Timberland: 100 assunzioni in Svizzera

Vi piacerebbe lavorare con Timberland? E’ di questo giorni la notizia che la nota azienda statunitense prevede 100 nuove assunzioni in Svizzera.

A darne notizia è il quotidiano online La Provincia di Varese che sottolinea come Karl Heinz Salzburger, vicepresidente di Vf International, società proprietaria del marchio Timberland (e di altri famosi marchi quali Wrangler, Lee Jeans, Napapijri e Vans, solo per citarne alcuni), abbia ribadito l’intenzione di trasferire entro aprile 2013 la sede Timberland a Stabio, in Svizzera, a due passi dal confine italiano. Le prime assunzioni previste riguarderanno 70 nuove risorse, ma l’intenzione è quella di raggiungere le 100 unità entro la fine dell’anno.

Già nel 2012 Vf International aveva raggiunto un notevole tasso di crescita grazie alle sedi di altri brand del Gruppo situate nel Canton Ticino, con le assunzioni di 120 nuove leve che hanno portato a 500 i dipendenti svizzeri dell’azienda. Ora si apre ufficialmente la campagna di recruiting per la sede Timberland in Svizzera e non c’è dubbio che numerose saranno le candidature anche dall’Italia.

Ricordiamo che Timberland produce stivali, scarpe, vestiti e accessori, confortevoli e resistenti, che sono venduti in tutto il mondo attraverso i rivenditori indipendenti, i grandi magazzini più famosi, i negozi sportivi e gli store monomarca. Nata nel 1978 e con sede principale negli USA, oggi Timberland vanta oltre 5.600 dipendenti in tutto il mondo e un fatturato che solo nel 2010 ha raggiunto 1,4 miliardi di dollari.

La storica azienda americana è alla ricerca di personale non solo per la nuova sede in Svizzera, ma anche per le altre sedi sparse in vari Paesi. Gli interessati alle assunzioni Timberland e alle opportunità di lavoro attive possono candidarsi visitando la pagina dedicata alle carriere del gruppo, e registrando il curriculum vitae nell’apposito form.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments