Assunzioni Pubblico impiego: concorso per Giovani

dipartimento funzione pubblica

In arrivo nuove assunzioni nel Pubblico impiego per i giovani.

Entro i prossimi 4 anni potrebbe essere bandito un maxi concorso per la copertura di migliaia di posti di lavoro nella Pubblica Amministrazione.

Il Governo, infatti, sta valutando la possibilità di adottare questa soluzione per sostituire ben 500mila dipendenti pubblici che andranno in pensione nel prossimo quadriennio. Si tratta di una opportunità anche per favorire il ricambio generazionale nella PA, pertanto l’idea è quella di puntare sull’occupazione giovanile.

Ecco cosa sapere sulle assunzioni in arrivo e sul nuovo concorso Pubblica Amministrazione.

PUBBLICO IMPIEGO CONCORSO PER ASSUMERE GIOVANI

La notizia è stata riportata da diversi organi di informazione, attraverso recenti articoli relativi al progetto del nuovo concorso Pubblico impiego al vaglio del Governo. Entro qualche anno potrebbe essere avviata, infatti, una maxi campagna di recruiting per numerose assunzioni di dipendenti pubblici. Questi ultimi potranno lavorare nella Pubblica Amministrazione e permetteranno di sopperire alle migliaia di uscite di personale previste per i prossimi 4 anni, a causa dei pensionamenti.

E’ quanto emerge da quanto dichiarato dal sottosegretario al Ministero della Semplificazione e Pubblica amministrazione, Angelo Rughetti, in occasione di un intervento nel corso della Festa dell’Unità a Roma. Sembra che saranno ben 500mila i lavoratori della PA che lasceranno il posto di lavoro in 4 anni perchè pensionati. Per questo si sta pensando di anticipare queste uscite pubblicando un nuovo bando per assumere personale, e di utilizzare questa occasione per far entrare i giovani nel Pubblico impiego.

IL PROGRAMMA ASSUNZIONALE

Per sostituire i dipendenti che andranno in pensione entro il 2020 occorrerà analizzare il fabbisogno di personale delle amministrazioni, per individuare quali sono i profili professionali che dovranno essere assunti. L’operazione non sarà semplice, considerando che il numero dei pensionandi ammonta a mezzo milione, a fronte di circa 3,3 milioni di dipendenti pubblici in totale, ma consentirà di programmare con precisione le risorse da assumere e la spesa da sostenere.

Tenendo conto che l’età media dei lavoratori attualmente impiegati nella PA è di 50 anni, entro il 2020 gli over 60 costituiranno circa 1/3 del personale. Il concorso PA permetterebbe, dunque, anche un ricambio generazionale, dando spazio ai giovani e permettendo alle amministrazioni di inserire nuove leve. A renderlo possibile sarà il Decreto Legislativo del Ministro Marianna Madia, recante modifiche e integrazioni al Testo Unico del Pubblico impiego, che eliminerà il criterio del turnover, introducendo quello della sostenibilità finanziaria per le assunzioni, dunque privilegiando le entrate di personale rispetto al ricambio tra entrate e uscite.

Il nuovo piano di reclutamento segue quello annunciato lo scorso giugno, in seguito alla pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 aprile 2017, che autorizza ben 2mila assunzioni nella Pubblica Amministrazione. Queste ultime, che serviranno a coprire posti di lavoro nella Presidenza del Consiglio dei Ministri e presso vari Ministeri e altre amministrazioni, saranno effettuate mediante scorrimento di graduatorie già esistenti, procedure di mobilità e anche nuovi concorsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
18 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti
Rosi

Negli Enti Locali sono state fatte assunzioni fantasma, gente inserita con contratti a scadenza che di fatto non sono mai scaduti e in un modo o in un altro sono entrati in ruolo, senza concorso!! Alla faccia di chi non aveva la tessera del partito in tasca!!!

sTEFANO BAGNAROL

Queste dichiarazioni dovrebbero essere stampate a caratteri cubitali e pubblicate su tutte le prime pagine dei giornali cosi come sui TG nazionali, invece si continua a parlare di altro, si getta fumo negli occhi opinionando di tutto e non di cio che sta accadendo ogni giorno nel campo del lavoro. Intere categorie di persone rimangono ogni giorno tagliate fuori dal mondo del lavoro nel silenzio piu’ assoluto. Mostruoso, vergognoso !!

Giovanna

Ho letto un pochino di commenti e condivido tutto ciò che scrivete. Questo è un paese che da oltre cinquant’anni è andato avanti attraverso parentopoli, i concorsi, i corsi e posti di lavoro andavano ai figli di…, nipoti, cugini, nuore, mariti e mogli di… Quindi non mi meraviglio se molti di noi si trovano a cinquant’anni senza far niente. Con la seconda e terza repubblica estirpata, per modo di dire, parentopoli, con Berlusconi si vendeva e privatizzava tutto e, con promesse fittizie del milione di posti di lavoro, certo concretamente persi dopo la caduta del Biscione, lui il nostro presidente… Leggi il resto »

Cristina
Reply to  Giovanna

Sono d’accordo su tutto ciò che ha esposto con molta chiarezza e che corrisponde purtroppo all’amata verità.

Benedetto Schiera
Reply to  Giovanna

Commento meraviglioso e soprattutto ha fatto chiarezza sulla situazione del nostro paese

Vincenzo
Reply to  Giovanna

Hai detto bene; ITALIANI BAMBOCCIONI IO COMPRESO, è solo colpa nostra che abbiamo permesso il saccheggio dell’Italia e mi rendo conto che il pensiero medio dell’italiano non è cambiato: menefreghista individualista. Questo cocktail rende questo paese senza carattere e identità, pensate la Francia che lotta per l’aumento di 0,10 la Germania il popolo si dimezza lo stipendio per diminuire il debito pubblico. L’Italia!!!

Monica

Corruzione, inefficienza e degrado ambientale: sistema italiano. Assumono le nuove generazioni per plasmarli al sistema attuale che non avrà una pietra di paragone. Così è facile continuare impunemente su questa via. Noi cinquantenni dobbiamo sparire abbiamo ancora ricordi e memoria storica di battaglie sindacali, di scioperi per diritti …scomparso oggi tutto scomparso.

gian gian
Reply to  Monica

spariscono anche i 30enni non i 50enni che comunque una possibilità in più rispetto alla nostra generazione l hanno avuta.
la fascia dai 30 ai 40 anni è completamente fuori dal mondo del lavoro per noi nn c è futuro. soprattutto se si tratta di donne in età da maternità

Anna
Reply to  gian gian

Verissimo, dai 30-35 in su non esiste futuro

Francesca Donato
Reply to  gian gian

Amara verità! ..Purtroppo

Benedetto Schiera
Reply to  Monica

Ho perso un sacco di soldi per fare tutti gli scioperi ma purtroppo non e’ cambiato nulla perche’ i sindacalisti non fanno gli interessi dei lavoratori. Sono solo delle pedine manovratoe dai partiti politici

Cinzia

Questa gente è convinta ancora che il problema della disoccupazione riguarda solo i giovani. Peccato che in realtà ci siano moltissiimi nelle mie condizioni: alla soglia dei 50 anni, con alle spalle anni di lavoro nel settore privato e di un elevato livello di professionalità mi ritrovo disoccupata e con un vuoto economico di cinque anni di stipendio mai percepito compreso un TFR che mai vedrò. Però per quelli (anzi quelle!) come me non c’è spazio nel mondo del lavoro! Anni a farsi il mazzo anche 10/12 ore al giorno (obbligatorie ndr) con l’obbligo di lavorare fino a 70 (eh… Leggi il resto »

Sonia
Reply to  Cinzia

Ti capisco benissimo e certe volte anch’io ho avuto la stessa idea ;che ci sto a fare al mondo?
Io dopo anni e vari corsi di formazione sono riuscita a trovare un posto ,a tempo determinato anno per anno in una cooperativa ,ma ho un peoblema fisico ……e di sicuro a fine conteatto ciao ..ciao non mi rinnovano.
Mio marito non lavora ,purtroppo è cinquantenne .
Ti capisco ..oh se ti capisco e ti sono vicina ,pee quanto può valere….

Miky
Reply to  Sonia

Che tristezza ….ma è proprio così

Vincenzo

Speriamo bene, ho 30 anni e sto in mobilità con moglie disoccupata,abbiamo casa ma senza un lavoro entro brevi tempi dovremmo vendere casa e andarcene ma spero che come ho lavorato nei miei 14 sempre,finisca presto questo periodo nero mi accontenterei di qualsiasi cosa

fusini Donatella
Reply to  Vincenzo

Io ho 53 anni e ho lavorato a tempo determinato per tanti anni nei traghetti, poi ho dovuto lasciare per la malattia di mio padre, e nn mi hanno più richiamata, e nn trovando più lavoro, ero disperata, pur di nn restare disoccupata, ho cominciato a lavorare come badante, ho svolto il corso Osa, e poi Oss per lavorare nelle case di cura, residenze assistite, ospedali. Adesso il lavoro nn mi manca, la sola vista del sangue mi faceva impressione, nn ero la persona ideale per questo lavoro, ma il desiderio di lavorare e di essere utile mi ha spinto… Leggi il resto »

Salvatore

Finalmente danno la possibilità ai giovani di lavorare mandano la gente giustamente in pensione

Cinzia
Reply to  Salvatore

Credi che invecchiando migliori?
Ho impiegato anni a trovare il primo lavoro ed ora a quasi 50 anni sono senza lavoro, con un mutuo ed un figlio adolescente nonostante mi sia fatta un mazzo da paura!
Pensione? MA DOVE??? MA SE LA SOGLIA è DI 70 ANNI!
Nei prossimi 20 anni??? La fame??
Poi ci si sorprende che uno si dia fuoco!