Riserva concorsi presso Enti del Cratere Sismico: 30% dei posti riservati

Tutti i dettagli sulla misura prevista dal Decreto Aiuti bis per sostenere orfani o coniugi delle vittime del terremoto in Abruzzo

concorso, lavoro, concorsi

Al via la riserva nei concorsi pubblici presso gli Enti del cratere sismico 2022 prevista dal Decreto Aiuti Bis convertito in Legge. Il 30% dei posti messi a concorso sono destinati ad orfani o coniugi delle vittime del terremoto del 2009 in Abruzzo.

La novità, introdotta nella fase di conversione in Legge del Decreto, permette alle PA che indicono concorsi nelle aree della Regione Abruzzo interessate, di riservare una quota di posti per chi è stato colpito da vicino dal sisma dell’Aquila.

In questo articolo, vi spieghiamo in cosa consiste la riserva nei concorsi pubblici presso gli Enti del cratere sismico, come funziona e a chi si rivolge esattamente.

RISERVA CONCORSI ENTI CRATERE SIMICO, IN COSA CONSISTE

Con il Decreto Aiuti Bis convertito in Legge trova spazio la riserva nei concorsi indetti dagli Enti del cratere sismico individuata dalle aree colpite dal terremoto del 6 aprile 2009. La misura, in buona sostanza, è destinata a chi è stato colpito da un lutto a seguito del terremoto dell’Aquila. È il comma 7-bis dell’articolo 17 del Decreto, introdotto nel corso dell’esame al Senato, a prevedere che le Amministrazioni Pubbliche, ricomprese nel cratere del sisma del 2009, possano (quidni non è obbligatorio ma è una scelta) riservare fino al 30% dei posti dei concorsi pubblici a favore degli orfani e dei coniugi delle vittime del terremoto. La riserva vale solo per l’assunzione a tempo indeterminato di personale non dirigente. Ma vediamo nel dettaglio come funziona la novità introdotta dalla norma e a chi si rivolge.

A CHI SI RIVOLGE LA RISERVA

La riserva nei concorsi pubblici presso gli Enti del cratere sismico è destinata in favore di:

  • orfani delle vittime del sisma 2009;
  • coniugi delle vittime del sisma 2009.

GLI ENTI INTERESSATI

Possono effettuare la riserva nei concorsi gli Enti pubblici del cratere sismico, ovvero quelli dei territori identificati dal Decreto 16 aprile 2009, dal Decreto 17 luglio 2009 e successive modificazioni. In particolare, le PA interessate da questa possibilità, come da articolo 1, comma 2, del Decreto Legislativo 165 del 2001 sono tutte le amministrazioni dello Stato di quell’area, ossia:

  • istituti e scuole di ogni ordine e grado;
  • istituzioni educative;
  • aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo;
  • Regioni, Province, Comuni, Comunità montane e loro consorzi e associazioni;
  • istituzioni universitarie;
  • Istituti autonomi case popolari;
  • Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni;
  • Enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali;
  • amministrazioni, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale;
  • Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN);
  • Agenzie al servizio delle amministrazioni pubbliche, comprese anche quelle regionali e locali.

COME FUNZIONA LA RISERVA CONCORSI ENTI CRATERE SISMICO

Come stabilito dal Decreto Aiuti Bis convertito in Legge, nei concorsi presso gli Enti del cratere sismico può essere prevista una riserva pari al massimo al 30% di posti a favore degli orfani e dei coniugi delle vittime del sisma 2009. La riserva, non obbligatoria ma attivabile in ogni bando pubblico, è valida solo per l’assunzione a tempo indeterminato di personale non dirigente. Eventuali altre regole in merito dovranno essere verificate all’interno dello specifico bando di concorso a cui si sta partecipando.

Un Ente – per esempio – potrebbe decidere, in un concorso, di abbassare la percentuale di riserva o di non prevederla affatto. Quanto previsto dal Decreto Aiuti Bis convertito in Legge infatti, non è obbligatorio. La norma introduce una semplice possibilità su cui, poi, lascia carta bianca in merito alle modalità di applicazione all’Ente pubblico che indice il concorso.

ALTRI BENEFICI PER CITTADINI DEL CRATERE SISMICO

All’indomani del sisma del 6 aprile 2009, avvenuto in Abruzzo, sono state adottate diverse disposizioni, per lo più contenute in Decreti Legge, che hanno riguardato la ricostruzione degli immobili pubblici e privati, la sospensione di adempimenti fiscali e previdenziali, nonché la gestione delle assunzioni di personale amministrativo. Tra le altre misure attive, quelle relative alle assunzioni nelle PA del cratere sismico, sono:

  • fino al 31 dicembre 2022, il Comune de L’Aquila ha nuovamente la facoltà di avvalersi di personale a tempo determinato in deroga a quanto disposto in materia dalla normativa vigente, nel limite massimo di spesa di 1 milione di euro;
  • sempre fino al 31 dicembre 2022 è stata poi prorogata la dotazione di personale degli uffici speciali per la ricostruzione. Si tratta dell’Ufficio speciale per la città dell’Aquila e dell’ufficio speciale per i Comuni del cratere;
  • sia per l’anno 2021 che per l’anno 2022 sono stati prorogati i contratti di lavoro presso gli Enti locali già prorogati per gli anni 2019 e 2020, al fine di completare le attività finalizzate alla fase di ricostruzione del tessuto urbano, sociale e occupazionale dei territori colpiti dal sisma;
  • dal 1° novembre 2020, è concessa comunque la possibilità di stabilizzazione del personale assunto a tempo determinato nei territori colpiti dal sisma del 2009. Dal 1° gennaio 2021, la stabilizzazione può decorrere anche per i contratti stipulati prima del 1° novembre 2020;
  • con il  DPCM  9 ottobre 2021 è stato effettuato il riparto del fondo per le assunzioni a tempo indeterminato presso le Regioni, gli Enti locali e le unioni dei Comuni ricompresi nei crateri dei sismi del 2002, del 2009, del 2012 e del 2016, nonché presso gli Enti parco nazionali.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Mettiamo a vostra disposizione il Testo coordinato del Decreto Aiuti Bis convertito in Legge (Pdf 520 Kb) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.221 del 21-9-2022.

ALTRI APPROFONDIMENTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere anche l’approfondimento dedicato ai nuovi criteri per l’individuazione dei fabbisogni della PA per le assunzioni e la nostra guida sul Portale Reclutamento della PA. Per conoscere le selezioni pubbliche in corso vi invitiamo a visitare la pagina dedicata ai concorsi pubblici. Per scoprire altre interessanti novità legislative vi invitiamo a visitare questa pagina. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti