Assunzioni nei Beni Culturali al Sud

Bray

In arrivo nuovi posti di lavoro al Sud grazie alle assunzioni nei Beni Culturali necessarie per far fronte ai nuovi progetti previsti dal Decreto Legge “Valore Cultura” recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei Beni e delle Attività Culturali.

Massimo Bray, Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, ha già presentato gli interventi programmati tra cui lo stanziamento di fondi europei per rilanciare i musei del sud Italia, aiuti per le fondazioni liriche, tirocini per 500 giovani del Sud e nuove assunzioni per archeologi, archivisti, bibliotecari e altre figure che lavoreranno presso i musei e per le attività connesse a Pompei. Il Decreto del Governo Letta diventerà legge entro il 9 Ottobre 2013 e saranno subito avviati tutti i progetti connessi.

Vediamo insieme i punti principali e i risvolti occupazionali in termini di posti di lavoro e assunzioni nei Beni Culturali.

NUOVE ASSUNZIONI NEI MUSEI, BENI CULTURALI, TURISMO
“Stiamo lavorando per creare le condizioni per poter assumere, dopo tanto tempo, il personale necessario” ha dichiarato Bray in una intervista all’Ansa. Sono state stanziate nuove risorse e sbloccati fondi europei per 372 milioni. Nelle strutture museali italiane ci saranno orari più elastici, caffetterie accoglienti e librerie attrezzate. Gli introiti della vendita dei biglietti saranno riassegnati interamente al MiBAC. Saranno stanziati 8 milioni di euro per il completamento del progetto Nuovi Uffizi, 4 mln per il Museo della Shoah di Ferrara e altri 2 milioni per altri siti in Italia che necessitano di interventi urgenti.

CENTRI DI PRODUZIONE DI ARTE CONTEMPORANEA
Alcuni spazi statali e demaniali saranno affidati alla gestione di artisti under 35, sulla base di bandi pubblici a rotazione semestrale. Saranno creati dei veri e propri centri di produzione artistica. In questo modo, sull’esempio di “59 Rivoli” a Parigi, saranno organizzati spazi all’interno delle città in cui gli artisti potranno esprimersi creativamente e ricercare nuove forme di espressione.

500 GIOVANI PER LA CULTURA
Per facilitare l’accesso e la fruizione del patrimonio culturale da parte del pubblico, il MiBAC avvierà un programma straordinario di inventariazione e digitalizzazione. Per svolgere queste attività, saranno selezionati 500 laureati di età inferiore a 35 ai quali sarà data la possibilità di accedere a un tirocinio di 12 mesi. Confidiamo che gli stage siano retribuiti. Il progetto pilota partirà nelle regioni del Sud: Puglia, Campania, Calabria e Sicilia, con i primi 100 ragazzi. Entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge, sarà indetto un concorso pubblico per reclutare i giovani candidati.

LAVORATORI DELLA LIRICA
Sarà istituito un fondo di salvataggio di 75 milioni di euro per le fondazioni liriche in stato di crisi. Sono previsti tagli ma saranno tutti salvi i posti di lavoro, il personale tecnico amministrativo in esubero verrà riassorbito da Ales, la spa del ministero.

POMPEI
Il Ministro vuole dare una svolta alla situazione di Pompei. Nel sito archeologico sarà istituita la figura di un Direttore generale del progetto Pompei che dovrà definire le emergenze, assicurare lo svolgimento delle gare, migliorare la gestione del sito e delle spese. Si parla da tempo della necessità di inserire nuovo personale, archeologi, tecnici e specialisti, speriamo che questa sia la volta buona.

CINEMA E SPETTACOLO
Sarà introdotto un tax credit pari a 5 milioni di euro sulla musica, per far fronte alla crisi del mercato musicale e promuovere giovani artisti e compositori emergenti. Garantiti 90 milioni di euro per il tax credit per il cinema.

ALTRE MISURE
Altre novità previste dal DL sono: teatri ed enti culturali salvi dai tagli imposti dalla spending review; fondi per lo spettacolo assegnati in modo più trasparente; donazioni alla cultura più facili senza oneri amministrativi a carico del privato; azioni per favorire lo sviluppo delle biblioteche e degli archivi e per la promozione della recitazione e della lettura.

“Lavorerò affinché l’Italia non abbia niente da invidiare al Met di New York” ha dichiarato Massimo Bray. Non ci resta che aspettare l’entrata in vigore di tutte le misure. Per approfondimenti sulle assunzioni nei beni culturali e sul nuovo Decreto, vi invitiamo a scaricare e leggere il Documento Esplicativo (Pdf 173Kb) e il testo integrale del Dl Valore Cultura (Pdf 155Kb) – Decreto-Legge 8 agosto 2013, n. 91 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 186 del 9-8-2013.

Per rimanere aggiornati sulla pubblicazione dei concorsi, iscrivetevi alla newsletter.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments