Concorso Agenzia delle Entrate 2023 per 4500 Funzionari: Bandi e Guida

Agenzia delle Entrate concorsi
Photo credit: RaffMaster / Shutterstock

Ecco la guida ai bandi del concorso Agenzia delle Entrate 2023 finalizzati al reclutamento di 4500 funzionari, suddivisi tra 3970 funzionari tributari e 530 funzionari per i servizi di pubblicità immobiliare.

Le selezioni pubbliche sono rivolte a laureati e prevedono assunzioni mediante contratto di lavoro a tempo indeterminato con sedi in tutta Italia.

Il 4 settembre 2023 sono stati pubblicati gli avvisi relativi al calendario delle prove scritte per i concorsi dell’Agenzia delle Entrate per 4500 funzionari.

Con il comunicato stampa del 1 settembre 2023 l’Agenzia delle Entrate ha annunciato che sono pervenute oltre 188mila domande e ha reso disponibile la suddivisione delle domande per regioni e province.

Con avviso del 24 agosto 2023 sono state apportate modifiche al bando di concorso in relazione alla prova d’esame con integrazione della verifica delle conoscenze di informatica e inglese.

La domanda di ammissione alla selezione doveva essere presentata entro il 28 agosto 2023 (inizialmente era il 26 agosto ma è stata posticipata).

In questa guida chiara e completa presentiamo i posti di lavoro disponibili, mettiamo a disposizione i Bandi da scaricare e spieghiamo i requisiti richiesti, come si svolgono le selezioni, come prepararsi e ogni altra informazione utile.

BANDI CONCORSO FUNZIONARI AGENZIA ENTRATE 2023

Tutti gli interessati a ai concorsi per funzionari indetti dall’Agenzia delle Entrate 2023 sono invitati a scaricare e leggere con attenzione i Bandi:

  • Concorso per 3970 funzionari tributari: BANDO (Pdf 640 Kb);
  • Concorso per 530 funzionari per i servizi di pubblicità immobiliare: BANDO (Pdf 636 Kb).

Segnaliamo, per completezza informativa, che i bandi sono stati pubblicati sul portale unico di reclutamento inPA in questa sezione e sul sito di Formez PA in questa pagina e in questa pagina.

Queste selezioni pubbliche rientrano nel piano di assunzioni Agenzia delle Entrate 2023 2024 che permetterà di realizzare migliaia di assunzioni, per coprire i numerosi posti vacanti in tutta Italia.

POSTI DISPONIBILI E SEDI DI LAVORO

L’Agenzia delle Entrate ha indetto i due bandi di concorso volti alla copertura di 4500 posti di lavoro, nei ruoli di Funzionari. Ecco i profili professionali e le sedi di lavoro:

  • 3970 UNITÀ DA INQUADRARE NELL’AREA FUNZIONARI PER ATTIVITÀ TRIBUTARIA (CODICE TRIB), DI CUI:
    – 30 posti presso la Direzione Provinciale di Bolzano;
    – 20 posti presso la Direzione Provinciale Trento;
    – 100 posti presso la Direzione Regionale Abruzzo (di cui 25 destinati alla SAM di Pescara);
    – 350 posti presso la Direzione Regionale Emilia-Romagna;
    – 80 posti presso la Direzione Regionale Friuli-Venezia Giulia;
    – 800 posti presso la Direzione Regionale Lazio e Uffici Centrali (di cui 20 alla SAM di Roma e 80 agli Uffici Centrali);
    – 150 posti presso la Direzione Regionale Liguria;
    – 900 posti presso la Direzione Regionale Lombardia;
    – 80 posti presso la Direzione Regionale Marche;
    – 350 posti presso la Direzione Regionale Piemonte (di cui 45 alla SAM di Torino);
    – 80 posti presso la Direzione Regionale Sardegna (di cui 50 alla SAM di Cagliari e 15 al COSF di Cagliari);
    – 330 posti presso la Direzione Regionale Toscana;
    – 20 posti presso la Direzione Regionale Umbria;
    – 680 posti presso la Direzione Regionale Veneto (di cui 50 alla SAM di Venezia e 50 al COSF di Venezia).

  • 530 UNITÀ DA INQUADRARE NELL’AREA FUNZIONARI PER I SERVIZI DI PUBBLICITÀ IMMOBILIARE (CODICE SPI), DI CUI:
    – 12 posti presso la Direzione Regionale Abruzzo;
    – 5 posti presso la Direzione Regionale Basilicata;
    – 14 posti presso la Direzione Regionale Calabria;
    – 31 posti presso la Direzione Regionale Campania;
    – 40 posti presso la Direzione Regionale Emilia-Romagna;
    – 9 posti presso la Direzione Regionale Friuli-Venezia Giulia;
    – 50 posti presso la Direzione Regionale Lazio e Uffici Centrali (di cui 4 presso Uffici Centrali);
    – 20 posti presso la Direzione Regionale Liguria;
    – 86 posti presso la Direzione Regionale Lombardia;
    – 16 posti presso la Direzione Regionale Marche;
    – 4 posti presso la Direzione Regionale Molise;
    – 50 posti presso la Direzione Regionale Piemonte;
    – 31 posti presso la Direzione Regionale Puglia;
    – 15 posti presso la Direzione Regionale Sardegna;
    – 38 posti presso la Direzione Regionale Sicilia;
    – 50 posti presso la Direzione Regionale Toscana;
    – 9 posti presso la Direzione Regionale Umbria;
    – 50 posti presso la Direzione Regionale Veneto.

GRUPPO TELEGRAM PER CONSIGLI E INFORMAZIONI

Vi segnaliamo che per confrontarsi con altri candidati, richiedere consigli e informazioni, è disponibile il gruppo Telegram Agenzia delle Entrate. Nel gruppo verranno segnalate tutte le novità sulle selezioni.

Di seguito, per aiutarvi nella comprensione del bando, spieghiamo nel dettaglio le attività che svolgeranno i funzionari, i requisiti richiesti, le modalità di selezione, lo stipendio e ogni altra informazione utile per prepararsi e superare il concorso Agenzia delle Entrate 2023.

MANSIONI SVOLTE DAI FUNZIONARI AGENZIA DELLE ENTRATE

Le attività che i funzionari assunti saranno chiamati a svolgere sono di seguito riportate:

COSA FA IL FUNZIONARIO TRIBUTARIO

Svolge attività complesse, per il loro elevato contenuto specialistico, in materia fiscale, elaborando e definendo soluzioni anche nuove coerenti con le prassi e le politiche funzionali; fornisce assistenza e consulenza all’utenza su adempimenti contabili e fiscali, cura l’attività di gestione ed erogazione dei servizi fiscali e di analisi ed elaborazione della modulistica fiscale, effettua attività di analisi e ricerca dei fenomeni illeciti, svolge le attività esterne di verifica e accesso mirato, gestisce le attività di controllo sostanziale e di accertamento fiscale, cura gli adempimenti connessi al contenzioso tributario e alla riscossione.


COSA FA IL FUNZIONARIO PER I SERVIZI DI PUBBLICITÀ IMMOBILIARE

Svolge attività complesse, per il loro elevato contenuto specialistico, con riferimento ai servizi di pubblicità immobiliare, elaborando e definendo soluzioni anche nuove coerenti con le prassi e le politiche funzionali; assicura assistenza e consulenza alla generalità degli utenti, gestisce le attività di aggiornamento e conservazione delle banche dati di pubblicità immobiliare, presidia i procedimenti di volontaria giurisdizione e svolge attività di monitoraggio in caso di rifiuto o riserva dei conservatori.

REQUISITI RICHIESTI

Possono candidarsi ai concorsi per l’Agenzia delle Entrate 2023 per funzionari coloro che sono in possesso dei requisiti di seguito elencati:

  • cittadinanza italiana;
  • posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari;
  • godimento dei diritti politici e civili;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • non essere stati interdetti dai pubblici uffici, né destituiti o dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso è stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabili;
  • possesso del titolo di studio richiesto in base al profilo per il quale ci si candida (si veda di seguito).

TITOLI DI STUDIO RICHIESTO

Ai candidati ai concorsi è inoltre richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti titoli di studio in base al profilo professionale per il quale ci si candida:

FUNZIONARIO ATTIVITÀ TRIBUTARIA

  • laurea triennale (L) nelle seguenti classi di laurea o titolo equiparato: Scienze dei servizi giuridici (L-14); Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione (L-16); Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L36); Scienze economiche (L-33) Scienze dell’Economia e della gestione aziendale (L-18);
    oppure:
  • diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio, conseguito secondo l’ordinamento di studi previgente al decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, o titolo equipollente per legge;
    oppure:
  • laurea specialistica o magistrale equiparata ai suddetti diplomi di laurea secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009.

FUNZIONARIO PER I SERVIZI DI PUBBLICITÀ IMMOBILIARE

  • laurea triennale (L) nelle seguenti classi di laurea o titolo equiparato: Scienze dei servizi giuridici (L-14);
    oppure:
  • diploma di laurea in giurisprudenza, conseguito secondo l’ordinamento di studi previgente al decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, o titolo equipollente per legge;
    oppure:
  • laurea specialistica o magistrale equiparata ai suddetti diplomi di laurea secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009.

RISERVE

In materia di riserva di posti si applicano le disposizioni di cui all’articolo 7, comma 2, della legge 12 marzo 1999, n. 68, recante norme per il diritto al lavoro dei disabili, nei limiti della complessiva quota d’obbligo prevista dall’articolo 3, comma 1, della medesima legge e agli articoli 1014, comma 1, e 678, comma 9, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 (codice dell’ordinamento militare).

SELEZIONE, PROVE D’ESAME, MATERIE

La selezione dei candidati avverrà mediante un’unica prova scritta, consistente in una serie di domande a risposta multipla sulle materie d’esame, diverse per ogni profilo.

La prova è valutata in trentesimi e si intenderà superata con un punteggio di almeno 21/30. Le procedure di selezione sono gestite da Formez PA.

Le materie oggetto della prova per il concorso per funzionari tributari sono:

  • diritto tributario ed elementi di teoria dell’imposta;
  • diritto civile e commerciale;
  • diritto amministrativo;
  • contabilità aziendale;
  • elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione e ai reati tributari.
  • conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese (introdotto dall’Avviso di modifica bando).

Le materie oggetto della prova per il concorso per funzionari per i servizi di pubblicità immobiliare sono:

  • diritto civile;
  • diritto amministrativo;
  • elementi di diritto processuale civile;
  • elementi di diritto tributario;
  • elementi di diritto penale;
  • conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese (introdotto dall’Avviso di modifica bando).

Per assicurare la conclusione del concorso in tempi brevi (6 mesi) l’Agenzia delle Entrate ha scelto di procedere con una selezione semplificata, in linea con la riforma dei concorsi pubblici approvata dal Governo, evitando la prova preselettiva e la prova orale.

Sempre in base alle nuove regole, i candidati disabili potranno usufruire dei tempi aggiuntivi (fino ad un massimo del tempo doppio per lo svolgimento della prova) e dei sussidi previsti in relazione alla disabilità.

Per lo svolgimento della prova scritta saranno utilizzate strumentazione e procedure informatiche. Il candidato che non si presenta o non si connette nel giorno, luogo ed ora stabiliti è escluso dalla prova. Non è ancora stato precisato se le selezioni si svolgeranno da remoto oppure le eventuali sedi di svolgimento delle selezioni. Questi dettagli saranno comunicati il 4 settembre 2023 sul sito internet dell’Agenzia delle entrate e sul Portale InPA.

AVVISO MODIFICA BANDO

L’Agenzia delle Entrate in data 24 agosto 2023 ha pubblicato due avvisi di modifica bando riferiti al concorso per 4500 funzionari 2023.

Lo scopo è confermare la proroga della scadenza per l’invio della domanda al 28 agosto 2023 e modificare le materie previste per la la prova d’esame scritta introducendo la verifica delle competenze informatiche e della conoscenza della lingua inglese.

COME PREPARARSI, COSA STUDIARE, MANUALI

Per prepararsi al concorso per funzionari Agenzia delle Entrate 2023 è necessario studiare tutte le materie oggetto d’esame ed esercitarsi a rispondere ai test. Sconsigliamo l’utilizzo di libri proposti per precedenti selezioni in quanto non aggiornati sulla normativa e non specifici sulle materie della selezione.

Sono in vendita i nuovi manuali 2023 creati appositamente per la preparazione ai concorsi per 4500 funzionari Agenzia delle Entrate, suddivisi in base al profilo.

MANUALI CONCORSO 3970 FUNZIONARI TRIBUTARI

  • Manuale di preparazione alla prova scritta che copre tutte le materie d’esame in vendita su Amazon in questa pagina.

  • Manuale con quesiti commentati per la prova scritta ed esercitazioni in vendita su Amazon in questa pagina.

MANUALI CONCORSO 530 FUNZIONARI SERVIZI PUBBLICITA’ IMMOBILIARE

  • Manuale di preparazione alla prova scritta che copre tutte le materie d’esame in vendita su Amazon in questa pagina.

  • Manuale con quesiti commentati per la prova scritta ed esercitazioni in vendita su Amazon in questa pagina.

Acquistando i manuali si avrà accesso gratuitamente al simulatore che permette di esercitarsi sui quiz con banca dati ufficiale dei precedenti concorsi. I testi sono aggiornati alle più recenti normative.

Considerate le integrazioni apportate ai bandi che prevedono anche la verifica della conoscenza dei principali strumenti informatici e della lingua inglese, i candidati dovranno prepararsi anche per affrontare domande riferite a queste materie.

Ecco i manuali consigliati e disponibili per la preparazione della prova di inglese e di informatica.

  • MANUALE PROVA DI INGLESE in vendita su Amazon in questa pagina.

  • MANUALE PROVA DI INFORMATICA in vendita su Amazon in questa pagina.

PERIODO DI PROVA E ASSUNZIONE

Il personale inquadrato nell’Area funzionari dell’Agenzia delle Entrate è soggetto a un periodo di prova della durata di 4 mesi. Non è previsto il tirocinio, questa è una grande novità rispetto al passato.

I candidati dichiarati vincitori sono assunti in servizio, previa sottoscrizione del contratto individuale di lavoro a tempo indeterminato, e sono tenuti a permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni.

STIPENDIO FUNZIONARI AGENZIA DELLE ENTRATE

Ai nuovi assunti viene attribuito il trattamento economico corrispondente all’Area dei Funzionari, con un differenziale iniziale “D0”, come previsto dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del comparto Funzioni Centrali – periodo 2019-2021 disponibile in questa pagina del sito dell’ARAN.

La retribuzione comprende: lo stipendio tabellare per 12 mesi corrispondente all’area di inquadramento dei funzionari (23.501,93 euro lordi annui) a cui si aggiunge il differenziale stipendiale (per i funzionari è pari a 2.250 Euro lordi annui), la tredicesima mensilità e tutte le eventuali indennità aggiuntive spettanti.

Quindi un funzionario dell’Agenzia delle Entrate percepisce uno stipendio annuo lordo pari a 27.709 Euro che corrisponde ad uno stipendio mensile netto pari a circa 1600 Euro. A questo importo possono essere aggiunte le eventuali indennità spettanti.

Per ulteriori dettagli sulle novità del contratto vi invitiamo a leggere la guida sul nuovo CCNL funzioni centrali.

COME PRESENTARE DOMANDA DI AMMISSIONE

Le domande di partecipazione ai bandi di concorso Agenzia delle Entrate 2023 per 4500 funzionari dovevano essere presentate entro il 28 agosto 2023 tramite il portale web del reclutamento inPA, collegandosi ai link presenti in questa pagina.

La scadenza inizialmente fissata al 26 agosto è stata posticipata al 28 agosto a causa dei problemi e disservizi del portale inPA.

Ricordiamo che per accedere alla piattaforma inPA è necessario autenticarsi mediante credenziali SPID oppure CIE, CNS o eIDAS.

Si specifica inoltre che per partecipare alle selezioni i candidati dovranno essere muniti di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale o di un domicilio digitale. Coloro che sono sprovvisti di PEC possono leggere in questo articolo come attivarne una in soli 30 minuti.

I candidati dovevano indicare nella domanda di partecipazione, a pena di esclusione, una sola struttura, regionale o provinciale, tra quelle disponibili per il concorso.

Attenzione: non bando è prevista alcuna tassa di iscrizione per il concorso. Tuttavia diversi candidati hanno segnalato alla nostra Redazione che per poter partecipare al concorso per funzionari per i servizi di pubblicità immobiliare viene richiesto il pagamento della quota di 10 Euro. Invece per il concorso per funzionari tributari non viene richiesta alcuna tassa.

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI PROVE E GRADUATORIA

Le successive comunicazioni relative alla prova scritta di ciascun concorso Agenzia delle Entrate 2023 saranno pubblicate con valore di notifica a tutti gli effetti, nel sito web dell’Agenzia delle entrate, e sul Portale InPA. Sugli stessi siti saranno pubblicate anche le graduatorie finali.

Per richieste di informazioni e consigli è disponibile il gruppo Telegram Agenzia delle Entrate.

ALTRI CONCORSI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere l’approfondimento sul piano di assunzioni Agenzia delle Entrate 2023 2024 che elenca tutti i prossimi concorsi dell’Agenzia delle Entrate fino al 2024, con mansioni, requisiti e materie d’esame. Si tratta di un piano presentato dalla stessa Agenzia delle Entrate che permette ai candidati interessati di prepararsi per tempo e iniziare a studiare.

Vi invitiamo, inoltre, a consultare la pagina dedicata ai concorsi pubblici 2023 che è costantemente aggiornata con tutti i nuovi bandi usciti. Inoltre potete visitare la pagina sui prossimi concorsi in uscita per scoprire quali bandi verranno pubblicati nei prossimi mesi e prepararsi per tempo.

Infine, potete restare sempre aggiornati in materia di concorsi e lavoro iscrivendovi gratis alla nostra newsletter e anche al canale Telegram che segnala le novità in anteprima.

di Dorotea V.
Redattrice, esperta di lavoro pubblico e privato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

15 Commenti

Scrivi un commento
    • Le date della prova scritta saranno comunicate il 4 settembre, quindi fino a quel giorno non si può sapere di preciso quanto tempo è disponibile.

    • Per L-14 si, per sicurezza verifichi se la sua classe di laurea è presente nell’elenco di quelle ammesse scritto nel bando, oppure se è equiparata a quelle previste.

    • A quanto pare c’è chi ha pagato e chi no. Si è trattato di un errore tecnico, so anche che alcuni sono stati poi riborsati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *