Migliori lauree per trovare lavoro nel 2024: classifica

Ecco quali sono le migliori lauree per trovare lavoro nel 2024 e gli impieghi più pagati secondo i Report Excelsior, Almalaurea ISTAT

studenti, diplomati, bonus
adv

Quali sono le migliori lauree per trovare lavoro nel 2024? La risposta ci viene data dai dati del Rapporto Excelsior “Scenari per l’orientamento e la programmazione della formazione” che fotografano quali sono le lauree più richieste a oggi e nei prossimi anni.

Dallo studio Excelsior emerge che tra il 2024 e il 2028 la laurea più richiesta è quella in ambito economico statistico, seguita da quella in insegnamento e formazione (comprese scienze motorie) e da quella nell’indirizzo medico sanitario.

ISTAT, nella sua ultima rilevazione, aveva chiarito anche che il tasso di occupazione dei laureati in Italia è del 74,6%, in crescita rispetto agli anni precedenti. Mentre Almalaurea nell’ultima classifica pubblicata aveva già illustrato quali sono le professioni più pagate per i laureati.

Vediamo dunque, seguendo lo scenario occupazionale dei laureati italiani, qual è la classifica delle migliori lauree per trovare lavoro nel 2024 e quali sono le occupazioni più pagate.

adv

CLASSIFICA MIGLIORI LAUREE PER TROVARE LAVORO NEL 2024

Secondo il Rapporto Excelsior “Scenari per l’orientamento e la programmazione della formazione” che esamina i dati 2024 e le tendenze fino al 2028, i percorsi di studio terziario (università, AFAM e ITS Academy) più ricercati, o meglio le “migliori lauree per trovare lavoro” sono nei seguenti ambiti:

  1. economico-statistico;
  2. insegnamento e formazione (comprese scienze motorie);
  3. medico-sanitario;
  4. ingegneria (esclusa ingegneria civile);
  5. giuridico e politico-sociale;
  6. ingegneria civile ed architettura;
  7. scienze matematiche, fisiche e informatiche;
  8. umanistico, filosofico, storico e artistico;
  9. scienze biologiche e biotecnologie;
  10. linguistico, traduttori e interpreti;
  11. agrario, agroalimentare e zootecnico;
  12. chimico-farmaceutico;
  13. psicologico.

Analizzando ora i rapporti ISTAT e Almalaurea, scopriamo insieme altri dati utili a tracciare il quadro della situazione occupazionale in Italia dei laureati.

TASSO DI OCCUPAZIONE LAUREATI IN ITALIA

Il 6 ottobre 2023, l’ISTAT aveva pubblicato gli ultimi dati disponibili, relativi al 2022, riguardanti gli under 35 con titolo di studio conseguito da uno a tre anni prima, prendendo in esame il tasso di occupazione. Dai dati emerge che:

  • il tasso di occupazione per i laureati era pari a 74,6%, con un aumento di +7,1 punti rispetto al 2021;

  • il tasso di occupazione per i diplomati era pari a 56,5%, con un aumento di +6,6 punti rispetto al 2021.

I laureati superavano di 4 punti il livello pre-crisi del 2008, ma le distanze con l’Europa restavano ampie. In generale, il tasso di occupazione dei 30-34enni laureati nel 2022 era pari a 83,3%, a fronte della media UE pari a 89,3%. Inoltre, nel Mezzogiorno, i laureati tra i 30 e i 34 anni avevano un tasso di occupazione del 69,9%, che è 20 punti inferiore rispetto al Nord, dove il tasso era dell’89,2%.

Inoltre, il tasso di occupazione dei 18 – 24enni che abbandonavano precocemente gli studi era pari al 39%.

TASSO DI OCCUPAZIONE IN BASE AL TIPO DI LAUREA

Uno degli aspetti più importanti analizzati nel rapporto Almalaurea, invece, riguarda lo studio sulle lauree più richieste, cioè che permettono di trovare più facilmente impiego.

Nel dettaglio, gli ultimi dati disponibili – relativi al 2022 e pubblicati a fine 2023 – fanno emergere che il tasso di occupazione era pari, a un anno dal conseguimento del titolo, al:

  • 75,4% tra i laureati di primo livello;

  • 77,1% tra i laureati di secondo livello del 2021.

Invece, a tre anni dal conseguimento del titolo il tasso di occupazione raggiungeva:

  • il 90,3% tra i laureati di primo livello;

  • l’85,9% tra i laureati di secondo livello (rispettivamente, +2,0 e +0,3 punti percentuali, rispetto al 2021).

I dati cambiavano a seconda della materia di laurea. I tassi di occupazione per gruppo disciplinare, a 5 anni dalla laurea che Almalaurea aveva registrato, sono i seguenti:

  1. Ingegneria industriale e dell’informazione – 95,6%;
  2. Informatica e tecnologie ICT – 94,6%;
  3. Architettura ingegneria civile – 92,5%;
  4. Settore economico – 91,2%;
  5. Settore medico sanitario e farmaceutico – 90,9%;
  6. Area scientifica – 89,7%;
  7. Settore agrario forestale veterinario – 89,5%;
  8. Area politico sociale e comunicazione – 86,3%;
  9. Scienze motorie e sportive – 86,3%;
  10. Ambito linguistico – 86,2%;
  11. Settore Educazione e formazione – 86,4%;
  12. Psicologia – 84,2%;
  13. Ambito letterario e umanistico – 81,3%;
  14. Settore Giuridico – 83%;
  15. Arte design – 79%.

Appena saranno resi noti i dati aggiornati, vi faremo sapere quali sono le novità.

MIGLIORI LAUREE TRIENNALI PER TROVARE LAVORO

Il 66,2% di coloro che hanno conseguito solo la laurea triennale è occupato. Ma, secondo i dati Almalaurea, le migliori lauree triennali per trovare lavoro sono quelle nel settore Sanitario e Agro-Veterinario in cui il 76,1% trova facilmente impiego anche dopo soli 3 anni di corso. Le percentuali sono pari a:

  • Economica, Giuridica e Sociale: 66,2% di occupati;

  • Artistica, letteraria ed educazione: 64,6% di occupati;

  • STEM: 60,05% di occupati.

MIGLIORI LAUREE MAGISTRALI PER TROVARE LAVORO

Il 77,6% di coloro che avevano conseguito solo la laurea magistrale nel corso del 2022 (sia biennale che a ciclo unico) era occupato. Ma, secondo i dati Almalaurea, le migliori lauree magistrali per trovare lavoro erano quelle nel settore STEM in cui l’86,5% trovava facilmente impiego. Le percentuali (le ultime disponibili) erano pari a:

  • Sanitario e Agro-Veterinario: 82,5% di occupati:

  • Artistica, letteraria ed educazione: 70,7% di occupati;

  • Economica, Giuridica e Sociale: 70% di occupati.
adv

LE PROFESSIONI PIÙ PAGATE DOPO LA LAUREA

Il rapporto Almalaurea – stando agli ultimi dati resi noti – metteva in evidenza anche i corsi di laurea che garantiscono la migliore occupazione e quali sono le professioni più pagate.

Informatica e tecnologie ICT, oltre a ingegneria industriale e dell’informazione, nell’anno di esame erano le uniche a garantire paghe nette superiori ai 2.000 euro mensili. Invece, gli ambiti educazione e formazione, per esempio, non superavano i 1.500 euro al mese (la media infatti è di 1.380 euro mensili). E stessa cosa vale per l’ambito psicologico (con retribuzioni medie mensili un po’ più alte ma comunque non superiori a 1.406 euro).

I REPORT DA SCARICARE

Vi invitiamo a leggere il bollettino annuale Excelsior con lo studio sui fabbisogni occupazionali che potete leggere in questa pagina (Pdf 8 Mb) dal titolo “Scenari per l’orientamento e la programmazione della formazione”.

In questa pagina (Pdf 657 Kb) potete scaricare l’ultimo report ISTAT disponibile sui livelli di istruzione e i livelli occupazionali. Per approfondire e avere un quadro completo dei dati mettiamo a disposizione anche la sintesi del XXV rapporto Almalaurea (Pdf 680 Kb), l’ultimo disponibile. Inoltre in questa pagina è possibile visionare l’ultimo rapporto intero di Almalaurea.

ALTRI APPROFONDIMENTI E AGGIORNAMENTI

Per aumentare le tue possibilità di trovare lavoro, ti suggeriamo la guida su Come trovare lavoro con consigli e 300 aziende a cui inviare il CV. A tal proposito, ecco come scrivere il proprio curriculum vitae. Consigliamo inoltre di leggere questa guida su quanti sono i diplomati che trovano lavoro in Italia e quali sono i diplomi più richiesti nel 2024.

Vi invitiamo a scoprire quali sono le migliori università in Italia e nel mondo secondo la classifica QS. Interessante anche l’annuale classifica Best Workplaces in merito ai migliori posti di lavoro in Italia., nonché il focus sui lavori più richiesti.

A vostra disposizione anche i dati sulle assunzioni delle imprese nel mese di maggio 2024.

Vi invitiamo inoltre a consultare la nostra pagina dedicata alle aziende che assumono per scoprire quali sono le imprese che hanno varato nuovi piani di assunzioni e stanno cercando personale. Vi consigliamo di scoprire i nuovi concorsi pubblici per diplomati aperti in Italia. Invece, in questa sezione trovate le novità sul mondo del lavoro.

Vi ricordiamo che per restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima. È anche possibile restare aggiornati seguendo il nostro canale Whatsapp e il nostro canale TikTok @ticonsigliounlavoro. Seguiteci anche su Google News cliccando su “segui” dove c’è la stellina.

di Valeria C.
Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *