Concorsi Comune di Torino 2022 per 129 assunzioni, Bandi

comune, Torino

Il Comune di Torino (Piemonte) ha indetto 6 concorsi 2022 per diplomati e laureati, finalizzati alla copertura di complessivi 129 posti di lavoro a tempo indeterminato.

Si selezionano candidati per i profili professionali di istruttori tecnici, responsabili amministrativi e dirigenti.

La data entro la quale inviare le candidature è il 23 settembre 2022. Vediamo i bandi da scaricare, i requisiti richiesti, come presentare la domanda di ammissione e ogni altra informazione utile.

COMUNE DI TORINO CONCORSI 2022, BANDI

I concorsi del Comune di Torino 2022 per diplomati e laureati prevedono assunzioni a tempo indeterminato e pieno per i profili professionali presentati di seguito con i relativi bandi:

  • n. 4 istruttori tecnici – periti agrari o agrotecnici, categoria C – posizione economica C1.
    BANDO (Pdf 525 Kb);

  • n. 6 istruttori tecnici – periti industriali, categoria C – posizione economica C1.
    BANDO (Pdf 525 Kb);

  • n. 60 istruttori tecnici – geometri, categoria C – posizione economica C1.
    BANDO (Pdf 535 Kb);

  • n. 55 responsabili amministrativi, categoria D – posizione economica D1.
    BANDO (Pdf 535 Kb);

  • n. 2 dirigenti finanziari.
    BANDO (Pdf 422 Kb);

  • n. 2 dirigenti avvocati.
    BANDO (Pdf 528 Kb).

Gli interessati ai concorsi sono dunque invitati a scaricare e leggere con attenzione i bandi resi disponibili qui sopra. Per completezza informativa segnaliamo che i bandi sono stati pubblicati per estratto sulla Gazzetta Ufficiale serie concorsi ed esami n. 71 del 06-09-2022 e sul sito internet del Comune in questa pagina.

REQUISITI GENERALI

Per accedere alle selezioni in oggetto, i candidati devono possedere i requisiti generali di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di altre categorie indicate nei bandi;
  • concorsi per dirigenti finanziari e dirigenti avvocati: cittadinanza italiana, ai sensi del D.P.C.M. n. 174/1994. Sono equiparate/i alle/ai cittadine/i le/gli italiane/i non appartenenti alla Repubblica;
  • età non inferiore ai 18 anni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • assenza di condanne penali che impediscano la costituzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione perché da esso deriva l’interdizione dai pubblici uffici o l’incapacità di contrarre con la p.a. o l’estinzione del rapporto di impiego;
  • idoneità psico-fisica;
  • per i candidati di sesso maschile nati entro il 31.12.1985: posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva;
  • versamento della tassa di concorso di Euro 10,00.

Ai concorsi non possono partecipare coloro che siano stati esclusi dall’elettorato politico attivo o siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale.

REQUISITI SPECIFICI

Ai concorrenti è inoltre richiesto il possesso dei seguenti requisiti specifici, a seconda della figura professionale per la quale si candidano:

ISTRUTTORI TECNICI – PERITI AGRARI O AGROTECNICI

  • patente di guida B;
  • diploma di perito agrario o di agrotecnico o altro diploma quinquennale equivalente;
  • in mancanza dei diplomi suindicati, uno dei seguenti titoli di laurea assorbenti: laurea nella classe L25 (Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali) e L32 (Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e la Natura) o altro titolo equipollente.

Possono altresì essere ammessi alla selezione i candidati non in possesso di uno dei titoli sopra indicati se in possesso di titolo di studio superiore considerato assorbente rispetto ai diplomi di scuola secondaria di secondo grado sopra elencati.


ISTRUTTORI TECNICI – PERITI INDUSTRIALI

  • patente di guida B;
  • diploma di perito industriale rilasciato dall’Istituto Tecnico Industriale oppure diploma di liceo scientifico tecnologico;
  • in assenza di uno dei titoli suindicati, possesso di titolo di studio superiore considerato assorbente rispetto ai diplomi di scuola secondaria di secondo grado sopra elencati.

ISTRUTTORI TECNICI – GEOMETRI

  • patente di guida B;
  • diploma di scuola secondaria di secondo grado di Tecnico Costruzioni e Territorio (ex Geometra), geometra o perito edile o diploma di scuola secondaria di secondo grado quinquennale di istruzione tecnica CAT (Costruzioni, Ambiente e Territorio);
  • in mancanza di uno dei diplomi suddetti, uno dei seguenti titoli di laurea assorbenti:

diploma di laurea del vecchio ordinamento in:
– Architettura;
– Ingegneria civile;
– Ingegneria edile;
– Ingegneria edile – Architettura;
– Ingegneria per l’ambiente e il territorio;
– Urbanistica;
– Pianificazione territoriale e urbanistica;
– Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale;
– lauree equipollenti ex lege;
laurea (DM 509/99) in una delle seguenti classi:
– 4- Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria Edile;
– 7- Urbanistica e Scienze della Pianificazione Territoriale e Ambientale;
– 8- Ingegneria Civile e Ambientale;
laurea (DM 270/04) in una delle seguenti classi:
– L-7 Ingegneria civile e ambientale;
– L-17 Scienze dell’architettura;
– L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale;
– L-23 Scienze e tecniche dell’edilizia;
laurea specialistica (LS – DM 509/1999) in una delle seguenti classi:
– LS-3 Architettura del paesaggio;
– LS-4 Architettura e ingegneria edile;
– LS-28 Ingegneria civile;
– LS-38 Ingegneria per l’ambiente e il territorio;
– LS-54 Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale;
laurea magistrale (LM – DM 270/2004) in una delle seguenti classi:
– LM-3 Architettura del paesaggio;
– LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura;
– LM-23 Ingegneria civile;
– LM-24 Ingegneria dei sistemi edilizi;
– LM-26 Ingegneria della sicurezza;
– LM-35 Ingegneria per l’ambiente e il territori;
– LM-48 Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale;

  • abilitazioni previste dai vigenti ordinamenti professionali.

RESPONSABILI AMMINISTRATIVI

  • laurea o laurea magistrale a ciclo unico o diploma di laurea vecchio ordinamento.

DIRIGENTI FINANZIARI

  • diploma di laurea (vecchio ordinamento) oppure laurea specialistica (DM 509/99) o magistrale (DM 270/2004);
  • requisiti professionali indicati nel bando.

DIRIGENTI AVVOCATI

  • laurea magistrale in Giurisprudenza (LMG/01) ex D.M. n. 270/2004 oppure laurea specialistica in Giurisprudenza (22/S) ex D.M. 509/1999 oppure diploma di laurea in Giurisprudenza (DL) vecchio ordinamento universitario;
  • requisiti professionali indicati nel bando;
  • iscrizione all’Albo degli Avvocati nonché l’iscrizione all’Albo Speciale per il patrocinio davanti alle Giurisdizioni Superiori.

RISERVE DI POSTI

Sulle procedure operano le seguenti riserve:

  • concorsi per istruttori tecnici (periti agrari o agrotecnici, periti industriali, geometri):
    – dipendenti della Città di Torino inquadrati/e nel profilo di Assistente Tecnico della categoria B, in possesso dei medesimi requisiti di partecipazione previsti per il personale esterno;
    – volontari delle Forze Armate;
  • concorso per responsabili amministrativi:
    – dipendenti della Città di Torino inquadrati/e nel profilo di Istruttore Amministrativo della categoria C, in possesso dei medesimi requisiti di partecipazione previsti per il personale esterno;
    – volontari delle Forze Armate;
  • concorso per dirigenti finanziari:
    n. 1 posto ai dipendenti della Città di Torino di categoria D, con profilo specifico di Responsabile Amministrativo/Contabile, in possesso dei medesimi requisiti di partecipazione previsti per i candidati esterni;
  • concorso per dirigenti avvocati:
    – dipendenti della Città di Torino inquadrati/e nel profilo di Avvocato in possesso dei medesimi requisiti di partecipazione previsti per il personale esterno.

PROCEDURE SELETTIVE

Per quanto riguarda le selezioni per istruttori tecnici (periti e geometri), responsabili amministrativi e dirigenti finanziari, nel caso in cui pervenga il numero di domande indicato nei singoli bandi, si effettuerà una fase preselettiva.

Seguiranno una prova scritta, un colloquio e la valutazione dei titoli. Quest’ultima sarà effettuata prima del colloquio ed interesserà esclusivamente i candidati ammessi allo stesso.

I candidati ai posti di dirigenti avvocati saranno invece selezionati mediante due prove scritte, colloquio e valutazione dei titoli, che si svolgerà prima del colloquio e solo nei confronti di chi vi sarà ammesso.

Per maggiori informazioni si invita a prendere visione degli avvisi pubblici disponibili a inizio articolo.

DOMANDE DI AMMISSIONE

Le domande per partecipare ai concorsi della città di Torino per periti, geometri, amministrativi e dirigenti dovranno essere redatte utilizzando l’apposito modulo elettronico e andranno presentate entro le ore 13.00 del 23 settembre 2022 esclusivamente per via telematica, collegandosi a questa pagina. Sarà richiesta l’autenticazione con un’identità digitale: SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta d’identità elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Ogni altro dettaglio è riportato nei bandi.

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI

Tutte le successive comunicazioni che riguardano l’eventuale preselezione, i diari delle prove d’esame e le graduatorie saranno pubblicate su questa pagina del sito web del Comune di Torino.

ALTRI CONCORSI E COME RESTARE AGGIORNATI

Se volete conoscere gli altri concorsi pubblici attivi in Piemonte, consultate la nostra sezione, mentre per non perdere le ultime notizie e gli aggiornamenti, potete iscrivervi gratis alla nostra newsletter e anche al canale Telegram.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti