Poste Italiane: 2275 assunzioni con accordo politiche attive lavoro

poste italiane uffici

Poste italiane ha siglato un importante accordo con i sindacati sulle politiche attive del lavoro per il periodo 2021 – 2023 che prevede il via libera a 2275 assunzioni, mobilità volontaria, trasformazioni di contratti da part time a full time, sportellizzazioni e stabilizzazioni di lavoratori.

In totale si parla di 5.529 azioni di politiche attive del lavoro che daranno un posto di lavoro a migliaia di persone che desiderano lavorare in Poste Italiane e permetteranno di estendere l’orario di lavoro al personale già in servizio oltre a portare avanti il piano di assunzioni a tempo indeterminato per ex CTD che hanno prestato lavoro con contratto a termine.

Vediamo nel dettaglio tutti i numeri del nuovo accordo e i dettagli sulle nuove assunzioni Poste Italiane previste per il 2021.

ACCORDO POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO POSTE ITALIANE

Il verbale di intesa è stato firmato il 3 agosto 2021 tra Poste Italiane S.p.A. e SLC-CGIL, SLP-CISL, UIL poste, FAILP-CISAL, CONFSAL Comunicazioni, FNC UGL Comunicazioni. Si è giunti alla decisione di introdurre ulteriori azioni di politiche attive del lavoro per la necessità di dare immediatamente risorse ai territori caratterizzati da maggiore carenze di personale e per rafforzare il livello di presidio delle strutture di front end di Mercato Privati.

Infatti durante l’ultimo triennio, anche per effetto della pandemia da Covid-19, si è assistito ad un significativo mutamento delle abitudini della clientela (digitalizzazione, maggiore richiesta di servizi relazionali, ecc.) e, al contempo, sono emerse necessità legate all’introduzione di nuovi servizi (RCA, energia, telefonia). Questo si somma all’evoluzione organizzativa in corso con la nuova classificazione degli uffici postali HUB&Spoke, ossia la suddivisione tra Uffici postali “HUB” ed Uffici postali “SPOKE”. La propensione all’acquisto dei servizi da parte della clientela si è spostata a favore dell’e-commerce e dei servizi di delivery a discapito delle spedizioni “tradizionali”. Da qui la necessità di creare nuovi posti di lavoro per poter assicurare l’erogazione di tutti i nuovi servizi.

Gli interventi programmati vanno ad aggiungersi alle azioni già previste nel mese di marzo, che riguardano essenzialmente la divisione Mercato Privati. Vediamo nel dettaglio tutte le azioni in programma introdotte grazie al nuovo accordo sulle politiche attive del lavoro.

NUOVE ASSUNZIONI POSTE ITALIANE PER OSP, SCF, SCM

Sarà reclutato personale dall’esterno per un totale di 875 assunzioni. Di queste 500 assunzioni con contratto a tempo indeterminato part time saranno destinate alle attività di sportelleria, quindi riguarderanno la figura di Operatori Specializzati di Sportello (OSP). Lo scopo è quello di supportare e rafforzare le attività a contatto con il pubblico. Le restanti 375 assunzioni riguarderanno Specialisti Consulenti Finanziari (SCF) e Specialisti Consulenti Mobili (SCM), sempre per l’ambito Mercato Privati. Le assunzioni verranno realizzate presso sedi in tutta Italia, dal nord al centro sud, compresa la Sicilia. Le selezioni per operatori di sportello Poste Italiane sono già aperte, per maggiori informazioni è possibile consultare questa pagina.

MOBILITA’ VOLONTARIA

Per la mobilità volontaria sono previste in totale 500 movimentazioni di personale di cui 250 per l’ambito Poste, Comunicazione e Logistica (PCL) e 250 per il Mercato Privati (MP). Come spiega Nicola Di Ceglie, Segretario Nazionale Slc Cgil, la novità di questo accordo consiste nella previsione per cui su MP, a tutela dei dipendenti già in essere in alcuni UP e in un’ottica di migliore integrazione delle singole leve, non saranno presi in considerazione gli Uffici Postali presso cui risultino impiegati lavoratori part time che possano essere convertiti in full time.

CONVERSIONE DI CONTRATTI DA PART TIME A FULL TIME

Saranno realizzate 1600 conversioni di rapporti di lavoro da part time a tempo pieno (900 per PCL e 650 per MP). Questa estensione di orario di lavoro riguarderà anche i lavoratori che abbiano rinunciato alla conversione a tempo pieno in virtù dell’accordo del 13 giugno 2018 e delle successive intese in materia di Politiche Attive del Lavoro. Inoltre per l’ambito Digital Technology&Operation (DTO) grazie alla nuova intesa ci saranno 50 conversioni degli attuali rapporti di lavoro dal tempo parziale al tempo pieno per i dipendenti del Servizio Assistenza Clienti.

SPORTELLIZZAZIONI

Il nuovo accordo prevede un totale di 525 passaggi di livello. In questo caso, spiega in una nota il Segretario Nazionale Slc Cgil Nicola Di Ceglie, si attingerà dai job posting già esistenti e si attiveranno, ove necessario, specifici ulteriori job posting aperti a tutti i settori aziendali.

STABILIZZAZIONI A TEMPO INDETERMINATO DI EX CTD

E’ prevista la stabilizzazione degli ex ctd per un totale di 1400 nuove assunzioni. Una novità interessante è l’abbassamento a 6 mesi dell’anzianità richiesta per accedere alla graduatoria, anziché i precedenti 9. Infatti i destinatari della misura sono coloro che hanno lavorato come portalettere o addetto di produzione con uno o più contratti a tempo determinato per un periodo almeno pari a 6 mesi complessivi maturati a far data dal 01/01/2014 ed entro il 31 gennaio dell’anno in cui si da avvio al processo assunzionale. Gli interessati devono manifestare la volontà di avvalersi del diritto di precedenza di cui all’art. 22 del vigente CCNL attraverso la propria registrazione sullo specifico applicativo aziendale, di volta in volta attivato successivamente alla comunicazione delle disponibilità da parte dell’Azienda. Saranno inoltre stabilizzati 629 lavoratori dipendenti Nexive che entreranno in azienda come portalettere a tempo indeterminato, entro ottobre 2021.

APPROFONDIMENTI

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il verbale di accordo (Pdf 430Kb) sulle politiche attive del lavoro del 3 agosto e il relativo Allegato 1 ((40Kb) con la suddivisione delle azioni tra le regioni italiane. Per il prossimo mese di settembre è già stato confermato che vi sarà un incontro tra OO.SS. e i vertici aziendali di Poste Italiane per discutere della dinamica degli organici e delle novità delineate dal Piano strategico aziendale. Ancora una volta è grazie all’ottimo lavoro delle Organizzazioni Sindacali che si è arrivati ad ottenere delle risposte concrete e delle azioni mirate a migliorare l’intero assetto organizzativo del personale.

POSTE ITALIANE

Poste Italiane SpA opera da oltre 159 anni nei settori dei servizi postali e di consegna. Svolge, al contempo, attività nel campo finanziario e assicurativo. Il Gruppo, quotato alla Borsa di Milano dal 2015, è partecipato dal Ministero dell’Economia e della Finanze (per il 29,3%), da Cassa Depositi e Prestiti (per il 35%) e da investitori istituzionali e retail (per la parte residua). La società ha sede centrale a Roma e gestisce una rete di quasi 13.000 uffici postali distribuiti su tutto il territorio nazionale. Presso le sedi e gli uffici di Poste Italiane lavorano circa 125.000 dipendenti e 27.000 postini.

CANDIDATURE PER ASSUNZIONI

Gli interessati alle nuove assunzioni Poste Italiane possono visitare la pagina dedicata alle carriere (Lavora con noi) della società. Da qui è possibile inviare il cv compilando l’apposito modulo online con i dati richiesti per presentare una candidatura all’azienda.

Per avere maggiori informazioni invece sulle selezioni per postini e altre figure professionali è possibile visitare questa pagina. Per confrontarsi con altri candidati è disponibile il gruppo Telegram dedicato alle assunzioni Poste Italiane.

COME RESTARE AGGIORNATI

Continuate a seguirci per conoscere anche altre opportunità lavorative e, per rimanere sempre aggiornati, iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita e al canale Telegram per ricevere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments