Agenzia delle Entrate: concorsi 2020 per 2600 assunzioni

agenzia entrate

L’Agenzia delle Entrate è in procinto di pubblicare nuovi concorsi per assumere personale a tempo indeterminato.

L’ente pubblico aprirà cinque bandi nel 2020 per la copertura di ben 2600 posti di lavoro. Gli inserimenti saranno rivolti a figure dirigenziali e non dirigenziali, e saranno effettuati entro il prossimo triennio 2020-2022.

Ecco tutte le informazioni e cosa sapere sui prossimi concorsi Agenzia Entrate in arrivo.

AGENZIA DELLE ENTRATE CONCORSI 2020

L’Agenzia delle Entrate bandirà, infatti, nuovi concorsi per laureati e diplomati. Usciranno 5 bandi finalizzati al reclutamento di 2600 unità di personale dirigenziale e non dirigenziale per il triennio 2020-2022. Le risorse selezionate saranno assunte a tempo indeterminato negli uffici dell’ente.

Nello specifico, entro i prossimi mesi, saranno pubblicati 2 bandi di concorso Agenzia Entrate per assumere 300 profili dirigenziali e 3 bandi di concorso per reclutare 2300 figure non dirigenziali. Si tratta di inserimenti già autorizzati o consentiti dalla normativa vigente, il cui numero potrebbe aumentare in presenza di nuove norme che potrebbero permettere all’ente di reclutare unità di personale in aggiunta alla normale capacità assunzionale.

E’ quanto emerge dal capitolato tecnico relativo al bando di gara aperto negli scorsi mesi dall’Agenzia delle Entrate per l’affidamento in appalto di una parte delle attività relative alle selezioni pubbliche che saranno indette. I nuovi bandi in arrivo sono stati affidati alla società Merito srl, che ha già gestito altre procedure concorsuali per conto dell’ente.

POSTI A BANDO

Stando a quanto riportato nel citato capitolato, i prossimi concorsi in uscita serviranno a coprire i seguenti posti di lavoro nell’Agenzia delle Entrate:

  • n. 300 posti per dirigenti;
  • n. 2300 posti per economisti, giuristi, statistici, ingegneri, architetti, geometri.

CHI PUO’ PARTECIPARE

Generalmente possono partecipare ai concorsi per Dirigenti Agenzia delle Entrate le seguenti categorie di candidati:

  1. dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni, con
    laurea;
    – almeno 5 anni di servizio o, se in possesso del dottorato di ricerca o del diploma di specializzazione, almeno 3 anni di servizio, svolti in posizioni funzionali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del dottorato di ricerca o del diploma di laurea. Per i dipendenti delle amministrazioni statali reclutati a seguito di corso-concorso, il periodo di servizio è ridotto a 4 anni;
  2. soggetti in possesso della qualifica di dirigente in enti e strutture pubbliche che non rientrano tra le amministrazioni pubbliche, con
    – diploma di laurea;
    – almeno 2 anni di servizio in funzioni dirigenziali;
  3. cittadini italiani, in possesso di
    – diploma di laurea (DL), laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM);
    – servizio continuativo per almeno 4 anni presso enti od organismi internazionali, in posizioni funzionali apicali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea.

Per quanto riguarda i bandi in uscita per il personale non dirigente, considerando le figure da assumere, con ogni probabilità saranno rivolti alle seguenti categorie di candidati:

  1. laureati in economia e commercio, statistica, ingegneria, architettura o lauree equipollenti o equiparate, con
    – iscrizione all’Albo professionale per le posizioni di ingegnere e architetto;
  2. candidati con diploma di geometra.

REQUISITI

Solitamente, sia per il personale dirigenziale che per quello non dirigenziale, non sono previsti limiti massimi di età ma è richiesto il possesso dei seguenti requisiti generici:

  • età non inferiore a 18 anni;
  • godimento dei diritti politici;
  • cittadinanza italiana;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;
  • non essere stati interdetti dai pubblici uffici, destituiti o dispensati ovvero licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero dichiarati decaduti da un impiego statale per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabili.

Per quanto riguarda i requisiti specifici e il titolo di studio richiesto per ciascun profilo sarà necessario attendere l’uscita dei bandi per conoscere ogni dettaglio. 

PROVE D’ESAME

Ciascun bando Agenzia Entrate per le assunzioni 2020-2022 potrà prevedere l’espletamento delle seguenti prove d’esame:

  • 1) prova oggettiva attitudinale volta a misurare competenze trasversali attraverso la somministrazione di un test di logica. 
  • 2) prova oggettiva tecnico-professionale, volta a misurare le conoscenze tecniche dei candidati nelle materie previste dai relativi bandi di concorso attraverso la somministrazione di una serie di quesiti a risposta multipla.

Alla prima prova sono ammessi a partecipare tutti i candidati. Invece alla seconda prova sono ammessi esclusivamente i candidati che rientrano in graduatoria nel limite massimo di tre o cinque volte il numero dei posti da coprire nella sede per la quale concorrono, in base a quanto specificatamente previsto da ciascun bando.

Entrambe le prove sono strutturate con un questionario composto da circa 80 quesiti con 3 o 5 alternative di risposta per ciascuna domanda. I quesiti saranno tutti inediti.

I concorsi per dirigenti potranno prevedere, oltre alle prove oggettive attitudinali e tecniche sopra descritte, anche prove preselettive e prove scritte tradizionali.

MODALITÀ DI SELEZIONE

In accordo con le nuove regole relative ai concorsi pubblici introdotte per l’emergenza coronavirus (COVID-19), verranno privilegiate selezioni a distanza in modalità telematica, e prove preselettive decentrate. La correzione delle prove oggettive attitudinali e tecniche avverrà con lettura automatizzata tramite strumenti informatici.

COME PREPARARSI E COSA STUDIARE

E’ utile iniziare subito a prepararsi per sfruttare tutto il tempo disponibile. Al momento non si conoscono ancora le materie delle prove d’esame di ciascun profilo ma si sa già che tutti dovranno superare il primo scoglio rappresentato dalla prova oggettivo attitudinale con test di logica. Per non arrivare impreparati vi consigliamo di acquistare questo libro per esercitarvi con i 3500 quiz ufficiali dei concorsi Agenzia delle Entrate precedenti. Precisiamo che le domande non saranno identiche a quelle delle precedenti prove ma saranno molto simili.

COME PRESENTARE DOMANDA

Le domande di partecipazione al concorso dovranno essere presentate in forma telematica online. Sul sito web dell’Agenzia delle Entrate, nella sezione bandi di concorso, sarà disponibile un link di accesso alla procedura di compilazione della domanda. Prima di procedere all’invio della domanda sarà necessario effettuare una registrazione online che permette di avere username e password. Una volta terminata la procedura ogni candidato potrà stampare una ricevuta dell’invio della domanda che attesta anche la data e l’ora di inserimento. 

Ci si aspetta che presenteranno domanda di partecipazione oltre 300.000 candidati. Per assicurare assistenza a tutti nella fase di inserimento domanda online, sia per problemi tecnici che per dubbi sulla procedura, sarà attivato un servizio di supporto via mail e anche via telefono. 

BANDI

Gli interessati alle future assunzioni Agenzia Entrate devono attendere l’uscita dei bandi pubblici, prevista entro i prossimi mesi del 2020. Dato che il reclutamento avviene mediante concorsi pubblici, le selezioni non vengono segnalate attraverso la pagina Agenzia delle Entrate Lavora con noi. Gli avvisi saranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e nella pagina Agenzia delle Entrate Concorsi non scaduti del portale web dell’ente. Renderemo disponibili qui i bandi relativi ai concorsi Agenzia Entrate non appena saranno pubblicati.

APPROFONDIMENTI

Per completezza di informazione rendiamo scaricabile il CAPITOLATO TECNICO (Pdf 571Kb) relativo alla procedura per l’affidamento di una parte dei servizi per lo svolgimento di ciascun concorso Agenzia delle Entrate relativo alle 2600 assunzioni previste. In questo documento vi è una spiegazione dettagliata di come saranno strutturate le prove d’esame e di come avverrà la selezione.

Mettiamo a vostra disposizione anche l’AVVISO (Pdf 369Kb) di aggiudicazione dell’appalto per la gestione di una parte delle selezioni pubbliche da parte della società Merito sr.

COME RESTARE AGGIORNATI

Continuate a seguirci iscrivendovi alla nostra newsletter per restare informati. Potete consultare la sezione prossimi concorsi pubblici in uscita per conoscere altre selezioni in arrivo e visitare la sezione concorsi pubblici per scoprire i concorsi attivi al momento.

Subscribe
Notificami
1 Comment
Newest
Oldest
Inline Feedbacks
View all comments