Centro Biotech Carini, Palermo: 600 posti di lavoro

microscopio, ricerca

In arrivo numerosi posti di lavoro in Sicilia.

A Carini, in provincia di Palermo, sarà realizzato un nuovo Centro Biotech della Fondazione Ri.MED. Si prevedono ben 600 assunzioni, ecco cosa sapere.

PALERMO LAVORO NEL NUOVO CENTRO BIOTECH DI CARINI

La notizia è stata riportata dalla Fondazione Ri.MED, attraverso un recente comunicato relativo al nuovo Centro per le Biotecnologie e la Ricerca Biomedica (CBRB) che sarà aperto a Carini. La nota fa riferimento, in particolare, all’apertura di un bando di gara per l’affidamento dei lavori di costruzione della struttura. Si tratta di un progetto che creerà occupazione in Sicilia, in quanto porterà centinaia di assunzioni.

Si prevede, infatti, che il CBRB darà lavoro a circa 600 persone. Dunque sono davvero numerosi i posti di lavoro Centro Biotech Carini stimati, senza contare quelli che potranno essere creati per realizzare la struttura.

IL PROGETTO

Il Centro CBRB avrà una superficie di 25mila metri quadri e per realizzarlo è stato stimato un appalto dell’importo di oltre 113 milio di Euro. Al suo interno ci saranno laboratori, ambulatori, uffici amministrativi, un auditorium, un parcheggio ed una foresteria.

Il progetto esecutivo della struttura è stato realizzato da un pool di imprese, capitanato da Hellmuth, Obata & Kassabaum Inc. Lo scopo è quello di creare in Sicilia, ed in Italia, un punto di riferimento di rilevanza internazionale nell’ambito delle scienze biomediche, che possa assumere un ruolo centrale nello sviluppo di prodotti biomedicali.

Il Centro Biotech di Carini sarà “un Centro innovativo dedicato a comprendere i meccanismi di patologie ad oggi senza rimedio, capace di portare allo sviluppo di nuovi metodi diagnostici, dispositivi medici e terapie personalizzate – ha dichiarato il Direttore Generale di Ri.MED, Alessandro Padova – attraverso l’integrazione di approcci di ricerca e sviluppo del farmaco, medicina rigenerativa e bioingegneria”.

PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI

Dunque saranno numerosi i posti di lavoro a Palermo creati grazie al progetto. Si stima, infatti, che la struttura richiederà un organico di circa 600 unità di personale. Buona parte delle assunzioni nel Centro Biotech saranno rivolte a figure a carattere scientifico e tecnico, ma non mancheranno opportunità di impiego anche per addetti di vario tipo, personale amministrativo e impiegatizio.

In particolare, ci saranno opportunità di lavoro per principal investigators (leader dei vari team di ricerca), ricercatori, tecnici, fellow, borsisti e ingegneri IT. E ancora per amministratori, assistenti, addetti alla gestione degli animali, personale di servizio e altri profili. Altre opportunità di lavoro, poi, saranno create, con ogni probabilità, dall’indotto.

LA FONDAZIONE

Vi ricordiamo che la Fondazione Ri.MED è un ente italiano che promuove, sostiene e conduce progetti di ricerca biomedica e biotecnologica. E’ stata istituita, nel 2005, con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. La Fondazione Ri.MED, che ha sede principale a Palermo, è nata dalla partnership internazionale fra Governo Italiano, Regione Siciliana, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), University of Pittsburgh e University of Pittsburgh Medical Center (UPMC).


CANDIDATURE

Gli interessati alle future assunzioni Centro Biotech Carini e alle opportunità di lavoro in Sicilia dovranno attendere la realizzazione della struttura e l’apertura della campagna di recruiting. Generalmente, la Fondazione Ri.MED raccoglie le candidature attraverso la propria pagina riservata alle carriere, ma non è da escludere che sarà creato un portale web ad hoc riservato al nuovo Centro.

Cercheremo di tenervi informati sui nuovi posti di lavoro a Carini con il progetto CBRB. Continuate a seguirci per restare aggiornati.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments