Musei Emilia Romagna: lavoro per Archivisti, Social media strategist, Restauratori e altre figure

restauratore, restauro, beni culturali
adv

E’ stato indetto un avviso di selezione per i Musei Emilia Romagna per incarichi di lavoro a diverse figure professionali.

Nello specifico, si tratta di 10 incarichi di collaborazione per l’anno 2024 ad Archivisti, Social media strategist, Restauratori e altre figure.

Le domande devono essere presentate entro il 21 maggio 2024.

Di seguito diamo tutte le informazioni utili su profili professionali selezionati, requisiti, selezione, come candidarsi e il bando da scaricare.

INCARICHI DI LAVORO MUSEI EMILIA ROMAGNA

E’ stata dunque indetta una selezione dalla Direzione Regionale Musei Emilia Romagna per incarichi di lavoro rivolti a varie figure professionali. Nello specifico verranno selezionati:

  • n. 2 Archivisti;
  • n. 1 Consulente per la comunicazione ed ufficio stampa;
  • n. 1 Social media strategist e content creator esperto in sponsorizzazioni social;
  • n. 1 Storico dell’arte professionista in mediazione culturale ed educazione al patrimonio;
  • n. 3 Restauratori;
  • n. 2 Archeologi.

AMBITO DI ATTIVITA’

Le figure selezionate attraverso la selezione indetta dell’Ente Musei Emilia Romagna saranno chiamate a svolgere le seguenti attività:

ARCHIVISTA

  • Archivista Archivio corrente: organizzazione dell’archivio corrente e di deposito della Direzione Regionale Musei Emilia-Romagna;
  • Archivista Archivio storico: mappatura e stesura di un indice topografico dell’archivio storico.

CONSULENTE PER LA COMUNICAZIONE ED UFFICIO STAMPA

  • esecuzione di strategie comunicative da applicare alle necessità della Direzione Regionale Musei Emilia-Romagna e dei siti afferenti con specifico riferimento al lavoro di ufficio stampa.

SOCIAL MEDIA STRATEGIST E CONTENT CREATOR ESPERTO IN SPONSORIZZAZIONI SOCIAL

  • social media communication ed esecuzione di strategie comunicative, creazione di contenuti, promozione sui principali social networks e sponsorizzazione via social delle attività museali.

STORICO DELL’ARTE PROFESSIONISTA IN MEDIAZIONE CULTURALE ED EDUCAZIONE AL PATRIMONIO

  • miglioramento dell’accoglienza dei musei per favorire la piacevolezza dell’esperienza e la fidelizzazione del pubblico; sviluppo di proposte di accessibilità e inclusione culturale e sociale per aprire sempre di più i musei a tutti; potenziamento della partecipazione attiva dei pubblici nella vita dei musei.

RESTAURATORE

  • Restauratore Lapideo/Affreschi (settore 1 e 2): redazione di schede conservative di opere di proprietà del Comune di Ferrara. Redazione di schede conservative di beni;
  • Restauratore Ligneo (settore 4 e 3): monitoraggio e redazione schede conservative di arredi;
  • Restauratore (settore 1 – 2 – 3 – 4): verifica dello stato conservativo e dei valori microclimatici di opere, con possibili piccoli interventi manutentivi. Redazione di schede conservative su opere per prestiti, opere per esposizioni, nuove acquisizioni o depositi di opere d’arte antica e contemporanea.

ARCHEOLOGO

  • Archeologo – MANFE: ricognizione dei materiali di competenza della Direzione Regionale Musei Emilia Romagna;
  • Archeologo – MNRa – Russi – Marzabotto: revisione inventariale dei reperti e schedatura beni. Quantificazione e riscontro della collocazione di beni archeologici. Redazione e/o digitalizzazione di schede.

L’attività sarà dunque svolta personalmente dai collaboratori, in modo flessibile e autonomo e senza vincolo di subordinazione.

REQUISITI RICHIESTI

Possono dunque partecipare alla selezione per incarichi di lavori di lavoro indetta dall’Ente Musei Emilia Romagna, le persone in possesso dei requisiti generali di accesso ai concorsi pubblici, ovvero:

  • cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Unione Europea o di altre categorie indicate nel bando;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non aver riportato condanne penali o interdizione o altre misure, che escludano dall’accesso agli impieghi presso Pubbliche Amministrazioni e di non essere sottoposto a procedimenti penali;
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso la Pubblica Amministrazione.

REQUISITI SPECIFICI

Ai candidati sono inoltre richiesti i seguenti requisiti specifici:

ARCHIVISTA

  • Archivista Archivio corrente:
    – Diploma di laurea quadriennale vecchio ordinamento o laurea specialistica o magistrale o equipollente;
    – Diploma rilasciato da una Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica istituita presso un Archivio di Stato o Diploma rilasciato dalla Scuola Vaticana di paleografia, diplomatica e archivistica (corso biennale) o Diploma di specializzazione o Master universitario biennale di secondo livello o Dottorato di ricerca in ambito archivistico;
    – Esperienza professionale di almeno 18 mesi nel campo delle attività di tutela e valorizzazione del patrimonio archivistico, come meglio specificato nel bando.
  • Archivista Archivio storico:
    – Diploma di laurea quadriennale vecchio ordinamento o laurea specialistica o magistrale o equipollente;
    – Diploma rilasciato da una Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica istituita presso un Archivio di Stato o Diploma rilasciato dalla Scuola Vaticana di paleografia, diplomatica e archivistica (corso biennale) o Diploma di specializzazione o Master universitario biennale di secondo livello o Dottorato di ricerca in ambito archivistico;
    – Esperienza professionale di almeno 18 mesi nel campo delle attività di tutela e valorizzazione del patrimonio archivistico, come meglio specificato nel bando.

CONSULENTE PER LA COMUNICAZIONE ED UFFICIO STAMPA

  • Diploma di laurea vecchio ordinamento o laurea triennale o laurea specialistica o magistrale o equipollente.
  • Comprovata esperienza professionale nel settore culturale di cui almeno gli ultimi 5 anni nel campo specifico della comunicazione per l’arte e possesso di altre esperienze e capacità indicate in modo dettagliato nel bando;

SOCIAL MEDIA STRATEGIST E CONTENT CREATOR ESPERTO IN SPONSORIZZAZIONI SOCIAL

  • Diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato da Istituti, a norma dell’ordinamento scolastico dello Stato italiano, che si concluda con il rilascio di un titolo per l’accesso all’Università. Il possesso da parte del candidato di un titolo di studio superiore, che presuppone il conseguimento di quello richiesto dal bando per tale profilo, legittima la partecipazione alla presente procedura;
  • Comprovata esperienza professionale di almeno cinque anni nell’esecuzione di studi e strategie legate alla comunicazione, come meglio specificato nel bando;
  • Attestati di specializzazione nel campo dei social media, conseguiti tramite corsi di Content Strategist, Instagram per i Brands, Advertising per i Social media, Social Media Marketing, Tik Tok e Instagram strategy for business.

STORICO DELL’ARTE PROFESSIONISTA IN MEDIAZIONE CULTURALE ED EDUCAZIONE AL PATRIMONIO

  • Diploma di laurea vecchio ordinamento in Lettere moderne con indirizzo storico-artistico o in beni culturali o in conservazione dei beni culturali con indirizzo storico-artistico o laurea magistrale in discipline storico-artistiche;
  • Diploma di specializzazione e/o Dottorato di ricerca in discipline attinenti alla salvaguardia e alla valorizzazione del patrimonio culturale e/o in discipline storico-artistiche;
  • Esperienza professionale di almeno cinque anni, come meglio specificato nel bando.

RESTAURATORE

  • Restauratore Lapideo/Affreschi (settore 1 e 2):
    – Laurea magistrale in Conservazione e restauro dei beni culturali – corso a ciclo unico di durata quinquennale – classe LMR/02; oppure diploma accademico di secondo livello di durata quinquennale in Restauro delle Accademie di Belle Arti – classe DASLQ01; oppure diploma delle Scuole di alta formazione e di studio che operano presso l’Istituto superiore per la conservazione e il restauro e l’Opificio delle pietre dure; oppure altro titolo equipollente; oppure riconoscimento della qualifica di restauratore; oppure iscrizione all’elenco dei Restauratori di beni culturali del MiC. Per tale figura è richiesta la competenza specifica nei settori 1 (materiali lapidei, musivi e derivati) e 2 (superfici decorate dell’architettura).
    – Esperienza professionale, per gli specifici settori richiesti, di almeno cinque anni, come meglio specificato nel bando.
  • Restauratore Ligneo (settore 4 e 3):
    – Laurea magistrale in Conservazione e restauro dei beni culturali – corso a ciclo unico di durata quinquennale – classe LMR/02; oppure diploma accademico di secondo livello di durata quinquennale in Restauro delle Accademie di Belle Arti – classe DASLQ01; oppure diploma delle Scuole di alta formazione e di studio che operano presso l’Istituto superiore per la conservazione e il restauro e l’Opificio delle pietre dure; oppure altro titolo equipollente; oppure riconoscimento della qualifica di restauratore; oppure iscrizione all’elenco dei Restauratori di beni culturali del MiC. Per tale figura è richiesta la competenza specifica nei settori 4 (manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee) e secondariamente settore 3 (Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile);
    – Esperienza professionale, per gli specifici settori richiesti, di almeno cinque anni, come meglio specificato nel bando.
  • Restauratore (settore 1 – 2 – 3 – 4):
    – Laurea magistrale in Conservazione e restauro dei beni culturali – corso a ciclo unico di durata quinquennale – classe LMR/02; oppure diploma accademico di secondo livello di durata quinquennale in Restauro delle Accademie di Belle Arti – classe DASLQ01; oppure diploma delle Scuole di alta formazione e di studio che operano presso l’Istituto superiore per la conservazione e il restauro e l’Opificio delle pietre dure; oppure altro titolo equipollente; oppure riconoscimento della qualifica di restauratore; oppure iscrizione all’elenco dei Restauratori di beni culturali del MiC. Per tale figura è richiesta la competenza specifica nei seguenti settori: settori 1 (materiali lapidei, musivi e derivati); 2 (superfici decorate dell’architettura); 3 (Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile); settore 4 (manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee);
    – Esperienza professionale, per gli specifici settori richiesti, di almeno cinque anni, come meglio specificato nel bando.

ARCHEOLOGO

  • Archeologo – MANFE:
    – Archeologo di I fascia ai sensi del D.M. 244 del 20 maggio 2019;
    – Esperienza professionale di almeno 1 anno con particolare riguardo alla conoscenza ed utilizzo del sistema SICEGWeb, attività di catalogazione, inventariazione e riordino depositi, come meglio specificato nel bando.
  • Archeologo – MNRa – Russi – Marzabotto:
    – Archeologo di I fascia ai sensi del D.M. 244 del 20 maggio 2019;
    – Esperienza professionale di almeno 1 anno con particolare riguardo alla conoscenza ed utilizzo del sistema SICEGWeb, come meglio specificato nel bando.

COME SI SVOLGE LA SELEZIONE

Scaduti i termini per la presentazione della domanda, un’apposita Commissione provvederà alla verifica dei requisiti e alla valutazione delle candidature.

La Commissione procederà alla valutazione delle candidature attraverso due fasi.

Nella prima fase verranno valutati i titoli e le esperienze professionali, secondo i criteri e i punteggi indicati nel bando (per un massimo di 60 punti).

Nella seconda fase, alla quale accederanno solo coloro che avranno ottenuto un minimo di 30 punti, verrà effettuato un colloquio motivazionale e tecnico (punteggio massimo di 40 punti) sulle attitudini ed esperienze professionali dei candidati, inerenti agli obiettivi e alla specifica professionalità maturata in posizioni analoghe a quella da ricoprire.

I colloqui individuali si svolgeranno presso la sede dell’Amministrazione o in modalità telematica.

adv

GRADUATORIA

La graduatoria finale predisposta dalla Commissione, secondo l’ordine di merito, conterrà quindi:

  • i “vincitori”, ovvero coloro che, avendo superato le due fasi sono in numero pari alle posizioni richieste dall’Avviso;
  • gli “idonei”, ovvero coloro che, avendo superato le due fasi, rimangono in posizione utile in caso di eventuale scorrimento della graduatoria.

Il provvedimento contenente la graduatoria finale è pubblicato sul sito internet della Direzione Regionale Musei Emilia Romagna e avrà una durata di 18 mesi dalla data della pubblicazione.

DURATA DEGLI INCARICHI DI LAVORO E COMPENSO

Il compenso professionale stabilito per i vincitori della selezione è dunque pari a €16.000,00 (comprensivo degli oneri previdenziali ed accessori di legge, nonché l’IVA, se dovuti).

L’incarico di collaborazione avrà durata di 6 mesi a partire dal 1 luglio 2024 e fino al 31 dicembre 2024.

Il compenso è erogato successivamente alla rendicontazione dell’attività svolta da parte del collaboratore, dietro presentazione di fattura da parte del professionista che pertanto dovrà possedere la Partita IVA, al momento della stipulazione del contratto.

Non sono previsti rimborsi di spese a vario titolo né emolumenti accessori.

Gli incarichi di collaborazione si svolgeranno presso la Direzione Regionale Musei Emilia, sita in Via delle Belle Arti n.56 a Bologna, e le sedi ad essa afferenti dove, in alcuni casi, sarà necessario recarsi per la più efficace e corretta esecuzione delle attività richieste al collaboratore.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda di partecipazione alla selezione dei Musei Emilia Romagna per incarichi di lavoro deve essere presentata entro il giorno 21 maggio 2024, esclusivamente in modalità telematica, collegandosi al Portale del Reclutamento inPA tramite il link presente in questa pagina.

Per accedere alla piattaforma è necessario autenticarsi mediante SPIDCIE, CNS o credenziali eIDAS.

Per la partecipazione alla procedura, il candidato deve essere in possesso di un proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). Chi ne fosse sprovvisto può leggere in questo articolo come ottenerne uno in soli 30 minuti, da casa.

In caso di problemi nell’invio della domanda vi consigliamo di leggere questa guida che spiega in modo semplice e chiaro come registrarsi al portale inPA e candidarsi.

AVVISO DI SELEZIONE

Tutti gli interessati alla selezione indetta dalla Direzione Regionale Musei Lazio per incarichi di lavoro, sono invitati a leggere con attenzione l’AVVISO (Pdf 270 KB).

Segnaliamo infine per completezza informativa che lo stesso è stato pubblicato anche sul sito web dell’Ente, in questa sezione.

ULTERIORI INFORMAZIONI

I candidati ammessi a colloquio (se del caso anche in modalità telematica) saranno convocati tramite PEC e i nominativi degli stessi pubblicati sul sito istituzionale della Direzione Regionale Musei Emilia Romagna, nella sezione “Attività – Avvisi e selezioni”.

ALTRI CONCORSI E AGGIORNAMENTI

Vi invitiamo a consultare i più interessanti concorsi pubblici in Emilia Romagna.

Potete inoltre consultare la pagina dei concorsi pubblici 2024, che è costantemente aggiornata con i nuovi bandi indetti, e i prossimi concorsi in uscita per scoprire quali bandi verranno pubblicati nei prossimi mesi e prepararvi per tempo.

Per essere sempre aggiornati sulle opportunità di lavoro e sulle selezioni pubbliche, iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita, ai nostri canali Telegram, WhatsAppTikTok @ticonsigliounlavoro.

Seguiteci infine su Google News cliccando sul bottone “segui”.

di Anna Z.
Redattrice, esperta di lavoro pubblico e formazione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *