Migliori università d’Italia e del mondo: classifica QS 2023

Ecco quali sono le migliori università italiane e le migliori università del mondo secondo la rinomata classifica QS 2023

Politecnico Milano

È stata pubblicata la QS World University Rankings 2023, una delle più importanti classifiche a livello mondiale delle migliori università d’Italia e del mondo.

La classifica cita 1.418 università in tutto il pianeta e rispetto all’edizione dello scorso anno sono almeno 118 in più gli atenei valutati. Sebbene le università italiane in confronto allo scorso anno hanno avuto un calo di posizioni in classifica, sono comunque almeno 41 gli atenei in Itali a riuscire a classificarsi tra i primi 1.418.

Vediamo quali sono le migliori università in Italia e nel mondo secondo la classifica QS 2023 che dà indicazioni su quale percorso di studi intraprendere.

CLASSIFICA MIGLIORI UNIVERSITÀ ITALIA 2023

Nella classifica QS World University Rankings 2023, sono 41 le migliori università d’Italia tra le prime 1.418. Ecco la classifica completa, a fianco del nome dell’università indichiamo la posizione raggiunta nel ranking mondiale.

    1. Politecnico di Milano (139);
    2. Alma Mater Studiorum – Università di Bologna (167);
    3. Università di Roma La Sapienza (171);
    4. Università di Padova (243);
    5. Università di Milano (324);
    6. Politecnico di Torino (325);
    7. Università di Pisa (404);
    8. Università di Napoli Federico II (416);
    9. Università Vita Salute San Raffaele (436);
    10. Università di Trento (457);
    11. Politecnico di Firenze (460);
    12. Università di Torino (475);
    13. Università di Roma Tor Vergata (499);
    14. Università Cattolica del Sacro Cuore (511-520);
    15. Università di Pavia (561-570);
    16. Politecnico di Bari (591 – 600);
    17. Università di Milano Bicocca (601 – 650);
    18. Università di Genova (651-700);
    19. Libera Università di Bolzano (701-750);
    20. Università di Trieste (701-750);
    21. Università di Siena (751-800);
    22. Università Ca’ Foscari di Venezia (801-1000);
    23. Università di Catania (801-1000);
    24. Università Politecnica delle Marche (801-1000);
    25. Politecnico di Ferrara (801-1000);
    26. Università di Bari Aldo Moro (801-1000);
    27. Università di Brescia (801-1000);
    28. Università di Messina (851-1000);
    29. Università di Modena e Reggio Emilia (801-1000);
    30. Università di Parma (801-1000);
    31. Università di Perugia (801-1000);
    32. Università degli studi Roma Tre (801-1000);
    33. Università di Verona (801-1000);
    34. Università della Calabria (1001-1200);
    35. Università di Napoli Parthenope (1001-1200);
    36. Università di Palermo (1001-1200);
    37. Università di Salerno (1001-1200);
    38. Università degli studi della Tuscia (1001-1200);
    39. Università degli Studi di Udine (1001-1200);
    40. Università degli Studi G. D’Annunzio di Pescara (1201-1400);
    41. Università di Bergamo (1201-1400).

CLASSIFICA MIGLIORI UNIVERSITÀ DEL MONDO

Di seguito la top 10 delle migliori università a livello mondiale della classifica QS 2023.

  1. Massachusetts Institute of technology (MIT), USA;
  2. University of Cambridge, UK;
  3. Stanford University, USA;
  4. University di Oxford, UK;
  5. Harvard University, USA;
  6. California Institute of Technology (Caltech), USA;
  7. Imperial College London, UK;
  8. University College of London (UCL), UK;
  9. ETH Zurich Swiss Federal Institute of Technology, Svizzera;
  10. University of Chicago, USA.

I migliori atenei del mondo si trovano negli Stati Uniti e nel Regno Unito, considerando la top ten. Come vediamo al 1° posto della classifica mondiale QS 2023 spicca il Massachusetts Institute of technology (MIT) negli Stati Uniti. Il MIT raggiunge il record dell’11° anno consecutivo come numero uno al Mondo. L’Università di Cambridge è salita al secondo posto, mentre l’Università di Stanford rimane in terza posizione. Il Politecnico di Zurigo EHT (9°) rimane la prima università dell’Europa continentale.

Sotto la top ten, vale la pena considerare che la Cina (continentale) vanta ora due università tra le prime 15 al mondo, grazie all’Università di Pechino (12°) e all’Università Tsinghua (14°). I due istituti hanno raggiunto la posizione più alta dall’inizio della classifica. L’Università Nazionale di Singapore è l’università asiatica con i migliori risultati, occupando l’11° posizione per il quinto anno consecutivo. Infine, l’Universidad de Buenos Aires (UBA) (67°) continua a essere leader in America Latina.

LE ITALIANE SCENDONO IN CLASSIFICA

L’edizione 2023 del QS World University Rankings “premia” il Politecnico di Milano che si conferma per l’ottavo anno consecutivo miglior università italiana. Passa dal 142° posto dello scorso anno al 139° attuale. Questo istituto è in pole tra le migliori università d’Italia 2023. Gli altri tre atenei tra i primi 300 sono l’Alma Mater Studiorum di Bologna (167°), la Sapienza di Roma (171°) e l’Università di Padova (243°). Male però la situazione generale delle italiane. Delle 41 università classificate, 6 migliorano e 21 peggiorano, mentre 14 rimangono stabili.

Da questa edizione, l’ateneo fornisce direttamente a QS tutti i dati necessari per l’analisi accurata della performance. La discesa in classifica quest’anno non è attribuibile a un deterioramento, ma alla sostituzione di alcuni dati in precedenza sovrastimati da QS, con dati verificati e condivisi dall’Università stessa.

LE UNIVERSITÁ PIÙ STIMATE

Il punteggio della classifica viene calcolato sommando la performance di ogni ateneo in sei indicatori, tra i quali reputazione, servizi e collaborazioni internazionali. Il Politecnico di Milano spicca in particolare nelle preferenze dei datori di lavoro, che piazzano l’istituto lombardo all’80° posto dell’indicatore specifico. Il Politecnico di Torino, è la seconda università italiana più apprezzata dai 99.000 datori di lavoro internazionali che hanno partecipato al sondaggio di QS, e si posiziona al 196° posto in questo criterio.

Sei università italiane si classificano tra le Top-500 al Mondo per la considerazione e la fiducia che hanno ottenuto dai datori di lavoro internazionali. A premiare maggiormente l’Italia è l’indicatore “Academic Reputation” che si basa sull’opinione di 150 mila accademici, docenti e ricercatore internazionali. Tre atenei italiani sono nella top-100, con Bologna che guida la classifica tricolore al 73° posto. Seguono Sapienza (74°) e Politecnico di Milano (96°). L’Italia, poi, arranca in termini di capacità didattica, a causa di classi universitarie mediamente affollate, con una sola università che si posiziona tra le prime 300 al Mondo. Tuttavia, l’Università Vita-Salute San Raffaele, che si colloca al 436° posto assoluto, registra un risultato eccellente in questo criterio, posizionandosi al 30° posto per il rapporto docenti per studenti.

MIGLIORI UNIVERSITÀ ITALIA IN POLE PER LA RICERCA

La ricerca di Quacquarelli Symonds sottolinea l’importanza dell’Italia nella produzione di ricerca, collocandosi al sesto posto per numero di citazioni, dimostrando che il Paese genera ricerche di grande impatto. L’Italia vanta anche un alto grado di collaborazione globale.

Il 46% della sua produzione di ricerca è prodotta con collaboratori transfrontalieri, più del doppio della media mondiale. Un successo che si riflette anche nel lavoro di ricerca condotto sul Covid, di cui è il terzo produttore al Mondo dopo Cina e Stati Uniti.  Il Politecnico di Bari è la migliore università in Italia per il numero di citazioni per ricercatore.

Questa posizione è sostenuta da una produzione di ricerca altamente collaborativa. Circa il 48% dei suoi lavori pubblicati sono prodotti insieme a partner internazionali. Si tratta di una tendenza che è particolarmente prevalente nel suo lavoro del 2017 sulle stelle di neutroni, che è la sua ricerca più citata negli ultimi cinque anni. L’Università di Milano-Bicocca invece, si classifica tra le prime 250 al Mondo per la qualità della ricerca prodotta.

Una delle novità introdotte nella classifica 2023, ancora senza punteggio, è quella dell’occupazione degli studenti laureati che vede solo tre italiane tra le prime 500 università: Sapienza, Alma Mater Studiorum di Bologna e Politecnico di Milano.

CLASSIFICA QS 2023, I PARAMETRI CONSIDERATI

Ad occuparsi della classifica è una società britannica specializzata in educazione e studio all’estero, la Quacquarelli Symonds (QS). Le università, che si trovano in 100 località o Paesi di tutto il mondo, sono state valutate in virtù delle loro performance, della reputazione e della distribuzione di pubblicazioni accademiche. Il QS World University Rankings di quest’anno è il più grande di sempre, con 1.418 istituzioni in 100 località, in aumento rispetto alle 1.300 dello scorso anno. I risultati tengono conto della distribuzione di 16,4 milioni di articoli accademici pubblicati tra il 2016 e il 2020 e dei 117,8 milioni di citazioni ricevute da tali articoli.

Tengono inoltre conto delle opinioni degli esperti di oltre 151.000 docenti accademici e di oltre 99.000 datori di lavoro. Infatti il criterio chiave è la reputazione dell’università e pesa circa per il 40% del totale. Inoltre, viene considerata la qualità dell’insegnamento con il giudizio degli studenti a livello internazionale che entra in gioco tra gli indicatori. Una delle novità introdotte nella classifica 2023, ancora senza punteggio, è quella dell’occupazione degli studenti laureati.

MIGLIORI UNIVERSITÀ ITALIA E MONDO DEL LAVORO

A fare la differenza soprattutto nell’analisi dei master e delle scuole di business, è anche la retribuzione media degli ex studenti e il piano di specializzazione quindi, offerto delle aziende in virtù delle loro competenze. Infatti, l’analisi del mondo del lavoro non può considerarsi come staccato dalla composizione stessa della classifica QS 2023.

Rispetto proprio al mondo del lavoro, in Italia è stata anche pubblicata l’annuale classifica Best Workplaces in merito ai migliori posti di lavoro in Italia del 2022. La forte correlazione tra questi due aspetti, ovvero la formazione e il mondo di lavoro, è molto importante affinché, la reputazione e il ranking degli atenei italiani possa salire nei prossimi anni nella classifica internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti