Comune di Torino: concorsi per 31 assunzioni, area sociale

comune, Torino

Nuove assunzioni in Piemonte grazie ai concorsi indetti dal Comune di Torino per vari profili professionali in ambito sociale.

Si selezionano, infatti, un totale di 31 risorse con contratti di lavoro a tempo indeterminato e pieno.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 28 Febbraio 2022. Vediamo i bandi da scaricare e le informazioni utili per candidarsi.

CONCORSI COMUNE DI TORINO, BANDI

Le assunzioni previste dai concorsi del Comune di Torino saranno a tempo indeterminato e pieno e riguardano le seguenti figure professionali :


  • n. 18 assistenti sociali – categoria D1 – BANDO (Pdf 103 Kb);

  • n. 8 educatori professionali – categoria D1 – BANDO (Pdf 95 Kb);

  • n. 3 mediatori penali – categoria D1 – BANDO (Pdf 85 Kb);

  • n. 2 dirigenti area socialeBANDO (Pdf 96 Kb).

RISERVE

Sui posti messi a concorso si applicano le seguenti riserve a favore dei volontari delle Forze Armate:

  • n. 6 posti nel concorso per assistenti sociali;
  • n. 2 posti nel concorso per educatori professionali;
  • n. 1 posto nel concorso per mediatori penali.

Inoltre, nel concorso per dirigenti area sociale, un posto è riservato prioritariamente alle/i dipendenti della Città di Torino inquadrate/i all’interno della Divisione Servizi Sociali della categoria D, in possesso dei medesimi requisiti di partecipazione previsti per i candidati esterni.

REQUISITI GENERALI

I candidati ai concorsi presso il Comune di Torino per nuove assunzioni devono possedere i requisiti generali di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di altre categorie riportate nei bandi per assistenti sociali, educatori professionali e mediatori penali, con il possesso dei requisiti indicati; nel concorso per dirigenti area sociale: cittadinanza italiana ai sensi del D.P.C.M. n 174/1994. Sono equiparate/i alle/ai cittadine/i le/gli italiane/i non appartenenti alla Repubblica;
  • età non inferiore ai 18 anni e, nel concorso per dirigenti area sociale, non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale.

REQUISITI SPECIFICI

Si richiede, inoltre, il possesso dei seguenti requisiti specifici, a seconda del profilo professionale per il quale si concorre:


ASSISTENTI SOCIALI

  • laurea in Scienze del Servizio Sociale classe 6 ai sensi del DM 509/99 o laurea in Servizio Sociale L-39 ai sensi del DM 270/04;
  • oppure laurea magistrale / specialistica in Programmazione e gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali classe 57/S ai sensi del DM 509/99 o Servizio Sociale e Politiche Sociali classe LM-87 ai sensi del DM 270/04;
  • oppure diploma universitario in Servizio Sociale di cui all’art. 2 L. 341/1990;
  • oppure diploma di Assistente Sociale rilasciato dalle Scuole dirette a fini speciali cui sia riconosciuta efficacia abilitante all’esercizio della professione;
  • oppure altro titolo abilitante alla specifica professione previsto dalla legislazione vigente.

EDUCATORI PROFESSIONALI

  • diploma di laurea di I livello appartenente alla classe L-19 Scienze dell’educazione e della formazione ex D.M. 270/2004;
  • oppure diploma di laurea di I livello appartenente alla classe 18 Scienze dell’educazione e della formazione ex D.M. 509/99;
  • oppure diploma di laurea in Pedagogia o Scienze dell’Educazione del vecchio ordinamento (o titolo equipollente o equiparato ai nuovi diplomi di laurea magistrale o specialistica del nuovo ordinamento secondo le vigenti disposizioni di legge (D.M. 509/1999 e D.M. 270/2004);
  • oppure qualifica di educatore professionale socio-pedagogico o pedagogista con il possesso dei requisiti specifici previsti richiesti ai sensi dell’art.1, commi 597 e 598 della legge 205/2017;
  • oppure iscrizione all’albo professionale degli educatori professionali unitamente a uno dei seguenti titoli:
    – diploma o attestato di qualifica di educatore professionale o di educatore specializzato o altro titolo equipollente conseguito in base al precedente ordinamento, a seguito di corsi triennali, riconosciuti dalla regione o rilasciati dall’università;
    – diploma o attestato conseguito a seguito del superamento di uno dei corsi di cui alla tabella allegata al decreto del ministero della salute 22 giugno 2016 avente ad oggetto “modifica del decreto 27 luglio 2000 recante” equipollenza di diplomi e di attestati al diploma universitario di educatore professionale, ai fini dell’esercizio professionale e dell’accesso alla formazione post base”. Tali titoli sono dichiarati equipollenti se conseguiti entro il 31 dicembre 2012;
    – diploma di laurea classe SNT2 di educatore professionale rilasciato ai sensi del D.M. n. 520/1998.

MEDIATORI PENALI

  • diploma di laurea ad indirizzo: giuridico o pedagogico o psicologico o filosofico / umanistico o criminologico o relativo alle scienze sociali o antropologico o educatore professionale socio-educativo o socio-sanitario;
  • corso di specializzazione post-laurea (minimo 180 ore) o corso di perfezionamento (minimo 180 ore) o corso di alta formazione (minimo 180 ore) in mediazione penale presso un’agenzia formativa o Università.

DIRIGENTI AREA SOCIALE

  • diploma di laurea (vecchio ordinamento), oppure laurea specialistica (DM 509/99) o laurea magistrale (DM 270/04);
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • idoneità psico-fisica;
  • assenza di condanne penali;
  • requisiti professionali indicati nel bando.

PROCEDURA SELETTIVA

Le procedure selettive dei concorsi saranno precedute da una fase preselettiva che consisterà nella valutazione dei titoli.

La selezione dei candidati sarà poi articolata come segue:

  • una prova d’esame scritta;
  • un colloquio.

Si rimanda alla lettura dei singoli bandi allegati a inizio articolo per ogni ulteriore informazione.

DOMANDE DI AMMISSIONE

Le domande di partecipazione alle procedure selettive dovranno essere presentate entro le ore 13.00 del 28 Febbraio 2022 esclusivamente per via telematica collegandosi a questa pagina e autenticandosi con SPID, CIE o CNS.

Alla domanda dovrà essere allegata la ricevuta del versamento della tassa di concorso di Euro 10,00.

Ogni ulteriore dettaglio è riportato, infine, nei singoli bandi scaricabili a inizio articolo.

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI

Tutte le successive comunicazioni sui diari delle preselezioni e delle prove d’esame saranno rese note mediante pubblicazione sul sito internet del Comune, nella sezione “Concorsi”.

ALTRI CONCORSI E COME RESTARE AGGIORNATI

Per conoscere anche gli altri concorsi pubblici attivi in Piemonte, vi invitiamo a consultare la nostra sezione. Infine, per restare sempre aggiornati, potete iscrivervi alla nostra newsletter gratuita e al nostro canale Telegram per le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti