Come diventare Attore in Italia per cinema, teatro, tv

videoclip, film, regia

Come diventare attore e fare una carriera nel mondo dello spettacolo e della recitazione?

In questa guida ti spieghiamo come si diventa attore di cinema, teatro e televisione.

Ti diamo, inoltre, informazioni utili sul percorso di formazione da seguire per intraprendere il mestiere di attore e sui possibili sbocchi nel mondo del lavoro

LA PROFESSIONE DELL’ATTORE

Cosa deve saper fare un attore? L’attore è un professionista che interpreta un ruolo o una parte in uno spettacolo cinematografico, teatrale, radiofonico, televisivo con l’obiettivo di catturare l’attenzione degli spettatori e trasmettere idee, emozioni, sentimenti. Per fare ciò, utilizza la voce e i movimenti del corpo e li mette al servizio del personaggio che rappresenta. 

Quello dell’attore è sicuramente una professione stimolante, densa di fascino, ma diventare attore non è facile. Quali requisiti servono per fare l’attore? Per svolgere questo mestiere e affermarsi nel settore non basta possedere il naturale talento, che è comunque indispensabile e costituisce una buona base di partenza. Occorrono, infatti, determinazione e passione per l’arte, energico studio e solida preparazione culturale, per affrontare i ruoli e i problemi a esso connessi. E’ indispensabile anche una preparazione tecnico – fisica (agilità, corretta dizione, uso della voce, abilità mimica, improvvisazione). A queste caratteristiche si aggiungono poi la capacità di adattamento, sia fisico che psicologico, lo spirito di collaborazione e la capacità a lavorare in team. 

FORMAZIONE: LE SCUOLE DI RECITAZIONE

Il percorso di formazione per diventare attore professionista è estremamente vario. In generale, è preferibile frequentare una buona scuola di recitazione per imparare le tecniche del mestiere e approfondire lo studio della storia del cinema, del teatro, della drammaturgia, delle lingue straniere. In Italia esistono diversi centri di formazione dove sono attivi corsi di recitazione, danza e canto per attori. 

Ecco quali sono gli istituti più famosi:

  • Scuola Nazionale di Cinema – Centro Sperimentale Cinematografia (Roma);
  • Accademia Internazionale di Teatro (Roma);
  • Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico (Roma);
  • Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi (Milano);
  • Scuola di Teatro Luca Ronconi (Milano);
  • Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova (Genova).

L’accesso a tali scuole e accademie richiede agli aspiranti allievi il possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado e può prevedere il superamento di un esame di ammissione. Ricordiamo che l’Accademia Internazionale di Teatro di Roma, l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico e la Scuola di Teatro Paolo Grassi sono gli unici istituti a rilasciare – al termine dei percorsi di formazione di durata triennale – la laurea di primo livello in Recitazione (classe di laurea DADPL 02) equipollente alla laurea in discipline delle arti e dello spettacolo.

Naturalmente esistono anche altre scuole per diventare attore in Italia, quello che vi consigliamo è di documentarvi sull’offerta didattica proposta per scegliere e frequentare il corso di recitazione, di dizione e uso della voce, di teatro che più soddisfa le vostre esigenze. A seconda delle vostre preferenze, potete scegliere di seguire un corso per diventare attore di prosa, attore televisivo, attore cinematografico, attore caratterista, attore comico, attore drammatico. Fattori utili che potete tenere in considerazione nella scelta sono, ad esempio, la qualità del corpo docente, la storia e la reputazione della scuola. E, ancora, l’opinione degli ex allievi relativamente alla validità del corso, i laboratori, i seminari e gli stage offerti.

E’ possibile infine valutare l’opportunità di frequentare scuole estere per diventare attore in America o in altri paesi del mondo. In questo caso è indispensabile avere un’ottima conoscenza della lingua inglese o, in generale, della lingua parlata nel paese di destinazione.

In ogni caso non si può pensare di diventare attore senza scuola, senza una buona formazione di base. Anche se si possiede un talento innato per la recitazione ci sono delle conoscenze tecniche che si possono apprendere solo attraverso un buon percorso formativo.

COSA FARE DOPO LA SCUOLA? COME TROVARE LAVORO?

Terminata la scuola, l’aspirante attore deve preparare un book fotografico da allegare al curriculum vitae per proporsi alle agenzie di spettacolo che si occupano della promozione di attori e attrici di cinema, teatro, televisione e pubblicità. Fare l’attore, lo ricordiamo, non è semplice in quanto richiede una lunga gavetta. Per raggiungere il primo ingaggio, tanto desiderato, e ottenere i primi ruoli occorrerà partecipare a numerosi casting e provini che – a prescindere dall’esito finale – rappresentano, soprattutto all’inizio della carriera, una buona occasione per farsi conoscere da un regista, da un casting director e dai colleghi.

Oltre a rivolgersi direttamente alle agenzie, alle compagnie teatrali o cinematografiche è utile fare ricerche online per trovare offerte di lavoro per attori e attrici. Si può iniziare accettando piccole parti in cortometraggi o in produzioni video realizzate da compagnie minori. E’ importante costruire un buon cv, per questo bisogna realizzare diverse esperienze di lavoro che possano far crescere professionalmente e rappresentare un buon biglietto da visita per future candidature in ruoli più rilevanti.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI E CONTRATTO DI LAVORO

L’attore può lavorare come libero professionista, collaboratore a progetto o dipendente a tempo determinato sui set cinematografici interni ed esterni, sui set di fiction e serie televisive, sui palcoscenici dei teatri oppure nelle scuole di recitazione come insegnante. La professione richiede la disponibilità al lavoro in orari non convenzionali, durante i giorni festivi e nei fine settimana. Porta inoltre a spostarsi spesso e a vivere lunghi periodi lontano da casa come quando si partecipa a una tournée teatrale o o si girano le riprese di un film.

STIPENDIO DEGLI ATTORI

Quanto guadagna un attore? A inizio carriera lo stipendio non è alto, per cui molto spesso al lavoro dell’attore si affianca un secondo lavoro. In generale, è possibile affermare che la retribuzione dell’attore varia a seconda del tipo di produzione per cui si viene ingaggiati e dall’esperienza / notorietà dell’artista. A titolo di esempio, se si recita in cortometraggi il compenso è generalmente contenuto (500 Euro, 1000 Euro fino a 5Mila Euro circa) e varia in funzione del ruolo e del tipo di produzione. La partecipazione a film italiani o serie televisive italiane può generale retribuzioni molto più elevate (diverse migliaia di Euro) ma anche l’impegno richiesto è più lungo. Chi riesce a diventare un attore famoso ovviamente può ottenere retribuzioni molto elevate. Attori di fama internazionale come Julia Roberts, Leonardo DiCaprio, Tom Hanks, Daniel Craig, Jim Carrey hanno guadagnato cifre che arrivano sui 15 / 20 milioni di dollari a film. Per iniziare non bisogna però pensare a come diventare attore a Hollywood e ottenere compensi milionari ma è necessario fare un passo per volta. Ci sono attori italiani (attori di film, fiction, serie televisive) che ricevono un’ottimo stipendio di decine di migliaia di Euro.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments