DDL Sicurezza scolastica è legge: cosa prevede in 5 punti e testo pdf

Ecco cosa prevede il DDL Sicurezza Scolastica che mira a tutelare presidi, docenti e lavoratori della scuola dalle aggressioni

Senato, Palazzo Madama, decreto, legge

È stato votato in via definitiva dal Parlamento il DDL Sicurezza scolastica, ossia il disegno di legge che mira a tutelare i docenti, i dirigenti scolasti e tutto il personale della scuola dalle aggressioni.

Nel testo ci sono novità come l’istituzione dell’Osservatorio nazionale sulla sicurezza del personale scolastico e pene più severe per scoraggiare gli aggressori del personale della scuola.

In questa guida vi spieghiamo cosa prevede il DDL Sicurezza scolastica e mettiamo a vostra disposizione il testo scaricabile in PDF.

COSA PREVEDE IL DDL SICUREZZA SCOLASTICA

Il DDL sicurezza scolastica è un disegno di legge di iniziativa parlamentare che prevede e introduce nuove norme di tutela e salvaguardia del personale scolastico.

È stato approvato in via definitiva dal Parlamento il 28 febbraio con l’obiettivo di introdurre pene più severe per genitori o minori che aggrediscono insegnanti o dirigenti scolastici.

Nel testo sono state introdotte anche misure di promozione e sensibilizzazione sul ruolo dei docenti, dei dirigenti scolastici e di tutto il mondo della scuola. In attesa che la norma sia pubblicata in Gazzetta Ufficiale per la sua entrata in vigore, scopriamo insieme cosa prevede.

1) NASCE L’OSSERVATORIO NAZIONALE

Il DDL istituisce l’Osservatorio nazionale sulla sicurezza del personale scolastico presso il Ministero dell’Istruzione e del Merito. Le funzioni dell’Osservatorio includono:

  • monitorare e analizzare segnalazioni di violenza contro il personale scolastico, nonché segnalazioni di eventi indicativi di rischio di violenza o minaccia, ottenute dalle istituzioni scolastiche o dagli uffici regionali competenti, nel rispetto della privacy secondo normativa europea;

  • promuovere studi e analisi per proporre miglioramenti legislativi e favorire la collaborazione tra scuola, studenti e famiglie;

  • promuovere buone pratiche per sostenere l’apprendimento, prevenire fenomeni come la dispersione scolastica, il bullismo, la violenza e il disagio giovanile;

  • vigilare sull’attuazione delle misure di sicurezza nei luoghi di lavoro scolastici e diffondere le buone pratiche sulla sicurezza del personale scolastico;

  • proporre al Ministero dell’Istruzione e del Merito linee guida per promuovere buone pratiche nelle scuole al fine di ridurre i rischi di violenza;

  • promuovere corsi di formazione per il personale scolastico sulla prevenzione dei conflitti e miglioramento della comunicazione con studenti e famiglie;

  • incentivare iniziative per prevenire il disagio giovanile, con particolare attenzione ai minori coinvolti in episodi di violenza.

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito deve presentare annualmente una relazione sulle attività dell’Osservatorio entro il 31 marzo di ogni anno alle Camere.

2) PENE PIÙ SEVERE PER GLI AGGRESSORI

Arrivano pene più severe per chi aggredisce docenti o altri membri del personale scolastico. In particolare, il DDL introduce:

  • una modifica all’articolo 61 del Codice Penale, aggiungendo una circostanza aggravante comune (n. 11-novies). Questa circostanza consiste nel commettere un delitto con violenza o minaccia ai danni di un dirigente scolastico o di un membro del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico o ausiliario della scuola. Questo intervento mira a rafforzare la tutela penale di tali categorie di soggetti. Si tratta di una misura simile a quella nata per proteggere la sicurezza degli esercenti delle professioni sanitarie e socio-sanitarie;

  • una modifica all’articolo 336 del Codice Penale, che tratta della violenza o minaccia a un pubblico ufficiale. La modifica aggiunge una circostanza aggravante speciale. Cioè, in particolare, viene aggiunto un nuovo secondo comma che prevede un’aggravante della pena fino alla metà se il reato è commesso dal genitore esercente la responsabilità genitoriale o dal tutore dell’alunno nei confronti di un dirigente scolastico o di un membro del personale scolastico, come docenti, educatori, amministrativi, tecnici o ausiliari.

3) CARCERE PER I MINORI CHE AGGREDISCONO DOCENTI

Il DDL Sicurezza scolastica prevede un ampliamento del catalogo dei reati per i quali è applicabile la custodia cautelare ai minori, inserendo anche il reato previsto dall’articolo 336 del Codice Penale.

L’articolo 6, poi, modifica l’articolo 341-bis del Codice Penale, che tratta dell’oltraggio a pubblico ufficiale. Attualmente, l’articolo prevede che sia punito con la reclusione da 6 mesi a 3 anni chiunque, in luogo pubblico o aperto al pubblico e in presenza di più persone, offenda l’onore e il prestigio di un pubblico ufficiale mentre compie un atto d’ufficio e a causa o nell’esercizio delle sue funzioni.

La modifica introdotta aggiunge una circostanza aggravante a effetto speciale. Cioè, viene inserito una novità che prevede che la pena sia aumentata fino alla metà se il reato è commesso nei confronti di un dirigente scolastico o di un membro del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico o ausiliario della scuola.

4) ISTITUITA GIORNATA NAZIONALE SICUREZZA A SCUOLA

Il testo del Disegno di Legge istituisce, il 15 dicembre di ogni anno, la “Giornata nazionale di educazione e prevenzione contro la violenza nei confronti del personale scolastico”. Questa giornata non avrà effetti civili, ma mira a sensibilizzare la popolazione promuovendo una cultura che condanni ogni forma di violenza contro il personale scolastico.

5) PROMOZIONE INFORMAZIONE SICUREZZA SCOLASTICA

L’articolo 2 del DDL Sicurezza scolastica prevede che il Ministro dell’Istruzione e del Merito debba promuovere iniziative di informazione e sensibilizzazione sull’importanza del rispetto per il lavoro del personale della scuola. Queste iniziative devono utilizzare le risorse disponibili secondo la legislazione vigente per realizzare progetti di comunicazione istituzionale.

IL TESTO DEL DDL SICUREZZA SCOLASTICA

Mettiamo a vostra disposizione il testo finale (Pdf 195 Kb) del DDL Sicurezza scolastica, approvato dalla Camera dei Deputati e dal Senato in via definitiva il 28 febbraio 2024. Vi aggiorneremo non appena il testo del Disegno di Legge “Modifiche agli articoli 61, 336 e 341-bis del codice penale e altre disposizioni per la tutela della sicurezza del personale scolastico” sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

COME RESTARE AGGIORNATI

Seguiteci per restare aggiornati e visitate la nostra pagina riservata alla scuola e la pagina dedicata ai docenti, per conoscere tutte le novità su assunzioni, concorsi, graduatorie, contratto e normative per il personale scolastico.

E’ inoltre disponibile il gruppo Telegram dedicato ai docenti e aspiranti docenti, utile per confrontarsi e avere consigli.

In questa pagina trovate tutte le novità legislative.

Vi invitiamo anche ad iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima. È anche possibile restare aggiornati seguendo il nostro canale Whatsapp e il nostro canale TikTok @ticonsigliounlavoro.

di Valeria C.
Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *