 7 ore ma una settimana e dopo che gli fai anche tutto e bene invece di rientrare alle 3 come FANNO TUTTI rientri alle 17.30 18 hanno il coraggio di dirti ma la pubblicità non l’hai portata????? e tu in te stesso rispondi ma dove vuoi che te lo metto il pacchetto in che verso ora o subito???? poi hanno inventato i capisquadra sono un elemnto fondamentale nella posta credetemi una persona che ti guarda e ti dice ciò che devi fare che dovrebbe aiutare una zona in caso di scopertura e lei è li che se la gira beve il caffè fuma e poi quando gli viene voglio se gli viene voglia incasella cosa rara!!!!dopo questo piccolo sfogo posso dire grazie poste italiane x avermi fatto fare 3 mesi

  • Andrea

    ho 49 anni , sono da un anno CASA , E NESSUNO MI DA LAVORO , mi sono messo a mendicare e vi dico che non è male …. è un consiglio , ha un altra cosa non andate a votare perchè vi prendono in giro hanno già deciso tutto, saluti

  • sticazzi18

    il problema non e il lavoro..il probema sono i ricchi la mafia i politici i parassiti, ma vi dico qwesto finche ci sara la malavita vivremo sempre male .. sono loro che condizionano il nostro vivere..la vita di tutti noi …ergastolo x chi fa associazione a delinquere solo cosi possiamo vivere serenamente e liberi tutti…

  • pasquale

    io non capisco perchè giudicare una persona dal voto delle superiori avevamo 18 anni, la vita le esperienze quelle ti formano non credo che per portare un motorino e consegnare la posta uno abbia bisogno di un voto superiore a 70….cosa bisogna fare se qualcuno sa ci faccia sapere..

  • Luca

    I requisiti di assunzione richiesti, mi sembrano un pò una presa per i fondelli (per non dire altro)… -.-

  • ASPETTO

    Finalmente “sono stato preso in considerazione” dopo che mi sono sfogato con quell annuncio.
    Quindi anche avendo tutti i requisiti,la possibilità di essere contattato ed eventualmente essere assunto e come fare sei al superenalotto.
    Ovviamente le Poste essendo private possono assumere chi vogliono,quando vogliono e con i criteri che vogliono.
    Sicuramente non vanno a guardare tutti i curriculum sapendo che che sono decine di migliaia e possono assumere solo circa 3000 persone quindi sicuramente e giustamente assumono chi gli pare, mentre tutti gli altri continuano a sognare.

  • ASPETTO

    i requisiti sono 5. miei dati
    eta max 35 anni 29 anni
    voto diploma non inferiore a 70 voto 71
    capacita di guidare liberty 125 patente A
    disponibilita a lavorare si tutte
    non aver mai lavorato per poste it. mai

    HO TUTTI I REQUISITI !!!
    sono registrato al sito poste
    ho inserito il curriculum piu volte
    STO ASPETTANDO DA 3 ANNI
    NON HO RICEVUTO NESSUNA COMUNICAZIONE

    • Cris

      Eccoti qualche spiegazione plausibile sul perchè nessuno ti abbia mai contattato. 1) sul sito delle Poste sono state registrate decine di migliaia di curriculum, e i posti disponibili per le varie assunzioni a termine, in genere, non arrivano a 3000, e con grosse sproporzioni tra regioni del nord e del sud. In queste condizioni è difficile spuntarla, anche avendo i requisiti richiesti. 2) tutti i curriculum registrati prima dell’ottobre 2011 sono stati eliminati dal database, quindi se non lo hai già fatto ti devi registrare di nuovo. 3) per le assunzioni a termine è sempre opportuno inviare anche il CV cartaceo al responsabile del personale per la regione di interesse. Non è detto che serva a qualcosa, ma di sicuro è una cosa in più. 4) le Poste sono un’azienda PRIVATA, a tutti gli effetti: ne consegue che non hanno nessun obbligo di comunicarti qualcosa

  • tania

    salve sn una ragazza di 33 anni che da tre anni nn riesco ha trovor lavoro ,vivo cn i miei genitori che vivono soltanto di pensione minima sociale ,e vorrei tanto avere un lavoro per poterli aiutare cn le spese .nn voglio compassione ma soltanto un lavoro che foro cn dedizione ed cn onesta . in attesa di una rist. vi saluto cordialmente .

  • raffaele

    Mi chiamo Falco Raffaele sono sposato e ho due figli.
    Sono munito di patente A B C + CQC e propietario di un furgone per fare piccoli trasporti.
    Sono un ragazzo molto educato,molto volenteroso e con massima serietà.

  • john

    fin quando mi riguarda poste italiane non ha ancora assunto personale nel periodo 2011/2012 per la carenza di volumi , quindi non vi disperate non e colpa della AZIENDA ma delle liberalizzazioni effettuate in questa legislatura…..

  • Kendra

    Scusate una domanda……VI PREGO QUALCUNO RISPONDAAAAAAA
    Mio fratello ha lavorato 4 mesi in poste italiane come portalettere da luglio del 2009 ad ottobre del 2009, ma su un altro sito che parla di assunzioni in poste italiane ho trovato scritto così: (copio-incollo) Ancora novità da Poste Italiane perchè, se non avete fatto parte dei giovani che in questa primavera estate hanno avuto un contratto a termine, ecco che anche per le prossime stagioni ed entro la fine dell’anno potreste essere contattati.
    DUNQUE LUI PUo’ MANDARE NUOVAMENTE IL CV? lo domando perchè in qui ho trovato scritto che è indispensabile non averci mai lavorato……VI PREGO QUALCUNO PUò RISPONDERE? GRAZIE

  • Si allo studio

    Tutti che si lamentanto che hanno il 60 alle superiori o non hanno neanche il diploma.
    Mettetevi nei panni dei laureati,che si sono fatti un c…. per studiare e non trovano lavoro.
    I lavori statali tengono conto del titolo di studio,ci potevate pensare prima. Il 80% dei cittadini sa che un titolo di studio da più prospettive di lavoro,ora vi faccio una domanda:”Perchè non vi siete diplomati con un buon voto o laureati?” Mentre quel porello studiava voi vi divertivate?(salvo casi particolari,mancanza di genitori,obbligato a lavorare per mantenere la proprio famiglia…che in Italia ormai il diritto allo studio viene garantito a tutti,io stesso vengo da una famiglia distrutta,ma ho sempre vinto borse di studio e lavorato per studiare).
    Un lavoro statale ha molti benefici,quindi stabilire dei requisiti minimi serve proprio per non far entrare tutti.
    Pensate se non ci fossero i requisiti imposti,ci sarebbero milioni e milioni di domande. Stabilire dei requisiti di merito(chi studia ha + diritto di uno che non studia,è un dato che in Italia non viene considerato molto,ma di fatto è giusto che sia cosi)e requisiti d’età(non sono d’accordo,tutti hanno diritto a lavorare,ma penso impostare 35 anni come età minima è per garantire lavoro ai giovani,anche se più un soggetto ha un’età avanzata più è difficile trovare lavoro,e in questo lo stato dovrebbe in parte aiutare)serve proprio per ridurre il numero di domande(più si va avanti e più i requisiti aumenterranno,prima c’erano pochi diplomati,quindi minimo veniva richiesto la terza media,ora ci sono anche molti laureati,minimo si richiede il diploma(vedesi “bidello”).

    Poi come hanno detto molti,ormai il diploma ce l hanno quasi tutti,e il requisito 70/100(che è molto basso,considerate che le banche richiedono 90-95/100)è indispensabile per avere almeno una piccola cultura e per garantire alle imprese,di essersi impegnati in qualcosa(ovvio ci sono persone con terza media o elementare migliori di diplomati,ma chi lo certifica??Un diplomato con 100/100 si suppone sia una persona che si impegna di più nel lavoro rispetto a uno con 60/100(che faceva casino/sega/non studiava). Poi di fatto potrebbe essere il contrario,ma voi chi assumerete?

    • Marina

      Io concordo quasi con tutto quello che hai detto. Però vorrei ricordarti che stiamo parlando di portalettere! Persone che devono essere semplicemente in grado di portare un motorino, essere abbastanza forti per caricarsi di borse pesanti e BASTA! Ovvio che per lavorare in banca ci debbano essere requisiti specifici. Ovvio che per lavorare in ufficio si debba avere quantomeno un diploma con un voto accettabile…ma si parla di postini. Tra poco vorranno la laurea pure per fare gli spazzini o cogliere i frutti dagli alberi. Ed inoltre vorrei anticipare la mia risposta nel caso in cui dovessi battere sul punto “i postini devono saper usare palmari ed essere aggiornati su tecnologie ecc ecc”. I colloqui esistono per questo. Per testare le capacità intellettive e fisiche della persona che si candida. Lascia che ti dica un’ultima cosa e poi chiudo. Mio fratello è un programmatore informatico e non ha una laurea. E’ riconosciuto in tutto il mondo e da anni fa convegni java in California. La meritocrazia non si basa e non può basarsi solo sui titoli. Lui non ha una laurea, ma ha studiato anni anni seguendo una sua passione per arrivare al punto in cui è. Ho visto e conosco molte persone che si sono laureate in giurisprudenza (nel mio corso di laurea), a pieni voti e prestissimo e non sanno nemmeno cosa sia un decreto ingiuntivo. E’ tutto dire, non credi???

  • rosa maria

    Ma chi è che decide i requisiti per lavorare? punteggio….età…… Tutti abbiamo diritto, dobbiamo farci adottare dai politici per poter campare e per portare avanti una famiglia?

  • vincenzo

    Ma cacolo volete aiutarli stì ragazzi ad trovarsi un lavoro per poter campare ma che schifo,si pensa al punteggio alto di scuola ma per favore vaaaaaaaaaa.

  • Paola

    Io ho mandato il curriculum due volte al sito delle poste… sono stata chiamata e mi è stato proposto di lavorare come portalettere (tra l’altro nell’ufficio postale a 500 mt da casa). Volete sapere quanto pre-avviso mi è stato dato???? Sono stata chiamata alle 16 circa del 31 Maggio per iniziare a lavorare la mattina dopo 1 giugno.. questo lo scorso anno… e tra l’altro devi essere in possesso di alcuni documenti che prima non ti avvisano di doverti procurare e che tu ovviamente alle 16 non ti puoi procurare…e se non ce l’hai… non puoi iniziare!! Sul modello di domanda, ti chiedono se devi dare un pre-avviso, tu specifichi se si e di quanto…e loro ti chiamano 12 ore prima…
    che schifo…

  • azapudda

    Tutte queste assunzioni a “tempo determinato” le fanno per non dover assumere a tempo indeterminato molti dei postini che hanno già lavorato con loro, risparmiano a discapito sia dei lavoratori che dei clienti finali,ieri una babbea di postina in carica da pochi giorni ha lasciato la posta sulla strada non degnandosi nemmeno di suonare il citofono,se non fosse stato per il vicino che se ne accorto non avrei ricevuto nulla molto probabilmente, questo anche per chi dice che il diploma con un voto decente non serve per fare questo lavoro…fa strano questo criterio di assunzione forse perché in Italia non siamo abituati alla meritocrazia ma ad andare avanti con raccomandazioni?

  • mki

    A BOLOGNA E PROVINCIA LE POSTE STANNO TAGLIANDO SU SERVIZI E PERSONALE.

  • Sandy

    MI SPIEGATE PERCHè I CV ON LINE NON SONO MAI PRESI IN CONSIDERAZIONE?
    COSA DEVE FARE UNO PER ESSERE ASSUNTO?

    • Cris

      non è che i curriculum caricati online non sono presi in considerazione.. Vengono presi in considerazione solo quelli che vengono ritenuti in linea con i profili ricercati. Per assunzioni a tempo indeterminato ormai senza una laurea è ben difficile sperare in qualcosa, mentre per le assunzioni a tempo determinato è opportuno inviare anche la candidatura per raccomandata, al responsabile delle risorse umane competente per la Regione che ti interessa. Poi non ti resta che sperare, del resto non è che tutti possono sperare in un contratto… i posti disponibili sono poche centinaia, le domande che arrivano sono decine di migliaia…

  • sandro

    E’ una vergogna che una delle più importanti aziende italiane come le Poste basi le proprie politiche di assunzione sul lavoro precario di migliaia di giovani che poi non richiamerà mai!
    Poi per forza si sente parlare di bamboccioni e di gente che a quarant’anni non ha ancora esperienza professionale! E l’Italia va a rotoli…

  • stefano

    Per fare bene il lavoro di portalettere c‘è bisogno del diploma? Ebbene si, non pensate sia un lavoro così semplice. Il futuro del portalettere è sempre più contatto con la clientela, servizi al cittadino, messi notificatori, vendita prodotti, oltre che consegna della corrispondenza, quindi anche utilizzo di nuove tecnologie quali palmari e poss per il pagamento di bollettini a domicilio, ricariche postepay o tracciatura della corrispondenza. il diploma è indispensabileca mio avviso

  • nicola81

    pure il voto di maturita’? kissa’ se e’ bravi a guidare ed essere il piu’ veloce? sicuramente il migliore appena suona il campanello a scuola mette tutto dentro ed esce per primo! si quello puo’ essere un portalettere… vale per ki e’ sveglio con lo spazio e tempo… no uno bravo e lento! meglio uno liscio come l’olio ;)

  • Frank

    Per lavorare alle Poste con contratto trimestrale c’è bisogno della conoscenza di un sindacalista e poi finito questo periodo nn c’è possibilità che si venga rikiamata almeno che nn si abbia un genitore che lavori alle Poste e si eredita il posto di lavoro. In Italia si dice che c’è la casta dei politici, ma purtroppo la nostra nazione è piena di caste ed una di queste è rappresentata dalle Poste.

    • romana battista

      Vergogna!Io sono idonea a tre concorsi nelle Poste e non sono mai entrata! Bandiscono altri concorsi con il requisito dell’età senza sapere che l’età non conta più. Il problema è che chi sta al governo dovrebbe controllare e cambiare le leggi come quella della parità di merito, chi prevale il più giovane? Veramete prima deve andare il più anziano, poi i giovani……Come si fa a cambiare L’Italia con questi privilegi? Le agenzie di impiego devono scomparire e deve essere riutilizzato il centro per l’impiego con anzianità di iscrizione e le regole degli anni 80-90 che tutti ben conoscono.

      • Cris

        Mi permetto di scrivere qualcosa anch’io, perchè quando leggo certi commenti mi cascano le braccia… Prima di tutto mi piacerebbe sapere di quali concorsi parli, visto che le Poste sono un’azienda privata dal 1992, e l’ultimo concorso risale a circa 25 anni fa.. E ancora, non capisco questo accanimento continuo verso le Poste e i requisiti che richiedono per lavorare.. se ne può discutere, certamente, ma voglio ricordare a tutti che le Poste sono un’azienda PRIVATA a tutti gli effetti, possono assumere chi gli pare, quando gli pare, con i criteri che vogliono, proprio come qualsiasi azienda privata. Anzi, è già tanto che danno comunque a tutti la possibilità di candidarsi, perchè potrebbero anche fregarsene e non pubblicare nessun tipo di annuncio. Ve la prendete tanto contro le Poste, ci mettete in mezzo anche il Governo che non c’entra niente perchè stiamo parlando di PRIVATI… ma perchè nessuno se la prende, per esempio, contro i supermercati che richiedono massimo 29 anni per fare gli allievi capi reparto (e spesso anche la laurea)? non c’è differenza sapete, sempre di privati stiamo parlando..

        • Giorgia

          Le kiedo scusa ma questo è un sito in cui si commenta sulle assunzioni di Poste Italiane, certo non ci possiamo lamentare dei suxmercati ne dei dentisti, ne di altri posti di lavoro, non crede?

          • Cris

            certo Giorgia, in questa pagina si commenta sulle assunzioni delle Poste, quello che intendevo dire è che bisogna smetterla di sparare a zero contro le Poste e i loro criteri di assunzione, visto che sono un Ente privato e in quanto privati possono fare quello che vogliono, proprio come se fossero dentisti o supermercati.. un saluto

        • Angelo

          È’ fin troppo facile definirsi ” privati ” quando per decenni si è gravato sui contribuenti.
          A me piacerebbe che tutti gli utenti di poste (non italiane, visto che sono private) non lasciassero più nemmeno un cent……è togliessero tutti i risparmi …..che belle risate mi farei…..o per lo meno non saremmo più soli a piangere.

  • daniele

    per coloro come me che hanno inserito il cv prima del 20ottobre 2011, devono inserire il cv dall’inizio? e come fanno se esce la schermata ‘mail già in uso?’…bisogna che si faccia un altra mail?rispondetemi grazie… anche perchè io ho una sola mai e non vorrei fare confusione creando un altra

  • daniele

    per coloro come me che hanno inserito il cv prima del 20ottobre 2011, devono inserire il cv dall’inizio? e come fanno se esce la schermata ‘mail già in uso?’…bisogna che si faccia un altra mail?rispondetemi grazie… anche perchè io ho una sola mai e non vorrei fare confusione creando un altra !

  • daniele

    per coloro come me che hanno inserito il cv prima del 20ottobre 2011, come dobbiamo fare?dobbiamo inserire dall’inizio tutti i dati? e come faccio se mi dice ‘e-mail già in uso?’ devo avere un altra mail per forza o cosa?risposndetemi grazie, anche perchè ho solo una mail e non vorrei averne altre e fare confusione…

    • Redazione Ticonsiglio

      Sì, devi inserire tutti i dati dall’inizio perchè l’azienda ha comunicato di aver cancellato tutti i cv inviati prima di quella data. E’ strano che la mail risulti già in uso, sei sicuro di averlo inserito prima del 20 ottobre 2011?

  • franco

    poste italiane non assume più tanti contratti a tempo determinato come prima il problema è la crisi economica e il fatto che la posta è calata enormemente ad esempio quanti di noi ancora scrive una lettera normale e la spedisce senza fare prima un sms?

  • Determinatosfigato

    Raga nn è vero, assumono, ma dovete esser pazienti e aver fortuna, già ora hanno chiamato per il periedo dopo ottobre!
    Ma non vi illudete non richiamano, non avete idea di quanta gente (ragazzi) passano di lì, praticamente poste italiane và avanti così! Con ragazzi a tempo det (almeno nei cmp) li cè gente che non fà una mazza e i ragazzi devono lavorare! Gente che non vuole andar in pensionr anche se sarebbe ora, gente che nn ci sta con la testa e gente mezza invalida (problemi i schiena o altra roba sconosciuta a noi) che guarda caso non puó fare na mazza…
    Non assumono se avete fià lavorato in poste xkè da qul ke ne só, prima continuavano ad asumere a tempo determinato la stessa gente mentre per legge dopo tipo il 2 contratto a tempo det la società è costretta ad assumer!
    Non ci vuole cervello nel lavoro e a volte è proprio na rottura ma lo stipedio è buono!
    Nel cmp si lavora cnq a turni a seconda anche del settore in cui si lavora, cè pure la notte

    • Fabrizio

      Caro Determinatosfigato, sono daccordo con te tranne per la gente che non vuole andare in pensione. Io lavoro al cmp e di colleghi che vogliono andar in pensione c’è ne sono parecchi, ma non possono perchè l’età pensionistica o gli anni contributivi sono stati innalzati dallo stato(vedi ultima riforma Monti-Fornero). Il lavoro alle poste non è più quello di una volta(quando chi lavorava alle poste non faceva un ca…). Oggi chi lavora al cmp si può purtroppo considerare un uomo o donna di fatica. L’assetto aziendale è cambiato, le poste sono diventate una s.p.a. e le selezioni sono più rigide (per certi aspetti giuste per chì avrà una mansione di alta responsabilità nella lavorazione di “raccomandate e assicurate” per altre no, non ci vuole ne una laurea ne un buon voto di maturità per poter lavorare con le macchine smistatrici o la divisione della posta manuale). Si lavora molto spesso con 3 0 4 turni (mattino, porimeriggio, sera e notte)full-time, oppure si può chiedere il part-time. Da quello che vedo, l’azienda dove lavoro io vuole rinnovarsi, mettendo da parte la vecchia mentalità del nullafacente(mi riferisco a quelle persone che come dice “Determinatosfigato” :<>.)promuovendo una figura più responsabile del lavoratore postale. Ci sono molte problematiche legate alle invalidità “legge 104″ o traumi(ad esempio portalettere che dopo un incidente non possono più portare un motorino in maniera definitiva o temporaneamente) o altri infortuni sul lavoro. Cosa si fà di questa gente? Si getta via? No! Farà quei lavori che potrà svolgere senza rischi in un centro meccanizzato o in uffici postali. Gli aspetti positivi visto l’andazzo è lo stipendio quello negativo che mi dispiace di più è che una volta assunti a tempo determinato non verrai più richiamato/a. Ho visto lavorare molti ragazzi e ragazze con molta volontarietà e sicuramente avrebbero meritato il contratto indeterminato molto più di chi lo ha già. Consiglio per aumentare le probabilità di assunzione; Rivolgetevi direttamente in sede in un CMP o in un CPO, lasciate il vostro curriculum o meglio parlate con il responsabile delle risorse umane. Il contatto diretto è sempre preferibile (come ho fatto io) Ciao a tutti e in bocca al lupo! Fabrizio

  • denny

    mah, sono anni che mando il curriculum, mai chiamato per uno straccio di colloquio. Secondo me anche per le Poste vale il solito discorso: in Italia se non hai le raccomandazioni non si va da nessuna parte. Che schifo!

  • Carlo

    io aggiorno di continuo il curriculum ma non mi hanno mai chiamato!mah!

  • fede

    Secondo voi il diploma non serve a niente? Diritto HA lavorare! sono contenta di aver preso il mio diploma, ho imparato a scrivere e parlare, meglio di tanti laureati…

  • marco

    io, purtroppo nn ho potuto conseguire il diploma di maturità,cosa posso fare? sono un tipo molto intelligente ,e poi…, per portar lettere non credo si abbia bisogno di conoscenze extra.attendo una vostra gradita risposta.distinti saluti.marco.

  • Federica

    Salve a tutti… io nn so cn qualke fortuna sn stata kiamata a febbraio cm portalettere nella zona dove abito xò adesso vorrei sapere cosa fare x continuare a lavorare alle poste…sn disperataaa…Ho fatto 2 mesi e i colleghi e il direttore sn rimasti tutti contenti…xkè nn posso però rimanere?cosa dv fare?

  • hjkhljljlkms

    Salve a tutti… io nn so cn qualke fortuna sn stata kiamata a febbraio cm portalettere nella zona dove abito xò adesso vorrei sapere cosa fare x continuare a lavorare alle poste…sn disperataaa…Ho fatto 2 mesi e i colleghi e il direttore sn rimasti tutti contenti…xkè nn posso però rimanere?cosa dv fare?

    • raf

      potevi andare al sindacato e ti facevano fare ricorso che si può fare entro 60 gg che hai smesso di lavorare

  • gwjdkr

    È vero che chi ha solo le licenza media ha diritto diblavorare, ma ve ne siete accorti che nn sapete distinguere il verbo avere da una A semplice?
    Io sono laureato e sono stato assunto a 4 mesi fino alla fine di ottobre

    • media

      Sarai anche laureato, ma a quanto pare non sai scrivere. Invece di criticare chi non ha diploma o laurea vediti da solo, e poi chi non ha studiato, magari è molto più in gamba di te..ragiona laureato…

  • Antonio Carofaro

    Spero soltanto che non sia una presa in giro …Ho tutti i requisiti per poter lavorare per le poste italiane, ma non ho ricevuto neanche una chiamata…. Ho mandato il curriculum tramite internet, e l’ho persino consegnato alla sede centrale di ROMA.
    Ma mi chiedo: ma cos’altro dobbiamo fare??? Perchè non prendete in considerazione i curriculum dei numerosi giovani che cercano disperatamente lavoro???

  • Bina

    biby scrive: 29 luglio 2012 alle 16:06. Ciao, una quarantenne con titolo di studio la licenza media. avrà pure diritto di lavorare?? non penso ci voglia una laurea per consegnare la posta……….

  • mary

    Salve,mi chiedo se la persona ha come titolo di studio solo la licenza media nn ha diritto ha lavorare,che ha consegnare le lettere lo sa fare anche un bambino nn penso che ci vuole un pezzo di carta……..

    • Momo

      Un pezzo di carta serve per farti imparare almeno l’italiano! No comment.

  • Enza

    Ho letto i requisiti per candidarsi alle poste come portalettere o per smistamento, addirittura chiedono il voto alto di maturità, per portare una lettera non ci vuole un diploma o una laurea mi sembrano esagerati…

    • Cla

      Ma poi per quanto mi riguarda, io ho preso un voto basso alla maturità e mi sono laureata con un voto alto… come la mettiamo?

      • Fra

        Idem per me: 36 al liceo, ma laureato.
        Siamo fuori o possiamo mandare la domanda?
        Qualcuno può risp? Grazie

      • Redazione Ticonsiglio

        sì, chi è laureato può candidarsi, ha ancora più possibilità di essere preso, perchè nella scelta dei candidati si basano molto sui titoli

        • Giuse

          Volevo chiedere ma noi giovani appena diplomati in cerca di lavoro quand è che verremo chiamati? maiiiii??? ho un buon voto alle medie e superiori sono disponibile per qualsiasi cosa pur di lavorare e nessuno chiama…

    • Fabio

      Ma se dove vivo io con le persone puoi comunicare solo in dialetto mi dite che cazzo me ne faccio del diploma

Seguici su Facebook

Seguici su Google+ (Consigliato!)

Resta aggiornato seguici su Linkedin

Login