Concorso Centri Impiego Emilia Romagna per 24 diplomati, Bando 2022

centri per impiego, CPI, lavoro, GOL

È stato indetto il concorso Centri Impiego dell’Emilia Romagna, finalizzato all’assunzione di 24 diplomati, nel ruolo di Assistenti in politiche del lavoro, profilo professionale “Amministrativo”.

Si prevede la copertura a tempo indeterminato e pieno di 24 posti – categoria C – posizione economica iniziale C1, ed eventualmente degli ulteriori posti individuati dai piani dei fabbisogni, nonché per eventuali assunzioni a tempo determinato, presso le sedi dell’Agenzia Regionale per il Lavoro Emilia – Romagna.

La scadenza entro la quale candidarsi è fissata al 18 novembre 2022. Vediamo il bando da scaricare, i requisiti richiesti, come presentare la domanda di ammissione e ogni altra informazione utile.

REQUISITI

Il concorso per assunzioni presso i Centri per l’Impiego dell’Emilia Romagna per Assistenti in politiche del lavoro è rivolto a coloro che possiedono i requisiti di seguito riassunti:

  • diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale (maturità);
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • assenza di condanne penali definitive per i reati contro la pubblica amministrazione, di cui al Libro II, Titolo II, Capo I del c.p. o comunque che impediscono la costituzione del rapporto con le pubbliche amministrazioni;
  • non essere stati licenziati per motivi disciplinari da una pubblica amministrazione;
  • idoneità fisica;
  • maggiore età e non aver raggiunto il limite massimo previsto per il collocamento a riposo;
  • per i candidati che non hanno cittadinanza italiana, fermo restando il possesso degli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica:
    – avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana e godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza. Sono fatte salve le situazioni giuridiche tutelate dall’ordinamento italiano nel rispetto del diritto internazionale;
  • (per i candidati degli Stati non appartenenti all’Unione Europea) essere in regola con le vigenti norme in materia di soggiorno nel territorio italiano.

RISERVE

Sui posti messi a concorso e anche sugli ulteriori posti di pari profilo e categoria che l’Agenzia decidesse di ricoprire sulla base di successivi piani dei fabbisogni approvati nel periodo di vigenza della graduatoria si applicano le seguenti riserve:

  • n. 7 posti a favore delle categorie di cui agli artt. 678 comma 9 e 1014, commi 1 e 4 del Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n. 66 “Codice dell’ordinamento militare”;
  • ai fini dell’adempimento dell’obbligo di cui agli artt.3 e 18 della legge 12/3/1999 n.68 “Norme per il diritto al lavoro dei Disabili”, l’Agenzia si riserva la facoltà, qualora si verifichino scoperture, di assumere gli appartenenti a categorie protette che abbiano conseguito l’idoneità nel presente concorso.

Nel caso in cui l’applicazione delle riserve suindicate determini complessivamente il superamento della metà dei posti a concorso, i posti da riservare saranno ridotti in misura proporzionale per ciascuna categoria degli aventi diritto. Infine, nell’eventualità in cui i posti riservati rimangano in tutto o in parte scoperti, l’Agenzia procederà alle assunzioni secondo l’ordine della graduatoria di merito.

ATTIVITÀ PRINCIPALI ASSISTENTI POLITICHE DEL LAVORO

Riportiamo di seguito le attività principali del profilo messo a selezione:

  • attività di informazione, accoglienza, primo orientamento al lavoro, supporto alla ricerca attiva del lavoro ed incrocio domanda/offerta nei confronti degli utenti dei Centri per l’impiego, anche svantaggiati, fragili, vulnerabili o disabili; comprese le attività connesse al Reddito di Cittadinanza di cui al DL 28/1/2019 n.4;
  • gestione in forma individuale e collettiva di tutte le attività di front office e back office dei servizi per il lavoro, in rapporto diretto e costante con le persone e le aziende / datori di lavoro ed in relazione con altre agenzie istituzionali e private;
  • gestione di tutte le procedure amministrative relative a utenti quali acquisizione e perdita stato disoccupazione, iscrizione legge 68/1999, stipula patti di servizio, promozione tirocini formativi ecc., nonché di quelle relative alle imprese (validazione comunicazioni obbligatorie, incrocio domanda/offerta di lavoro, attività di informazione, ecc.), utilizzando appositi sistemi informativi;
  • collaborazione nelle attività di osservazione del mercato del lavoro e dell’impatto delle politiche pubbliche inerenti;
  • attività amministrativa connessa alla gestione del ciclo di vita di piani, programmi e progetti;
  • attività di segreteria e ausiliarie a supporto della struttura di assegnazione.

SEDI DI LAVORO

Le risorse assunte potranno essere inserite presso le sedi dell’Agenzia Regionale per il Lavoro Emilia Romagna presenti sull’intero territorio regionale. Ne elenchiamo alcune, a titolo d’esempio e non esaustivo:

  • Bologna;
  • Modena;
  • Reggio Emilia;
  • Parma;
  • Piacenza;
  • Castel S. Giovanni;
  • Ferrara;
  • Codigoro;
  • Ravenna;
  • Faenza;
  • Forlì;
  • Cesena;
  • Rimini;
  • Riccione.

SELEZIONE

Per il concorso Centri impiego Emilia Romagna è previsto lo svolgimento di una preselezione, nel caso in cui ci siano oltre 250 candidati.

La procedura selettiva sarà espletata mediante due prove d’esame: una scritta e un colloquio, oltre alla valutazione dei titoli.

PRESELEZIONE E MATERIE D’ESAME

Consisterà nella risoluzione di test attitudinali e/o quesiti a risposta multipla sulle seguenti materie:

  • legislazione nazionale in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive del lavoro (con particolare riferimento ai seguenti provvedimenti: D.Lgs. n. 150 del 14/09/2015, DL n.4 del 28/01/2019 conv. con mod. in L. n. 26 del 28/03/2019 e D.Lgs. n. 151 del 14/09/2015) e norme per il diritto al lavoro delle persone con disabilità di cui alla L. n. 68 del 12/03/1999;
  • normativa della Regione Emilia-Romagna in materia di mercato del lavoro e di servizi per il lavoro con particolare riferimento alle leggi regionali n.17/2005, e ss mmi, e n.14/2015 e alla DGR 1959 /2016 relativa all’accreditamento dei soggetti privati all’erogazione di politiche attive del lavoro;
  • statuto dell’Agenzia Regionale per il Lavoro;
  • elementi di diritto costituzionale;
  • nozioni di diritto amministrativo, con particolare riferimento alle norme sul procedimento amministrativo e l’accesso agli atti, sulla trasparenza e la prevenzione della corruzione e sul trattamento e la tutela dei dati personali (a titolo esemplificativo e non esaustivo: L. n. 241 del 07/08/1990, D.Lgs. 165/2001, Regolamento UE 679/2016, DPR n. 445 del 28/12/2000 e D.Lgs. n. 33 del 14/03/2013);
  • nozioni di diritto del lavoro e della legislazione sociale, con particolare riferimento alla L. n. 183 del 10/12/2014 e provvedimenti attuativi;
  • conoscenze digitali relativamente alle tecnologie più diffuse nell’Ente (pacchetto Office e posta elettronica);
  • lingua inglese.

Si evidenzia che tutti i testi normativi indicati sono da considerare comprensivi delle successive modificazioni e integrazioni eventualmente intervenute fino alla data di pubblicazione del bando.


PROVA SCRITTA

A carattere teorico o teorico – pratico. Potrà essere costituita da quesiti a risposta sintetica e/o da un elaborato a carattere pratico – applicativo e/o dalla soluzione di uno o più casi con l’individuazione dell’opportuno percorso applicativo inquadrato nel contesto teorico di riferimento e verterà su tutte le materie previste per la preselezione.


COLLOQUIO

Oltre che su tutte le materie previste per la preselezione e la prova scritta, verterà anche sulle seguenti:

  • diritti, doveri e responsabilità dei pubblici dipendenti, con particolare riferimento al codice disciplinare e al codice di comportamento;
  • nozioni di diritto penale, limitatamente ai reati contro la Pubblica Amministrazione (libro II, titolo II Codice Penale).

COME PREPARARSI E COSA STUDIARE

La preparazione al concorso Centri Impiego Emilia Romagna per assistenti in politiche del lavoro si deve basare sulla conoscenza di tutte le materie dalla prova d’esame scritta e su esercitazioni per l’orale. Per una preparazione di base è utile dotarsi di un manuale specifico che permetta anche di esercitarsi sui test / quiz. Vi consigliamo in particolare un manuale aggiornato sulle ultime normative e creato appositamente per la preparazione ai concorsi nei Centri per l’Impiego e Agenzie Regionali per il Lavoro che è in vendita su Amazon in questa pagina oppure scontato e anche nella versione e-book in questa pagina del sito web della casa editrice.

STIPENDIO

Il trattamento economico del posto a concorso è stabilito dal contratto collettivo nazionale di lavoro del Comparto Funzioni Locali in vigore alla data di stipulazione del contratto individuale di lavoro, che al momento è di:

  • stipendio tabellare di € 20.344,07 annui lordi;
  • 13° mensilità;
  • eventuali indennità, aggiunte di famiglia e assegni dovuti.

AGENZIA REGIONALE PER IL LAVORO EMILIA ROMAGNA

L’Agenzia regionale per il lavoro è stata istituita nel 2015 dalla Regione Emilia – Romagna, al fine di garantire la maggior efficienza possibile nella gestione delle funzioni amministrative in materia di servizi per il lavoro. L’Agenzia ha sede legale e amministrativa a Bologna e sedi operative dislocate nella regione.

DOMANDA DI AMMISSIONE

La domanda per partecipare al concorso Centri Impiego dell’Emilia Romagna dovrà essere presentata entro il 18 novembre 2022 alle ore 12.00 esclusivamente con procedura telematica, accedendo con SPID al portale e-Recruiting della Regione Emilia-Romagna raggiungibile cliccando, in questa pagina, sul concorso in oggetto, quindi sull’apposito link per la candidatura.

Si segnala che, oltre all’indirizzo di posta elettronica ordinaria, i candidati dovranno, indicare al momento della compilazione della domanda, anche l’indirizzo di una casella PEC personale. L’Amministrazione potrà infatti tenerlo a riferimento per eventuali ulteriori comunicazioni individuali e per l’eventuale futura richiesta di disponibilità all’assunzione. I concorrenti privi di un indirizzo PEC possono attivarne uno in soli 30 minuti, tutte le informazioni in questo articolo.

BANDO CONCORSO CENTRI IMPIEGO EMILIA ROMAGNA 2022

Gli interessati al concorso Centri per l’Impiego dell’Emilia Romagna sono invitati a scaricare e a leggere con attenzione il BANDO (Pdf 451 Kb), pubblicato per estratto sulla Gazzetta Ufficiale serie concorsi ed esami n. 80 del 07-10-2022. Per completezza informativa si segnala che il bando è stato pubblicato sul sito internet dell’Agenzia in questa sezione.

SUCCESSIVE COMUNICAZIONI

Le successive comunicazioni che riguardano l’eventuale preselezione saranno pubblicate in questa pagina del sito dell’Agenzia Regionale per il Lavoro della Regione Emilia – Romagna.

Sempre sul sito internet dell’Agenzia saranno pubblicati il diario delle prove e il loro esito.

La graduatoria definitiva sarà resa nota mediante pubblicazione sul sito Internet dell’Agenzia e sul BURERT.

UTILIZZO DELLA GRADUATORIA

La graduatoria formata a seguito dello svolgimento del concorso resterà in vigore per 2 anni dalla data di approvazione:

  • ai fini dell’eventuale copertura dei posti del medesimo profilo che potranno essere individuati sulla base degli ulteriori piani dei fabbisogni approvati, anche in relazione ai fabbisogni ordinari e non esclusivamente riferiti al Piano straordinario di potenziamento;
  • per assunzioni a tempo determinato, pieno o parziale, da parte della stessa Agenzia.

La graduatoria concorsuale potrà essere utilizzata anche dalla Regione Emilia-Romagna, come previsto dalla Convenzione approvata con deliberazione di Giunta Regionale n. 116 del 31/01/202.

ALTRI CONCORSI E COME RESTARE AGGIORNATI

Per conoscere gli altri concorsi pubblici rivolti a diplomati attivi in Italia potete consultare la nostra pagina dedicata, mentre per essere sempre aggiornati su tutte le novità vi invitiamo a iscrivervi alla nostra newsletter gratuita e anche al canale Telegram.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti