Carabinieri: concorso Allievi Marescialli con attestato bilinguismo

arma carabinieri

Opportunità di lavoro nell’Arma dei Carabinieri.

Il Ministero della Difesa ha indetto un concorso pubblico per il reclutamento di 24 Allievi Marescialli nel ruolo di Ispettori dell’Arma dei Carabinieri con attestato di bilinguismo.

Il bando di concorso scade in data 12 Dicembre 2019.

CONCORSO ALLIEVI MARESCIALLI E NOMINA

I vincitori del concorso per Allievi Marescialli dovranno svolgere un corso triennale Allievi Marescialli dei Carabinieri a partire indicativamente da ottobre 2020.

Il corso accademico si terrà presso la Scuola Marescialli e Brigadieri a Firenze nelle modalità che saranno indicate sul sito web.

Al termine del 2° anno accademico, gli Allievi idonei saranno nominati Marescialli e saranno destinati a ricoprire la suddetta carica presso Reparti/Enti/Uffici situati nella provincia di Bolzano o aventi competenza regionale.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso, i candidati in possesso dei requisiti di seguito riassunti:

a) i militari dell’Arma dei Carabinieri appartenenti al ruolo dei Sovrintendenti ed a quello degli Appuntati e Carabinieri, nonché gli Allievi Carabinieri che alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande:
– siano in possesso dell’attestato di bilinguismo riferito a livello non inferiore al diploma di istruzione secondaria di secondo grado di cui all’articolo 4 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n.752 e successive modifiche e integrazioni;
– siano idonei al servizio militare incondizionato. Coloro che risultino temporaneamente inidonei sono ammessi al concorso con riserva fino all’effettuazione delle prove di efficienza fisica previste dal successivo articolo 8;
– abbiano conseguito il diploma di istruzione secondaria di secondo grado, a seguito della frequenza di un corso di studi di durata quinquennale o quadriennale integrato dal corso annuale previsto per l’accesso alle università dall’articolo 1 della Legge 11 dicembre 1969, n. 910 e successive modifiche e integrazioni;
– non abbiano superato il giorno di compimento del 30° anno di età. Gli aumenti dei limiti di età previsti per l’ammissione ai concorsi per pubblici impieghi non si applicano ai limiti massimi di età stabiliti per il reclutamento nel ruolo Ispettori;
– non abbiano riportato, nell’ultimo biennio o nel periodo di servizio prestato se inferiore a due anni, sanzioni disciplinari più gravi della consegna;
– non abbiano riportato, nell’ultimo biennio o nel periodo di servizio prestato se inferiore a due anni, una qualifica inferiore a nella media ovvero, in rapporti informativi, giudizi corrispondenti;
– non siano stati giudicati inidonei all’avanzamento al grado superiore nell’ultimo biennio;
– non siano stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, o non siano in atto imputati in procedimenti penali per delitti non colposi.

b) I cittadini italiani che alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande:
– siano in possesso dell’attestato di bilinguismo riferito a livello non inferiore al diploma di istruzione secondaria di secondo grado di cui all’articolo 4 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752 e successive modifiche e integrazioni;
– abbiano compiuto il 17° anno di età e non abbiano superato il giorno di compimento del 26° anno di età e abbiano il consenso dei genitori o di chi esercita la potestà genitoriale se minorenni. Per coloro che abbiano già prestato servizio militare per una durata non inferiore alla ferma obbligatoria il limite massimo di età è elevato a 28 anni. Gli aumenti dei limiti di età previsti per l’ammissione ai concorsi per altri pubblici impieghi non trovano applicazione;
– godano dei diritti civili e politici;
– non siano stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, o non siano in atto imputati in procedimenti penali per delitti non colposi né si trovino in situazioni comunque incompatibili con l’acquisizione o la conservazione dello stato di Maresciallo dell’Arma dei Carabinieri;
– siano in possesso di condotta incensurabile e non abbiano tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato. L’accertamento di tale requisito sarà effettuato d’ufficio dall’Arma dei Carabinieri con le modalità previste dalla normativa vigente;
– abbiano conseguito il diploma di istruzione secondaria di secondo grado, a seguito della frequenza di un corso di studi di durata quinquennale o quadriennale integrato dal corso annuale previsto per l’accesso all’università dall’articolo 1 della Legge 11 dicembre 1969, n. 910 e successive modificazioni e integrazioni. Il candidato che ha conseguito il titolo di studio all’estero dovrà documentarne l’equipollenza a quello chiesto per la partecipazione al concorso, consegnando idonea documentazione all’atto della presentazione alle prove di efficienza fisica;
– non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una pubblica amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze Armate o di Polizia, a esclusione dei proscioglimenti per inidoneità psico–fisica;
– non siano stati sottoposti a misure di prevenzione;
– se candidati di sesso maschile, non siano stati dichiarati obiettori di coscienza o ammessi a prestare servizio sostitutivo civile ai sensi della Legge 8 luglio 1998, n. 230, a meno che abbiano presentato apposita dichiarazione irrevocabile di rinuncia allo status di obiettore di coscienza presso l’Ufficio nazionale per il servizio civile non prima che siano decorsi almeno cinque anni dalla data in cui sono stati collocati in congedo.

Si precisa che i posti messi a concorso sono riservati prioritariamente ai candidati in possesso dell’attestato di bilinguismo.

SELEZIONE

I candidati al concorso per Allievi Marescialli Carabinieri con attestato di bilinguismo saranno chiamati a svolgere le seguenti prove concorsuali:
– prove di efficienza fisica;
– accertamenti sanitari per la verifica dell’idoneità psico-fisica;
– prova scritta;
– accertamenti attitudinali;
– prova orale;
– prova facoltativa di lingua straniera.

DOMANDA

La domanda di partecipazione al concorso dei carabinieri dovrà essere presentata esclusivamente online a questa pagina, seguendo la procedura indicata, entro il 12 dicembre 2019.

Prima di iniziare la procedura di compilazione della domanda verrà richiesto dal sistema di scegliere una delle seguenti modalità per l’identificazione del candidato:
– credenziali SPID con livello di sicurezza 2 che consentono l’accesso ai servizi on-line della Pubblica Amministrazione attraverso l’utilizzo di nome utente, password e la generazione di un codice temporaneo (one time password);
– idoneo lettore di smart-card installato nel computer per l’utilizzo con carta nazionale dei servizi (CNS) precedentemente attivata presso gli sportelli pubblici preposti, i quali provvedono a rilasciare un PIN.

Tutti i dettagli in merito alla domanda di partecipazione al concorso sono contenuti nell’apposito bando di selezione.

BANDO

I candidati che vogliono partecipare al concorso per Allievi Marescialli dell’Arma dei Carabinieri con attestato di bilinguismo  sono tenuti a leggere attentamente il BANDO (PDF 741Kb) pubblicato per estratto sulla GU IV Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.89 del 12-11-2019.

Le successive comunicazioni sui diari delle prove d’esame o sui vincitori del concorso pubblico verranno pubblicate sul sito ufficiale dell’Arma dei Carabinieri www.carabinieri.it  nella sezione Concorsi.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments