Biblioteche pubbliche: lavoro per 46 catalogatori, selezione Ministero Cultura

Ministero della Cultura, MIC
Photo credit: Geert Smet / Shutterstock
adv

Opportunità di lavoro per esperti catalogatori presso le biblioteche pubbliche statali del Ministero della Cultura.

La selezione pubblica è volta a individuare 46 unità ai quali assegnare incarichi di collaborazione in tutta Italia.

Per candidarsi c’è tempo fino al 24 aprile 2024.

Di seguito presentiamo tutte le informazioni utili sui requisiti richiesti, sulle modalità di selezione, come presentare la domanda di ammissione e l’avviso pubblico da scaricare.

adv

LAVORO CATALOGATORI BIBLIOTECHE MINISTERO DELLA CULTURA

La Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore del Ministero della Cultura ha pubblicato un avviso di selezione per esperti catalogatori in possesso di laurea e comprovata esperienza.

SEDI DI LAVORO

Si prevede il conferimento di 46 incarichi di collaborazione presso le biblioteche pubbliche statali situate nelle sedi riportate dettagliatamente nell’Allegato 2 (Pdf 537 KB).

L’Amministrazione, per motivate esigenze, può destinare il collaboratore selezionato, previo assenso dello stesso, a uno degli istituti indicati nell’allegato 2 diverso da quello per cui il candidato ha espresso preferenza in sede di presentazione della domanda.

Di seguito sintetizziamo i posti vacanti per regione:

  • Puglia: n. 2 posti;

  • Sardegna: n. 2 posti;

  • Calabria: n. 1 posto;

  • Lombardia: n. 2 posti;

  • Toscana: n. 8 posti;

  • Liguria: n. 2 posti;

  • Friuli Venezia Giulia: n. 2 posti;

  • Marche: n. 1 posto;

  • Campania: n. 7 posti;

  • Veneto: n. 4 posti;

  • Basilicata: n. 2 posti;

  • Lazio: n. 11 posti;

  • Piemonte: n. 2 posti.

REQUISITI GENERALI RICHIESTI

Per accedere alla selezione del MiC per catalogatori presso le biblioteche è necessario possedere i requisiti generali sotto elencati:

  • cittadinanza italiana o requisiti indicati sul bando;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non aver riportato condanne penali o interdizione o altre misure che escludano dall’accesso agli impieghi presso pubbliche amministrazioni, secondo la normativa vigente e non essere sottoposti a procedimenti penali;
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso la pubblica amministrazione.

REQUISITI SPECIFICI

AI fini dell’ammissione alla procedura è inoltre richiesto il possesso dei seguenti requisiti specifici:

  • diploma di laurea vecchio ordinamento o laurea magistrale in Lettere con indirizzo storico-artistico o in Lingue e culture moderne o in Beni culturali o equipollenti;
  • esperienza professionale di almeno 8 anni, di cui almeno 4 anni maturata in incarichi di inventariazione, catalogazione o digitalizzazione di beni librari;
  • conoscenza avanzata dello specifico software applicativo di catalogazione SBN utilizzato nella sede indicata nella domanda di partecipazione;
  • Partita IVA.

COME AVVIENE LA SELEZIONE

Le candidature pervenute saranno valutate tenendo in considerazione in termini quantitativi e qualitativi quanto attestato nel curriculum e nella lettera motivazionale, con particolare riferimento alla formazione specifica, all’esperienza maturata in attività professionali e ai ruoli già ricoperti inerenti agli obiettivi di cui all’avviso, in special modo per le attività già svolte per conto di biblioteche pubbliche.

L’Amministrazione si riserva la possibilità di chiedere ulteriori chiarimenti e informazioni ai concorrenti.

Al termine della procedura, la Commissione predisporrà distinte graduatorie per sede di servizio, dandone pubblicità sul sito istituzionale dell’Amministrazione.

adv

TIPOLOGIA DELL’INCARICO

L’incarico rientra nell’area delle prestazioni autonome di cui al T.U. delle Imposte sui Redditi (D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917) e ss. mm. ii. e all’art. 2222 del Codice Civile.

Al fine di assicurare lo svolgimento delle funzioni di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, il collaboratore deve supportare l’attività delle biblioteche, occupandosi di:

  • catalogazione secondo le procedure informatiche del Servizio bibliotecario nazionale (SBN) di materiale bibliografico corrente e delle nuove acquisizioni delle biblioteche;
  • individuazione e recupero catalografico di raccolte librarie già catalogate in formato cartaceo.

Per tale motivo, il collaboratore deve aver maturato specifiche competenze ed esperienze pluriennali nel settore di intervento, come riportato nell’Allegato 1 (Pdf 537 KB).

L’attività di collaborazione è svolta in modo flessibile e autonomo, senza vincolo di subordinazione.

DURATA DELLA COLLABORAZIONE E COMPENSO

L’incarico di lavoro per catalogatori presso le biblioteche statali avrà una durata massima di 6 mesi e non potrà superare la data del 31 dicembre 2024.

Il collaboratore riceverà un compenso di importo massimo lordo computato su 6 mesi di euro 16.000.

Sono a suo carico gli oneri previdenziali e fiscali nella misura prevista dalle vigenti disposizioni di legge, nonché ogni copertura assicurativa.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda di partecipazione alla selezione per catalogatori presso le biblioteche dovrà essere compilata esclusivamente tramite l’apposito FORMAT (Docx 19 KB).

Le istanze dovranno pervenire entro il 24 aprile 2024 solo a mezzo PEC all’indirizzo: dg-bda.collaborazioni@pec.cultura.gov.it.

I concorrenti sono tenuti ad allegare alla domanda di partecipazione i documenti sotto riportati:

  • curriculum vitae, preferibilmente in formato europeo;
  • lettera motivazionale (massimo due pagine) con una sintetica presentazione personale contenente l’indicazione:
    – delle esperienze professionali maturate, ritenute rilevanti ai fini della procedura, in cui si evidenzino in particolare i lavori già svolti per biblioteche pubbliche;
    – della durata delle esperienze lavorative di inventariazione, catalogazione o digitalizzazione espressa in mesi e anni, e della tipologia e numero dei beni librari trattati;
    – copia di un documento di identità in corso di validità.

Invitiamo chi non avesse un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a leggere in questo articolo come attivarne uno da casa, in soli 30 minuti.

BANDO SELEZIONE CATALOGATORI BIBLIOTECHE

Per tutti i dettagli sugli incarichi di lavoro a catalogatori esperti nelle biblioteche pubbliche (selezione Ministero della Cultura) mettiamo a disposizione il BANDO (Pdf 563 KB) e le FAQ (Pdf 438 KB).

Entrambi i documenti sono stati pubblicati sul sito web del MiC in questa sezione, dove cliccare su “Bandi di concorso”.

ALTRE SELEZIONI PUBBLICHE E AGGIORNAMENTI

Scoprite altri concorsi per laureati e consultate la pagina dedicata ai concorsi pubblici 2024, sempre aggiornata con tutti i nuovi bandi indetti. Infine, potete collegarvi alla sezione dedicata ai prossimi concorsi in uscita, così da scoprire quali bandi verranno pubblicati nei prossimi mesi e prepararvi per tempo.

Per restare sempre aggiornati, iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita e ai nostri canali Telegram, WhatsApp e TikTok @ticonsigliounlavoro.

Seguiteci inoltre su Google News cliccando sul bottone “segui”.

di Laura G.
Giornalista, esperta di lavoro pubblico e formazione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *