Concorsi Regione Lazio 2022 per 544 posti nei Centri Impiego

centri per l'impiego, lavoro, GOL

La Regione Lazio ha indetto due concorsi pubblici per diplomati e laureati finalizzati alla copertura di complessivi 544 posti di lavoro per il potenziamento dei Centri per l’impiego e le politiche attive del lavoro.

I vincitori delle selezioni saranno assunti a tempo indeterminato e pieno.

Sarà possibile candidarsi entro il 30 settembre 2022. Di seguito rendiamo disponibili i bandi di concorso da scaricare e diamo tutte le informazioni utili su selezione, requisiti e come presentare la domanda di ammissione.

REGIONE LAZIO CONCORSI 2022 CENTRI IMPIEGO, BANDI

I concorsi della Regione Lazio rivolti a diplomati e laureati prevedono dunque assunzioni a tempo indeterminato e pieno presso i Centri per l’Impiego nei seguenti profili professionali:


  • n. 249 assistenti mercato e servizi per il lavoro – categoria C – posizione economica C1.
    BANDO (Pdf 174 Kb);

  • n. 295 esperti mercato e servizi per il lavoro – categoria D – posizione economica D1.
    BANDO (Pdf 182 Kb).

Gli interessati alle procedure concorsuali sono invitati a leggere con attenzione i bandi sopra allegati, pubblicati per estratto sulla Gazzetta Ufficiale serie concorsi ed esami n. 65 del 16-08-2022 e integralmente sul BUR n. 68 del 16-08-2022, oltre che sul sito internet della Regione Lazio a questa pagina.

REQUISITI GENERALI

Possono accedere ai concorsi coloro che possiedono i requisiti generali di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di altre categorie indicate nei bandi;
  • età non inferiore a 18 anni;
  • idoneità fisica;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • posizione regolare nei confronti degli obblighi militari;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarati decaduti da un impiego statale a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso è stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
  • assenza di condanne penali o misure di interdizione o altre misure che impediscano la costituzione di rapporti contrattuali con la pubblica amministrazione.

REQUISITI SPECIFICI

In relazione al profilo per il quale concorrono, i candidati devono essere in possesso anche dei seguenti requisiti specifici:


ASSISTENTI MERCATO E SERVIZI PER IL LAVORO

  • diploma di istruzione secondaria di II grado.

ESPERTI MERCATO E SERVIZI PER IL LAVORO

  • laurea magistrale (ordinamento di cui al D.M. 270/2004) o corrispondente laurea specialistica (ordinamento di cui al D.M. 509/99) o diploma di laurea rilasciato secondo il previgente ordinamento universitario ed equiparato alle sottoelencate lauree magistrali:
    – LMG/01 Giurisprudenza;
    – LM-14 Lettere;
    – LM-31 Ingegneria gestionale;
    – LM-38 Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione;
    – LM-51 Psicologia;
    – LM-52 Relazioni internazionali;
    – LM-56 Scienze dell’economia;
    – LM-57 Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua;
    – LM-62 Scienze della politica;
    – LM-63 Scienze delle pubbliche Amministrazioni;
    – LM-77 Scienze economico-aziendali;
    – LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo;
    – LM-85 Scienze pedagogiche;
    – LM-87 Servizio sociale e politiche sociali;
    – LM-88 Sociologia e ricerca sociale;
    – LM-90 Studi europei;
  • oppure una delle seguenti lauree triennali (ordinamento di cui al D.M. 270/2004) o equiparate:
    – L-12 Mediazione linguistica;
    – L-14 Scienze dei servizi giuridici;
    – L-16 Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione;
    – L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale;
    – L-19 Scienze dell’educazione e della formazione;
    – L-24 Scienze e tecniche psicologiche;
    – L-33 Scienze economiche;
    – L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali;
    – L-37 Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace;
    – L-39 Servizio sociale;
    – L-40 Sociologia.

Si segnala che su entrambi i concorsi si applica la riserva del 30% dei posti a favore dei volontari delle Forze Armate.

SEDI DI LAVORO E ASSUNZIONE

La sede di servizio è nell’ambito del territorio della Regione Lazio. L’assegnazione dei vincitori presso le sedi dislocate sul territorio regionale avverrà sulla base dei fabbisogni espressi dall’amministrazione regionale, secondo l’ordine di graduatoria, tenendo conto delle preferenze relative all’ambito provinciale della sede di servizio espresse dai candidati in sede di domanda e del possesso dei requisiti previsti dalla legge 5 febbraio 1992, n. 104 con particolare riferimento agli artt. 21, comma 1, e 33, comma 6 al solo fine di beneficiare della scelta prioritaria della sede di lavoro.

Il dipendente assunto è soggetto al superamento del periodo di prova di 6 mesi. Decorso il periodo di prova senza che il rapporto sia stato risolto, il dipendente si intende confermato in servizio con il riconoscimento dell’anzianità dal giorno dell’assunzione a tutti gli effetti.

PROCEDURE SELETTIVE

I concorsi Regione Lazio per i Centri per l’Impiego saranno espletati attraverso le seguenti fasi:

  • una prova selettiva scritta, che si svolgerà esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali;
  • una prova orale che potrà essere svolta anche in videoconferenza attraverso l’utilizzo di strumenti informatici e digitali;
  • valutazione dei titoli: effettuata anche mediante il ricorso a piattaforme digitali, previa individuazione dei criteri, dopo la prova scritta e prima della sua correzione. I titoli devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per l’inoltro delle domande di partecipazione. Il risultato della valutazione dei titoli sarà reso noto ai candidati prima dello svolgimento delle prove orali.

ASSISTENTI MERCATO E SERVIZI PER IL LAVORO

PROVA SCRITTA

Consisterà in un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, articolato come segue:

  • n. 25 quesiti volti a verificare le conoscenze rilevanti afferenti alle seguenti materie:
    – elementi di diritto amministrativo, in particolare la disciplina del pubblico impiego e il C.C.N.L. Funzioni Locali;
    – elementi di diritto del lavoro e della legislazione sociale;
    – elementi di normativa nazionale e regionale in materia di lavoro e di politiche a sostegno dell’occupazione, con particolare riferimento al D.lgs. n. 150/2015 “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell’articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n. 183” e al D.L. n. 4/2019, convertito in Legge n. 26 del 30 marzo 2019 “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”, anche con riferimento alla normativa nazionale e regionale relativa all’inserimento lavorativo delle persone con disabilità e dei soggetti svantaggiati;
    – gestione dei servizi per l’impiego, con particolare riferimento ai servizi ai cittadini e alle imprese, compreso il collocamento mirato forniti dai centri per l’impiego, come individuati dal decreto dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 4 dell’11.01.2018;
    – elementi di economia e politica del lavoro;
    – elementi di programmazione regionale in materia di servizi al lavoro e politiche attive a valere sul FSE;
    – elementi di contabilità pubblica, con particolare riferimento all’ordinamento finanziario e contabile delle Regioni;
    – elementi in materia di contratti pubblici;
  • n. 8 quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale;
  • n. 7 quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo. I quesiti descriveranno situazioni concrete di lavoro, rispetto alle quali si intende valutare la capacità di giudizio dei candidati, chiedendo loro di decidere, tra alternative predefinite di possibili corsi d’azione, quale ritengano più adeguata.

La prova si intende superata se è raggiunto il punteggio minimo di 21/30.

PROVA ORALE

La prova orale verterà, oltre che sugli argomenti previsti per le prove scritte, anche sui seguenti argomenti:

  • delitti contro la pubblica amministrazione;
  • normativa in materia di trattamento e protezione dei dati personali;
  • normativa in materia di prevenzione della corruzione e di trasparenza;
  • conoscenza della lingua inglese;
  • conoscenza della lingua italiana per i candidati non italiani;
  • accertamento delle conoscenze informatiche.

La prova orale si intende superata con una votazione di almeno 21/30.


ESPERTI MERCATO E SERVIZI PER IL LAVORO

PROVA SCRITTA

La prova consisterà in un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti e sarà strutturata come di seguito specificato:

  • n. 25 quesiti diretti ad accertare le conoscenze rilevanti afferenti alle seguenti materie:
    – diritto amministrativo, in particolare la disciplina del pubblico impiego e il C.C.N.L. Funzioni Locali;
    – diritto del lavoro e della legislazione sociale;
    – normativa nazionale e regionale in materia di lavoro e di politiche a sostegno dell’occupazione, con particolare riferimento al D.lgs. n. 150/2015 “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell’articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n. 183” e al D.L. n. 4/2019, convertito dalla Legge n. 26 del 30 marzo 2019 “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”, anche con riferimento alla normativa nazionale e regionale relativa all’inserimento lavorativo delle persone con disabilità e dei soggetti svantaggiati;
    – gestione dei servizi per l’impiego, con particolare riferimento ai servizi ai cittadini ed alle imprese, compreso il collocamento mirato, forniti dai centri per l’impiego, come individuati dal decreto dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 4 dell’11.01.2018;
    – economia e politica del lavoro;
    – programmazione regionale in materia di servizi al lavoro e politiche attive a valere sul FSE;
    – contabilità pubblica, con particolare riferimento all’ordinamento finanziario e contabile delle Regioni;
    – contratti pubblici;
  • n. 8 quesiti tesi a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale;
  • n. 7 quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo. I quesiti descriveranno situazioni concrete di lavoro, rispetto alle quali si intende valutare la capacità di giudizio dei candidati, chiedendo loro di decidere, tra alternative predefinite di possibili corsi d’azione, quale ritengano più adeguata.

La prova si intende superata al raggiungimento del punteggio minimo di 21/30.

PROVA ORALE

Verterà, oltre che sulle materie previste per la prova scritta, anche sui seguenti argomenti:

  • delitti contro la pubblica amministrazione;
  • normativa in materia di trattamento e protezione dei dati personali;
  • normativa in materia di prevenzione della corruzione e di trasparenza;
  • conoscenza della lingua inglese;
  • conoscenza della lingua italiana per i candidati non italiani;
  • accertamento delle conoscenze informatiche.

La prova orale si intende superata con una votazione di almeno 21/30.


COME PREPARARSI E COSA STUDIARE

Case editrici specializzate hanno predisposto manuali creati appositamente per la preparazione ai concorsi della Regione Lazio nei Centri per l’Impiego 2022. I manuali comprendono sia la parte teorica di preparazione su tutte le materie d’esame sia la parte con questionari e quiz per esercitarsi. Inoltre acquistando il libro si ottiene l’accesso al simulatore online per esercitarsi. Ecco i manuali già disponibili in pre vendita:

Il testo Maggioli comprende anche l’accesso a videolezioni di logica. Vi aggiorneremo sull’uscita di altri manuali.

DOMANDE DI AMMISSIONE

Le domande di ammissione ai concorsi 2022 Centri Impiego Regione Lazio devono essere presentate entro il 30 settembre 2022 esclusivamente per via telematica, attraverso la “Piattaforma unica di reclutamento”.

I candidati, previa autenticazione a questa pagina attraverso i sistemi SPID, CIE, CNS e/o eIDAS, dovranno compilare un modulo elettronico sul sistema “inPA”, dopo essersi registrati sullo stesso sistema.

Per la partecipazione ai concorsi, i concorrenti devono inoltre pagare un contributo pari ad Euro 10,33 e possedere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale. Nel caso in cui non lo avessero, sono invitati a leggere in questo articolo come attivarne uno in soli 30 minuti.

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI

Il diario della prova scritta sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio e sul sito internet della Regione Lazio, nella sezione “Bandi di Concorso”, e sul Portale “inPA”, almeno 15 giorni prima dell’inizio della prova medesima. Sugli stessi luoghi saranno resi noti anche l’elenco dei candidati ammessi alla prova orale e le graduatorie finali con l’elenco dei vincitori.

ALTRI CONCORSI E COME RESTARE AGGIORNATI

Per conoscere gli altri concorsi pubblici attivi nel Lazio potete visitare la nostra pagina, mentre per non perdere le ultime novità ed essere sempre aggiornati vi invitiamo a iscrivervi gratuitamente alla nostra newsletter e anche al canale Telegram.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti