Fondazione Scuola beni e attività culturali: lavoro per esperti e Learning Manager, Avvisi di selezione

ricerca, cultura, biblioteca

La Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali di Roma (Lazio) ha pubblicato due avvisi di selezione per il conferimento di incarichi di lavoro.

In particolare, un avviso è finalizzato a costituire una long list di esperti a supporto delle attività di studio e ricerca, mentre l’altro è per un Learning Manager – Area Digital Education and Training.

Le manifestazioni di interesse dovranno essere inviate entro il 16 gennaio 2023 ed entro il 20 gennaio 2023, a seconda del profilo di proprio interesse. Vediamo i requisiti richiesti, gli avvisi di selezione da scaricare e altre informazioni utili.

LAVORO FONDAZIONE SCUOLA DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI

La Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali ha dunque pubblicato due avvisi di selezione tramite manifestazione di interesse volti, rispettivamente:

  • alla costituzione di una long list di esperti della validità di 24 mesi a supporto delle attività di studio e ricerca.
    Di seguito i 5 macro – settori in cui è articolata la long list:
    – analisi e valutazione delle politiche pubbliche in ambito culturale a livello nazionale e internazionale;
    – economia, ricerca sociale e statistica per la cultura;
    – management e innovazione digitale;
    – metodologie didattiche, dell’apprendimento e della comunicazione applicata all’ambito culturale;
    – diritto dei beni e delle attività culturali.

  • al conferimento di un incarico di Learning Manager – Area Digital Education and Training.

Il luogo di svolgimento delle attività lavorative è Roma.

REQUISITI

In base alla selezione di proprio interesse, i candidati devono possedere i requisiti che di seguito presentiamo:


ESPERTI A SUPPORTO DELLE ATTIVITÀ DI STUDIO E RICERCA

  • cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione Europea;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non avere subito condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti che abbiano comportato o che comportino, quale sanzione accessoria, l’incapacità di contrarre con la pubblica amministrazione;
  • per i cittadini stranieri: ottima padronanza della lingua italiana nella comunicazione scritta e orale, al livello C2 del QCER;
  • padronanza della lingua inglese nella comunicazione scritta e orale, al livello minimo B2 del QCER;
  • documentata esperienza professionale e di ricerca non inferiore a 10 anni in almeno uno dei macro – settori elencati a inizio articolo.

LEARNING MANAGER

  • cittadinanza italiana o altra cittadinanza con conoscenza della lingua italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati interdetti da pubblici uffici con sentenza passata in giudicato;
  • non avere riportato una sentenza di condanna, con sentenza passata in giudicato o con sentenza di applicazione della pena su richiesta formulata ai sensi dell’art. 444 del codice di procedura penale per qualsiasi reato che incida sulla moralità professionale o per delitti finanziari ovvero per partecipazione ad un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio di proventi da attività illecita, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile per reati gravi in danno dello Stato o della comunità che incidano sulla moralità professionale o nei cui confronti sia stata applicata sanzione interdittiva che comporti il divieto di contrattare con la Pubblica Amministrazione;
  • idoneità psico – fisica a ricoprire la posizione lavorativa;
  • diploma di laurea magistrale o laurea magistrale a ciclo unico o laurea di vecchio ordinamento in Scienze Economiche, Scienze Politiche o Ingegneria economico – gestionale oppure titoli equivalenti / equipollenti anche conseguiti all’estero;
  • per i cittadini di altro Stato UE: perfetta padronanza della lingua italiana (livello C2 del QCER – quadro europeo comune di riferimento per le lingue);
  • non incorrere in alcun caso di incompatibilità, anche a carattere successivo (cd. pantouflage), conflitto di interesse o divieto di cumulo di impieghi;
  • non trovarsi in alcuna delle cause di incompatibilità o conflitto di interesse con la Fondazione, e non avere relazioni di parentela o interesse o affinità con gli Organi, i dirigenti e dipendenti della Fondazione;
  • non trovarsi in alcuna delle cause di incompatibilità o conflitto di interesse con il Ministero della Cultura e non avere relazioni di parentela, interesse o affinità con le figure apicali dell’Istituto centrale per la digitalizzazione del patrimonio culturale – Digital Library del Ministero della Cultura;
  • conoscenza nella comunicazione scritta e orale della lingua inglese;
  • documentata esperienza lavorativa, almeno quinquennale, maturata nel coordinamento di team di lavoro per l’attuazione di progetti di organizzazione e ingegnerizzazione dei processi in ambito pubblico.

PROCEDURE SELETTIVE

Un avviso di selezione è dunque finalizzato alla valutazione di idoneità per l’inserimento nella Long list Esperti. La valutazione di idoneità non comporta l’automatica costituzione di un rapporto di lavoro, ma ne è il presupposto. Ai fini dell’iscrizione nella lista, la valutazione dei titoli professionali sarà effettuata sulla base dei criteri riportati nell’avviso scaricabile a fine articolo.

La selezione per un Learning Manager avverrà sulla base della valutazione del curriculum vitae e dei titoli posseduti dai candidati e di un colloquio. Dopo la valutazione del curriculum, infatti, la Commissione individuerà una lista di non più di 10 concorrenti da convocare, appunto, per il colloquio. All’esito dei lavori la Commissione stilerà un elenco in ordine alfabetico dei candidati ritenuti idonei, corredato da una sintetica descrizione delle principali caratteristiche e attitudini, e lo sottoporrà al Direttore della Fondazione. Questi avrà la facoltà di svolgere colloqui con i candidati e procederà, in caso positivo, alla sottoscrizione del contratto di lavoro.

Maggiori dettagli nei singoli avvisi disponibili a fine articolo.

DURATA E STIPENDIO DEGLI INCARICHI DI LAVORO

Gli incarichi per esperti saranno conferiti in regime di lavoro autonomo e la loro durata sarà commisurata a quella dei progetti di studio e ricerca programmati. Il corrispettivo verrà rapportato alla durata dell’incarico e alle attività previste in relazione alle specifiche dei singoli Programmi o Progetti, nel rispetto delle risorse economiche del Budget annuale approvato dagli Organi della Fondazione. Ulteriori dettagli saranno definiti nel contratto che regola il rapporto.

L’incarico di Learning Manager sarà in regime di rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato e durerà 4 anni. L’inquadramento contrattuale previsto è quello di Quadro – CCNL “Commercio e Terziario sottoscritto dalla CONFCOMMERCIO- FISASCAT-CISL-FILCAMS-CGIL- UILTUCS-UIL”. La retribuzione annua lorda è di € 60.000.

FONDAZIONE SCUOLA DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI

La Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali è un istituto internazionale senza scopo di lucro e finalizzato alla formazione, ricerca e studi avanzati nell’ambito delle competenze del Ministero della cultura, socio fondatore. Ha sede legale a Roma, in via del Collegio Romano, 27 e sede operativa presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, in viale Castro Pretorio, 105.

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

La manifestazione di interesse alle selezioni, redatta secondo i rispettivi modelli allegati di seguito, dovrà essere trasmessa esclusivamente a mezzo di PEC intestata a nome del candidato oppure di un suo delegato (in tal caso occorre allegare la delega), all’indirizzo: [email protected]

I termini per l’invio delle manifestazioni sono i seguenti:

  • entro le ore 14.00 del 16 gennaio 2023 per la selezione long list di esperti;
  • entro le ore 14.00 del 20 gennaio 2023 per la selezione di un Learning Manager. Si invita a consultare l’avviso per conoscere i documenti da allegare alla domanda di partecipazione.

I candidati sprovvisti di indirizzo PEC possono leggere in questo articolo come attivarne uno in soli 30 minuti.

AVVISI DI SELEZIONE

Gli interessati alle opportunità di lavoro sono invitati a leggere attentamente gli avvisi di selezione, che rendiamo disponibili di seguito, insieme ai corrispondenti modelli di domanda:

Per completezza, segnaliamo che i documenti sopra allegati sono stati pubblicati sul sito internet della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali in questa pagina.

COME RESTARE AGGIORNATI

Vi invitiamo a iscrivervi alla nostra newsletter gratuita e anche al canale Telegram per non perdere novità e aggiornamenti sulle opportunità di lavoro e formazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti