Comune di Milano: concorso per 14 istruttori direttivi amministrativi

milano

Il Comune di Milano, in Lombardia, ha bandito un concorso per istruttori direttivi dei servizi amministrativi.

Si prevede la copertura di 14 posti di lavoro mediante contratto a tempo indeterminato – categoria D – posizione economica 1. Il titolo di studio necessario per partecipare alla selezione è la laurea.

Le candidature andranno trasmesse entro il 18 novembre 2022. Vediamo insieme le informazioni utili sulla selezione pubblica, i requisiti richiesti, come presentare la domanda di ammissione e il bando da scaricare.

REQUISITI DI AMMISSIONE

Per accedere al concorso per istruttori direttivi dei servizi amministrativi al Comune di Milano è necessario possedere i requisiti di ammissione di seguito presentati:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato appartenente all’Unione Europea o di Paesi Terzi, secondo i contenuti dell’art. 38 del D.Lgs. 165/2001;
  • età non inferiore agli anni 18 e non superiore al limite ordinamentale di età per la permanenza in servizio che è, attualmente, di 65 anni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • assenza di condanne penali, passate in giudicato, per i reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o licenziati dal Comune di Milano, salvo il caso in cui il licenziamento sia intervenuto a seguito di procedura di collocamento in disponibilità o di mobilità collettiva, secondo la normativa vigente;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento oppure non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale;
  • non avere limitazioni fisiche allo svolgimento delle attività e delle mansioni previste dal ruolo;
  • per i candidati di sesso maschile: regolare posizione nei riguardi degli obblighi militari di leva o non essere tenuti all’assolvimento di tale obbligo a seguito dell’entrata in vigore della Legge di sospensione del servizio militare obbligatorio; i cittadini non italiani devono avere una posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva previsto dagli ordinamenti del Paese di appartenenza.

TITOLO DI STUDIO

Ai candidati è inoltre richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

  • laurea triennale di primo livello (L) conseguita con il nuovo ordinamento universitario;
  • laurea specialistica/magistrale (LS / LM) conseguita con il nuovo ordinamento universitario;
  • diploma di laurea (DL) conseguito con il vecchio ordinamento universitario.

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE

Di seguito i requisiti per partecipare alla selezione:

  • possesso di credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale);
  • possesso di indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale. Coloro che ne fossero sprovvisti possono attivarne uno in soli 30 minuti, le informazioni in questo articolo;
  • possesso e/o avere disponibilità della strumentazione prevista per la partecipazione al concorso digitale da remoto;
  • possesso di un indirizzo di posta elettronica ordinaria per il collegamento digitale alle prove.

Infine, nel bando si precisa che il numero dei posti messi a selezione è subordinato all’esito negativo delle procedure di cui agli artt. 34 e 34 bis del D.Lgs. n. 165/2001 in corso di svolgimento.

SELEZIONE

A seconda del numero dei partecipanti, l’Amministrazione si riserva la facoltà di espletare una preselezione che verterà sull’analisi e sulla verifica delle abilità logico matematiche, numeriche e di ragionamento e/o sulle materie previste dal bando, attraverso la somministrazione di una serie di quesiti a risposta chiusa su scelta multipla.

La selezione sarà articolata in due prove d’esame: una scritta e una orale, per i cui dettagli si rimanda alla lettura del bando, dove è riportato anche il diario delle prove.

L’eventuale prova preselettiva e la prova scritta si svolgeranno in forma digitale da remoto. La prova orale potrà essere svolta, su indicazione della Commissione, in forma digitale da remoto o in presenza.

STIPENDIO E TRATTAMENTO ECONOMICO

I neoassunti riceveranno:

  • stipendio iniziale previsto per la Categoria D – posizione economica 1 dal Contratto Collettivo Nazionale di lavoro per il personale del Comparto Funzioni Locali – pari a Euro 22.135,47 annui lordi;
  • indennità di comparto;
  • tredicesima mensilità;
  • ogni altro emolumento accessorio previsto dal contratto di lavoro, nonché, se dovuto, l’assegno per il nucleo familiare.

DOMANDA DI AMMISSIONE

Per partecipare alla procedura concorsuale i concorrenti devono presentare la domanda di ammissione entro le ore 12.00 del 18 novembre 2022 unicamente per via telematica, compilando l’apposito modulo elettronico sulla piattaforma digitale accessibile cliccando, in questa pagina, sulla selezione in oggetto e poi sul link “Iscriviti alla selezione”.

Ogni altro dettaglio può essere consultato nel bando di seguito scaricabile.

BANDO

Gli interessati al concorso del Comune di Milano per istruttori direttivi dei servizi amministrativi sono invitati a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 324 KB). Per completezza informativa, segnaliamo che quest’ultimo è stato pubblicato sul sito internet dell’Ente, in questa pagina. Cliccando sulla selezione pubblica in oggetto sarà possibile leggere anche le FAQ.

ULTERIORI INFORMAZIONI

La graduatoria finale di merito sarà pubblicata all’Albo Pretorio On-Line del Comune di Milano, a questa pagina.

ALTRI CONCORSI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere gli altri concorsi pubblici attivi in Italia per laureati, visitate la nostra sezione dedicata, mentre vi invitiamo a iscrivervi alla newsletter gratuita e anche al nostro canale Telegram per restare sempre aggiornati sulle ultime novità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti