Concorsi pubblici novità 2021: ecco cosa cambia e il nuovo protocollo per le prove d’esame

Sono state introdotte nuove modalità per rendere più veloci, semplici e digitali i concorsi pubblici: ecco tutte le novità, cosa cambia, come saranno i nuovi bandi e i concorsi in arrivo, e il nuovo protocollo per le prove d’esame

covid, concorsi, lavoro

Come cambiano i concorsi in tempi di coronavirus? Il Governo ha introdotto per i concorsi pubblici novità per accelerare, semplificare e digitalizzare le procedure concorsuali.

Le nuove modalità di concorso prevedono prove decentrate, anche in modalità telematica, e test di accesso più rapidi. Queste disposizioni rientrano tra le misure di contrasto dell’epidemia da Coronavirus previste dalle norme anti COVID-19. Inoltre hanno lo scopo di permettere assunzioni più veloci nelle PA.

Ecco cosa cambia per i nuovi concorsi pubblici e i prossimi bandi in uscita.

CONCORSI PUBBLICI NOVITA’ 2021

Il Ministero per la Pubblica Amministrazione ha dato il via, infatti, ad una nuova riforma dei concorsi pubblici per rendere i bandi di concorso più veloci e semplici. Le nuove procedure riguardano sia i concorsi pubblici in atto che i nuovi concorsi che saranno banditi nel 2021. Tengono conto sia delle disposizioni relative al distanziamento sociale, finalizzate ad evitare la diffusione del contagio da COVID19, che della necessità di permettere alle Pubbliche Amministrazioni di disporre in breve tempo del personale da assumere.

In sostanza lo scopo delle nuove norme per i concorsi pubblici è quello di espletare in breve tempo le procedure, per predisporre le graduatorie dei vincitori e assumerli nel minor tempo possibile, e assicurare lo svolgimento in sicurezza delle selezioni rispetto al rischio di contagio da coronavirus. Per questo si è deciso di svolgerle in modalità decentrata e telematica, prevedendo regole specifiche sia per i bandi di concorso da espletare durante l’emergenza epidemiologica che per i concorsi a regime, cioè post epidemia.

Le nuove regole, introdotte dalla legge 28 maggio 2021, n. 76 di conversione, con modificazioni, del decreto legge 1 aprile 2021, n. 44, riprendono in parte, aggiornano e integrano quelle introdotte, in via sperimentale, dal Decreto Rilancio (decreto legge 19 maggio 2020, n. 34), e rese definitive dal Decreto Agosto (decreto legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126).

NUOVO PROTOCOLLO PER LE PROVE D’ESAME

Ricordiamo che a causa del perdurare dell’epidemia da COVID le prove in presenza dei concorsi pubblici sono state temporaneamente sospese e sono riprese dal 3 maggio. Per tutti i dettagli sulla sospensione dei concorsi potete visitare questa pagina.

Per consentire il riavvio di tutte le procedure concorsuali sospese e l’avvio di nuovi concorsi, il Dipartimento della funzione pubblica ha pubblicato un nuovo PROTOCOLLO (Pdf 302Kb) per la prevenzione e la protezione dal rischio di contagio da COVID-19, con nuove indicazioni per l’organizzazione e la gestione delle prove selettive dei concorsi pubblici. Vediamo in dettaglio le principali misure igienico sanitarie e organizzative da adottare per lo svolgimento di ciascuna prova in presenza:

  1. Durata massima di 1 ora delle prove in presenza.
  2. Le prove orali e le prove pratiche possono svolgersi in via telematica.
  3. Candidati e personale dell’organizzazione devono effettuare il tampone nelle 48 ore antecedenti (anche se vaccinati).
  4. I candidati devono produrre un’autocertificazione attestante che non presentano sintomi quali temperatura superiore a 37,5°C e brividi, tosse, difficoltà respiratoria, perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell’olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia) e mal di gola, e che non sono sottoposti alla misura della quarantena o isolamento domiciliare fiduciario e/o al divieto di allontanamento dalla propria dimora/abitazione causa covid.
  5. Utilizzo degli strumenti informatici e digitali con il rispetto della normativa sulla tutela dati personali, tracciabilità e sicurezza.
  6. Sedi decentrate, individuate in ragione del numero dei candidati, per limitare al massimo gli spostamenti.
  7. Obbligo di indossare la mascherina ffp2 fornita dall’organizzazione del concorso.
  8. Adeguati ricambi di aria e distanziamento tra i candidati.
  9. Percorsi differenziati per ingressi e uscite.
  10. Collaborazione con il sistema di protezione civile regionale e nazionale per l’organizzazione e la gestione delle prove.

Inoltre, i concorsi si svolgeranno con le seguenti modalità:

  • una sola prova scritta (la prova orale è eventuale);

  • valutazione dei titoli;

  • utilizzo di strumenti informatici e digitali.

Si potranno anche prevedere sedi decentrate per svolgere le prove, l’utilizzo della videconferenza per le prove orali, la valutazione dell’esperienze professionali e la non contestualità delle prove.

NUOVE REGOLE PER I CONCORSI A REGIME (post-emergenza da COVID19)

Come si svolgeranno i concorsi pubblici una volta terminata l’epidemia da Coronavirus? Ecco che cosa cambia per i concorsi a regime:

  • espletamento di una sola prova scritta e una prova orale nei concorsi per il reclutamento di personale non dirigenziale;

  • valutazione dei titoli legalmente riconosciuti ai fini dell’ammissione alle fasi successive del concorso;

  • le prove scritte e le prove orali si svolgono con l’ausilio di strumenti informatici e digitali;

  • le PA possono utilizzare sedi decentrate in ragione del numero di partecipanti;

  • le prove orali possono svolgersi facoltativamente in videoconferenza;

  • la valutazione di eventuali titoli ed esperienze professionali concorre a formare il punteggio finale;

  • in base al numero di partecipanti è ammessa la non contestualità delle prove, assicurando comunque la trasparenza, l’omogeneità e lo stesso grado di selettività tra tutti i concorrenti.

Queste regole saranno utilizzate anche per i prossimi concorsi pubblici in uscita previsti dal decreto Brunetta per il reclutamento nella PA, che porterà migliaia di nuove assunzioni nel pubblico impiego.

COME SARANNO I NUOVI BANDI? ECCO IL BANDO-TIPO

I nuovi concorsi sono indetti sulla base di modelli di bando che servono ad uniformare le procedure. Il c.d. bando-tipo per le assunzioni nelle PA è praticamente lo schema di bando da usare per i concorsi pubblici. Nei mesi scorsi, infatti, il Ministero della Pubblica Amministrazione ha reso disponibili il BANDO-TIPO (Pdf 401Kb) per le procedure di reclutamento del personale di Area II della Pubblica Amministrazione e il il BANDO-TIPO (Pdf 1,07Mb) per reclutare il personale di Area III.

Sulla base di queste bozze sono elaborati tutti i bandi di concorso per le assunzioni nella Pubblica Amministrazione del personale che rientra in queste aree. In sostanza si tratta di un modello di bando che è stato pensato per snellire le procedure e per uniformare le modalità di reclutamento su tutto il territorio nazionale. Tutte le Pubbliche Amministrazioni, infatti, devono utilizzarlo per bandire i nuovi concorsi pubblici e organizzare le procedure concorsuali, dalle domande di partecipazione (come redigerle e inviarle) alle prove d’esame.

COSA CAMBIA NELLE PROCEDURE CONCORSUALI?

Ecco le altre novità introdotte negli ultimi mesi per i concorsi:

  • Per partecipare ad un concorso pubblico va presentata apposita domanda telematica, esclusivamente online, attraverso apposita piattaforma digitale.
  • Per partecipare ai concorsi pubblici i candidati devono possedere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) intestato e registrarsi nella piattaforma attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID).
  • Le sedi di svolgimento delle prove concorsuali vengono individuate anche sulla base della provenienza geografica dei candidati.
  • Per svolgere le prove dei concorsi possono essere utilizzati idonei locali di plessi scolastici di scuole, università e altre strutture pubbliche o private.
  • La commissione esaminatrice comunica i risultati delle prove ai candidati all’esito di ogni sessione di concorso.

Per ulteriori informazioni mettiamo a vostra disposizione questo DOCUMENTO (Pdf 2,18Mb) pubblicato dal Ministero della Pubblica Amministrazione, la SCHEDA (Pdf 945Kb) sulla riforma di concorsi 2021, che riassumono tutte le novità introdotte, e il nuovo PROTOCOLLO (Pdf 302Kb) per le prove d’esame.

DOVE VEDERE I CONCORSI ATTUALMENTE APERTI

Potete consultare tutti i concorsi pubblici attualmente aperti in Italia visitando questa pagina.

Continuate a seguirci per restare aggiornati, iscrivendovi alla nostra newsletter gratuita.

Subscribe
Notificami
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments