Concorsi Scuola 2020: 70mila posti di lavoro per Docenti

scuola, alunni, aula

In arrivo nuovi concorsi Miur per lavorare nella Scuola.

Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca aprirà nuovi bandi di concorso per Insegnanti, che porteranno circa 70mila assunzioni nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, primarie e per l’infanzia. Le selezioni pubbliche saranno rivolte a candidati abilitati e non abilitati, precari con 3 anni di insegnamento e laureati

Le bozze dei bandi sono state pubblicate. Ecco cosa sapere sui nuovi concorsi Scuola che saranno banditi, sui posti di lavoro per Docenti da coprire e sulle misure per combattere il precariato.

SCUOLA CONCORSI PER DOCENTI 2020

E’ stata pubblicata, infatti, sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.303 del 28-12-2019, la Legge 20 dicembre 2019, n. 159 di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge 29 ottobre 2019, n. 126 recante ‘Misure di straordinaria necessità ed urgenza in materia di reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca e di abilitazione dei docenti‘.

Il provvedimento, entrato in vigore il 29 dicembre, fa seguito all’accordo siglato, ad ottobre scorso, dal Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca con le organizzazioni sindacali per la stabilizzazione di 24mila Insegnanti precari. L’intesa, sottoscritta il 1° ottobre dal Ministero e dai segretari generali dei sindacati rappresentativi per il comparto Istruzione e ricerca, FLC CGL, CISL FSUR, Fed. UIL Scuola RUA, SNALS CONFSAL e Fed GILDA UNAMS, prevedeva infatti nuove misure per il reclutamento dei Docenti, che dovrebbero essere immessi in ruolo già a partire dal 1° settembre 2020, e nuovi concorsi Miur per le assunzioni nella Scuola.

Nello specifico saranno pubblicati 2 bandi per Docenti, per la copertura dei circa 50mila posti di lavoro nella Scuola secondaria. Si tratta di un concorso straordinario e abilitante, che dovrebbe uscire entro febbraio 2020, rivolto a chi ha maturato 3 anni di insegnamento, che porterà a 24mila assunzioni, e di un concorso ordinario per laureati, che dovrebbe essere finalizzato ad altri 24mila inserimenti. Un altro concorso sarà bandito per insegnare nelle scuole d’infanzia e primarie.

A queste assunzioni si aggiungono, poi, quelle che saranno effettuate grazie ad un bando per DSGA – Direttori dei servizi generale e amministrativi che sarà aperto, riservato al personale assistente amministrativo facente funzione, con almeno 3 anni di servizio negli ultimi 8 anni. L’intesa prevede anche che vincitori e idonei dei concorsi Scuola 2016 e 2018, e Docenti inseriti nelle c.d. GAE (Graduatorie ad esaurimento), possano chiedere volontariamente l’immissione in ruolo in una regione/provincia diversa da quella della propria graduatoria, per la copertura dei posti rimasti vacanti a settembre 2020 dopo lo scorrimento delle graduatorie del territorio scelto. Inoltre anticipa delle novità in materia di abilitazione.

I NUOVI BANDI MIUR

Saranno bandite le seguenti procedure concorsuali:

  • concorso straordinario e abilitante per 24.000 Insegnanti di secondaria, rivolto a Docenti con 3 anni di insegnamento nella scuola statale, anche sul sostegno, svolti anche non consecutivamente negli anni scolastici dal 2008/2009 al 2019/2020, di cui 1 nella classe di concorso per cui intendono concorrere. La procedura concorsuale comprenderà una prova scritta, da svolgere su pc, composta da quesiti a risposta multipla, per superare la quale occorrerà aver conseguito un punteggio minimo di sette decimi. Coloro che si collocheranno utilmente in graduatoria dovranno superare un periodo di prova, e la relativa prova selettiva finale, durante il quale se non possiedono i 24 crediti universitari (CFU) necessari per l’immissione in ruolo, sulla base di quanto previsto dal d. lgs. 59/2017, potranno conseguirli con oneri a carico dello Stato. I Docenti non collocati utilmente in graduatoria, che avranno superato l’esame scritto, potranno sostenere una prova orale selettiva abilitante, per accedere alla quale dovranno essere titolari di un contratto almeno sino al 30 giugno e possedere i 24 CFU;
  • concorso ordinario per Insegnanti di secondaria, rivolto a laureati in possesso dei requisiti previsti per accedere all’insegnamento, compresi 24 crediti universitari (CFU) in settori formativi psico antropo pedagogici e nelle metodologie didattiche;
  • concorso ordinario per Insegnanti di infanzia e primaria, rivolto a laureati in Scienze della formazione primaria oppure candidati con diploma magistrale con valore di abilitazione o diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali entro l’anno scolastico 2001/2002. Per questa procedura concorsuale non sono richiesti i 24 CFU e/o requisiti di servizio;
  • concorso per DSGA riservato agli Assistenti Amministrativi che abbiano svolto la funzione di Direttore dei servizi generale e amministrativi per almeno un triennio negli 8 anni precedenti il bando, senza necessità che possiedano la laurea specifica richiesta per accedere al ruolo dall’esterno. La graduatoria formulata al termine della procedura concorsuale sarà utilizzata in subordine a quella del concorso ordinario che è in fase di svolgimento.

QUANDO PARTIRANNO LE ASSUNZIONI?

Come riportato da vari organi di informazione, attraverso recenti articoli, sono state pubblicate le bozze relative ai decreti che bandiranno le procedure concorsuali. Il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, nel corso di un question time alla Camera, ha affermato che il bando per il concorso straordinario è al vaglio del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) e che sarà bandito contestualmente ai concorsi ordinari per le scuole secondaria, primaria e infanzia.

I vincitori della procedura concorsuale straordinaria avranno la cattedra dal 1° settembre, dunque le prime 24mila assunzioni saranno effettuate entro il 2020. I restanti posti di lavoro saranno coperti a partire dal 2021.


REQUISITI E PROVE

Ecco, nello specifico, i requisiti e le prove d’esame previsti dalla bozza di ciascun bando:

CONCORSO STRAORDINARIO DOCENTI SCUOLA SECONDARIA PRIMO E SECONDO GRADO

Possono partecipare al concorso i candidati che possiedono i seguenti requisiti:

  • hanno svolto almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, su posto comune o di sostegno, tra l’anno scolastico 2008/2009 e l’anno scolastico 2019/2020;
  • hanno svolto almeno un anno di servizio, tra l’anno scolastico 2008/2009 e l’anno scolastico 2019/2020, nella specifica classe di concorso o nella tipologia di posto per la quale concorrono;
  • titolo di studio coerente con la classe di concorso richiesta;
  • per i posti di sostegno, idonea specializzazione.

La procedura concorsuale prevede l’espletamento di una prova scritta computer based, composta da 80 quesiti a risposta multipla, diversi per i posti comuni e per quelli di sostegno.

CONCORSO ORDINARIO DOCENTI SCUOLA SECONDARIA PRIMO E SECONDO GRADO

Possono partecipare al concorso i candidati che possiedono i seguenti requisiti:


  • hanno conseguito uno dei seguenti titoli
    – abilitazione alla specifica classe di concorso;
    – titolo di accesso alla specifica classe di concorso congiuntamente a titolo di abilitazione all’insegnamento per diverso grado o classe di concorso;
    – titolo di accesso alla specifica classe di concorso;
  • per i posti di sostegno, specializzazione sul sostegno per lo specifico grado (secondaria di primo o secondo grado).

La procedura concorsuale prevede l’espletamento delle seguenti prove:

Posti Comuni

  • prova preselettiva su computer;
  • prima prova scritta, distinta per ciascuna classe di concorso, articolata in quesiti, da 1 a 3;
  • seconda prova scritta, articolata in 2 domande, a risposta aperta;
  • prova orale;

Posti di Sostegno

  • prova preselettiva su computer;
  • prova scritta distinta per la scuola secondaria di primo e secondo grado, articolata in 2 quesiti a riposta aperta;
  • prova orale.

CONCORSO ORDINARIO DOCENTI SCUOLA INFANZIA E PRIMARIA

Possono partecipare al concorso i candidati che possiedono i seguenti requisiti:


  • hanno conseguito uno dei seguenti titoli
    – laurea in Scienze della Formazione primaria;
    – diploma magistrale con valore di abilitazione o diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, entro l’anno scolastico 2001/2002;
  • per i posti di sostegno, idonea specializzazione.

La procedura concorsuale prevede l’espletamento delle seguenti prove:

  • preselezione computer based, con 50 domande a risposta multipla con quattro opzioni di risposta, di cui una sola corretta;
  • prova scritta, articolata in
    2 quesiti a risposta aperta, diversi per i posti comuni e di sostegno;
    – 1 questi articolato in 8 domande a risposta chiusa, uguale per i posti comuni e di sostegno;
  • prova orale.

NUOVE MODALITA’ DI RECLUTAMENTO PER LAVORARE NELLA SCUOLA

Vi ricordiamo che la Legge 30 dicembre 2018, n. 145 (Legge Bilancio 2019) ha introdotto un nuovo modello di reclutamento per le assunzioni nella Scuola Secondaria, in maniera da creare tempi certi e percorsi definiti per diventare Insegnanti. Il provvedimento legislativo, che modifica, di fatto, quanto previsto dal Decreto Legislativo 13 aprile 2017, n. 59, recante disposizioni in materia di ‘Riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria per renderlo funzionale alla valorizzazione sociale e culturale della professione, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera b), della legge 13 luglio 2015, n. 107’, ha istituito un nuovo sistema di accesso all‘insegnamento nella Scuola Secondaria di I e II grado, e nuove modalità di recruiting e di formazione iniziale dei Docenti, per prevenire il precariato e garantire un elevato standard di preparazione del personale docente.

PRINCIPALI NOVITA’

Ecco quali sono le principali novità introdotte dal provvedimento:

  • indizione di concorsi per l’immissione in ruolo;
  • ai concorsi potranno partecipare
    – per i posti comuni, candidati abilitati, laureati in possesso di 24 crediti universitari (CFU) in settori formativi psico antropo pedagogici e nelle metodologie didattiche, docenti con 3 anni di servizio svolto negli ultimi 8 anni;
    – per i posti ITP (Insegnanti Tecnico Pratici), fino al 2025 candidati con diploma valido per accedere alle classi di concorso, dopo il 2025 Docenti abilitati o laureati in possesso dei 24 CFU;
    – per i posti di sostegno, candidati in possesso dei requisiti previsti per gli altri posti e della specializzazione sul sostegno;
  • ciascun concorso sarà articolato in 3 prove d’esame, di cui 2 scritte e 1 orale, eccetto che per gli Insegnanti di sostegno, per i quali sono previsti 2 esami, ovvero 1 scritto e 1 colloquio;
  • i vincitori dei concorsi Miur saranno inseriti in un percorso di formazione iniziale e prova;
  • coloro che supereranno il percorso con esito positivo, saranno confermati in ruolo.

RIFERIMENTI NORMATIVI, DOCUMENTI E INFORMAZIONI UTILI

Per tutti i dettagli relativi ai concorsi Scuola 2020 per Docenti mettiamo a vostra disposizione i seguenti documenti:


INTESA 1 ottobre 2019 (Pdf 81Kb) relativa all’accordo tra il Miur e le organizzazioni sindacali in merito al reclutamento di Docenti e agli Insegnanti precari;
DECRETO LEGGE 29 ottobre 2019, n. 126 (Pdf 80Kb) contenente disposizioni straordinarie ed urgenti per il reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca, e per l’abilitazione degli Insegnanti;
– Testo della LEGGE DI CONVERSIONE 20 dicembre 2019, n. 159 (Pdf 105Kb) coordinato con il Decreto Legge 29 ottobre 2019, n. 126. 

Mettiamo a vostra disposizione anche questa breve guida su come utilizzare il portale web Istanze Online, attraverso il quale, generalmente, devono essere inviate le domande per partecipare ai concorsi per lavorare nella Scuola, con le indicazioni pratiche sui servizi disponibili e su come utilizzarli.

Continuate a seguirci per restare aggiornati sui concorsi per Insegnanti di Scuola Secondaria.


TI CONSIGLIAMO DI LEGGERE ANCHE LE SEGUENTI GUIDE:


Istanze Online MIUR 2020: come registrarsi e guida pratica.
Codice Personale Istanze Online: come recuperare le credenziali.
Personale ATA: graduatorie, requisiti, come fare domanda.
Docenti scuola: 100 mila assunzioni in arrivo.
Assunzioni personale ATA 2020: immissioni in ruolo.
– La nostra sezione dedicata al personale ATA con tutte le novità.
– La nostra sezione dedicata ai concorsi scuola con tutte le novità.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *