Lavoro e impresa artigiana donne, Regione Sicilia: riparte il Bando

Tutte le informazioni sul Bando Lavoro e impresa artigiana donne della Regione Sicilia sospeso durante la pandemia e ora ripartito

donna, lavoro, imprenditoria, femminile

Riavviato il Bando “Lavoro e impresa artigiana donne” della Regione Sicilia. Riparte la procedura per sostenere il lavoro femminile in Sicilia con la valutazione delle proposte progettuali dell’avviso 31 del 2019, sospeso a marzo 2020 a causa della pandemia.

La misura regionale prevede il finanziamento di corsi professionalizzanti per l’inserimento lavorativo delle donne e per l’avvio di imprese al femminile ed è rivolta ad almeno 570 donne siciliane.

Ma come saranno i corsi erogati alle donne gratuitamente? Cosa prevede il Bando Lavoro e impresa artigiana donne della Sicilia? In questa guida rispondiamo a tutte queste domande e vi spieghiamo i prossimi step della procedura.

IL BANDO LAVORO E IMPRESA ARTIGIANA DONNE IN SICILIA

Il Bando “Lavoro e impresa artigiana donne” della Regione Sicilia (Avviso 31/2019) finanzia percorsi finalizzati ad innalzare i livelli di competenza professionale legate alle tradizioni artigiane a rischio di estinzione, ravviando e dando nuova linfa a produzioni di alta qualità.  In particolare, punta  alla realizzazione di un articolato percorso formativo per donne disoccupate o inoccupate offrendo la possibilità di fruire di attività di orientamento personalizzato, formazione sul lavoro e accompagnamento alla creazione di un’impresa. Le risorse ammontano complessivamente a 11 milioni di euro, con una previsione di realizzare 67 progetti e coinvolgere potenzialmente 570 destinatarie.

LA SOSPENSIONE DELLA PROCEDURA

Il Bando Lavoro e impresa artigiana donne è stato pubblicato il 10 dicembre 2019 e gli enti di formazione interessati ad erogare i corsi hanno già presentato le proprie proposte progettuali entro la scadenza del 31 marzo 2020. L’iter, tuttavia, è stato sospeso a causa della pandemia fino al 3 maggio 2022 quando la Regione ha pubblicato l’elenco provvisorio degli Enti ammessi alla valutazione, 137 in totale,  tra i quali verranno individuati i beneficiari dei finanziamenti. Presto, quindi, le donne siciliane potranno fruire dei corsi erogati gratuitamente. Ma andiamo a vedere, più nel dettaglio a chi interessa questa iniziativa, le caratteristiche dei corsi e quali saranno i prossimi passaggi.

A CHI SI RIVOLGE IL BANDO LAVORO E IMPRESA ARTIGIANA DONNE

Destinatarie dei corsi offerti con Lavoro e impresa artigiana sono le donne disoccupate o inoccupate. In pratica, i soggetti proponenti di specifici percorsi di formazione, ricevono i fondi per avviare corsi destinati alle donne siciliane senza impiego che rispecchiano i seguenti requisiti:

  • residenti o domiciliate sul territorio regionale da almeno 6 mesi al momento della candidatura;

  • con un’età compresa tra un minimo di 16 anni e un massimo di 56 anni compiuti;

  • che hanno assolto agli obblighi di istruzione o formazione;

  • nel caso in cui non hanno avuto, in passato, alcun tipo di rapporto di lavoro con l’impresa artigiana ospitante il tirocinio;

  • che non hanno un grado di parentela fino al secondo grado con il titolare e gli eventuali dipendenti dell’impresa artigiana;


  • extra comunitarie, purché in possesso di permesso di soggiorno di lungo periodo o con asilo e protezione di tipo sussidiaria sul suolo italiano da almeno 24 mesi.

CARATTERISTICHE DEI CORSI EROGATI

Così come previsto dal bando i corsi devono avere una durata complessiva di due anni (24 mesi) e devono contenere obbligatoriamente tre linee di indirizzo e integrate tra loro, quali:

  • definizione del percorso formativo e rafforzamento delle competenze di base;

  • formazione sul lavoro attraverso attività di tirocinio;

  • accompagnamento alla creazione d’impresa.

Andiamo a vedere in cosa consistono queste azioni per capire come saranno i percorsi formativi offerti dagli enti vincitori del bando.

1) DEFINIZIONE FORMAZIONE E RAFFORZAMENTO COMPETENZE

Questa azione si compone di due distinte tipologie di attività tra loro complementari:

  • la prima di orientamento, finalizzata a definire sulla base delle competenze già possedute dalle interessate e delle loro aspirazioni. Rientrano in questo ambito attività personalizzate, da realizzare quindi individualmente, di informazione, orientamento, counselling e bilancio delle competenze. La durata di questa prima fase deve essere di 24 ore per un massimo di 10 destinatarie che andranno a comporre la classe che partecipa alle attività formative previste da questa azione;

  • l’attività di formazione volta a rafforzare, anche sulla base dei risultati dell’orientamento, le competenze professionali di base dei destinatari. Quest’attività formativa deve essere erogata in aula, per una durata di 140 ore e deve essere rivolta a classi di un massimo di 10 (di cui 8 titolari e 2 uditrici) per un minimo di 6 allieve titolari. I corsi devono trattare obbligatoriamente delle seguenti materie:
  1. igiene e sicurezza del lavoro;
  2. alfabetizzazione informatica;
  3. introduzione agli strumenti amministrativi delle imprese artigiane.

La durata complessiva dovrà quindi essere di 164 ore in totale (di cui 24 per la definizione del percorso formativo e 140 di formazione d’aula). Ai partecipanti di questa azione, esclusi gli allievi uditori, è riconosciuta un’indennità di frequenza pari a 8 euro per ogni giornata di 6 ore, a condizione che questi abbiano partecipato ad almeno il 70% delle attività previste dal percorso (attività di orientamento e formazione d’aula).

2) FORMAZIONE ATTRAVERSO IL TIROCINIO

Ognuno degli allievi, nel numero massimo di 8, che ha partecipato ad almeno il 70% del primo step, ha l’obbligo di seguire un percorso di formazione presso un’impresa artigiana che impiega non più di 20 dipendenti a contratto indeterminato o determinato. Il percorso deve svolgersi sotto la guida diretta di un Maestro Artigiano che abbia almeno 5 anni di esperienza lavorativa certificabile. La durata di questo percorso formativo dovrà essere compresa tra un minimo di 360 e un massimo di 720 ore nell’arco massimo di 6 mesi. Il tirocinio dovrà prevedere un minimo di 25 ore settimanali e un massimo di 40 ore settimanali. In questa fase dovrà essere condotta, per ogni allievo un’attività di:

  • mentoring da parte del Maestro Artigiano, pari al 40% delle ore di formazione in tirocinio previste;

  • tutoring da parte del soggetto proponente, per un numero di ore pari al 20% delle ore di formazione nella impresa artigiana.

3) ACCOMPAGNAMENTO ALLA CREAZIONE D’IMPRESA

In questo passaggio vanno attuate attività di accompagnamento individuale alla creazione d’impresa nel settore dell’artigianato in favore degli allievi con una frequenza superiore al 70% dei percorsi precedenti e delle attività in essi previste. Un passaggio che, peraltro., si rivolge a coloro che non hanno trovato inserimento lavorativo nella bottega artigiana presso cui hanno svolto la loro formazione in impresa.

Le attività si articolano in un percorso della durata massima di 160 ore da condurre esclusivamente su base individuale. Le attività che compongono questa azione sono le seguenti:

  • accompagnamento alla definizione dell’idea imprenditoriale che riguarda l’analisi della realizzabilità dell’idea imprenditoriale per un impegno totale di 16 ore;

  • il puntuale accompagnamento alla formalizzazione dell’idea d’impresa che comprende il supporto alla redazione del Business Plan e l’accompagnamento alla ricerca di agevolazioni finanziarie e accesso al credito, per un impegno totale di 60 ore;

  • accompagnamento all’avvio e gestione d’impresa che prevede attività di affiancamento nella fase di start-up, di supporto alla messa a punto del piano di comunicazione e marketing e del bilancio e controllo di gestione, per un totale di 84 ore.

In ogni caso, alla fine del percorso formativo deve essere rilasciato ai destinatari, un attestato degli apprendimenti acquisiti.

COME PARTECIPARE AI CORSI

Le donne aventi i requisiti se vogliono partecipare ai corsi di formazione previsti dal Bando, dovranno attendere che gli Enti a cui è stato concesso il finanziamento aprano le iscrizioni. Sull’apertura delle domande dei singoli percorsi vi terremo aggiornati quando saranno resi noti mediante il sito istituzionale della Regione Sicilia.

QUANDO INIZIERANNO I CORSI

I corsi probabilmente inizieranno entro la fine del 2022. Per ora, infatti, è stato pubblicato l’elenco provvisorio dei progetti ammessi alla valutazione e, una volta esaminati, la Regione stilerà una graduatoria ufficiale. I beneficiari utilmente collocati in graduatoria presenteranno entro 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria la progettazione esecutiva con l’indicazione del personale docente, con i relativi curricula vitae, impiegato per l’erogazione del progetto oggetto di concessione ai sensi della graduatoria finale. Dovrà poi essere sottoscritto l’atto di adesione con cui sono regolati i rapporti con l’Amministrazione e definiti gli adempimenti e gli obblighi di competenza delle parti.

A quel punto le attività dovranno essere avviate entro 15 giorni dalla sottoscrizione dell’atto di adesione e comunque concludersi nel termine indicato (24 mesi dall’inizio) , a meno di eventuali estensioni concesse dall’Amministrazione a seguito di motivata richiesta da parte del soggetto attuatore.

IL TESTO DEL BANDO LAVORO E IMPRESA ARTIGIANA DONNE

Mettiamo a disposizione il testo integrale del Bando “Lavoro e impresa artigiana donne” (Pdf 1 Mb). Su questa pagina, invece, potete consultare il decreto di approvazione dell’elenco provvisorio delle proposte progettuali e i relativi allegati.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

In questa pagina trovate la spiegazione della misura nazionale Fondo Impresa Donna per sostenere l’accesso delle donne al lavoro. Vi consigliamo di leggere anche il nostro approfondimento sul bando formazione casalinghe 2022. Inoltre per conoscere tutte le agevolazioni a favore delle donne e delle famiglie, è possibile visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle persone. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti