Concorsi pubblici novità fase 2: cosa cambia da Maggio a Dicembre 2020

Previste nuove modalità per rendere più veloci e semplici i concorsi pubblici in risposta all’emergenza COVID19: ecco tutte le novità e cosa cambia

concorsi assunzioni

In risposta all’emergenza Coronavirus sono in arrivo per i concorsi pubblici novità per accelerare le procedure concorsuali e semplificarle.

Fino al 31 dicembre 2020 saranno sperimentati prove decentrate, test di accesso più rapidi e requisiti più specifici, per velocizzare l’ingresso di nuove risorse nel pubblico impiego. Anche se al momento le prove concorsuali sono in parte sospese per effetto delle norme anti COVID-19, sono già in preparazione le modalità per quando riprenderanno e per i prossimi bandi in uscita.

Ecco cosa cambia per i concorsi pubblici per effetto dell’epidemia da COVID19 e con la cosiddetta fase 2.

CONCORSI PUBBLICI NOVITA’ MAGGIO 2020

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, sta lavorando per mettere a punto nuove procedure per la sperimentazione di bandi di concorso più veloci e semplici. Questi cambiamenti probabilmente saranno presenti nel nuovo decreto maggio 2020 che verrà varato dal Governo per la fase 2 ed entreranno in vigore terminato il momentaneo blocco delle prove concorsuali.

Il cd. decreto ‘cura Italia’ (decreto-legge n. 18 del 17 marzo 2020), infatti, ha stabilito la sospensione per due mesi (fino al 16 maggio) delle procedure concorsuali, ad eccezione di quelle che prevedono la valutazione dei candidati esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica.

In sostanza sono sospese solo le prove d’esame da svolgere in presenza, per evitare assembramenti di persone e rispettare le disposizioni relative al distanziamento sociale finalizzate ad evitare la diffusione del contagio da COVID19. Queste ultime, del resto, prevedendo il blocco completo delle possibilità di assembramento hanno reso impossibile effettuare le prove preselettive in grandi spazi e convogliare moltissime persone a Roma per fare i concorsi pubblici, dunque svolgere le nuove procedure concorsuali come in passato. Per questo il Ministro Dadone ha in programma di separarle e delocalizzarle, utilizzando le strutture pubbliche disponibili, quali scuole e Università, legate alla residenza dei candidati.

Nel momento in cui riprenderanno le prove concorsuali e saranno banditi nuovi concorsi, si prevede di sperimentare nuove modalità di selezione. Lo scopo è velocizzare l’ingresso di nuove risorse nel pubblico impiego e nello stesso tempo evitare assembramenti, nel rispetto delle misure di contenimento per il Covid-19. Come? Rendendo più veloci e snelle le procedure concorsuali, delocalizzando le prove, prevedendo requisiti più specifici per limitare il numero di candidati ammessi ai test di accesso e utilizzando procedure informatizzate.

L’idea è quella di velocizzare le procedure, senza perdere in qualità. In questo modo si potranno, inoltre, garantire il ricambio generazionale e valorizzare nuove competenze.

COSA CAMBIA?

Ecco le principali novità previste:

  • prove preselettive decentrate e in grado di individuare anche le competenze trasversali, sempre più indispensabili nel mondo del lavoro;
  • introduzione di requisiti più stringenti per scremare le candidature, dando la facoltà alle singole amministrazioni di introdurre requisiti specifici;
  • prove d’esame più rapide;
  • selezioni a distanza attraverso strumenti informatici;
  • tempi ridotti per la correzione delle prove;
  • eventuale supporto di società specializzate nel reclutamento.

PERIODO DI SPERIMENTAZIONE FINO AL 31 DICEMBRE 2020

La sperimentazione dei nuovi concorsi 2020 dovrebbe concludersi entro il 31 dicembre. Se la misura sperimentale sarà approvata e avrà successo potrebbe essere confermata anche in seguito.


QUANDO RIPARTIRANNO I CONCORSI SOSPESI?

Il blocco concorsi pubblici previsto dal decreto cura Italia dovrebbe terminare il 16 maggio, ma potrebbe essere prorogato. Stando a quanto dichiarato dal Ministro Dadone i concorsi sospesi ripartiranno probabilmente a giugno, in quanto maggio è ancora un mese problematico e bisognerà mettere a punto le nuove procedure. Per quanto riguarda le prove di preselezione per nuovi concorsi, invece, dovrebbero svolgersi a partire da settembre e ottobre.

DOVE VEDERE I CONCORSI ATTUALMENTE APERTI

Potete consultare tutti i concorsi pubblici attualmente aperti in Italia visitando questa pagina. Ci sono molte selezioni in corso e per numerosi bandi sono state introdotte proroghe e quindi la scadenza è stata posticipata.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *