Esclusione dalle Graduatorie di terza fascia ATA: quando avviene e cosa fare

personale ATA, scuola
adv

Eventuali errori o inesattezze nella compilazione della domanda per le graduatorie di terza fascia ATA possono comportare la nullità dell’istanza e l’esclusione degli aspiranti dalla graduatoria.

Le scuole, a cui spetta la gestione delle domande e dell’iter per la pubblicazione delle graduatorie ATA terza fascia, possono ad esempio considerare nulle le istanze prive dei dati necessari richiesti o presentate oltre i termini di scadenza previsti dal bando.

Inoltre, possono escludere gli aspiranti che non possiedono tutti i requisiti previsti, o hanno prodotto dichiarazioni false.

I motivi di esclusione dalle graduatorie e di nullità delle domande sono indicati nel bando ATA terza fascia 2024, che fornisce tutti i chiarimenti sulle possibili cause e le indicazioni su cosa possono fare gli aspiranti che incorrono nell’annullamento dell’istanza o che sono esclusi dagli elenchi.

Vediamo di seguito quali sono i principali motivi di esclusione dalle graduatorie ATA III fascia e cosa fare.

MOTIVI DI ESCLUSIONE DALLE GRADUATORIE TERZA FASCIA ATA

In base a quanto previsto dal Decreto n. 89 del 21 maggio 2024, che regola l’inserimento e l’aggiornamento nelle graduatorie ATA di terza fascia valide per il triennio scolastico 2024 – 2027, la nullità della domanda e l’esclusione dalla graduatoria sono disposte per i seguenti motivi:


  • la domanda è stata inviata oltre il termine di scadenza utile per la presentazione, fissato al 28 giugno 2024;

  • l’aspirante non possiede tutti i requisiti e i titoli di accesso necessari per accedere al profilo richiesto;

  • l’istanza contiene dichiarazioni non corrispondenti a verità e non per un semplice errore materiale;

  • la domanda è stata presentata per più province. In questo caso l’aspirante viene escluso da tutte le graduatorie di circolo o di istituto in cui chiede l’inserimento e decade dalle graduatorie di circolo o di istituto in cui è inserito;

  • autodichiarazioni mendaci o produzione di certificazioni o documentazioni false. In questo caso l’aspirante non solo viene escluso dal concorso ATA terza fascia 2024, per tutti i profili e le graduatorie di riferimento, e decade dalle stesse graduatorie, se inserito, ma incorre anche nelle sanzioni previste dagli artt.75 e 76 del DPR 28 dicembre 2000, n.445 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa).

Ricordiamo che tutti gli aspiranti sono inclusi nelle graduatorie con riserva di accertamento del possesso dei requisiti di ammissione. L’Amministrazione, in qualsiasi momento, può disporre, con provvedimento motivato, l’esclusione degli aspiranti non in possesso dei requisiti di ammissione.

ULTERIORI MOTIVI DI ESCLUSIONE

Sono esclusi dalla graduatoria anche gli aspiranti che non hanno dichiarato nella domanda eventuali condanne penali riportate (anche se sono stati concessi amnistia, indulto, condono o perdono giudiziale) e gli eventuali procedimenti penali pendenti, in Italia e/o all’estero.

Tale dichiarazione deve essere resa anche se negativa, ossia se non vi sono condanne o procedimenti penali pendenti, a pena di esclusione dalla procedura.

adv

COSA FARE IN CASO DI NULLITÀ DELLA DOMANDA E ESCLUSIONE DALLA GRADUATORIA TERZA FASCIA ATA

Contro la dichiarazione di nullità delle domande e avverso il decreto di esclusione dalle graduatorie ATA di terza fascia, nonché avverso le graduatorie, è possibile fare ricorso, presentando un reclamo al Dirigente dell’istituzione scolastica che ha gestito la domanda.

Il reclamo deve essere prodotto entro 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria.

Nel medesimo termine si può produrre richiesta di correzione di errori materiali.

Una volta pubblicate le graduatorie definitive, invece, è possibile solo presentare ricorso giurisdizionale al giudice ordinario in funzione di giudice del lavoro.

Ricordiamo, inoltre, che eventuali contestazioni relative ai contratti di assunzione o per la mancata proposta di contratto di lavoro vanno rivolte al Dirigente scolastico della istituzione di riferimento.

Inoltre, se esistono idonee condizioni, vengono applicate le disposizioni di cui al Capo XII del CCNL del Comparto Scuola 2006/09.

LA GUIDA SUL BANDO ATA TERZA FASCIA

Per tutte le informazioni sulle graduatorie terza fascia ATA 2024 2027 puoi leggere la guida completa sul concorso ATA terza fascia.

ULTERIORI INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

Continua a seguirci e iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al canale Telegram per restare informato su tutte le novità sulle graduatorie ATA e avere le notizie in anteprima. Inoltre, è disponibile il Gruppo Telegram dedicato al personale ATA, utile per confrontarsi e chiedere consigli.

Ti invitiamo, inoltre, a visitare la nostra sezione riservata alla Scuola e la nostra pagina dedicata al personale ATA per tutte le informazioni su assunzioni, concorsi, graduatorie, normative e contratto.

Puoi restare aggiornato anche seguendo il canale Whatsapp e il canale TikTok @ticonsigliounlavoro, e seguendoci su Google News cliccando sul bottone “segui”.

di Angela V.
Redattrice, esperta di lavoro pubblico e privato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *