Doppia laurea iscrizione già dall’anno accademico 2022 2023: come funziona

laureati

Già dall’anno accademico 2022 2023 sarà possibile l’iscrizione per conseguire la doppia laurea, secondo quanto disposto dalla nuova legge.

Arriva il primo Decreto MUR con i criteri di iscrizione, soprattutto con riguardo ai corsi a frequenza obbligatoria.

Vediamo nel dettaglio le regole del MUR per l’iscrizione alla doppia laurea nell’anno accademico 2022 2023, cosa cambia a partire da settembre e quali limiti esistono per studenti e Atenei.

DOPPIA LAUREA, ISCRIZIONE POSSIBILE DAL 2022 2023

È già possibile l’iscrizione alla doppia laurea a partire dall’anno scolastico 2022 2023, sebbene per le modalità effettive bisognerà attendere altri due Decreti Ministeriali. Già lo scorso 8 luglio era arrivata la nota a firma del Direttore Generale degli ordinamenti della formazione superiore e del diritto, inviata ai Rettori, ai Presidenti e ai Direttori delle Università e delle istituzioni AFAM.

Il documento, destinato agli addetti ai lavori e non agli studenti, ricorda che con la Legge 12 aprile 2022, n. 33 pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 28 aprile 2022 che ha abrogato il relativo divieto operativo dal 1933, è stata introdotta la possibilità di iscriversi contemporaneamente a due corsi di laurea e volete conoscere i dettagli su cosa prevede la legge sulla doppia laurea vi consigliamo di leggere il nostro approfondimento dedicato. A precisare le modalità operative, è arrivato anche il Decreto MUR n. 930 del 29 luglio 2022, il primo decreto attuativo del MUR, dei tre annunciati dal Ministero, con le regole specifiche per le doppie iscrizioni.

DOPPIA LAUREA E DOPPIA ISCRIZIONE, QUANDO È POSSIBILE

Il Decreto MUR n. 930 del 29 luglio 2022 sull’avvio dell’iscrizione a una doppia laurea per l’anno 2022 2023, come aveva anticipato la nota del Ministero dell’8 luglio, precisa che ciascuno studente può iscriversi contemporaneamente a due diversi corsi di laurea. In particolare, è consentita l’iscrizione contemporanea a:

  • due corsi di studio se appartengono a classi di laurea o di laurea magistrale diverse e se i due corsi si differenziano per almeno due terzi delle attività formative, conseguendo due titoli di studio distinti;

  • due corsi di diploma accademico, di primo o di secondo livello, presso le istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM);

  • un corso di laurea o di laurea magistrale e a un corso di master, di dottorato di ricerca o di specializzazione, ad eccezione dei corsi di specializzazione medica;

  • un corso di dottorato di ricerca o di master e a un corso di specializzazione medica. Nel caso di contemporanea iscrizione a un corso di dottorato di ricerca e a un corso di specializzazione medica, la frequenza contestuale è disciplinata dai regolamenti di autonomia delle singole università;

  • un corso di dottorato di ricerca o di master e a un corso di specializzazione non medica;

  • due corsi ordinari di Scuole o Istituti superiori ad ordinamento speciale.

Queste iscrizioni contemporanee sono consentite presso due istituzioni entrambe italiane, o una italiane e una estera. Non è possibile invece l’iscrizione contemporanea a:

  • due corsi di laurea appartenenti alla stessa classe;

  • differenti corsi di specializzazione medica;

  • uno stesso corso di laurea di master presso due diverse università, scuole o istituti superiori ad ordinamento speciale. Ovvero non si può seguire per esempio, il corso di laurea in Matematica in due Atenei differenti e, tanto meno, nella stessa Università;

  • nel caso in cui uno dei due corsi di studio sia a frequenza obbligatoria è consentita l’iscrizione a un secondo corso di studio che non presenti obblighi di frequenza. Sono esclusi i corsi per i quali la frequenza obbligatoria è prevista solo per attività laboratoriali e di tirocinio.

DOPPIA LAUREA PER MEDICI SPECIALIZZANDI

Continua, per la natura stessa del corso di laurea, ad essere sottoposta a limitazioni la doppia iscrizione agli studenti iscritti a un corso di specializzazione medica che vorrebbero iniziare in contemporanea un dottorato di ricerca. Restano infatti in vigore i limiti previsti dall’articolo 7 del Decreto Ministeriale 226 del 2021 per cui frequenza contemporanea di corsi di dottorato e scuole di specializzazione mediche va disciplinata con specifici regolamenti delle singole Università. Del resto, anche la Legge 33 del 2022 non esclude la possibilità della doppia iscrizione per questi studenti, ma all’articolo 7 ribadisce la necessità di prevedere delle “condizioni per la frequenza congiunta dei due corsi“. Tra queste condizioni vi è anche l’opportunità di ridurre la durata del dottorato a 2 anni su richiesta dell’interessato.

ISCRIZIONE PER LA DOPPIA LAUREA 2022, COME FARE

Le Università nei propri regolamenti didattici definiranno nel dettaglio la nuova disciplina per iscriversi a due corsi di studio in contemporanea. Le regole saranno fatte in relazione alle particolarità dei singoli corsi di studio in termini di obiettivi formativi specifici, risultati di apprendimento attesi e metodologie didattiche. Dunque, chi vuole iscriversi alla doppia laurea deve andare sul sito dell’Università scelta e verificarne il regolamento, prima di proseguire con la procedura di iscrizione.

CRITERI E MODALITÀ PER ISCRIVERSI ALLA DOPPIA LAUREA

Il Regolamento di Ateneo dovrà seguire però le direttive del MUR. Infatti, il 29 luglio 2022 è stato approvato il testo del Decreto n. 930 a firma del Ministro dell’Università e della Ricerca, previo parere della Conferenza dei rettori delle università italiane (CRUI), del Consiglio universitario nazionale (CUN) e del Consiglio nazionale degli studenti universitari (CNSU), che adotta delle regole per la doppia iscrizione. Il provvedimento chiarisce quali sono i corsi aperti alla doppia iscrizione e prevede anche le modalità per agevolare l’iscrizione contemporanea a due corsi di studio. In particolare:

  • consente all’Ateneo di prevedere modalità organizzative coerenti con una frequenza part-time degli studenti;

  • offre la possibilità per le università di attivare la didattica a distanza. Gli esami di profitto sono comunque svolti in presenza;

  • disciplina gli aspetti legati al diritto allo studio come la possibilità di accedere alla borsa di studio o ai benefici previsti per il diritto allo studio per un solo corso. Ciò vale per tutto il periodo di contemporanea iscrizione ai due corsi di studio. Ma, chi è già iscritto ad un corso di studi in anni successivi al 1° non può individuare, quale riferimento ai fini dei benefici per il diritto allo studio, la seconda iscrizione. Inoltre, per ottenere la maggiorazione dell’importo della borsa prevista dall’articolo 6, comma 3, del Decreto del MIUR 17 dicembre 2021, n. 1320, lo studente deve mantenere per entrambi i corsi di studio ai quali è iscritto i requisiti di merito previsti dalla norma;

  • è confermato l’esonero, totale o parziale, dal versamento del contributo onnicomprensivo annuale, che si applica a entrambe le iscrizioni, in presenza dei requisiti previsti, come autocertificati dallo studente. Ciò vale se i corsi di studio non appartengono all’offerta formativa dello stesso ateneo;

  • la contemporanea iscrizione di uno studente a due corsi dello stesso Ateneo o di Atenei diversi sarà conteggiata con pesi definiti nei provvedimenti attuativi del riparto del fondo di
    finanziamento ordinario delle università statali e del contributo alle università non statali di cui
    alla Legge n. 243 del 1991.

A questo Decreto ne seguiranno altri due. Il primo, sarà per stabilire i criteri che dovranno essere seguiti dagli Atenei per l’iscrizione contemporanea a due corsi universitari ad accesso programmato a livello nazionale. Ad esempio, come i corsi di laurea in psicologia o quelli in medicina. L’ultimo Decreto invece chiarirà le modalità per facilitare la doppia iscrizione ai corsi di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM).

Non appena saranno disponibili, vi aggiorneremo in questo stesso articolo.

I VANTAGGI DELLA DOPPIA LAUREA

La legge sulla doppia laurea risponde alla necessità di adeguare la normativa italiana alla maggior parte degli ordinamenti degli altri Paesi Europei, giacché, grazie alla doppia iscrizione gli studenti italiani potranno beneficiare di diversi vantaggi e, a cascata, anche tutto il sistema universitario e il mercato del lavoro italiano. Ecco quindi:

  • che gli studenti potranno essere più competitivi grazie alle numerose e trasversali competenze acquisite;

  • sarà possibile accelerare l’accesso al mondo del lavoro per chi si sta formando;

  • viene offerta una maggiore libertà di scelta sia con riguardo alla domanda che all’offerta di lavoro;

  • gli studenti potranno ottenere una migliore e variegata specializzazione;

  • si raggiungerà così il consolidamento di competenze differenziate, in linea con le mission del PNRR e con quanto previsto dal Decreto Piano Nazionale Nuove Competenze.

GUIDA LEGGE DOPPIA LAUREA

Per ogni dettaglio in merito al testo della Legge sulla doppia laurea, su come funziona e su tutte le novità in arrivo vi consigliamo di leggere il nostro approfondimento dedicato.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Legge 12 aprile 2022, n. 33 (Pdf 63 Kb) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 98 del 28-4-2022;

Decreto Ministeriale 226 del 2021 (Pdf 3 Mb);

Decreto n. 930 del 29 luglio 2022 (Pdf 244 Kb);

Mettiamo a disposizione anche il testo della nota del MUR dell’8 luglio 2022 in merito alla doppia iscrizione possibile già per l’anno accademico 2022 2023.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Se volete sapere le novità su come funzionano i dottorati Universitari secondo gli ultimi provvedimenti, potete leggere il nostro articolo. In questo focus, invece, troverete le novità sugli assegni di ricerca che diventano contratti. Per scoprire altre interessanti novità legislative vi invitiamo a visitare questa pagina. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti