Bonus assunzioni Garanzia Giovani 2019: cosa sapere

garanzia giovani programma

Sono disponibili nuove agevolazioni per le assunzioni di giovani disoccupati tra i 16 e i 29 anni.

L’Anpal, attraverso un apposito Decreto, ha prorogato i termini per usufruire dell’incentivo ‘Occupazione NEET’. Si tratta della misura a favore delle aziende che assumono ragazzi che non studiano e non lavorano, iscritti al programma Garanzia Giovani.

Il bonus assunzioni Garanzia Giovani prevede la decontribuzione totale per i datori di lavoro. La gestione del beneficio è affidata all’Inps che ha pubblicato una Circolare per fornire le istruzioni operative e contabili relative alla misura.

Ecco tutte le informazioni sull’agevolazione e come richiederla.

GARANZIA GIOVANI BONUS ASSUNZIONI 2019

L’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (Anpal), attraverso il Decreto n. 581 del 28 – 12 – 2018, ha prorogato l’incentivo ‘Occupazione NEET’, che sarà fruibile anche per il 2019. La misura, istituita lo scorso anno dall’Anpal, intende favorire le assunzioni degli iscritti al programma Garanzia Giovani, il Piano Europeo di lotta alla disoccupazione giovanile a cui ha aderito anche il Governo italiano. E’ rivolta, in particolare, ai datori di lavoro privati che decidono di assumere i NEET (Not in Education, Employment or Training), ovvero giovani che non lavorano e non sono impegnati in percorsi di studio o formazione.

Il bonus 2019 ha la forma di uno sgravio totale dei contributi che, per legge, l’azienda deve versare. Può essere concesso per massimo un anno e solo nel caso in cui l’assunzione venga effettuata mediate contratto di lavoro a tempo indeterminato o di apprendistato professionalizzante.

Per estendere anche a quest’anno l’agevolazione, la dotazione finanziaria riservata alla stessa è stata incrementata di oltre 60 milioni di Euro, a carico del Programma Operativo Nazionale ‘Iniziativa Occupazione Giovani’, pertanto quella complessiva ammonta a 160 milioni di Euro. 

La gestione dell’incentivo Garanzia Giovani è stata affidata, dallo scorso anno, all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale – Inps. L’Inps ha provveduto ad emanare la Circolare n. 54 del 17 aprile 2019 per fornire tutte le informazioni in merito alla misura e alle modalità per usufruirne. 

DESTINATARI

Hanno diritto all’incentivo Occupazione NEET i datori di lavoro privati che assumono giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni, iscritti al programma Garanzia Giovani. Per i giovani di età inferiore a 18 anni è richiesto l’assolvimento del diritto dovere all’istruzione e formazione.

TIPOLOGIE CONTRATTUALI AMMISSIBILI

Sono ammissibili al beneficio le assunzioni effettuate dal 1° gennaio ed entro il 31 dicembre 2019, in una delle seguenti forme:

  • contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;
  • contratto di apprendistato professionalizzante.

La misura può essere applicata anche ai soci lavoratori di cooperative, se sono assunti con contratto di lavoro subordinato. Restano esclusi il lavoro domestico, quello occasionale e quello intermittente, i contratti di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, e i contratti di apprendistato di alta formazione e di ricerca.

Il beneficio non può essere concesso anche nel caso di trasformazione a tempo indeterminato di rapporti a termine, in quanto il giovane, essendo assunto a tempo determinato, non rispetterebbe una delle condizioni necessarie per rientrare nei c.d. NEET, ovvero l’essere privo di occupazione.

AGEVOLAZIONI PREVISTE

Gli incentivi per assumere gli iscritti a Garanzia Giovani consistono nell’esonero totale dalla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, ad eccezione dei premi e contributi Inail, per un importo massimo di 8.060 Euro l’anno per ciascun lavoratore assunto. Vengono applicati mediante conguaglio sui contributi Inps, per un periodo di 12 mesi a partire dalla data di assunzione, e devono essere fruiti entro il 28 febbraio 2021, altrimenti decadono.

La decontribuzione viene effettuata su base mensile, per 12 mensilità, e non può superare la soglia di 671,66 Euro al mese (8.060 Euro / 12 mesi). Nel caso dell’impiego con orario lavorativo part time, il massimale viene proporzionalmente ridotto.

CUMULABILITA’ DELL’INCENTIVO

Il bonus occupazione NEET è cumulabile con l’incentivo all’occupazione giovanile stabile, ossia l’agevolazione rivolta alle aziende che assumono giovani under 35, introdotta dalla Legge di Bilancio 2018 e confermata con modifiche dal c.d. Decreto Dignità, che prevede una riduzione dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro pari al 50%, fino ad un massimo di 3000 Euro. Nel caso in cui il datore di lavoro possa usufruire di entrambe le misure per un’assunzione, il cumulo tra gli esoneri contributivi previsti dalle 2 misure sarà effettuato in maniera tale da non superare la soglia massima prevista dal bonus occupazione NEET di 8.060 Euro l’anno, ossia 671,66 Euro al mese.

In sostanza, dato che l’esonero contributivo previsto dalla Legge di Bilancio 2018 ha un importo massimo riconoscibile di 3.000 euro, l’importo massimo concedibile per il bonus Garanzia Giovani sarà pari a 5.060 Euro (8.060 Euro – 3.000 Euro). Quest’ultimo, infatti, può essere fruito dal datore di lavoro che ha diritto alla cumulabilità dei due incentivi per la parte residua rispetto all’agevolazione per l’occupazione giovanile stabile, fino al 100% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro.

SEDI DI LAVORO AMMISSIBILI

Il bonus Garanzia Giovani può essere concesso per le assunzioni effettuate su tutto il territorio nazionale, ad eccezione della provincia autonoma di Bolzano.

COME FARE DOMANDA

Per richiedere l’agevolazione, il datore di lavoro deve inoltrare un’istanza preliminare di ammissione all’Inps, per via telematica, attraverso un apposito modulo online raggiungibile dal portale web dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, compilando il modulo di istanza online ‘NEET’, raggiungibile dall’area Portale delle agevolazioni (ex DiResCo) e accessibile, previa autenticazione, seguendo il percorso ‘Accedi ai servizi > Altre tipologie di utente > Aziende, consulenti e professionisti > Servizi per le aziende e consulenti > Dichiarazioni di responsabilità del contribuente’.

L’Istituto procede, quindi, a valutare la richiesta e, in caso di esito positivo, comunica al richiedente l’avvenuta prenotazione dell’incentivo. Entro 10 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione Inps, il datore di lavoro deve effettuare l’assunzione, se non l’ha già effettuata, e deve confermare la prenotazione. Se quest’ultima viene autorizzata, il beneficio viene erogato mediante conguaglio sulle denunce contributive.

RIFERIMENTI NORMATIVI E INFORMAZIONI UTILI

Per tutti i dettagli relativi al nuovo bonus Garanzia Giovani per le assunzioni mettiamo a vostra disposizione i seguenti documenti:

DECRETO DI PROROGA ANPAL (Pdf 507Kb), che estende l’incentivo all’anno in corso;
– DECRETO n. 3 del 2 – 01 – 2018 (Pdf 2,15Mb), ovvero il provvedimento attraverso cui l’Anpal ha istituito il bonus;
CIRCOLARE n. 54 del 17 aprile 2019 (Pdf 775Kb) dell’Inps, contenente tutte le indicazioni operative per la gestione e la richiesta del bonus. 

Vi segnaliamo, inoltre, che la Legge di Bilancio 2019 prevede diverse agevolazioni e misure a favore dell’occupazione, dei lavoratori e delle imprese. Per ulteriori informazioni, potete leggere questa breve guida sulle novità introdotte dalla Legge 30 dicembre 2018, n. 145, relativa al ‘Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021’.

Vi terremo aggiornati sugli incentivi e le agevolazioni disponibili per i lavoratori e le imprese. Continuate a seguirci per restare informati.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments