Concorso Notaio 2023 per 400 posti: Bando, requisiti, domanda

legge, giustizia, ministero, concorsi

Il Ministero della Giustizia ha indetto il Concorso di Notaio 2023 finalizzato alla copertura di 400 posti di lavoro in tutta Italia.

Sarà possibile presentare la domanda di ammissione alla selezione dal 10 gennaio 2023 fino al 9 febbraio 2023.

Di seguito rendiamo disponibile il bando del concorso Notarile e tutte le informazioni utili per candidarsi alla selezione pubblica.

BANDO CONCORSO NOTAIO 2023 PER 400 POSTI

Gli interessati al concorso per 400 posti di Notaio 2023 sono invitati a leggere attentamente il BANDO (Pdf 143 Kb) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale serie concorsi ed esami n. 99 del 16-12-2022 a questa pagina e anche sul portale della Ministero della Giustizia, in questa sezione.

Vediamo nel dettaglio i requisiti richiesti, le fasi del concorso e come presentare la domanda di partecipazione.

REQUISITI

I candidati al concorso notarile 2023 dovranno essere in possesso dei requisiti stabiliti dall’articolo 5 della legge 16 febbraio 1913, n. 89, e successive modificazioni, di seguito riassunti:

  • essere cittadini italiani o di un altro Stato membro dell’Unione europea ed aver compiuto 21 anni;
  • essere di moralità e di condotta sotto ogni rapporto incensurate;
  • non aver subito condanna per un reato non colposo punito con pena non inferiore nel minimo a 6 mesi, ancorché sia stata inflitta una pena di durata minore;
  • possesso della laurea in giurisprudenza o della laurea specialistica o magistrale in giurisprudenza date o confermate da una università italiana o di titolo riconosciuto equipollente;
  • avere ottenuto l’iscrizione fra i praticanti presso un Consiglio notarile ed aver fatto la pratica per 18 mesi, di cui almeno per un anno continuativamente dopo la laurea;

Inoltre è necessario che gli aspiranti non siano stati dichiarati non idonei in 5 precedenti concorsi per esami a posti di notaio, banditi successivamente all’entrata in vigore della legge 18 giugno 2009, n. 69.

PROCEDURA SELETTIVA CONCORSO NOTARILE 2023

La procedura selettiva del concorso di Notaio 2023 sarà articolata in 6 prove d’esame, 3 prove scritte e 3 prove orali.

PROVA D’ESAME SCRITTA

L’esame scritto consisterà in 3 distinte prove teorico-pratiche, riguardanti un atto di ultima volontà e due atti tra vivi, di cui uno di diritto commerciale. In ciascun tema saranno richiesti la compilazione dell’atto e lo svolgimento dei principi attinenti agli istituti giuridici relativi all’atto stesso.

Saranno ammessi alle prove orali soltanto i concorrenti giudicati idonei dalla commissione esaminatrice, ossia coloro che avranno ottenuto il voto minimo di 35 punti per ciascuna delle tre prove scritte.

PROVA D’ESAME ORALE

La prova orale sarà divisa in 3 prove distinte e verterà sui seguenti gruppi di materie:

  • diritto civile, commerciale e volontaria giurisdizione, con particolare riguardo agli istituti giuridici in rapporto ai quali si esplica l’ufficio di notaio;
  • disposizioni sull’ordinamento del notariato e degli archivi notarili;
  • disposizioni concernenti i tributi sugli affari.

L’esame orale si intende superato se i concorrenti avranno riportato almeno 35 punti in ciascun gruppo di materie.

Saranno dichiarati idonei coloro che avranno conseguito, nell’insieme delle prove scritte e orali, non meno di 210 punti su 300.

GRADUATORIA

In base al totale dei voti assegnati a ciascun candidato sarà formata la graduatoria generale dei vincitori del concorso e degli altri concorrenti dichiarati idonei.

Entro 15 giorni dalla data di pubblicazione sul sito internet del Ministero della graduatoria e dell’elenco delle sedi, i vincitori del concorso potranno far pervenire al Ministero della giustizia, Dipartimento per gli affari di giustizia – Direzione generale degli affari interni Ufficio II – Reparto notariato una dichiarazione in bollo contenente l’indicazione delle sedi alle quali aspirano ad essere destinati, in ordine di preferenza.

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Il Ministero della giustizia è un dicastero del governo italiano con sede a Roma. È preposto all’organizzazione dell’amministrazione giudiziaria civile, penale e minorile, dei magistrati e di quella penitenziaria. Il Ministero è presente sin dal Governo Cavour IV nel 1861, quale ministero che si occupava anche degli affari del culto, ossia delle attività legate all’ambito religioso ed ecclesiastico. Infatti la denominazione varia col tempo in relazione a tale attività.

DOMANDA DI AMMISSIONE

La domanda di ammissione al concorso per Notai 2023 dovrà essere presentata o spedita tramite raccomanda AR al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale competente in relazione al luogo di residenza dell’aspirante, previa compilazione della domanda telematica, entro il 9 febbraio 2023.

La domanda telematica di partecipazione al concorso dovrà essere redatta utilizzando l’apposito form di domanda, che sarà disponibile sul sito del Ministero a questa pagina, a partire dal 10 gennaio 2023. Rendiamo disponibile le MODALITÀ OPERATIVE (Pdf 75 Kb) per la compilazione della domanda, pubblicate sul sito del Ministero.

I candidati dovranno autenticarsi tramite SPID di secondo livello, o con carta di identità elettronica (CIE), o con carta nazionale dei servizi (CNS).

Durante la compilazione della domanda, i candidati dovranno effettuare il versamento online tramite PagoPA di un unico pagamento di €117,13. Solo dopo aver assolto il pagamento sarà possibile completare la compilazione e l’invio telematico della domanda alla procura di competenza.

Con l’invio della domanda il sistema informatico comunicherà l’avvenuta acquisizione della domanda di partecipazione via mail e renderà disponibili al candidato due documenti in formato PDF:

  • la ricevuta di acquisizione della domanda, da stampare, conservare ed esibire alla prova scritta;
  • la domanda di partecipazione.

Per ulteriori dettagli sulla modalità di compilazione della domanda rimandiamo a una lettura attenta del bando che abbiamo allegato all’inizio dell’articolo.

ULTERIORI INFORMAZIONI

I candidati ai quali non sia stata comunicata l’esclusione dal concorso sono tenuti a presentarsi, a pena di decadenza, per sostenere le prove scritte, nel luogo, giorno ed ora di inizio delle stesse, secondo quanto sarà indicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica – 4a serie speciale – “Concorsi ed Esami” del 14 marzo 2023.

ALTRI CONCORSI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere anche altri concorsi attivi in tutta Italia, vi invitiamo a consultare la nostra sezione dedicata alle selezioni pubbliche. Infine, per restare sempre aggiornati su tutte le novità, iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita e al nostro canale Telegram.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti