Corso Concorso Scuola Nazionale dell’Amministrazione (SNA) 2020: Bando prorogato

Tutte le informazioni sul corso concorso Scuola Nazionale dell’Amministrazione per Dirigenti: ecco il Bando 2020 e cosa sapere sul concorso per lavorare nella Pubblica Amministrazione

pubblici uffici

E’ stato prorogato il bando relativo al corso concorso Scuola Nazionale Amministrazione per 315 allievi e 210 assunzioni di personale.

La Scuola nazionale dell’Amministrazione ha bandito l’VIII corso-concorso selettivo per la formazione dirigenziale. La procedura concorsuale rientra tra i nuovi concorsi autorizzati dal Decreto Rilancio per il 2020.

Per partecipare al concorso SNA c’è tempo fino al 25 luglio, nuova scadenza del bando.

PROROGA SCADENZA BANDO

Con apposita RETTIFICA (Pdf 75Kb) pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 55 del 17 luglio è stata posticipata dal 15 al 25 luglio la scadenza del bando SNA per accedere al corso concorso 2020 per Dirigenti.

La proroga si è resa necessaria a causa di un malfunzionamento del sistema informatico per l’acquisizione delle domande di partecipazione. Considerando i tempi necessari per il ripristino della piattaforma si è provveduto, infatti, a prorogare il termine utile per inviare le domande, al fine di garantire la regolare e più ampia possibilità di iscrizione, e la massima partecipazione dei candidati interessati alla procedura concorsuale.

SCUOLA NAZIONALE AMMINISTRAZIONE CONCORSO 2020

E’ stato pubblicato, infatti, sulla Gazzetta Ufficiale n.50 del 30-06-2020, il nuovo bando Scuola nazionale dell’Amministrazione per l’ammissione di 315 allievi al 8° corso-concorso SNA 2020 per il reclutamento di 210 Dirigenti.

Si tratta della procedura concorsuale che era stata già autorizzata Decreto 31 marzo 2020 del Ministro per la P.A., per la copertura di 210 posti nella qualifica di Dirigente di seconda fascia nei ruoli amministrativi delle amministrazioni pubbliche. Il Decreto Rilancio ha stabilito le modalità di presentazione delle domande, nonché di svolgimento delle prove, alla luce delle nuove disposizioni per i concorsi pubblici adottate in risposta all’emergenza Coronavirus. La graduatoria formulata al termine del corso-concorso sarà utilizzata, a partire dal 1° gennaio 2021, dalle pubbliche amministrazioni per la copertura delle posizioni dirigenziali vacanti. Nuovi concorsi potranno essere banditi solo dopo che sarà esaurita la stessa e saranno assunti tutti gli iscritti.

CHI PUO’ PARTECIPARE

Possono partecipare all’ottavo corso concorso Scuola nazionale dell’Amministrazione per Dirigenti le seguenti categorie di candidati:

  1. laureati (laurea specialistica, magistrale o vecchio ordinamento) non dipendenti pubblici, in possesso di dottorato di ricerca o di diploma di specializzazione o di master di secondo livello;
  2. dipendenti pubblici in possesso di laurea specialistica, magistrale o vecchio ordinamento, che abbiano maturato almeno 5 anni di esperienza nella pubblica amministrazione in posizioni funzionali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso della laurea (triennale).

REQUISITI

Ai candidati si richiede il possesso dei seguenti requisiti:

  1. cittadinanza italiana;
  2. idoneità fisica;
  3. godimento dei diritti civili e politici;
  4. non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  5. non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o decaduti dall’impiego statale ai sensi dell’art. 127, comma 1, lettera d) del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3;
  6. non aver subito licenziamenti per motivi disciplinari o per aver conseguito l’impiego o sottoscritto il contratto individuale mediante produzione di documenti falsi o con mezzi fraudolenti.

POSTI A CONCORSO

Il concorso SNA 2020 mette a bando 210 posti, così distribuiti in base alle amministrazioni in cui saranno inseriti i vincitori:

  • Consiglio di Stato – n. 3 posti;
  • Presidenza del Consiglio dei ministri – n. 18 posti;
  • Ministero dell’interno – n. 21 posti;
  • Ministero della giustizia, Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità – n. 3 posti;
  • Ministero della giustizia, Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria – n. 3 posti;
  • Ministero della giustizia, Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi – n. 12 posti;
  • Ministero della difesa – n. 13 posti;
  • Ministero dell’economia e delle finanze – n. 15 posti;
  • Ministero dello sviluppo economico – n. 17 posti;
  • Ministero dell’ ambiente e della tutela del territorio e del mare – n. 10 posti;
  • Ministero delle infrastrutture e dei trasporti – n. 12 posti;
  • Ministero del lavoro e delle politiche sociali – n. 3 posti;
  • Ministero dell’ istruzione Ministero dell’università e della ricerca – n. 18 posti;
  • Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo – n. 20 posti;
  • Ministero della salute – n. 2 posti;
  • Agenzia delle dogane e dei monopoli – n. 10 posti;
  • Agenzia per la promozione all ‘estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ITA-ICE) – n. 6 posti;
  • Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) – n. 2 posti;
  • Agenzia per l’Italia Digitale (AGID) – n. 1 posto;
  • Ente nazionale per l’aviazione civile (ENAC) – n. 6 posti;
  • Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL) – n. 9 posti;
  • Ispettorato nazionale del lavoro (INL) – n. 5 posti;
  • Istituto nazionale di statistica (1STAT) – n. 1 posto.

PROVE D’ESAME

Per il bando Scuola nazionale dell’Amministrazione in uscita è previsto l’espletamento delle seguenti prove:

– eventuale preselezione, se il numero dei partecipanti è pari o superiore a 3 volte il numero dei posti, da svolgere anche presso sedi decentrate e con strumentazione informatica;
due prove scritte, da svolgere con modalità telematiche anche nella medesima data e presso sedi decentrate individuate in base alla provenienza geografica dei candidati;
colloquio, da svolgere anche in videoconferenza, attraverso l’utilizzo di strumenti informatici e digitali, comprendente anche la verifica delle conoscenze linguistiche.

Per farsi un’idea dei contenuti delle prove è possibile consultare le prove d’esame proposte nei precedenti corsi-concorsi disponibili nella pagina archivio del sito web della Scuola Nazionale dell’Amministrazione.

COSA STUDIARE PER LA PROVA PRESELETTIVA

La prova preselettiva è articolata in 60 quesiti a risposta multipla, di cui 20 di logia e situazionali, e 40 sulle seguenti materie:

– diritto costituzionale – 4 domande;
– diritto amministrativo – 9 domande;
– diritto dell’Unione europea – 4 domande;
– economia politica – 4 domande;
– politica economica – 4 domande;
– economia delle amministrazioni pubbliche – 3 domande;
– management pubblico – 3 domande;
– analisi delle politiche pubbliche – 3 domande;
– lingua inglese (livello B2 QCER) – 6 domande.

COSA STUDIARE PER LE PROVE D’ESAME

PROVE SCRITTE

Le prove scritte consistono in due elaborati, basati su brevi dossier consegnati ai candidati, relativi ai seguenti argomenti:

– diritto costituzionale;
– diritto amministrativo;
– diritto dell’Unione europea;
– economia politica;
– politica economica;
– economia delle amministrazioni pubbliche;
– management pubblico;
– analisi delle politiche pubbliche.

Per ciascuna prova è prevista anche una specifica domanda a cui deve essere fornita risposta in lingua inglese.

COLLOQUIO

La prova orale consiste in un colloquio volto a verificare le conoscenze e competenze dei candidati nei seguenti ambiti:

– materie oggetto della prova preselettiva;
– tecnologie digitali;
– uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione a fini gestionali;
– competenze digitali volte a favorire processi di innovazione amministrativa e trasformazione digitale della pubblica amministrazione;
– capacità organizzative e manageriali;
– lingua inglese (lettura e traduzione di un testo+conversazione).

CORSO DI FORMAZIONE

I vincitori del concorso per dirigenti SNA accedono al corso di formazione che serve per acquisire le conoscenze e competenze necessarie per svolgere la mansione. In base a quanto previsto dal Decreto Rilancio il corso è articolato in 4 mesi di formazione generale presso la Scuola nazionale dell’Amministrazione, anche mediante didattica a distanza, e 6 mesi di formazione specialistica e lavoro presso le amministrazioni di destinazione.

Il corso fa parte della procedura concorsuale e ha carattere selettivo. Come funziona? Il numero di allievi ammessi al corso supera del 20% quello dei posti di dirigente disponibili. Durante il corso sono previste prove di valutazione continue, intermedie e finali. In base agli esiti delle prove viene stilata una graduatoria degli allievi e solo i migliori 210 ottengono il posto da dirigente. 

BORSE DI STUDIO E RETRIBUZIONE DURANTE IL CORSO

Nel periodo di corso agli allievi che non sono dipendenti pubblici viene erogata una borsa di studio del valore di 1.500 euro netti al mese, rivalutata secondo l’indice ISTAT-FOI a inizio di ciascun corso. Invece gli allievi che sono già dipendenti pubblici, durante il corso sospendono il lavoro pubblico prima svolto ma continuano a percepire lo stesso stipendio che veniva loro erogato dall’ente pubblico di provenienza.

CHI É LA SNA E COSA FA

La Scuola Nazionale dell’Amministrazione (in acronimo SNA) è un’istituzione italiana che si occupa della selezione e formazione professionale di funzionari e dirigenti della pubblica amministrazione.
Rappresenta il punto centrale del Sistema unico del reclutamento e della formazione pubblica, istituito per migliorare l’efficienza e la qualità della Pubblica Amministrazione italiana. Fondata nel 1957, ha sede nelle città di Roma e di Caserta e dipende dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

DOMANDA

Le domande di partecipazione al concorso per Dirigenti SNA devono essere presentate esclusivamente in via telematica, entro il 25 luglio 2020, attraverso l’apposita piattaforma web

Per partecipare al bando i candidati devono possedere un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale e registrarsi nella piattaforma attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID). Mettiamo a vostra disposizione la GUIDA (Pdf 1,62Mb) per registrarsi al portale, compilare e inviare online la domanda.

ASSISTENZA E INFORMAZIONI UTILI

Per domande di tipo giuridico-amministrativo relative alla compilazione e all’invio della domanda è attiva la casella di posta elettronica: [email protected]. Si precisa che fino al 15 luglio, data di scadenza del bando, sarà data priorità nella risposta alle mail che riguardano questioni legate alla presentazione dell’istanza di partecipazione al concorso.

Per ricevere assistenza di carattere tecnico-informatico per la compilazione e presentazione della domanda è disponibile un’apposita applicazione raggiungibile da questa pagina, cliccando su “8° Corso-concorso” e seguendo il link “applicazione sul portale Step One”.

Sul portale web SNA è stata, inoltre, predisposta una pagina dedicata alle domande e risposte frequenti (FAQ), consultabile dalla medesima pagina, cliccando su “8° Corso-concorso” e seguendo il link “sezione FAQ dell’8° Corso-concorso”.

BANDO

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente il BANDO (Pdf 114Kb) relativo al corso concorso Scuola Nazionale dell’Amministrazione 2020.

ALTRI CONCORSI IN USCITA E COME RESTARE AGGIORNATI

Il DL Rilancio ha autorizzato anche nuovi concorsi Ministero della Giustizia e diversi concorsi Vigili del Fuoco. Per restare informati potete iscrivervi alla nostra newsletter gratuita e monitorare la nostra pagina dedicata ai concorsi pubblici.

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Newest
Oldest
Inline Feedbacks
View all comments