Sestri Ponente, Genova: 130 posti di lavoro

genova marina sestri ponente

In arrivo nuove opportunità di lavoro in Liguria.

E’ stato siglato un accordo che autorizza nuovi insediamenti industriali negli ex cantieri aeronautici dell’area industriale Sestri Ponente di Genova. Si tratta di una iniziativa che porterà occupazione, portando ben 130 assunzioni.

Ecco tutte le informazioni e cosa sapere sui posti di lavoro a Genova che saranno creati.

GENOVA LAVORO A SESTRI PONENTE

La notizia è stata riportata da un comunicato pubblicato sul portale web del Comune di Genova. La nota fa il punto sull’intesa sottoscritta, lo scorso 23 ottobre, tra l’Amministrazione comunale genovese, la Regione Liguria e l’Autorità Portuale del Mar Ligure Occidentale, relativo al cambio della destinazione d’uso delle aree ex Piaggio di Sestri Ponente. Queste ultime erano state lasciate libere dopo che la Aero Piaggio si era trasferita in un’altra sede ed erano vincolate a poter essere adibite solo alla produzione aeronautica.

Decaduto il vincolo d’uso grazie all’accordo recentemente firmato, ora potranno accogliere nuove aziende operanti anche in altri settori. Si tratta di un documento importante, in quanto favorirà l’insediamento di nuove imprese e la creazione di numerosi posti di lavoro a Genova. Sono già 3, infatti, le società che hanno richiesto di poter ottenere degli spazi nell’area e che, una volta insediate, prevedono di effettuare 130 assunzioni.

I NUOVI INSEDIAMENTI

L’accordo per cambiare la destinazione d’uso degli ex cantieri aeronautici di Sestri Ponente si inserisce in un generale programma che sta portando avanti il Comune di Genova per favorire gli insediamenti nell’area industriale. Qui, infatti, sono disponibili circa un milione di metri quadri di spazi che potrebbero essere occupati dalle imprese e che l’Amministrazione della città ligure intende riempire gradualmente, data la potenziale ricaduta occupazionale ed economica.

Le prime aziende che hanno richiesto di insediarsi nell’area ex Piaggio sono la Phase Motion Control, la Cosmet, la Cosnav e la Eurocontrol. Le tre società hanno presentato un programma da 47 milioni di Euro di investimenti, mettendo sul piatto anche numerosi posti di lavoro. E non sono le uniche imprese interessate ad aprire una sede in Sestri Ponente, ce ne sono anche altre, prima fra tutte Fincantieri. Per la reindustrializzazione dell’area saranno messi a bando 34mila metri quadri di superficie, che comprendono edifici che potranno essere ristrutturati, riutilizzati e ampliati del 10%.

PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI

Se i primi insediamenti industriali andranno a buon fine, dunque, porteranno 130 assunzioni a Genova. Ulteriori opportunità di lavoro potranno essere create, poi, dalle altre aziende che avranno la possibilità di insediarsi a Sestri Ponente. Senza contare, poi, le eventuali opportunità di impiego derivate dall’indotto.

CANDIDATURE

Al momento è ancora presto per parlare di candidature. Gli interessati alle future assunzioni a Genova e alle opportunità di lavoro nelle aziende che si insedieranno a Sestri Ponente dovranno attendere che siano autorizzati e portati a termine gli insediamenti, e che si aprano le selezioni per il personale da impiegare. Continuate a seguirci per restare informati.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments