INPS: concorsi per 1800 Medici, Psicologi, Assistenti Sociali

inps

L’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale ha indetto due nuovi concorsi per Medici, Psicologi, Assistenti Sociali e altre figure.

I bandi Inps sono finalizzati al reclutamento, mediante richiesta di disponibilità, di oltre 1800 professionisti per l’affidamento di collaborazioni professionali. I candidati selezionati potranno svolgere incarichi lavorativi per conto dell’ente, nel ruolo di Medico o di Operatore Sociale / Esperto ratione materiae, in regime di prestazione libero professionale.

Sono disponibili ben 1404 posti per Medici e 407 posti per Operatori Sociali. Per partecipare ai concorsi Inps c’è tempo fino al 2 maggio.

INPS CONCORSI PER MEDICI E OPERATORI SOCIALI

I bandi di selezione pubblicati dall’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale sono finalizzati al reperimento di un contingente di 1404 Medici e 407 Operatori Sociali / Esperti ratione materiae, a cui affidare incarichi professionali, con contratto di lavoro autonomo, della durata di un anno.

Il concorso Inps per il profilo di Medico ha lo scopo, in particolare, di individuare specialisti in varie discipline mediche, che dovranno svolgere adempimenti di tipo medico legale, presso le Unità Operative Complesse (UOC), le Unità Operative Semplici (UOS) territoriali e il Coordinamento generale medico legale dell’Istituto. 

Il bando Inps per il ruolo di Operatore Sociale / Esperto ratione materiae, ha lo scopo, invece, di reclutare Psicologi, Assistenti Sociali e altri professionisti, che si occuperanno degli adempimenti sanitari di competenza istituzionale, in relazione agli obblighi di legge (L. n. 104/92 e L. n. 68/99) e al progetto HCP, presso le UOC e le UOS.

REQUISITI

Possono partecipare al bando Inps i Medici in possesso dei seguenti requisiti specifici:

– per il concorso per Medici

  • laurea in Medicina e Chirurgia, con iscrizione all’Ordine dei Medici;
  • non esercitare l’attività di medico di medicina generale o di medico pediatra o di specialista ambulatoriale convenzionato con il SSN, presso la provincia di riferimento per l’incarico Inps.

– per il concorso per Operatori Sociali

  • iscrizione all’Albo professionale degli Assistenti Sociali o degli Psicologi, oppure ad altri Albi professionali di interesse istituzionale, escluso quello dei Medici Chirurghi;
  • non esercitare incarichi analoghi a quello oggetto della selezione presso Commissioni mediche in materia assistenziale.

Ai candidati si richiede, inoltre, il possesso dei seguenti requisiti generali:
– non esercitare un incarico analogo a quello oggetto della selezione presso Commissioni mediche in ambito previdenziale e / o assistenziale, nemmeno come Rappresentante di Associazione di Categoria;
– non effettuare consulenze tecniche di parte per conto e nell’interesse di privati, relativi alle attività Inps, ovvero consulenze tecniche d’ufficio nei procedimenti giudiziari nei quali l’Inps figura quale legittimato passivo;
– non svolgere incarichi politici o amministrativi, presso organi o enti territoriali e / o nazionali, cariche pubbliche elettive, incarichi governativi o mandato parlamentare, e non essere candidati per questi incarichi;
– non collaborare e non aver collaborato nell’ultimo triennio con CAF e Patronati;
– non avere un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato presso entri pubblici o privati;
– non essere titolari e non avere compartecipazioni delle quote di imprese, qualora si possa configurare un conflitto di interesse con l’Inps;
– assenza di condanne penali.


Per ulteriori informazioni relative ai requisiti richiesti si rimanda a quanto specificatamente indicato in ciascuno dei bandi Inps.

CONDIZIONI DI LAVORO

Al termine delle procedure concorsuali saranno redatte le graduatorie di merito per ciascun profilo, in base alla quali potranno essere affidati gli incarichi professionali, che avranno durata triennale, con decorrenza dal 1° giugno 2019 al 31 maggio 2022.

Le prestazioni lavorative avranno la forma di una collaborazione autonoma, della durata di un anno, dal 1° giugno 2019 al 31 maggio 2020. La retribuzione prevista per il profilo di Medico è pari a 35 Euro per un minimo di 25 ore settimanali, calcolato su base oraria impiegata per lo svolgimento dell’incarico affidato.

Per il profilo di Operatore Sociale, invece, il compenso previsto è pari a 80 Euro a seduta, antimeridiana o pomeridiana, aumentabile fino a 130 Euro giornaliere, se la seduta antimeridiana si protrae in orario pomeridiano, mentre, per la valutazione dei bisogni dei vincitori del Bando Home Care Premium 2019 e la redazione del Piano di assistenza individuale (PAI), è previsto un onorario fisso di 80 Euro, da innalzare a 100 Euro per ciascun soggetto valutato in caso di visita domiciliare.


DOMANDE

Le domande di partecipazione devono essere presentate in via telematica, secondo le modalità indicate nei bandi, entro il 2 maggio 2019, attraverso gli appositi form online raggiungibili dalla pagina dedicata agli Avvisi portale web dell’Inps, selezionando il bando di interesse e cliccando su ‘Domanda online’, per raggiungere la piattaforma riservata al modulo online.

Per compilarlo e inviarlo occorre essere registrati ed effettuare il login, utilizzando il proprio Codice Fiscale e la Password. Quest’ultima non corrisponde al PIN rilasciato dall’Inps, ma è quella inviata dal sistema tramite mail, all’indirizzo di posta elettronica del candidato, all’atto della registrazione. 

E’ possibile manifestare la propria disponibilità per una sola regione o per una Direzione di Coordinamento metropolitano ovvero, per i soli Medici, per il Coordinamento generale medico legale.

Per tutti i dettagli relativi alle modalità di presentazione della domanda per ciascun concorso si rimanda a quanto dettagliatamente indicato nel relativo bando Inps. 


BANDI

Per maggiori informazioni, vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente il BANDO PER MEDICI (Pdf 287Kb) e il BANDO PER OPERATORI SOCIALI (Pdf 202Kb) relativi ai concorsi Inps 2019.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *