Concorsi Forze dell’Ordine 2023: 2100 assunzioni extra

forze armate
adv

** Questo articolo fa parte del nostro archivio, i contenuti potrebbero non essere aggiornati. **

Il Governo ha approvato un nuovo piano di assunzioni straordinarie nelle Forze dell’Ordine, che porterà all’inserimento di oltre 2100 risorse anche tramite nuovi concorsi.

A prevederlo è il nuovo decreto assunzioni PA, un maxi piano di inserimenti che darà nuova linfa alla macchina amministrativa del Paese, con particolare focus su Forze di Polizia, Difesa e Vigili del Fuoco.

Ecco tutti i dettagli sui nuovi posti di lavoro nelle Forze dell’Ordine da coprire che rientrano nei prossimi bandi in arrivo.

adv

NUOVI CONCORSI FORZE DELL’ORDINE CON DECRETO ASSUNZIONI PA

Il decreto assunzioni PA (decreto legge 22 aprile 2023, n. 44) approvato, il 6 aprile, dal Consiglio dei Ministri e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.95 del 22-4-2023, prevede, infatti, il reclutamento di circa 3mila nuove risorse da assumere nelle Pubbliche Amministrazioni. Questo importante piano di inserimenti punta, in particolare, a potenziare l’organico delle Forze dell’Ordine, al quale sono destinati i due terzi delle assunzioni. Nello specifico, sono più di 2.100 i posti di lavoro nelle Forze dell’Ordine che saranno coperti in base a quanto previsto dal DL, anche mediante nuovi concorsi pubblici.

Le nuove risorse andranno ad incrementare il personale che lavora nell’Arma dei carabinieri, nella Guardia di finanza, nei Vigili del fuoco, nella Polizia di Stato, nelle Capitanerie di porto e nella Guardia costiera. L’assunzione delle oltre 2mila unità di personale prevista dal decreto va ad aggiungersi all’importante programma assunzionale approvato in precedenza dal Governo con il DPCM 1 dicembre 2022, che autorizza l’inserimento di 11.228 risorse nel comparto sicurezza-difesa (qui tutti i dettagli). Dunque si tratta di assunzioni extra rispetto a quelle già pianificate.

La nuova misura per il potenziamento del personale impiegato nelle Forze dell’Ordine introdotta dal DL appena approvato mira ad incrementare i servizi di prevenzione, di controllo del territorio, di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica ed economico-finanziaria, di contrasto delle attività criminali e di eventuali iniziative terroristiche, di soccorso pubblico, di prevenzione incendi e di lotta attiva agli incendi boschivi. Inoltre, intende far fronte ad esigenze straordinarie connesse, tra l’altro, alla numerosità delle verifiche antimafia riguardanti l’affidamento e l’esecuzione dei contratti pubblici aventi ad oggetto lavori, servizi e forniture, finanziati in tutto o in parte con le risorse del PNRR. Oltre che allo svolgimento del Giubileo del 2025 e delle Olimpiadi Invernali del 2026.

Vediamo nel dettaglio quali sono tutte le assunzioni e i concorsi nelle Forze dell’Ordine autorizzati dal decreto per il potenziamento della PA.

I POSTI AUTORIZZATI

Il decreto per le assunzioni nella Pubblica Amministrazione prevede la copertura dei seguenti posti di lavoro nelle Forze dell’Ordine, anche tramite nuovi bandi di concorso:

965 unità nei ruoli delle Forze di polizia per gli anni dal 2023 al 2028, di cui

  • 302 unità per la Polizia di Stato;
  • 371 unità per l’Arma dei carabinieri;
  • 289 unità per il Corpo della guardia di finanza;

1.020 unità nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco, di cui

  • 246 unità nella qualifica iniziale del ruolo dei vigili del fuoco;
  • 100 unità nel ruolo dei capi squadra e capi reparto;
  • 176 unità nella qualifica iniziale del ruolo degli ispettori logistico-gestionali;
  • 83 unità nella qualifica iniziale del ruolo degli ispettori antincendio;
  • 66 unità nella qualifica iniziale del ruolo degli ispettori tecnico-professionali;
  • 60 unità nella qualifica iniziale del ruolo dei direttivi che espletano funzioni operative;
  • 80 unità nella qualifica iniziale del ruolo dei direttivi tecnico-professionali;
  • 1 unità nella qualifica di dirigente generale proveniente dai ruoli dei dirigenti che espletano funzioni operative ovvero dei dirigenti sanitari o dei dirigenti ginnico-sportivi;
  • 12 unità nella qualifica iniziale del ruolo dei piloti di aeromobile vigile del fuoco;
  • 13 unità nella qualifica iniziale del ruolo degli specialisti di aeromobile vigile del fuoco;
  • 10 unità nella qualifica iniziale del ruolo degli elisoccorritori vigili del fuoco;
  • 50 unità nel ruolo dei capi squadra e capi reparto;
  • 55 unità nella qualifica iniziale del ruolo degli ispettori tecnico-professionali;
  • 60 unità nella qualifica iniziale del ruolo degli operatori e degli assistenti;
  • 7 unità nella qualifica iniziale del ruolo dei dirigenti che espletano funzioni operative;
  • 7 unità nella qualifica iniziale del ruolo dei dirigenti tecnico-professionali;
  • 1 unità nella qualifica di dirigente superiore del ruolo dei dirigenti che espletano funzioni operative;
  • 1 unità nella qualifica di dirigente generale del ruolo dei dirigenti che espletano funzioni operative;
  • 7 unità nella qualifica di dirigente superiore dei ruoli dei dirigenti tecnico-professionali;
    8 unità nella qualifica iniziale del ruolo degli ispettori informatici.

Le restanti assunzioni sono distribuite tra Guardia di finanza, Capitanerie di porto e Guardia costiera. Questi inserimenti sono autorizzati in aggiunta alle ordinarie facoltà assunzionali previste a legislazione vigente. Inoltre, per diversi corpi sono anche incrementate le normali facoltà assunzionali previste dalla legislazione vigente.

MODALITÀ DI RECLUTAMENTO

I posti di lavoro nelle Forze dell’Ordine autorizzati dal decreto assunzioni PA saranno coperti sia mediante nuovi concorsi da bandire che tramite altre modalità, quali lo scorrimento di graduatorie delle procedure concorsuali già espletate. Per i posti da coprire nei Vigili del fuoco è utilizzata anche la graduatoria relativa al personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Vi terremo informati sui nuovi concorsi nelle Forze dell’Ordine in arrivo. Continuate a seguirci e iscrivetevi gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram per essere avvisati appena usciranno i bandi.

ALTRE ASSUNZIONI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Per conoscere nel dettaglio tutte le assunzioni nelle Pubbliche Amministrazioni autorizzate dal nuovo DL potete leggere l’approfondimento sul decreto assunzioni PA, dove trovate anche il testo del DL da scaricare per la consultazione. Vi ricordiamo, inoltre, che nel 2023 sono già previste assunzioni per circa 167 mila risorse nella PA, anche tramite nuovi concorsi pubblici, grazie al turnover del personale e agli inserimenti autorizzati da mediante leggi e decreti. Per tutte le informazioni sui nuovi bandi in arrivo per lavorare nella Pubblica Amministrazione e sui posti di lavoro da coprire potete leggere il nostro approfondimento sulle assunzioni nella Pubblica Amministrazione e i concorsi in uscita.

CONCORSI APERTI IN AMBITO DIFESA E FORZE ARMATE

Per prendere visione dei concorsi aperti nel campo delle forze armate vi invitiamo a visitare questa pagina che viene costantemente aggiornata con i nuovi bandi aperti. Se siete interessati anche ai concorsi interni, agli avanzamenti di grado o alle procedure di mobilità potete visitare questa pagina del sito del Ministero della Difesa.

adv

ALTRI CONCORSI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere tutti i concorsi attivi attualmente per lavorare nella Pubblica Amministrazione potete visitare la nostra pagina dedicata alle selezioni pubbliche in corso, mentre se volete scoprire i nuovi concorsi in arrivo, potete consultare la nostra sezione dedicata ai prossimi bandi in uscita.

Seguiteci, anche attraverso i nostri canali social, per restare aggiornati. Iscrivetevi alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per ricevere tutti gli aggiornamenti e avere le notizie in anteprima.

di Angela V.
Redattrice, esperta di lavoro pubblico e privato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *