Ministero della Salute: concorso 20 tecnici prevenzione luoghi di lavoro

sicurezza, tecnico, prevenzione, luoghi, lavoro

Il Ministero della Salute ha indetto un nuovo concorso per 20 tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, da destinare agli uffici periferici in varie regioni italiane.

La selezione è rivolta a candidati laureati e iscritti all’albo professionale, e sono previste assunzioni a tempo indeterminato e pieno.

Il termine per presentare la domanda di ammissione scade il 29 Novembre 2021. Ecco il bando e le informazioni per candidarsi.

CONCORSO TECNICI PREVENZIONE LUOGHI DI LAVORO MINISTERO DELLA SALUTE

Sono aperte, dunque, le selezioni per l’assunzione a tempo indeterminato e pieno di risorse da inquadrare nell’area III – posizione economica F1 (codice concorso 813). I posti saranno così distribuiti:


  • n. 2 posti in Friuli Venezia Giulia, a Trieste, ufficio PCF;

  • n. 2 posti in Piemonte, a Torino, ufficio UVAC-PCF;

  • n. 2 posti in Lombardia, a Malpensa, ufficio PCF;

  • n. 5 posti in Liguria, di cui:
    – n. 2 posti a Genova, ufficio UVAC-PCF;
    – n. 1 posto a La Spezia, ufficio PCF;
    – n. 2 posti a Genova – La Spezia, ufficio USMAF-SASN;

  • n. 3 posti in Lazio, di cui:
    – n. 2 posti a Fiumicino, ufficio UVAC-PCF;
    – n. 1 posto a Civitavecchia, ufficio PCF;

  • n. 1 posto nelle Marche, ad Ancona, ufficio UVAC-PCF;

  • n. 1 posto in Emilia Romagna, a Ravenna, ufficio PCF;

  • n. 1 posto in Toscana, a Livorno, ufficio UVAC-PCF;

  • n. 1 posto in Campania, a Napoli, ufficio UVAC-PCF;

  • n. 1 posto in Calabria, a Gioia Tauro, ufficio PCF;

  • n. 1 posto in Sicilia, a Palermo, ufficio PCF;

I candidati dovranno esprimere un ordine di preferenza tra tutte le regioni di cui sopra.

REQUISITI GENERALI

I candidati al concorso per tecnici della prevenzione nei luoghi di lavoro indetto dal Ministero della Salute, dovranno essere in possesso dei requisiti generici di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione Europea o di Paesi terzi con requisiti specificati nel bando;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva militare (solo per i concorrenti tenuti al
    rispetto dell’obbligo);
  • conoscenza della lingua inglese;
  • conoscenza delle apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse.

REQUISITI SPECIFICI

Inoltre, i candidati al concorso devono essere in possesso dei seguenti requisiti specifici e titolo di studio:

  • laurea specialistica o laurea magistrale appartenente ad una delle classi delle lauree SNT/04/S Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 509/99) e LM/SNT4 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 270/04);
  • oppure laurea appartenente ad una delle classi delle lauree SNT/04 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 509/99) e L/SNT4 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione (DM 270/04);
  • oppure diploma universitario in Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro;
  • iscrizione in Italia all’albo della professione sanitaria di tecnico della prevenzione dell’ambiente e dei luoghi di lavoro.

Si segnala, infine, che il 30% dei posti è riservato prioritariamente a favore dei volontari delle Forze Armate.

SELEZIONE

La procedura selettiva per il concorso per tecnici indetto dal Ministero della Salute sarà espletata mediante due fasi: una prova scritta e la valutazione dei titoli sulla base delle dichiarazioni rese dai candidati nel curriculum formativo e professionale.

Per conoscere nel dettaglio la modalità di valutazione e le materie oggetto della prova scritta, rimandiamo alla lettura del bando che alleghiamo a fine articolo.

Si segnala che, in considerazione dell’attuale situazione di emergenza sanitaria da Covid19, durante lo svolgimento della prova concorsuale potranno essere adottate specifiche misure di sicurezza anti contagio al cui rispetto saranno tenuti tutti i candidati. Per conoscere le nuove regole per i concorsi pubblici, potete leggere il nostro approfondimento.

MINISTERO DELLA SALUTE

Istituito con il regio decreto n. 255 del 9 ottobre 1861 che, abolendo il Segretariato generale del Ministero dell’Interno, istituiva quattro direzioni generali, il Ministero della Salute è un dicastero con portafoglio del Governo italiano, con compiti in materia sanitaria, di profilassi e raccordo con le istituzioni internazionali ed europee nel campo della salute. La sede centrale del Ministero della Salute è situata in Viale Giorgio Ribotta, 5 a Roma.

DOMANDA DI AMMISSIONE

La domanda di partecipazione deve essere presentata tramite procedura telematica a questa pagina, selezionando il bando di proprio interesse, entro il 29 Novembre 2021. L’accesso alla procedura di compilazione delle domande deve avvenire unicamente attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID).

Ai candidati è richiesto, inoltre, il possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)
personale e attivo. Chi ne fosse sprovvisto può leggere questo articolo per attivare un indirizzo PEC in soli 30 minuti.

Alla domanda di ammissione, andranno allegati anche i seguenti documenti:

  • copia di un valido documento di riconoscimento;
  • ricevuta attestante il pagamento di € 10 del diritto di segreteria;
  • curriculum formativo e professionale, redatto in formato europeo, datato e sottoscritto e contenente la dichiarazione di veridicità delle informazioni contenute.

Per ulteriori dettagli sulla compilazione della domanda, rimandiamo alla lettura del bando sotto allegato.

BANDO

Gli interessati al concorso indetto dal Ministero della Salute per l’assunzione di tecnici sono pertanto invitati a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 395 Kb) pubblicato per estratto sulla Gazzetta Ufficiale n. 86 del 29-10-2021.

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI

I candidati saranno informati del giorno, dell’ora e del luogo in cui si svolgerà l’esame scritto con
apposito avviso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana 4^ serie speciale
‘Concorsi ed esami’ e sul sito web istituzionale del Ministero, alla sezione ‘Concorsi’, almeno quindici giorni prima della prova stessa. Tutte le successive comunicazioni saranno pubblicate sul sito sopra citato.

La graduatoria finale sarà pubblicata sul sito internet del Ministero della salute e ne sarà data notizia nella Gazzetta Ufficiale, Concorsi ed esami.

ALTRI CONCORSI E COME RESTARE AGGIORNATI

Continuate a seguirci e, per conoscere gli altri concorsi pubblici attivi in Italia per laureati, visitate la nostra pagina. Vi invitiamo inoltre a iscrivervi alla newsletter gratuita così da restare sempre aggiornati e al canale Telegram per ricevere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti