Bonus baby sitter Lazio 2022: a chi spetta, importi, come funziona

La guida al contributo regionale del Lazio per coprire le spese di baby sitting domestico per un importo che può arrivare fino a 3.000 euro all’anno

ludoteca giocattoli baby sitter

Dalle ore 9.30 del 6 dicembre 2022, via alle domande per il bonus baby sitter del Lazio 2022, il contributo regionale per l’acquisto di servizi di baby sitting per favorire un’equilibrata condivisione delle responsabilità di cura dei figli di età inferiore ai 12 anni.

Si tratta di una somma pari a 10 euro all’ora per sostenere le spese destinato alle madri e ai padri lavoratori residenti in Lazio con un ISEE inferiore ai 20.000 euro.

In questa guida vi spieghiamo come funziona il bonus baby sitter Lazio 2022, a chi spetta, a quanto ammonta il contributo e come richiederlo.

COS’È IL BONUS BABY SITTER LAZIO 2022

Il bonus baby sitter Lazio 2022 è un contributo pari a 10 euro all’ora per i servizi di baby sitting fino a un massimo di 3.000 euro all’anno per nucleo familiare. È destinato genitori lavoratori, madri e padri, con figli di età inferiore a 12 anni, residenti nel Lazio e con un ISEE inferiore a 20.000 euro per l’anno in corso. È possibile presentare domanda dalle 9:30 del 6 dicembre 2022 fino ad esaurimento delle risorse.

Il bonus è finanziato con 3 milioni di euro a valere sul PR FSE+2021-2027” Priorità “Occupazione”, per promuove e sostenere la conciliazione dei tempi di vita e tempi di lavoro e l’equa distribuzione delle responsabilità di cura familiare prevedendo. Questa misura regionale introdotta da Determinazione n. 14776 del 28 ottobre 2022 si allinea alle novità nazionali in termini di congedi, che vi spieghiamo in questa guida, e alle tutele introdotte dal Decreto conciliazione vita lavoro in vigore dal 13 agosto 2022. Vediamo insieme tutti i dettagli sul bonus baby sitter Lazio.

A CHI SPETTA

Possono presentare richiesta dei contributi per l’acquisto di servizi di baby sitting domestici i soggetti che rispondano ai seguenti requisiti al momento della presentazione della richiesta:

  • essere cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione Europea o essere in possesso di regolare permesso di soggiorno CE, ai sensi del Decreto Legislativo 286 del 1998 e successivi;
  • residenza o domicilio in uno dei comuni della Regione Lazio;
  • essere una madre lavoratrice, anche autonoma, o imprenditrice, e trovarsi nel periodo degli undici mesi successivi al periodo di congedo obbligatorio di maternità ovvero al congedo parentale previsto dall’articolo 32, comma 1, lettera a), del Decreto Legislativo 151 del 2001 e successive modifiche;
  • in alternativa alla madre lavoratrice, vale anche per il padre lavoratore che usufruisce del congedo parentale di cui all’articolo 32 del Decreto Legislativo 151 del 2001;
  • essere all’interno di un nucleo familiare con attestazione ISEE o ISEE minorenni, in caso di genitori non conviventi, in corso di validità relativa all’anno di partecipazione non superiore a 20.000 euro. Per esempio, se si richiede il buono nell’annualità 2022 si deve presentare ISEE 2022 relativo ai redditi 2020;
  • avere almeno un figlio o una figlia di età inferiore a 12 anni al momento di presentazione della domanda.

Può essere richiesto un solo contributo per nucleo familiare a prescindere dal numero di figli. In ipotesi di genitori che non fanno parte dello stesso nucleo familiare, il bonus deve essere richiesto ed erogato in favore del soggetto che convive con il minore. La presentazione di più richieste comporta l’esclusione di tutte le proposte progettuali del proponente.

A QUANTO AMMONTA IL BONUS

Al fine del riconoscimento del costo del servizio è previsto un contributo determinato attraverso l’individuazione di un costo standard, ai sensi dell’articolo 53 comma 1 lettera b) del Reg. (UE) 2021/1060, pari a 10 euro all’ora per servizi di baby sitting. Il costo standard è stato calcolato prendendo in considerazione tutte le componenti di costo previste per l’annualità 2022 per l’assunzione di una baby sitter. L’ammontare del contributo è pari all’importo massimo di 3.000 euro all’anno e corrisponde, quindi, a 300 ore di servizio di baby sitting, sia per le madri che per i padri lavoratori in possesso dei requisiti richiesti. In presenza di più figli di età inferiore a 12 anni, il bonus può essere richiesto anche per tutti i figli, ma in misura complessivamente non superiore a 3.000 euro per nucleo familiare.

Infine, il contributo economico non è soggetto ad imposizione fiscale e non contribuisce alla formazione del reddito, ai sensi di quanto previsto in materia di trattamento fiscale delle indennità di sostegno al reddito della Circolare INPS n. 49 del 30 marzo 2020.

COME FUNZIONA IL BONUS BABY SITTER LAZIO 2022

Il contributo viene concesso mediante una procedura “a sportello”. Una volta ricevute tutte le domande la Regione stilerà un elenco di beneficiari e il contributo sarà liquidato direttamente sulle coordinate bancarie indicate dai richiedenti ammessi al bonus. I beneficiari dovranno presentare apposita richiesta di liquidazione entro 180 giorni dall’ammissione, con questo modello, secondo le modalità indicate all’articolo 13 del bando. I contributi sono riconosciuti nel rispetto dei seguenti criteri prioritari di accesso:

  • essere genitore monoparentale;
  • svolgere mansioni incompatibili con modalità smart working;
  • distanza tra posto di lavoro e residenza o domicilio della lavoratrice o del lavoratore superiore a 50 km o 80 minuti di tempo di percorrenza con i mezzi pubblici.

Saranno approvate tutte le proposte che hanno superato la verifica di ammissibilità formale sulla base dell’ordine di arrivo e fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Le attività relative alla cura del minore o dei minori oggetto del finanziamento devono essere svolte da parte di babysitter regolarmente assunta. Non sono ammissibili domande relative all’attivazione, estensione o prestazione di lavoro qualora tra il prestatore di lavoro e l’utilizzatore intercorrano rapporti di coniugio, parentela e affinità sino al secondo grado. I contributi del bonus baby sitter Lazio non sono cumulabili con quelli eventualmente previsti dalla normativa vigente per le medesime finalità.

COME PRESENTARE DOMANDA DI BONUS BABY SITTER LAZIO

Le domande devono essere presentate sulla piattaforma telematica accessibile a questo indirizzo. Le domande sono aperte a partire dalle ore 9:30 del 6 dicembre 2022, fino ad esaurimento delle risorse. A tal riguardo, sarà l’Amministrazione a comunicare la chiusura della procedura e noi vi aggiorneremo in merito.

DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

La procedura di presentazione della domanda è da ritenersi conclusa solo all’avvenuta trasmissione obbligatoria di tutta la documentazione prevista come di seguito:

  • domanda di ammissione debitamente stampata, firmata, scansionata in formato pdf e allegata;
    attestazione ISEE del richiedente pari o inferiore a 20.000 euro in corso di validità;
  • documento di identità in formato PDF del soggetto richiedente il contributo;
  • documento d’identità in corso di validità in formato PDF di almeno un figlio del beneficiario dei contributi.

ASSISTENZA ALLA DOMANDA

Per assistenza e supporto, anche in fase di presentazione delle proposte, è possibile scrivere a [email protected] a partire dal 28 ottobre 2022.

BANDO BONUS BABY SITTER LAZIO 2022

Mettiamo a vostra disposizione il testo integrale del bando per il bonus baby sitter Lazio 2022 (Pdf 1,07 Mb).

RIFERIMENTI

Determinazione n. 14776 del 28 ottobre 2022 (Pdf 401 Kb).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Se volete conoscere altri aiuti per le famiglie, vi consigliamo di leggere la nostra guida sull’assegno unico universale figli, le novità sui congedi con il Decreto conciliazione vita lavoro e quella sul congedo di paternità. Inoltre, per conoscere altre misure di sostegno per lavoratori e famiglie, e bonus e agevolazioni attive per i genitori lavoratori, potete visitare questa pagina. Continuate a seguirci per restare aggiornati su tutte le novità, iscrivendovi gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti