Bottega Scuola Piemonte: tirocini presso aziende artigiane

artigianato

Interessanti opportunità in Piemonte per i giovani grazie ai tirocini retribuiti del progetto Bottega Scuola, da svolgersi presso aziende di Maestri artigiani.

L’iniziativa si rivolge a disoccupati o inoccupati di età compresa tra i 18 e i 29 anni, residenti o domiciliati nella Regione Piemonte.

Ecco tutte le informazioni utili per partecipare ai tirocini del progetto Bottega Scuola.

TIROCINI BOTTEGA SCUOLA PIEMONTE

Bottega Scuola è un progetto finanziato dalla Regione Piemonte, organizzato e gestito da enti specializzati nell’orientamento, formazione e inserimento professionale che vantano esperienza e rapporti stabili con le imprese e le associazioni artigiane CNA e Casartigiani. Il programma consiste nell’offrire ai giovani la possibilità di svolgere tirocini retribuiti di sei mesi presso aziende artigiane in possesso del marchio “Piemonte Eccellenza Artigiana”. Ogni stagista verrà abbinato a una di queste imprese e sarà guidato dal Maestro Artigiano, incaricato della sua formazione, mentre un tutor esterno ne valuterà la crescita professionale.

REQUISITI

I tirocini di Bottega Scuola Piemonte sono rivolti a giovani in possesso dei requisiti di seguito indicati:

  • disoccupati o inoccupati iscritti al Centro per l’Impiego;
  • età compresa tra i 18 e i 29 anni alla data di avvio del tirocinio;
  • residenti o domiciliati in Piemonte;
  • aver assolto almeno l’obbligo scolastico.

Si precisa che l’esperienza non può essere ripetuta per più di due volte.

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO E INDENNITA’

I tirocini del progetto Bottega Scuola Piemonte durano sei mesi. A ogni stagista verrà corrisposta un’indennità di 450 Euro mensili da parte del soggetto gestore/promotore in nome e per conto della Regione Piemonte. L’importo può essere integrato dall’azienda al fine di aumentare le ore previste in tirocinio, fino ad un massimo di 40 ore settimanali. Al termine del tirocinio il soggetto gestore dovrà verificare la possibilità dell’inserimento lavorativo del giovane presso la medesima impresa o altra.

ORIENTAMENTO E FORMAZIONE

Al di fuori delle ore di tirocinio, gli stagisti dovranno svolgere un totale di 116 ore di orientamento e formazione come di seguito suddivise:

  • n. 50 ore di corsi su tematiche trasversali e di consulenza orientativa per arricchire le opportunità di comunicazione delle competenze acquisite e fornire informazioni sul mercato del lavoro e sul sistema regionale dei servizi per l’impiego;
  • n. 16 ore di attività di formazione sulla sicurezza per i giovani;
  • n. 50 ore di laboratori tematici, specifici per i settori del tirocinio.

Si evince, pertanto, che il tirocinio sarà integrato da azioni individuali e collettive di orientamento e formazione attraverso colloqui singoli e attività di gruppo in aula.

Vediamo nel dettaglio queste attività e come sono articolate.


50 ORE DI CORSI SU TEMATICHE TRASVERSALI E DI CONSULENZA ORIENTATIVA

E’ prevista una Consulenza orientativa individuale, per un totale di 6 ore a stagista, suddivisa in tre colloqui:

  • iniziale (2 ore);
  • intermedio (2 ore);
  • finale (2 ore).

A ciò si aggiunge la Formazione in aula, che consisterà in lezioni frontali di gruppo per 44 ore complessive, di cui 28 ore di Moduli formativi comuni a tutti e 16 ore di Moduli opzionali.

I Moduli comuni comprendono:

  • accoglienza e pari opportunità (4 ore);
  • accompagnamento al percorso (8 ore);
  • tecniche di ricerca del lavoro (16 ore).

I Moduli opzionali da 16 ore l’uno sono invece i seguenti:

  • mettersi in proprio;
  • tecniche di comunicazione;
  • web education e social media marketing.

16 ORE DI FORMAZIONE SULLA SICUREZZA

I partecipanti frequenteranno i seguenti corsi in materia di sicurezza:

  • formazione generale (4 ore);
  • formazione specifica – rischio alto (12 ore).

50 ORE DI LABORATORI TEMATICI

I laboratori permetteranno ai giovani di consolidare le conoscenze acquisite nel tirocinio e di conoscere altre metodologie di lavoro oltre a quelle applicate dal Maestro Artigiano. Tra i laboratori proposti: tecniche di falegnameria artigianale, di pasticceria, di produzione grafica, di lavorazioni orafe. Per consultare il catalogo formativo completo rimandiamo al sito web di Bottega Scuola Piemonte, indicato a fine articolo.

SELEZIONE

Nella fase di preselezione si procederà allo screening delle schede di candidatura e/o dei cv pervenuti al fine di accertare i prerequisiti di ammissione ed evidenziare gli aspetti più salienti del percorso formativo e professionale dei candidati.
I giovani che supereranno questo step verranno convocati per un colloquio individuale volto a verificarne l’idoneità.

ATTESTATO

Al termine dei tirocini di Bottega Scuola Piemonte verranno individuate e valutate le competenze acquisite nel percorso di orientamento/formazione e nel tirocinio in bottega. Ciò avverrà mediante due fasi:

  • Fase d’identificazione (4 ore) finalizzata all’emersione delle competenze;
  • Fase di validazione (8 ore) volta all’accertamento del possesso delle competenze.

In caso di esito positivo verrà rilasciato agli stagisti un Attestato di validazione delle competenze.

COME CANDIDARSI

Gli interessati a partecipare al progetto Bottega Scuola Piemonte dovranno compilare l’apposito MODELLO (Docx 442 Kb) e l’informativa sulla privacy (Pdf 268 Kb). Andranno quindi inviati via email all’indirizzo: [email protected]. Inoltre sarà necessario allegare all’email il curriculum vitae.

Per ulteriori dettagli vi invitiamo a consultare il sito web dedicato al progetto.

Scoprite altre opportunità di tirocini visitando la nostra pagina e restate sempre aggiornati iscrivendovi alla nostra newsletter gratuita.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments