Stipendio Personale ATA 2022 2023: tabella Contratto Nazionale

scuola, aula, classe
Photo credit: akiyoko / Shutterstock.com

Qual è lo stipendio di un collaboratore scolastico? Quanto guadagna il personale ATA?

Ecco quanto guadagnano gli amministrativi, tecnici e ausiliari che lavorano nelle scuole e la tabella degli stipendi ATA 2022 2023 in Pdf da scaricare, con  esempi pratici delle retribuzioni.

STIPENDIO PERSONALE ATA 2022 2023

Le retribuzioni ATA sono stabilite dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del comparto Istruzione e Ricerca. In base al CCNL, infatti, viene individuato lo stipendio tabellare lordo, cioè la retribuzione base, per ciascun profilo professionale del personale amministrativo, tecnico e ausiliario. Quest’ultimo viene aggiornato in base a rinnovi contrattuali e incrementi mensili delle retribuzioni tabellari. Inoltre, la retribuzione varia in base all’anzianità di servizio accumulata.

Dunque, se vi state chiedendo quanto guadagna un bidello oppure un guardarobiere, dovete fare riferimento al CCNL Istruzione e Ricerca in vigore, che è quello approvato il 19 aprile 2018. Nel documento sono riportate le tabelle che indicano in dettaglio lo stipendio annuo lordo del personale ATA di riferimento. Per conoscere quanto guadagna al mese il personale ATA in base alle retribuzioni base in vigore è sufficiente suddividere l’importo annuale per 12 mesi.

Questi importi si riferiscono allo stipendio ATA lordo, quindi per calcolare lo stipendio ATA netto occorre togliere circa il 30%-35% se vogliamo fare un calcolo a spanne. A questa cifra si aggiungono poi eventuali indennità e ulteriori compensi spettanti, quali ad esempio l’indennità di vacanza contrattuale e il compenso individuale accessorio (CIA).

TABELLA STIPENDI ATA DA SCARICARE

Mettiamo a vostra disposizione la TABELLA (Pdf 11Kb) relativa agli stipendi personale ATA 2022 2023, contenente tutte le retribuzioni previste in base ai profili professionali e all’anzianità di servizio, e i compensi sia annuali che mensili per ciascun profilo.

ESEMPI PRATICI DI RETRIBUZIONE

Quanto guadagna un collaboratore scolastico (bidello)?

Lo stipendio base di un collaboratore scolastico è di 1.294 euro lordi al mese (circa 1.000 euro netti), cioè quasi 15.532 euro l’anno.

Quanto guadagna un collaboratore dei servizi/addetto aziende agrarie?

Un collaboratore dei servizi/addetto aziende agrarie guadagna, in media, 15.929 euro all’anno, quindi 1.327 euro lordi al mese (netti si aggirano tra i 1.000 e i 1.100 euro).

Quanto guadagna un assistente amministrativo?

Un assistente amministrativo di prima fascia, cioè con anzianità di servizio da 0 a 8 anni, guadagna circa 1.450 euro al mese (tra i 1.150 e i 1.250 euro netti), che all’anno corrispondono a 17.397 euro.

Quanto guadagna un assistente tecnico?

Lo stipendio base mensile di un assistente tecnico è di 1.450 euro circa al mese, cioè tra i 1.150 e i 1.250 euro al netto, pari a 17.397 euro lordi l’anno.

Quanto guadagna un cuoco?

La retribuzione base lorda di un cuoco è di 17.397 euro, cioè 1.450 euro al mese (tra i 1.150 e i 1.250 euro netti).

Quanto guadagna un infermiere?

Gli infermieri scolastici guadagnano circa 1.450 euro al mese lordi (al netto tra i 1.150 e i 1.250 euro), che annui diventano 17.397 euro.

Quanto guadagna un guardarobiere?

Un guardarobiere appena assunto guadagna annualmente 17.397 euro lordi, cioè all’incirca 1.450 euro al mese, che netti si aggirano tra 1.150 e 1.250 euro.

Quanto guadagna un coordinatore amministrativo e tecnico?

I coordinatori amministrativi e tecnici percepiscono una retribuzione base lorda di 19.892 euro, cioè 1.658 euro al mese (circa 1.350/1.450 euro netti).

Quanto guadagna un direttore dei servizi generali ed amministrativi (DSGA)?

La retribuzione minima per i DSGA è di circa 1.916 euro al mese (tra i 1.600 e i 1.700 euro netti), ossia 22.994 euro l’anno.

RIFERIMENTI NORMATIVI

CCNL Istruzione e Ricerca 2016-2018 (Pdf 1,88Mb) del 19 aprile 2018.

INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

Vi piacerebbe lavorare nel personale ATA? Per avere tutte le informazioni su come entrare in graduatoria e sui prossimi concorsi ATA potete visitare questa pagina. Mettiamo a vostra disposizione anche questo approfondimento sullo stipendio previsto per le supplenze al personale ATA 2022/2023.

Per restare informati sulle novità per le assunzioni del personale amministrativo tecnico e ausiliario visitate questa pagina e iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al nostro canale telegram per avere le notizie in anteprima. È disponibile, inoltre, il gruppo Telegram dedicato al personale ATA, utile per confrontarsi e chiedere consigli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
11 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti
Ezia

Io lavoro in una scuola materna, vi dico che non ci si ferma mai, il mio orario è di 8 ore circa e vi assicuro che è dura, siamo solo 2 inservienti in tutta la scuola materna e le classi sono più di 6, l’anno scorso sono dovuta stare a casa 15 giorni ferma perché mi è venuta fuori l’ernia e vi dico che è stata dura e anche ora devo stare attenta a non esagerare anche se ora ho su un bustino che mi aiuta, quindi non dite che non si lavora, forse nelle scuole statali ma vi assicuro… Leggi il resto »

Robert

Mio padre fa il collaboratore e non fa nulla dalla mattina alla sera. Nel privato non è così, andate a lavorare

Maria Grazia Calabrese
Reply to  Robert

Fortunato tuo padre forse, ma nelle scuole si lavora e come te lo posso garantire specialmente in questo periodo storico preciso. La scuola da lungo tempo è diventata un’azienda e gli impegni lavorativi si fanno sempre più pesanti e pressanti. Credo che tu Robert abbia inventato questa tua esternazione e che non hai nessun padre che fa il bidello. E se magari fosse, cioè se tuo padre venisse a sapere, ammesso che quanto da te sostenuto su un web alla mercè di tutti sia veritiero non sarebbe di certo felice della dichiarazione del proprio figlio ingiusta, falsa ed offensiva nei… Leggi il resto »

Valerio

Ben detto!

nicola pontoriero
Reply to  Robert

buona sera non lo so perche’ tuo padre dice non fa niente ma la realta’ e molto diversa. sono cose di luoghi comuni che passano che l’impiegato statale non nulla ma se saresti ti renderesti conto che non e cosi come dici tu fagli i complimenti a tuo padre se e’ vero che non fa niente .

Roby
Reply to  Robert

Tuo padre non fa il CS altrimenti non scriveresti tali scemenze.

Lucy
Reply to  Robert

Forse tuo padre non fa nulla perché è un fannullone, sai di quei tipi quanti si trovano a scuola ma sicuramente ci sarà qualche poverino che lavora anche per lui, tuo padre andrebbe licenziato.

rosa
Reply to  Robert

Io insegno alla scuola dell’infanzia statale e ti assicuro che i collaboratori non si fermano un istante. Del resto non facessero nulla, come dici di tuo padre, i bagni, le aule, le scale i laboratori dovrebbero essere sudici; la spazzatura raggiungere decine di metri di altezza, i genitori e insegnanti potrebbero suonare alla porta fino allo sfinimento; i bambini piccoli e tutti quelli con bisogno particolare sarebbero pieni zeppi di pipì e cacca a fine giornata, ecc. ecc… Quindi mi dispiace ma non posso crederti e penso anch’io che tu ti sia inventata questa cosa oppure, se è vero quello… Leggi il resto »

Antonio Carillo

Salve….non sembra troppo poco che un collaboratore scolastico con tante responsabilità di vigilanza, pulizie, aggiusti, sostituzione docente in attesa di servizio, soccorso, apertura scuola e chiusura con allarme più 36 ore mentre una del sostegno con 24 ore settimanale più di 400 euro in più al mese. N.B. non parliamo durante la pandemia da marzo 2020 a tuttora sempre in servizio anche con lavori più impegnativi fisicamente ecc. ecc. Spero che il nostro stipendio viene adeguato al più presto possibile. Cordiali saluti Carillo ANTONIO

Last edited 1 anno fa by Antonio Carillo
Alberto

Stia lei con l’alunno di sostegno grave ,a parare i colpi ad avere l’ansia xhe possa succedere qualcosa a seguirlo in tutto e per tutto . Ad elaborare un pei ecc . L’insegnante ha la responsabilità penale degli alunni che segue . Ognuno deve fare il suo lavoro invece di impiacciarsi degli altri . Invece di prendersela con un altro componente della scuola.se la prenda con il governo e pensi a chi voterà. Anche l’insegnante di sostegno prende poco rispetto ai suoi colleghi in Europa . Le retribuzioni nella scuola sono tra le più basse . Inoltre non considera i… Leggi il resto »

Umberto

Ciao Antonio quello che hai scritto e’ vero te lo posso confermare perche’ svolgo il tuo stesso lavoro in un istituto di scuola superiore svolgo il turno ” serale ” per i studenti/lavoratori inizio alle 16,30 e finisco se tutto va bene se non ci sono verifiche da parte dei docenti alle 11,45 e faccio 7 ore e 12 minuti per un stipendio di 1.294 € netti al mese stipendio che dovrebbe essere aumentato di almeno di 100€ euro netti.
Umberto