Giustizia Amministrativa: concorso per 168 funzionari e informatici, Ufficio Processo

giustizia

Numerose assunzioni in arrivo con il concorso pubblico indetto dal Segretariato Generale della Giustizia Amministrativa per funzionari e informatici da impiegare presso l’Ufficio per il Processo.

La selezione rientra nel piano dei concorsi Ministero Giustizia PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), che porterà all’assunzione di 16.826 addetti presso l’Ufficio Processo.

In totale, quindi, sono previsti 168 posti di lavoro a tempo determinato e pieno per 30 mesi, al fine di supportare le linee di progetto di competenza della Giustizia Amministrativa. Le selezioni sono rivolte a laureati e a diplomati.

Il termine entro il quale è possibile candidarsi è fissato al 5 Agosto 2021. Vediamo tutte le informazioni utili per partecipare alle selezioni e il bando pubblicato in Gazzetta Ufficiale da scaricare.

CONCORSO UFFICIO PER FUNZIONARI E INFORMATICI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA

Il concorso per funzionari e informatici della Giustizia Amministrativa è finalizzato alla copertura di posti di lavoro per la durata di 30 mesi, non rinnovabili. Le risorse da assumere saranno così distribuite:

  • n. 130 funzionari – area III – fascia retributiva F1, nei seguenti profili professionali:
    – n. 120 funzionari amministrativi – codice concorso «GA100»;
    – n. 7 funzionari informatici – codice concorso «GA200»;
    – n. 3 funzionari statistici – codice concorso «GA300»;
  • n. 38 assistenti informatici – area II – fascia retributiva F2 – codice concorso «GA400».

SEDI DI ASSEGNAZIONE

Si segnala, inoltre, che le risorse saranno assegnate alle sedi degli Uffici giudiziari e centrali al fine di potenziare gli Uffici per il Processo, come specificato di seguito:

  • n. 120 funzionari amministrativi da assegnare all’Ufficio Processo presso le seguenti sedi:
    n. 34 posti al Consiglio di Stato, Sezioni giurisdizionali;
    n. 40 posti al Tribunale amministrativo regionale per il Lazio, sede di Roma;
    n. 6 posti al Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia, sede di Milano;
    n. 4 posti al Tribunale amministrativo regionale per il Veneto;
    n. 9 posti al Tribunale amministrativo regionale per la Campania, sede di Napoli;
    n. 5 posti al Tribunale amministrativo regionale per la Campania, sezione staccata di Salerno;
    n. 10 posti al Tribunale amministrativo regionale per la Sicilia, sede di Palermo;
    n. 12 posti al Tribunale amministrativo regionale per la Sicilia, sezione staccata di Catania;
  • n. 7 funzionari informatici da assegnare al Consiglio di Stato, Servizio per l’informatica;
  • n. 3 funzionari statistici da impiegare presso il Consiglio di Stato, Segretariato generale della Giustizia Amministrativa;
  • n. 38 assistenti informatici da assegnare all’Ufficio del Processo presso le seguenti sedi:
    n. 8 posti al Consiglio di Stato, Sezioni giurisdizionali;
    n. 9 posti al Tribunale amministrativo regionale per il Lazio, sede di Roma;
    n. 2 posti al Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia, sede di Milano;
    n. 2 posti al Tribunale amministrativo regionale per il Veneto;
    n. 5 posti al Tribunale amministrativo regionale per la Campania, sede di Napoli;
    n. 2 posti al Tribunale amministrativo regionale per la Campania, sezione staccata di Salerno;
    n. 5 posti al Tribunale amministrativo regionale per la Sicilia, sede di Palermo;
    n. 5 posti al Tribunale amministrativo regionale per la Sicilia, sezione staccata di Catania.

Si segnala che ogni candidato può presentare domanda di partecipazione per un solo profilo e, nell’ambito di tale profilo, per un solo ufficio giudiziario tra quelli sopra indicati.

REQUISITI GENERALI

Possono partecipare al concorso della Giustizia Amministrativa per funzionari e informatici i candidati in possesso dei requisiti generali di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • idoneità fisica alla mansione da svolgere;
  • qualità morali e condotta incensurabili;
  • posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;
  • età non inferiore ai 18 anni;
  • inclusione nell’elettorato politico attivo;
  • assenza provvedimenti di destituzione o dispensa dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o non essere stati licenziati da altro impiego statale, ai sensi della vigente normativa contrattuale, per aver conseguito l’impiego
    mediante la produzione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti, o per aver sottoscritto il contratto individuale di lavoro a seguito della presentazione di documenti falsi.

REQUISITI SPECIFICI

In base al profilo per il quale concorrono, i candidati al concorso della Giustizia Amministrativa presso l’Ufficio Processo dovranno possedere anche i seguenti requisiti specifici:


FUNZIONARI

Titolo di studio:

  • per i funzionari amministrativi:
    – laurea di 1° livello in: L-14 – Scienze dei servizi giuridici; L-16 – Scienze politiche; L-18 – Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-33 – Scienze economiche; L-36 – Scienze dell’amministrazione;
    – laurea magistrale in: LMG/01 – Giurisprudenza; LM-56 – Scienze dell’economia; LM-77 – Scienze economico-aziendali; LM-63 – Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-52 – Relazioni internazionali; LM-62 – Scienze della politica;
    – diploma di laurea (DL) o laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM) in una delle sopra indicate classi di lauree di possibile equiparazione, nonché ogni altro titolo di studio equipollente a dette lauree in base alla normativa vigente;

  • per i funzionari informatici:
    – laurea di 1° livello in: L-08 – Ingegneria dell’informazione; L-30 – Scienze e tecnologie fisiche; L-31 – Scienze e tecnologie informatiche; L-35 – Scienze matematiche; L-41 – Scienze statistiche;
    – laurea magistrale in: LM-17 – Fisica; LM-18 – Informatica; LM-32 – Ingegneria informatica; LM-40 – Matematica; LM-43 – Metodologie informatiche per le discipline umanistiche; LM-44 – Modellistica matematico-fisica per l’ingegneria; LM-66 – Sicurezza informatica; LM-82 – Scienze statistiche; LM-83 – Scienze statistiche attuariali e finanziarie; LM-91 – Tecniche e metodi per la società dell’informazione o in data science; LM-27 – Ingegneria delle telecomunicazioni; LM-29 – Ingegneria elettronica; LM-31 – Ingegneria gestionale;
    – diploma di laurea (DL) o laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM) in una delle sopra indicate classi di lauree di possibile equiparazione, nonché ogni altro titolo di studio equipollente a dette lauree in base alla normativa vigente;

  • per i funzionari statistici:
    – laurea di 1° livello in: L-33 – Statistica economica o equipollente; L-41 – Statistica o equipollente;
    – laurea magistrale in: LM-82 – Scienze statistiche o equipollente; LM-83 – Scienze statistiche attuariali e finanziarie o equipollente;
    – diploma di laurea (DL) ovvero laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM) in una delle sopra indicate classi di lauree di possibile equiparazione, nonché ogni altro titolo di studio equipollente a dette lauree in base alla normativa vigente.

ASSISTENTI INFORMATICI

Titolo di studio: diploma di istituto tecnico settore tecnologico o liceo scientifico a indirizzo informatico o scienze applicate oppure diploma di perito industriale a indirizzo informatico oppure
ragioniere programmatore.

In mancanza del diploma di istruzione secondaria di secondo grado con l’indirizzo richiesto, possono partecipare coloro che possiedono i titoli indicati per il profilo di funzionario informatico.


Infine, si precisa che i candidati in possesso di un titolo di studio rilasciato da un Paese dell’Unione Europea sono ammessi alle prove concorsuali, a condizione che il titolo di studio sia stato equiparato. Nel caso in cui il titolo straniero sia stato riconosciuto equipollente, il candidato dovrà
dimostrare l’equipollenza mediante la produzione del provvedimento che la riconosce.

PROCEDURA SELETTIVA

La procedura del concorso indetto dalla Giustizia Amministrativa è distinta per ogni Ufficio giudiziario, con nomina di una commissione per ogni Ufficio giudiziario che procede alla selezione di tutte le figure professionali, formando distinte graduatorie.

La selezione per i posti messi a concorso si espleterà mediante la valutazione dei titoli e il superamento di una prova d’esame scritta.

VALUTAZIONE DEI TITOLI

Si sottolinea che i titoli valutabili e i punteggi massimi attribuibili sono solo quelli che rientrano nelle categorie specificate, per ciascun profilo, nell’ALLEGATO 1 (Pdf 1.663 Kb) al bando.

PROVA SCRITTA

La prova d’esame scritta consisterà in un elaborato con due risposte sui seguenti argomenti, in base al profilo messo a concorso:


FUNZIONARI AMMINISTRATIVI

  • diritto amministrativo sostanziale;
  • diritto amministrativo processuale;

FUNZIONARI INFORMATICI

  • norme di riferimento in materia di e-government, dematerializzazione, cooperazione informatica e, più in generale, dei temi trattati dal Codice dell’amministrazione digitale; tecniche e metodologie orientate alla modellizzazione di processi, dati e architetture in ambito ICT;
  • elementi di diritto amministrativo processuale, anche con riferimento al Processo amministrativo telematico;

FUNZIONARI STATISTICI

  • metodi di analisi, presentazione e previsione delle tendenze fondamentali individuabili in grandi flussi di dati (Big data), con particolare riferimento alle principali tecnologie necessarie all’elaborazione degli stessi;
  • elementi di diritto amministrativo processuale, anche con riferimento al Processo amministrativo telematico;

ASSISTENTI INFORMATICI

  • elementi normativi sull’informatica nella pubblica amministrazione, tecniche e metodi di dematerializzazione e digitalizzazione dei processi;
  • elementi di diritto amministrativo processuale.

Per ulteriori dettagli e per conoscere, ad esempio, quali sono i titoli di preferenza, si invita alla lettura del bando disponibile a fine articolo.

GRADUATORIE

Ciascuna commissione esaminatrice formerà la graduatoria di merito per ciascun profilo e la trasmetterà al Segretario generale per la Giustizia Amministrativa al fine di essere approvata. Con apposito provvedimento di quest’ultimo, saranno quindi approvate le graduatorie finali e, per ciascuna sede, dichiarati i vincitori del concorso. Il decreto del Segretario generale della Giustizia Amministrativa sarà pubblicato sulla home page del sito internet della Giustizia Amministrativa.

GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA

L’ufficio del Segretariato generale è composto dal Segretario generale e, con competenza per i rispettivi istituti, dal Segretario delegato per il Consiglio di Stato e dal Segretario delegato per i tribunali amministrativi regionali.

Il Segretario generale è coadiuvato anche da altri magistrati, ai quali possono essere delegate specifiche attribuzioni. Per la gestione delle risorse umane è coadiuvato dal direttore generale per le risorse umane, organizzative, finanziarie e materiali, mentre per la gestione delle risorse informatiche e statistiche, dal direttore generale.

DOMANDA DI AMMISSIONE

La domanda di partecipazione al concorso per funzionari e informatici della Giustizia Amministrativa dovrà essere presentata entro le ore 17.00 del giorno 5 Agosto 2021 esclusivamente con modalità telematica a questa pagina, dove cliccare sul bando di proprio interesse. L’accesso è consentito mediante SPID e, per poter presentare la domanda, i candidati dovranno possedere anche un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale.

I candidati in condizioni di disabilità per minorazioni visive, certificate da struttura sanitaria pubblica e per i quali non sia possibile utilizzare il portale concorsi della Giustizia Amministrativa, possono utilizzare l’apposito MODELLO (Pdf 1.625 Kb). Questo andrà presentato in formato cartaceo con una delle seguenti modalità:

  • invio o consegna a mano all’indirizzo: Consiglio di Stato – Segretariato generale della Giustizia Amministrativa – Ufficio per il personale amministrativo e l’organizzazione – Ufficio gestione, corrispondenza, spedizione e protocollo informatico – piazza Capo di
    Ferro n. 13 – 00186 – Roma.

Si segnala, inoltre, che sulla busta occorrerà indicare il codice della procedura oggetto della domanda.

I candidati dovranno allegare alla domanda anche la seguente documentazione:

  • copia di un documento di identità in corso di validità;
  • copia della ricevuta di versamento del contributo di ammissione di € 10.

Per ulteriori dettagli si rimanda dunque alla lettura del bando sotto allegato.

BANDO DA SCARICARE

Gli interessati al concorso della Giustizia Amministrativa per funzionari e informatici sono invitati pertanto a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 240 Kb), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 53 del 06-07-2021.

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI, DIARI PROVE

Le successive comunicazioni in merito ai candidati ammessi alla prova scritta e al luogo di svolgimento della medesima saranno pubblicate sul sito web della Giustizia Amministrativa, nella sezione ‘Amministrazione Trasparente’. Il decreto del Segretario generale della Giustizia Amministrativa con le graduatorie finali sarà pubblicato sulla home page.

Per conoscere nel dettaglio i diari della prova concorsuale rimandiamo invece alla lettura del bando sopra scaricabile. Ad ogni modo, il calendario riportato nel bando, sarà confermato tramite avviso pubblicato il giorno 1 Ottobre 2021, sempre sul sito internet della Giustizia Amministrativa, nella sezione ‘Amministrazione Trasparente’. Eventuali variazioni saranno riportate sullo stesso sito dal 2 Ottobre 2021 al 10 Ottobre 2021.

Si segnala che i candidati con minorazione della vista possono chiedere nella domanda che le suddette segnalazioni siano fatte all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale.

ASSUNZIONE E PERIODO DI PROVA

L’assunzione dei vincitori del concorso per funzionari e informatici della Giustizia Amministrativa con contratto a tempo determinato e pieno è prevista dal 2 Gennaio 2022. La durata del rapporto di lavoro è di 30 mesi e non è rinnovabile. Si precisa che l’attività lavorativa sarà svolta prevalentemente da remoto.

Infine, i vincitori assunti in servizio saranno soggetti a un periodo di prova di quattro settimane.

ALTRI CONCORSI E AGGIORNAMENTI

Continuate a seguirci e, per conoscere gli altri concorsi pubblici attivi in Italia, visitate la nostra pagina. Vi invitiamo inoltre a iscrivervi alla newsletter gratuita così da restare sempre aggiornati e al canale Telegram per ricevere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments