Lombardia: incentivi per assunzioni di disoccupati

La Regione Lombardia rende disponibili incentivi per le imprese che effettuano assunzioni di disoccupati sul territorio regionale. Ecco tutte le informazioni utili e come fare domanda

lavoro, lavorare, agente, assicurazione

Con un nuovo bando pubblico la Regione Lombardia rende disponibili incentivi per le imprese che effettuano assunzioni di disoccupati sul territorio regionale.

I contributi offerti sono a fondo perduto e hanno un valore compreso tra 5000 e 9000 euro per ciascun lavoratore assunto.

È possibile fare domanda fino al 30 giugno 2022. Ecco cosa sapere sugli incentivi occupazionali regionali e come ottenerli.

INCENTIVI PER ASSUNZIONI DI DISOCCUPATI IN LOMBARDIA

Con il Fondo Sviluppo e Coesione, la Regione Lombardia sostiene le imprese che assumono personale contribuendo così al rilancio dell’occupazione. L’aiuto consiste in un contributo a fondo perduto riconosciuto al datore di lavoro per ciascun nuovo dipendente assunto.

In particolare, il bando prevede incentivi economici per chi realizza assunzioni di disoccupati e occupati sospesi, destinatari delle seguenti politiche attive regionali:

Inoltre, il beneficio può essere riconosciuto anche se il progetto di assunzione sia maturato al di fuori dei percorsi di politica attiva regionali. Infatti, l’agevolazione è concessa anche per assunzioni effettuate da cooperative c.d. workers buyout, ovvero costituite dai lavoratori di imprese in crisi con l’obiettivo di acquisire l’attività dell’impresa di provenienza.

BENEFICIARI

Possono beneficiare del contributo i datori di lavoro, operativi in qualsiasi settore economico, che assumono personale presso sedi o unità operative ubicate sul territorio regionale. Nello specifico, le categorie di datori di lavoro ammesse sono le seguenti:

  • soggetti regolarmente iscritti al Registro delle Imprese della CCIAA territorialmente competente con stato attivo (se tenuti a tale adempimento, come imprese, società tra professionisti, ecc.);
  • soggetti non iscritti al RI ma che esercitano, anche se in forma non prevalente, attività di tipo economico e sono in possesso di una partita IVA (tra cui enti del Terzo Settore, associazioni riconosciute e fondazioni con personalità giuridica e iscritte al relativo Registro Regionale);
  • lavoratori autonomi esercenti arti o professioni con partita IVA attiva, in forma singola o associata.

La misura è inoltre rivolta anche a cooperative costituite da lavoratori di imprese in crisi al fine di acquisire tutta o parte delle attività dell’impresa di provenienza (cd. workers buyout).

SOGGETTI ESCLUSI

Dalla possibilità di richiedere gli incentivi occupazionali della Regione Lombardia sono invece esclusi i seguenti soggetti:

  • datori di lavoro privati senza partita IVA;
  • pubbliche amministrazioni;
  • soggetti iscritti all’Albo regionale degli operatori accreditati;
  • società, enti e singoli professionisti che, a qualsiasi titolo, prestano servizi di consulenza e assistenza tecnica a favore dei soggetti coinvolti nell’attuazione, controllo, certificazione e sorveglianza del presente Avviso;
  • datori di lavoro che svolgono attività primaria con i codici ATECO 96.04.1 – 96.04.10, 92.00.01 – 92.00.02 – 92.00.09; 47.78.94.

REGIMI DI AIUTO

Poiché l’agevolazione si configura come aiuto di stato, l’impresa beneficiaria può scegliere di utilizzarla anche ai sensi di una delle seguenti misure:

  • “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19”;
  • Reg. (UE) n. 1407/2013 nei limiti previsti per gli altri aiuti di importanza minore, cd. de minimis, la cui scadenza è stata prorogata fino a fine 2023.

Per maggiori specifiche relative all’utilizzo degli incentivi ai sensi delle norme sopra citate, rinviamo alla lettura del bando ufficiale, disponibile al termine di questo articolo.

PER QUALI ASSUNZIONI SONO CONCESSI GLI INCENTIVI LOMBARDIA?

La misura è concessa per le assunzioni di disoccupati e occupati sospesi che hanno aderito a Dote Unica Lavoro (Fase 4) e Azioni di Rete per il Lavoro (Fasi I e II) e per i quali viene conseguito e rendicontato il risultato di inserimento lavorativo nell’ambito di tali percorsi.

Inoltre, sono destinatari dell’intervento disoccupati residenti in Lombardia e coloro che, pur non essendo residenti in Lombardia, a partire dal 1° gennaio 2019 risultavano occupati nella regione (dato documentabile tramite buste paga, fatture o documenti fiscali equivalenti).

CONTRATTI DI LAVORO FINANZIABILI

Gli incentivi sono concessi a fronte di contratti di lavoro subordinato sottoscritti a partire dal 29 marzo 2021 nell’ambito delle politiche attive regionali Dote Unica Lavoro (Fase 4) e Azioni di Rete per il Lavoro (Fasi I e II) e ammissibili ai fini della rendicontazione a seguito dell’inserimento lavorativo.

Nello specifico, possono essere finanziati dagli incentivi occupazionali esclusivamente i seguenti contratti di lavoro:

  • apprendistato;
  • tempo determinato di almeno 12 mesi
  • tempo indeterminato.

Per l’accesso al beneficio è necessario che il contratto di lavoro sia a tempo pieno oppure a tempo parziale di almeno 20 ore settimanali.

FORME CONTRATTUALI ESCLUSE

Sono invece escluse dall’intervento a sostegno dell’occupazione in Lombardia tutte le altre forme contrattuali, quali somministrazione, lavoro a progetto, co.co.co., lavoro occasionale e accessorio, lavoro o attività socialmente, lavoro autonomo nello spettacolo, contratti di agenzia, associazione in partecipazione, lavoro intermittente e domestico.

IMPORTO DEL CONTRIBUTO

Le risorse complessive stanziate per sostenere le assunzioni agevolate in Lombardia ammontano a 20 milioni di euro. L’ammontare del singolo contributo concesso varia a seconda del grado di difficoltà di accesso al mercato del lavoro dello specifico lavoratore assunto. Nel dettaglio, infatti, l’importo del contributo è quindi pari a:

  • 5000 euro per lavoratori fino a 54 anni;
  • 7000 euro per lavoratrici fino a 54 anni;
  • 7000 euro per lavoratori a partire dai 55 anni;
  • 9000 euro per lavoratrici over 55.

Tali importi si riferiscono a contratti di lavoro a tempo pieno, mentre per i part-time l’incentivo è riparametrato in base alle percentuale di ore di lavoro previste.

CONTRIBUTI AGGIUNTIVI PER PICCOLE IMPRESE E COOPERATIVE

In caso di assunzioni effettuate in Lombardia da un datore di lavoro con meno di 50 dipendenti o da una cooperativa, costituita da lavoratori di imprese in crisi per acquisire, in tutto o in parte, le attività dell’impresa di provenienza, agli importi indicati verrà aggiunto un contributo di ulteriori 1000 euro a lavoratore.

SELEZIONE E ISTRUTTORIA

La procedura selettiva delle richieste di contributo è effettuata a sportello entro 60 giorni dalla presentazione della domanda. Le domande sono esaminate secondo l’ordine cronologico di presentazione e la selezione si fonda sulla verifica dei requisiti in possesso del datore di lavoro richiedente.

Nello specifico, alle imprese richiedenti è richiesto di:

  • non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione, cessazione attività o concordato preventivo (e in ogni altra situazione equivalente secondo la legislazione del proprio stato), ovvero di non avere in corso procedimenti per la dichiarazione di una di tali situazioni;
  • essere in regola con la normativa in materia di sicurezza sul lavoro, assicurazioni sociali obbligatorie e in materia fiscale;
  • essere in regola con gli obblighi di pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori e con le contribuzioni agli Enti Paritetici ove espressamente previsto dai Contratti Collettivi Nazionali Interconfederali o di Categoria;
  • rispettare le assunzioni previste dalla Legge n. 68 del 12 marzo 1999 in materia di collocamento mirato ai disabili e della normativa sugli aiuti di Stato in regime di “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” e de minimis (Regolamento UE n. 1407/2013 della Commissione 18 dicembre 2013).

EROGAZIONE DEGLI INCENTIVI PER LE ASSUNZIONI

La liquidazione del contributo all’impresa che assume disoccupati o occupati sospesi in Lombardia può avvenire in una delle seguenti modalità:

  • a rimborso: il datore di lavoro può richiedere il pagamento del contributo dopo 90 giorni dall’assunzione del lavoratore ed ottenere quanto di competenza per il periodo lavorativo già trascorso. La liquidazione finale potrà essere richiesta a partire dalla conclusione dei 12 mesi dall’assunzione e comunque, entro e non oltre il 30 settembre 2023 (ore 12:00), pena la decadenza del beneficio.
  • in unica soluzione anticipata: la liquidazione anticipata si può richiedere trascorsi almeno 90 giorni dalla data di assunzione. In questo caso è richiesto all’azienda di stipulare una fidejussone bancaria della durata di 1 anno a favore della Regione Lombardia.

COME RICHIEDERE GLI INCENTIVI

Per poter accedere ai contributi, le imprese devono presentare domanda in seguito all’avvenuta assunzione del lavoratore e previa rendicontazione dell’inserimento lavorativo effettuata dall’operatore nell’ambito delle misure Dote Unica Lavoro e Azioni di Rete per il Lavoro.

Per ciascun lavoratore assunto è necessario presentare una specifica domanda di contributo.

La scadenza per presentare le istanze è fissata al 30 giugno 2022 (ore 12:00), salvo eventuali proroghe, ed è valida fino ad esaurimento delle risorse stanziate.

COME PRESENTARE LE DOMANDE

I datori di lavoro interessati agli incentivi per assunzioni di disoccupati in Lombardia possono presentare domanda esclusivamente tramite la procedura telematica prevista dal Sistema Informativo Bandi online disponibile sul sito web della Regione. Da qui, digitando Fondo Sviluppo e Coesione nel motore di ricerca, si accede alla sezione dedicata all’intervento.

Per procedere con la compilazione delle domande occorre cliccare su Fai Domanda ed effettuare l’accesso al Sistema Informativo regionale utilizzando il proprio nome e password, per gli utenti già registrati, oppure le credenziali SPID, CIE o CNS.

I dettagli relativi alla procedure di presentazione telematica dell’istanza sono illustrati nell’apposito Manuale operativo per la compilazione delle domande, che rendiamo di seguito disponibile.

BANDO E DOCUMENTAZIONE UTILE

Mettiamo di seguito a vostra disposizione il testo dell’Avviso e del Bando relativi ai contributi occupazionali per le assunzioni in Lombardia. Rendiamo disponibile, inoltre, tutta la modulistica necessaria alla presentazione delle domande.

ALTRI AIUTI PER LE IMPRESE E AGGIORNAMENTI

Leggi la nostra guida per conoscere tutte le agevolazioni per assunzioni attive quest’anno. Inoltre per scoprire altre forme di aiuti possibili, puoi visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti per lavoratori e famiglie e questa pagina dedicata agli aiuti alle imprese. Mettiamo a tua disposizione anche questo approfondimento su tutti i bonus introdotti dalla Legge di Bilancio.

Continua a seguirci per restare aggiornato su tutte le novità, iscrivendoti alla nostra newsletter gratuita.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments