Bonus per dipendenti Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL)

Arriva l’indennità una tantum in favore del personale INL a titolo di riconoscimento per l’impegno nella lotta al lavoro sommerso e nell’attività di vigilanza

ispettorato nazionale del lavoro, inl
Riconoscimento editoriale: REPORT / Shutterstock.com

Arriva il bonus per i dipendenti dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL), istituito dal Decreto Aiuti convertito in Legge. Una ricompensa dell’attività svolta per il contrasto al lavoro sommerso, per la vigilanza sul rispetto della normativa in materia di sicurezza sul lavoro e per l’attuazione delle misure previste nel PNRR.

Il personale dell’INL, dopo essere stato escluso dall’adeguamento delle indennità di amministrazione previsto per i dipendenti dei Ministeri, potrà beneficiare di una somma “premio” la cui entità dovrà essere stabilita con un decreto ad hoc.

Andiamo quindi a vedere di cosa si tratta e come funziona il bonus riconosciuto ai dipendenti dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) e come funziona.

BONUS DIPENDENTI ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO, COS’È

Il bonus per i dipendenti dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro è un’indennità una tantum destinata ai lavoratori alle dipendenze dell’INL a titolo di riconoscimento per gli sforzi profusi nelle attività di controllo in materia di sicurezza sul lavoro e nella lotta al lavoro nero. Istituito dall’articolo 32 bis del Decreto Aiuti convertito in Legge, questo contributo sarà disciplinato da un apposito Decreto del direttore generale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, adottato in accordo con le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative.

Il riconoscimento del bonus, per cui il Parlamento ha stanziato 11.237.463 euro per il 2022, andrebbe indirettamente a sostituire il mancato adeguamento dell’indennità di amministrazione per i dipendenti INL (e ANPAL ai quali però il bonus in parola non si applica) stabilito con il DPCM del 23 dicembre 2021 previsto per equilibrare i trattamenti economici del personale ministeriale al costo della vita. L’estromissione dall’aumento stipendiale, che va dai 1.500 ai 2.500 euro lordi annui, ha fatto molto discutere e trova ragione nella natura di “agenzia strumentale del Ministero del Lavoro” dell’INL quindi esterna al Dicastero.

Ma adesso, dopo le rimostranze sindacali, l’Ispettorato avrà un’indennità ad hoc, seppure in una veste diversa.

A CHI SPETTA

Il bonus dovrebbe essere riconosciuto a tutti i dipendenti dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, giacché il testo del Decreto Aiuti convertito in Legge non definisce limiti né requisiticategorie. Sarà il Decreto attuativo in corso di redazione a stabilire se il bonus spetterà solo al personale dirigenziale o se sarà destinato anche al personale inquadrato nelle diverse Aree professionali previste dal CCNL. Sul punto vi aggiorneremo in questo stesso articolo.

LE RISORSE

Per l’erogazione del bonus dipendenti INL, il Parlamento ha stanziato, per l’anno 2022, un totale di oltre 11 milioni di euro, per l’esattezza 11.237.463 euro, così ripartiti:

  • 10.455.680 euro di risorse decentrate del personale delle aree dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro;

  • 781.783 euro per la retribuzione di posizione e di risultato del personale dirigenziale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro.

La dotazione sarà prelevata dal fondo sociale per occupazione e formazione di cui all’articolo 18, comma 1, lettera a), del Decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla Legge 28 gennaio 2009, n. 2.

A QUANTO AMMONTA

Non è stato ancora chiarito a quanto ammonta il bonus dipendenti Ispettorato Nazionale del Lavoro. A definire cifre e limiti sarà il Decreto attuativo dell’indennità, su cui vi aggiorneremo.

OBIETTIVO DEL BONUS DIPENDENTI INL

L’indennità, inserita in fase di conversione del Decreto Aiuti, nasce con due ordini di finalità. Le prime, quelle implicite che, come anticipato vogliono il bonus come corrispondente dell’adeguamento dell’indennità di amministrazione. Le seconde, quelle ufficiali, sono le seguenti:

  • riconoscere l’impegno straordinario richiesto per il contrasto del lavoro sommerso;

  • vigilare sul rispetto della normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;

  • attuare le misure previste nel Piano nazionale di ripresa e resilienza – PNRR.

COME RICHIEDERE IL BONUS DIPENDENTI ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Sarà il Decreto del direttore generale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, adottato in accordo con le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative, a stabilire in che modo è possibile fare domanda per il ottenere l’indennità una tantum. Non appena la procedura sarà resa nota, vi aggiorneremo.

GLI INCENTIVI PER IL PERSONALE INL

Come anticipato in premessa all’INL non si applicano né gli incrementi dell’indennità di amministrazione per il personale delle aree, né gli incrementi delle risorse per il finanziamento della retribuzione di posizione e della retribuzione di risultato del personale dirigenziale previsti dalla Legge di Bilancio 2020. Adeguamenti che, difatti, hanno luogo solo per il personale dei Ministeri e non per INL e ANPAL. Un’esclusione che nel tempo ha provocato numerose polemiche tra parte pubblica e sindacati, con incontri e tavoli di discussione tuttora aperti sul tema.

L’ultimo incontro significativo è stato quello di marzo 2022 tra l’Ispettorato Nazionale del Lavoro e i vertici dei Ministeri del Lavoro, dell’Economia e delle Finanze e della Funzione Pubblica proprio sul tema dell’armonizzazione delle indennità spettanti ai dipendenti di INL e ANPAL. Ad oggi, tuttavia, la valutazione sulla possibilità di procedere all’estensione delle tutele è ancora al vaglio del Ministero che ha richiesto i dati ufficiali alle due agenzie, per risolvere la problematica. Intanto, in attesa di una risoluzione si è deciso per il bonus dipendenti INL di cui stiamo parlando che nel frattempo servirà quale incentivo al personale.

IL TESTO INTEGRALE DEL DECRETO AIUTI CONVERTITO IN LEGGE

Mettiamo a vostra disposizione il Testo coordinato del Decreto Aiuti convertito in Legge (Pdf 877 Kb), approvato dal Senato in via definitiva il 14 luglio 2022 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.164 del 15-07-2022.

ALTRI APPROFONDIMENTI E AGGIORNAMENTI

Per scoprire altre interessanti novità legislative vi invitiamo a visitare questa pagina. Invece, per conoscere altri aiuti, bonus e agevolazioni disponibili per famiglie e lavoratori potete visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti alle persone. Vi invitiamo anche ad iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti