Puglia: 4 mila assunzioni con nuovi parchi eolici

eolico marino
adv

In Puglia sono previste migliaia di assunzioni grazie alla realizzazione di nuovi parchi eolici.

Il progetto, che prevede la creazione di due parchi marini offshore, potrà generare occupazione per ben 4.000 risorse.

Ecco tutte le informazioni sui futuri posti di lavoro in arrivo in Puglia e cosa sapere.

PUGLIA ASSUNZIONI NEL SETTORE EOLICO

Al largo delle coste pugliesi verranno realizzati Odra Energia e Kailia Energia, due nuovi parchi eolici marini galleggianti. Il progetto, presentato già nel 2021, è gestito dalla partnership tra la società italiana Renantis (ex Falck Renewables) e la spagnola BlueFloat Energy. Basato sull’investimento di oltre 7 miliardi di euro, il progetto è di rilevanza strategia per la crescita della Puglia. Tra i principali risultati attesi dall’operazione ci sono, infatti, migliaia di assunzioni, ricadute per filiere locali e imprese, produzione di energia pulita e riduzione degli impatti ambientali.

Odra Energia e Kailia Energia sorgeranno in provincia di Lecce, rispettivamente tra Porto Badisco e Santa Maria di Leuca, e tra Brindisi e San Cataldo. Per l’inizio dei lavori si punta al 2025, con l’obiettivo di avviare le strutture in 5 anni. Al momento, sono in fase iniziale sia gli iter per le autorizzazioni, che gli approfondimenti tecnico-scientifici necessari a preparare la “Valutazione d’impatto ambientale”, che dovrebbe avere inizio entro giugno prossimo.

Di rilievo anche le ricadute occupazionali attese dal doppio progetto, con la creazione in Puglia di numerosi posti di lavoro. Questi, nei momenti di maggiore intensità operativa, potranno arrivare a coinvolgere ben 4000 unità. Le opportunità di occupazione non saranno solo dirette, rivolte quindi a personale da impiegare nella costruzione e gestione dei siti offshore. Sono previ anche il coinvolgimento della filiera corta, con ordini verso fornitori locali, e l’arrivo di numerosi posti di lavoro nel settore terziario e nel turismo, collegati con lo sviluppo dei parchi.

I RAPPORTI CON IL TERRITORIO

Le società che gestiscono il progetto stanno portando avanti con successo il dialogo con istituzioni e mondo politico, imprenditoriale, ambientalista e accademico del territorio. Le interlocuzioni, avviate già da tempo, hanno di recente portato alla definizione di un accordo quadro con il Politecnico di Bari. L’intesa, della durata di 3 anni, prevede sia attività di sperimentazione di tecnologie all’avanguardia per lo sviluppo di Odra Energia e Kailia Energia, che attività di formazione, con l’attivazione di tirocini, stage, borse di studio e corsi specialistici.

PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI

Le assunzioni in Puglia previste grazie ai nuovi parchi eolici riguarderanno diverse fasi di sviluppo dei progetti. Per le fasi di fabbricazione, costruzione e assemblaggio dei siti galleggianti si prevede l’inserimento diretto di 1500 lavoratori, numero che toccherà quota 4000 nei momenti di punta. Tra le figure cercate vi saranno, probabilmente, operati e profili tecnici. Una volta costruiti, i parchi eolici della Puglia daranno lavoro a circa 300 risorse ciascuno, per un totale quindi di 600 posti di lavoro complessivi, connessi alla manutenzione delle strutture. Gli inserimenti verranno effettuati dando precedenza a personale locale.

I PARCHI

Il parco eolico galleggiante Kailia Energia sorgerà nel tratto di mare compreso tra Brindisi e San Cataldo (Lecce). Il parco conterà circa 80 turbine (tra 78 a 98 pale eoliche), collocate tra 8,7 km e 21,9 km di distanza. Per il sito è prevista una capacità installata di circa 1,2 GW (con una produzione annuale stimata in circa 3,5 TWh), equivalente al consumo di un milione di circa 960.000 utenze domestiche italiane e alla mancata emissione in atmosfera di oltre 2 milioni di tonnellate di CO2 all’anno.

Odra Energia verrà insediato nel tratto di mare tra Porto Badisco e Santa Maria di Leuca, sempre in provincia di Lecce, e consterà di 90 turbine, collocate a una distanza compresa tra 12,8 e 24 km. La capacità installata attesa è pari a circa 1,3 GW (produzione annuale stimata circa 4 TWh), equivalente al consumo di oltre un milione di utenze domestiche italiane. La riduzione delle emissioni di anidride carbonica prevista supera i 2 milioni di tonnellate annue.

LE AZIENDE

Odra Energia e Kailia Energia sono due società nate dalla partnership paritetica tra le aziende Renantis e BlueFloat Energy, mirata allo sviluppo di parchi eolici marini galleggianti al largo delle coste italiane. Renantis (ex Falck Renewables) opera nei settori industriale ed energetico, ed è fra i principali player italiani attivi nel settore delle energie rinnovabili a livello europeo. BlueFloat Energy è una società spagnola specializzata nello sviluppo eolico offshore agile. Opera in prima linea anche nella proposta di soluzioni per la trasformazione energetica e per la decarbonizzazione su larga scala.

adv

CANDIDATURE

Gli interessati alle future assunzioni in Puglia per i nuovi parchi eolici devono attendere l’avvio dei progetti e delle apposite selezioni di personale. Per maggiori informazioni sui parchi marini è possibile consultare il sito web dedicato al progetto Kailia Energia e il portale web dedicato a Odra Energia.

Per conoscere anche altre opportunità di lavoro, vi invitiamo a visitare la nostra sezione dedicata alle aziende che assumono.

di Clara R.
Redattrice, esperta di lavoro, impiego estero e formazione.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *