Concorso Ministero della Giustizia 2023 per 107 funzionari DAP. Bando, proroga e modifiche

Ministero della Giustizia
Photo credit: penofoto / Shutterstock
adv

** Questo articolo fa parte del nostro archivio, i contenuti potrebbero non essere aggiornati. **

È stato indetto il concorso Ministero della Giustizia 2023 per funzionari DAP.

La selezione pubblica è finalizzata ad assumere a tempo indeterminato 107 funzionari contabili del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (DAP) del dicastero.

Il titolo di studio per accedere alla procedura concorsuale è la laurea.

Il termine per presentare le domande di ammissione è stato prorogato al 27 dicembre 2023 (invece che 18 dicembre) in seguito all’aggiornamento dei titoli validi per la partecipazione al concorso.

Di seguito mettiamo a disposizione le modifiche effettuate, il bando da scaricare e forniamo tutte le informazioni utili su come candidarsi, sui requisiti richiesti e sulla selezione.

Inoltre diamo consigli su come prepararsi, il manuale e il gruppo di studio.

AGGIORNAMENTO TITOLI VALIDI E PROROGA

Sono dunque stati aggiornati i titoli di studio validi per la partecipazione al concorso Ministero della Giustizia 2023 per 107 funzionari DAP. Sono stati inseriti i seguenti Diplomi di Laurea (DL):

  • Economia e Finanza;
  • Economia Industriale;
  • Marketing;
  • Scienze Politiche.

Si precisa, inoltre, che sono stati aggiunti esclusivamente i suddetti Diplomi di Laurea, in quanto equiparati ai titoli richiesti dal bando (art. 3 – punto 1 – lett. c), ovvero LM-56, LM-77, 64/S e 84/S.

Pertanto, a seguito delle modifiche apportate, la scadenza del termine per la presentazione della domanda di ammissione è fissata al 27 dicembre 2023 (invece che il 18 dicembre 2023), come indicato in questa pagina del sito di reclutamento inPA e in questa pagina del sito del Ministero.

CONCORSO MINISTERO GIUSTIZIA 2023 – 107 FUNZIONARI DAP, BANDO

Gli interessati al concorso Ministero della Giustizia 2023 per funzionari DAP sono invitati a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 444 KB).

Per completezza, rendiamo noto che l’avviso di selezione è stato pubblicato sul portale inPA in questa pagina e sul sito internet del Ministero in questa sezione.

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

I concorrenti devono presentare la domanda di ammissione al concorso Ministero della Giustizia 2023 per funzionari contabili DAP entro il 27 dicembre 2023 (come da avviso di proroga) tramite il portale inPA, cliccando sul link “Invia la tua candidatura” presente in questa pagina.

Per accedere alla piattaforma è necessario autenticarsi mediante SPID / CIE / CNS o credenziali eIDAS.

Nell’istanza online occorre precisare il recapito e l’indirizzo di posta elettronica ordinaria (PEO) e certificata (PEC), personalmente intestata, dove i candidati intendono ricevere le comunicazioni sul concorso. Chi fosse sprovvisto di PEC può leggere in questo articolo come ottenerne una in soli 30 minuti, da casa.

In caso di problemi nell’invio della domanda vi consigliamo di leggere questa guida che spiega in modo semplice e chiaro come registrarsi al portale inPA e candidarsi.

Per restare aggiornati su tutte le novità del concorso, per scambiarsi informazioni e chiedere consigli è disponibile il Gruppo Telegram dedicato al concorso per funzionari DAP Ministero della Giustizia.

Presentiamo di seguito le informazioni utili sui requisiti richiesti per accedere al concorso, come si svolgerà la procedura selettiva e come prepararsi con manuali e gruppo di studio.

REQUISITI

Il concorso Ministero della Giustizia 2023 per funzionari contabili DAP è aperto alla partecipazione di candidati in possesso dei requisiti che elenchiamo di seguito:

  • cittadinanza italiana. Sono ammesse, inoltre, tutte le categorie di stranieri indicate all’art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165, commi 1, 2 e 3 bis, e i familiari di cittadini dell’Unione (o italiani) ai sensi dell’art. 24 della direttiva 2004/38;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni di funzionario contabile;
  • qualità morali e di condotta previste dall’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

TITOLO DI STUDIO

I concorrenti devono possedere anche uno dei seguenti titoli di studio:

  • diploma di laurea (DL) in: Economia e commercio;
  • laurea (L): L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale, L-33 Scienze economiche;
  • laurea magistrale (LM): LM-56 scienze dell’economia, LM-77 scienze economico-aziendali;
  • laurea specialistica (LS): 64/S scienze dell’economia, 84/S scienze economico-aziendali;
  • titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

Inoltre, come da avviso di cui sopra, sono validi i seguenti Diplomi di Laurea (DL):

  • Economia e Finanza;
  • Economia Industriale;
  • Marketing;
  • Scienze Politiche.
adv

SOGGETTI ESCLUSI

Non sono ammessi alla procedura concorsuale coloro che:

  • siano stati destituiti o licenziati a seguito di procedimento disciplinare o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
  • siano stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi, o interdetti dai pubblici uffici per effetto di sentenza passata in giudicato.

RISERVE

Si segnala che 21 posti sono riservati prioritariamente al personale interno appartenente all’area degli Assistenti del Ministero della Giustizia – Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, in possesso dei requisiti richiesti dal bando, articolo 3.

SELEZIONE, PROVA D’ESAME

Il concorso per funzionari DAP Ministero della Giustizie sarà espletato attraverso un’unica prova d’esame scritta che includerà la verifica della conoscenza della lingua inglese e delle capacità e attitudini all’uso di apparecchiature e applicazioni informatiche.

La prova scritta consisterà in una serie di domande a risposta multipla. Si intende superata al raggiungimento di un punteggio di almeno 21/30.

Di seguito le materie del programma d’esame:

  • ordinamento penitenziario, con particolare riferimento all’organizzazione degli istituti e servizi dell’Amministrazione Penitenziaria;
  • ragioneria pubblica e contabilità di Stato con particolare riferimento ai servizi amministrativo contabili dell’Amministrazione;
  • elementi di economia politica, di scienza delle finanze e di statistica;
  • elementi di diritto costituzionale ed amministrativo con particolare riferimento al rapporto di pubblico impiego;
  • accertamento della conoscenza della lingua inglese e delle capacità e attitudini all’uso di apparecchiature e applicazioni informatiche.

In base al numero di domande pervenute, la prova scritta potrà svolgersi, per motivi organizzativi, anche in più sedute d’esame.

Sottolineiamo che non è prevista la prova orale in quanto la selezione si svolge con modalità semplificate, prevedendo un’unica prova scritta, in base alle disposizioni della riforma dei concorsi pubblici.

BANCA DATI

Non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti relativi alla prova scritta prima del
suo svolgimento.

COME PREPARARSI, COSA STUDIARE, MANUALE

In vista del nuovo concorso per funzionari DAP è indispensabile prepararsi su tutte le materie della prova d’esame.

E’ disponibile un manuale creato appositamente per la preparazione al concorso per funzionari contabili del Ministero della Giustizia, che copre tutta la parte teorica permette anche di esercitarsi sui quiz che si basano sulle banche dati ufficiali dei precedenti concorsi. Infatti, acquistando il manuale, si ottiene in omaggio l’estensione online con test di verifica e software di simulazione.

Il manuale è in vendita su Amazon in questa pagina.

GRUPPO DI STUDIO E CONSIGLI

Per restare aggiornati su tutte le novità del concorso, per scambiarsi informazioni e chiedere consigli è disponibile il Gruppo Telegram dedicato al concorso per funzionari DAP Ministero della Giustizia.

STIPENDIO FUNZIONARI DAP MINISTERO GIUSTIZIA

Lo stipendio tabellare annuo per Funzionario Contabile del Ministero della Giustizia è pari a 23.299,78 Euro lordi. A questa cifra si deve aggiungere la tredicesima mensilità che porta il totale tabellare annuo a 25.241,42 Euro lordi. Inoltre è necessario aggiungere le eventuali indennità spettanti.

Lo stipendio è definito dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro (CCNL) del Comparto Funzioni Centrali 2019/2021 che si può consultare in questa pagina del sito web dell’ARAN.

I dipendenti pubblici delle funzioni centrali godono anche di un interessante welfare integrativo che comprende ad esempio iniziative di sostegno al reddito della famiglia (sussidi e rimborsi), supporto all’istruzione e promozione del merito dei figli, contributi a favore di attività culturali, ricreative e con finalità sociale, polizze sanitarie integrative delle prestazioni erogate dal servizio sanitario nazionale.

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI

Le comunicazioni su luogo e date della prova d’esame e la graduatoria definitiva saranno pubblicate sul portale inPa e sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia.

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA

Di cosa si occupa il DAP? Il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (DAP) è uno dei dipartimenti del Ministero della Giustizia e si occupa prevalentemente di:

  • attuazione della politica dell’ordine e della sicurezza negli istituti e servizi penitenziari e del trattamento dei detenuti e degli internati;
  • coordinamento tecnico operativo, direzione ed amministrazione del personale e dei collaboratori esterni dell’Amministrazione;
  • direzione e gestione dei supporti tecnici, per le esigenze generali del Dipartimento.

Per conoscere di cosa si occupano i Funzionari contabili del DAP vi consigliamo di leggere questo documento del Ministero della Giustizia – Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, cercando “funzionario contabile”.

SEDE DI LAVORO E SEDI DEL DAP

Le sedi di assegnazione del personale da immettere in servizio saranno individuate in relazione alle esigenze organizzative ed operative degli istituti penitenziari.

I candidati sceglieranno la sede di assegnazione secondo l’ordine della graduatoria finale (fatta salva la priorità di cui all’art. 21 della Legge 104/1992), ciò significa che i primi in graduatoria saranno i primi a poter scegliere la sede di lavoro. Il personale assunto sarà tenuto a permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a 5 anni.

Istituito dall’art. 30 della Legge 395/1990, il DAP ha una sede amministrativa centrale a Roma e 1 strutture territoriali amministrative periferiche ed intermedie. Si tratta dei Provveditorati regionali, che hanno sedi nei capoluoghi regionali, ovvero: Bari (Puglia e Basilicata), Bologna (Emilia Romagna e Marche), Cagliari (Sardegna), Catanzaro (Calabria), Firenze (Toscana e Umbria), Milano (Lombardia), Napoli (Campania), Padova (Triveneto), Palermo (Sicilia), Roma (Lazio, Abruzzo e Molise) e Torino (Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta).

PIANO ASSUNZIONI MINISTERO GIUSTIZIA

Le assunzioni sono programmate nell’ambito del Piano triennale dei fabbisogni di personale 2022-2024 del DAP, consultabile in questa pagina, che rientra nel Piano integrato di attività e organizzazione (PIAO) 2022-2024 dell’Amministrazione penitenziaria. Il PTFP prevede migliaia di assunzioni e nuovi concorsi pubblici. Per tutte le informazioni potete leggere questo approfondimento.

ALTRI CONCORSI E COME RESTARE AGGIORNATI 

Oltre alle assunzioni Ministero Giustizia, sono in programma numerosi altri inserimenti nelle Pubbliche Amministrazioni, grazie ad un maxi piano di assunzioni nella PA per coprire circa 167 mila posti di lavoro entro il 2023. Per tutti i dettagli potete leggere questo approfondimento.

Vi invitiamo inoltre a consultare la pagina dei concorsi pubblici 2023, che è costantemente aggiornata con i nuovi bandi indetti. Potete inoltre conoscere i prossimi concorsi in uscita per scoprire quali bandi verranno pubblicati nei prossimi mesi e prepararvi per tempo.

Infine, per essere sempre aggiornati sulle opportunità di lavoro e sulle selezioni pubbliche, iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita, ai nostri canali Telegram e WhatsApp.

di Caterina S.
Redattrice, esperta di lavoro pubblico e privato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *