Comune Torino: concorso 2 Praticanti Avvocato

legge tribunale

Disponibili 2 borse di lavoro destinate a giovani laureati in giurisprudenza.

Il Comune di Torino ha indetto una selezione pubblica per l’inserimento di 2 Praticanti Avvocato presso il Servizio Centrale Avvocatura.

E’ possibile iscriversi al concorso fino al 16 gennaio 2017.

PRATICANTATO

Il praticantato può avere una durata massima di 12 mesi non prorogabili e, a conclusione dei primi 3 mesi, la prosecuzione del periodo di pratica sarà subordinata alla valutazione positiva del Direttore del Servizio Centrale Avvocatura della Città.

L’attività prevede un impegno settimanale non inferiore a 30 ore e non superiore a 36 ore, da distribuire nel corso della giornata a seconda delle necessità. I candidati saranno chiamati ad assistere ad udienze, fornire supporto per predisposizione degli atti giudiziali e stragiudiziali, effettuare la ricerca giurisprudenziale per la redazione pareri, mediante:
– utilizzo di sistemi informatici, telematici e cartacei;
– affiancamento agli avvocati interni alla struttura per formazione su diverse materie specialistiche;
– collaborazione per gli adempimenti esterni presso uffici giudiziari;
– partecipazione a riunioni con uffici interni all’Ente;
– partecipazione alle udienze.

BORSE DI LAVORO

I praticanti avvocato riceveranno una borsa lavoro del valore di 450 Euro, al lordo delle ritenute di legge, con cadenza mensile. L’erogazione della borsa è subordinata ad un impegno orario minimo di 30 ore settimanali, per un totale di 120 mensili, e verrà quindi corrisposta nel mese successivo a quello di riferimento dell’attività svolta.

REQUISITI

Per candidarsi al concorso del Comune di Torino è necessario possedere i seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
– età non superiore a 28 anni;
laurea in Giurisprudenza con votazione non inferiore a 102 / 110. Il titolo indicato deve essere valido per l’iscrizione al Registro dei Praticanti Avvocato ed il candidato deve possedere i requisiti prescritti per l’iscrizione al Registro dei Praticanti tenuto dagli Ordini degli Avvocati;
– conoscenza pacchetto Office (in particolare Word) e conoscenza di internet per ricerche normative e giurisprudenziali;
– non aver svolto precedenti periodi di praticantato presso altri enti o studi legali in misura superiore a 6 mesi.

Tra i candidati risultati idonei a seguito del colloquio costituirà titolo preferenziale:
– il voto di laurea;
– i voti riportati negli esami di diritto amministrativo, diritto civile e diritto del lavoro, diritto processuale amministrativo e diritto processuale civile;
– l’aver discusso la tesi in materia di diritto amministrativo, diritto civile, diritto del lavoro;
– eventuali altri titoli quali ad esempio corsi di specializzazione post-laurea;
– aver già svolto pratica forense per un periodo non superiore ai 6 mesi.

SELEZIONE

La procedura di selezione prevede un colloquio volto a verificare l’attitudine del candidato a svolgere l’attività di praticante avvocato, anche sulla base della disponibilità offerta in relazione allo svolgimento della collaborazione, dell’impegno richiesto ed alla motivazione del candidato a svolgere l’attività presso l’Amministrazione Comunale.

La sede del colloquio sarà presso la Direzione Organizzazione – Piazza Palazzo di Città, n. 1 – Torino.

DOMANDA

La domanda di ammissione al bando dovrà essere presentata entro le 24:00 del giorno 16 gennaio 2017 esclusivamente per via telematica, riempiendo l’apposito form online disponibile sul sito web della Città di Torino e seguendo le indicazioni per la compilazione del modulo di domanda.

Terminata la procedura, il candidato dovrà inviare il proprio Curriculum Vitae et studiorum all’indirizzo di posta elettronica: [email protected]

BANDO

Ogni altro dettaglio sul concorso per 2 praticanti avvocato del Comune Torino vi consigliamo di leggere con attenzione il BANDO (Pdf 30 Kb) prima di inoltrare la candidatura.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments