Concorso per 500 esperti MEF, assunzioni PNRR, Bando RIPAM

concorso, pubblico, ente, uffici

La presidenza del Consiglio dei Ministri ha indetto il bando di concorso pubblico per 500 assunzioni a tempo determinato di personale non dirigenziale, di cui 80 da assegnare al Ministero dell’economia e delle finanze (MEF) – Dipartimento della ragioneria generale dello Stato e 420 alle amministrazioni centrali titolari di interventi previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – PNRR.

Le risorse saranno inquadrate nell’Area III, posizione economica F1, nei profili professionali economico, giuridico, informatico, statistico-matematico, ingegneristico, ingegneristico gestionale. La selezione è rivolta a candidati laureati ed è gestita dalla Commissione RIPAM – Formez PA.

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata entro il 20 settembre 2021. Ecco tutte le informazioni sulla selezione, il bando e come candidarsi.

SUDDIVISIONE DEI POSTI DI LAVORO, CONCORSO 500 ASSUNZIONI PNRR

Le 500 unità di personale sono ripartite tra le seguenti figure professionali e sedi:

Profilo economico (Codice ECO) n. 198 di cui:

  • n. 30 unità da assegnare al Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento della ragioneria generale dello Stato.
  • n. 168 unità da assegnare alle amministrazioni centrali titolari di interventi previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Profilo giuridico (Codice GIURI) n. 125 di cui:

  • n. 20 unità da assegnare al Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento della ragioneria generale dello Stato.
  • n. 105 unità da assegnare alle amministrazioni centrali titolari di interventi previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Profilo statistico – matematico (Codice STAT) n. 73 di cui:

  • n. 10 unità da assegnare al Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento della ragioneria generale dello Stato.
  • n. 63 unità da assegnare alle amministrazioni centrali titolari di interventi previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Profilo informatico, ingegneristico, ingegneristico gestionale (Codice INF/ING) n. 104 di cui:

  • n. 20 unità da assegnare al Ministero dell’economia e delle finanze MEF – Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, con priorità per la figura professionale di ingegnere gestionale ove disponibile.
  • n. 84 unità da assegnare alle amministrazioni centrali titolari di interventi previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

ESPERTI MEF E PERSONALE PER LE ATTIVITÀ CONNESSE AL PNRR

420 posti di lavoro sono destinati a professionisti da inserire nella task force temporanea prevista dal PNRR che dovrà fornire supporto tecnico e specialistico alle PA per la realizzazione delle attività di digitalizzazione, monitoraggio e performance legate al Piano. Nel dettaglio, la selezione pubblica riguarda profili professionali economico, giuridico, informatico, statistico-matematico, ingegneristico. Dunque tecnici, ingegneri, economisti, giuristi, statistici ed esperti IT. Le assunzioni PNRR serviranno per la realizzazione del sistema di coordinamento istituzionale, gestione, attuazione, monitoraggio e controllo del Piano.

Gli inserimenti sono stati autorizzati dal decreto Brunetta per il reclutamento nella PA (decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80) e rientrano nel piano di assunzioni nella Pubblica amministrazione PNRR per 24mila posti di lavoro. Maggiori informazioni in questa pagina. Gli inserimenti di personale a supporto delle attività per il PNRR coinvolgono le seguenti amministrazioni centrali:

  • Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili (50 posti);
  • Ministero della transizione ecologica (50 posti);
  • Ministero della salute (30 posti);
  • Ministero dell’Istruzione (30 posti);
  • Ministero dello sviluppo economico (30 posti);
  • Ministero dell’università e ricerca (25 posti);
  • Ministero del lavoro e delle politiche sociali (20 posti);
  • Ministero della cultura (20 posti);
  • Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali (15 posti);
  • Ministero della giustizia (15 posti);
  • Ministero del turismo (15 posti);
  • Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale (2 posti);
  • Ministero dell’Economia e delle Finanze (2 posti);
  • Ministero per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale (35 posti);
  • Ministero per il Sud e la coesione territoriale (15 posti);
  • Ministero per la pubblica amministrazione (10 posti);
  • Ministero per gli affari regionali e le autonomie (10 posti);
  • Segretariato generale (4 posti);
  • Dipartimento per la programmazione economica (4 posti);
  • Dipartimento della protezione civile (3 posti);
  • Dipartimento per lo sport (3 posti);
  • Ministero per le politiche giovanili (3 posti);
  • Ministero per le disabilità (2 posti);
  • Ministero per le pari opportunità e la famiglia (2 posti).

RISERVE

Il 30% dei posti è riservato ai volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma, ai volontari in servizio permanente, nonché agli Ufficiali di complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta, se in possesso dei requisiti previsti dal bando.

REQUISITI

Possono partecipare al concorso per 500 esperti MEF e assunzioni presso le amministrazioni pubbliche e per le finalità del PNRR i candidati in possesso dei requisiti di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione europea o di Paesi terzi in base a quanto previsto dal bando;
  • età non inferiore ai 18 anni;
  • titolo di studio: possesso della laurea;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni previste per il ruolo;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, oppure non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana;

A quanti saranno destinati a ricoprire i posti di lavoro disponibili presso la Presidenza del Consiglio dei ministri e il Ministero dell’interno sarà richiesto inoltre il possesso della cittadinanza italiana e della condotta incensurabile. Il possesso della condotta incensurabile è indispensabile anche per i posti disponibili presso il Ministero della giustizia.

PROVE D’ESAME

La selezione è gestita dalla Commissione interministeriale RIPAM in collaborazione con Formez PA e prevede una prova selettiva scritta e la valutazione dei titoli.

La prova scritta si svolgerà mediante l’utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali, anche in sedi decentrate e con più sessioni consecutive non contestuali, in base alle nuove regole per i concorsi relative alla sicurezza introdotte per la pandemia da Civid-19. Inoltre la procedura seguirà le norme introdotte dalla riforma dei concorsi pubblici approvata dal Governo, che prevede concorsi in 100 giorni per assunzioni lampo.

La prova scritta consisterà in un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti e per superare la prova è necessario ottenere un punteggio minimo di 21/30. Di seguito i dettagli sulle materie d’esame.

A. Profilo professionale economico (Codice ECO):
– diritto comunitario, norme costitutive e organizzazione dell’Unione europea;
– regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell’Unione europea, finanziamenti dell’Unione europea a gestione diretta e concorrente;
– nozioni di contabilità dello Stato e degli enti pubblici;
– nozioni di diritto amministrativo, con particolare riferimento alla disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;
– nozioni di economia pubblica;
– lingua inglese.

B. Profilo professionale giuridico (Codice GIURI)
– diritto comunitario, norme costitutive e organizzazione dell’Unione europea;
– regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell’Unione europea;
– finanziamenti dell’Unione europea a gestione diretta e concorrente;
– nozioni di contabilità dello Stato e degli enti pubblici;
– nozioni di diritto amministrativo, con particolare riferimento alla disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;
– nozioni di diritto civile, con esclusivo riferimento alla responsabilità contrattuale ed extracontrattuale;
– lingua inglese.

C. Profilo professionale statistico-matematico (Codice STAT)
– statistica, metodi statistici per l’analisi dei dati;
– matematica e scienze matematiche applicate;
– nozioni di diritto dell’Unione europea;
– nozioni di contabilita’ dello Stato e degli enti pubblici;
– nozioni di diritto amministrativo;
– lingua inglese.

D. Profilo informatico, ingegneristico, ingegneristico gestionale (Codice INF/ING)
– informatica;
– metodologie e strumenti di project management;
– nozioni di diritto comunitario;
– nozioni di contabilità dello Stato e degli enti pubblici;
– nozioni di diritto amministrativo, con particolare riferimento al codice dell’amministrazione digitale;
– lingua inglese.

Non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti prima dello svolgimento della prova.

DOMANDA

La domanda di ammissione al concorso per 500 assunzioni PNRR deve essere presentata esclusivamente per via telematica, effettuando l’accesso con attraverso il Sistema pubblico di identità digitale SPID e compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019” raggiungibile da questa pagina entro le ore 14,00 del 20 settembre 2021.

E’ richiesto il versamento della quota di partecipazione al concorso di euro 10,00 sulla base delle indicazioni riportate nel sistema Step-One 2019. Nel caso di presentazione della domanda per più codici concorso è richiesto il versamento della quota per ciascun codice.

Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato. Chi non ce l’ha, può attivarla in soli 30 minuti tramite il servizio di attivazione PEC da questa pagina.

Per aiutare i candidati nella compilazione della domanda Formez PA ha reso disponibile una Guida (Pdf 2Mb).

BANDO

Per ulteriori informazioni sul concorso per 500 assunzioni nella Pubblica Amministrazione vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente il BANDO (Pdf 132Kb) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale serie concorsi ed esami n. 64 del 13-8-2021.

Mettiamo a disposizione anche l’ALLEGATO 1 (Pdf 2Mb) contenente la suddivisione dei posti di lavoro tra le diverse amministrazioni centrali.

GRADUATORIE

La commissione esaminatrice, per ciascuno dei profili messi a concorso, redigerà la graduatoria finale di merito sommando i punteggi conseguiti nella prova scritta e nella valutazione dei titoli. I primi classificati nella graduatoria finale saranno nominati vincitori e assegnati alle amministrazioni interessate per l’assunzione a tempo determinato.

Le graduatorie degli idonei resteranno valide per tutta la durata di attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che dovrebbe concludersi entro il 31 dicembre 2026. Potranno infatti essere utilizzate per ulteriori assunzioni nell’ambito del PNRR eventualmente necessarie.

CONTRATTO E DUTRATA DELL’INCARICO

I vincitori saranno assunti mediante contratto di lavoro a tempo determinato. La durata dei contratti sarà di 36 mesirinnovabili fino al 31 dicembre 2026. Il rinnovo sarà collegato al raggiungimento degli obiettivi del Piano da parte delle amministrazioni assegnatarie dei progetti.

RISERVA NEI NUOVI CONCORSI

In base a quanto previsto dal decreto reclutamento, per coloro che avranno lavorato a tempo determinato nella PA per la realizzazione del PNRR è prevista una riserva del 40% dei posti messi a bando nei concorsi pubblici indetti dalle Pubbliche Amministrazioni.

ULTERIORI INFORMAZIONI, FAQ

In caso di dubbi, problemi di registrazione e per avere maggiori informazioni sulle procedure legate al concorso per assunzioni PNRR è possibile consultare le FAQ (Pdf 533Kb) messe a disposizione da Formez PA. Si tratta delle risposte alle domande frequenti relative alla procedura concorsuale.

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI

Tutte le successive comunicazioni riguardanti il diario delle prove d’esame, l’esito delle prove, graduatorie verranno date tramite il sistema online Step-One 2019 di Formez PA. In particolare il calendario con data e luogo di svolgimento della prova scritta sono resi disponibili sul sistema Step-One 2019 con accesso da remoto attraverso l’identificazione del candidato, almeno 10 giorni prima della data stabilita per lo svolgimento della stessa.

COME RESTARE AGGIORNATI

Continuate a seguirci per restare informati, iscrivendovi gratis alla nostra newsletter per essere aggiornati su tutte le novità e al nostro canale telegram per avere le notizie in anteprima. Per conoscere altri concorsi aperti nella Pubblica Amministrazione potete visitare la nostra pagina dedicata ai bandi di concorso attivi.

Subscribe
Notificami
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments